Archivi tag: Wästberg

w171 alma lamp designed di Tham & Videgård

w171 alma lamp designed di Tham & Videgård wastberg

 

Il punto di partenza per w171 alma è un cerchio di morbide onde sinusoidali che diffondono la luce.


w171 alma lamp designed di Tham & Videgård wastberg

La forma è basata su un’onda sinusoidale ruotata, in cui luce e ombra creano un carattere facilmente riconoscibile. La lampada è bellissima isolata, liberamente sospesa sopra un tavolo, o in serie in una stanza più grande – dove può creare un motivo di punti fluttuanti di luce, come un soffitto di luci.

w171 alma lamp designed di Tham & Videgård wastberg

L’immagine chiara dei cerchi concentrici può essere variata in base alla scelta della fonte di luce. La forma morbida e ridotta crea un’atmosfera piacevole e conferisce una sensazione scultorea, anche alla luce del giorno, quando emerge la finitura opaca satinata e il colore della superficie. Con la sua silhouette sottile, w171 alma può essere montata direttamente sul soffitto o sulla parete o sospesa.

w171 alma lamp designed di Tham & Videgård wastberg

Design: Tham & Videgård

https://www.wastberg.com/collections/w171-alma/

 

 

Inga Sampè: w103

Inga Sempé lampada W103s per Wästberg5
Inga Sampè: w103 Wästberg

Durante il Salone del Mobile di Stoccolma 2012, Wästberg ha presentato una nuova gamma di lampade e lampade LED a sospensione. Noi le vedremo al Salone del Mobile di Milano 2013.

Inga Sampè: w103 Wästberg
Inga Sampè: w103 Wästberg

 

Questa nuova collezione di lampade a sospensione regolabile a LED è stato sviluppato seguendo il manifesto dell’azienda: “Lampade per l’uomo di Neanderthal”. A disegnarle sono Inga Sempé, Ilse Crawford, Jonas Lindvall, Antoine Laverdière e Claesson Koivisto Rune.


Inga Sampè: w103 Wästberg
Inga Sampè: w103 Wästberg

In particolare la lampada a sospensione W103 di Inga Sempé può avere composizioni diverse: con un solo colore o una combinazione di colori. Gli elementi possono essere collegati in combinazioni lineari o essere uniti per creare poligoni.

 

Inga Sampè: w103 Wästberg
Inga Sampè: w103 Wästberg

Gli elementi sono disponibili in 7 toni molto diversi: luminoso, morbido, chiaro, scuro; e possono essere organizzati in qualsiasi combinazione di colori.

 

 

Inga Sampè: w103 Wästberg
Inga Sampè: w103 Wästberg

 

Wästberg

Fiera Rho

Pad 13 – Stand 11

 

www.ingasempe.fr/

http://www.wastberg.com/

Nendo: ”produttore di piccoli momenti”…

Lasvit Growing Vase Nendo
Lasvit Growing Vase Nendo

“Il nome del mio studio significa creta con cui si modellano oggetti. Il mio design è innanzitutto flessibile. Il mio modo di approcciare il design è lieve e cerco di applicare questo concetto alle diverse tipologie di oggetti che disegno” Oki Sato

 

 

Lasvit Growing Vase Nendo
Lasvit Growing Vase Nendo

La traduzione giapponese di Nendo significa creta. Dal 2002, è il nome di uno studio di designer nipponici che si occupa di progetti di architettura, arredo d’interni e grafica, sotto la guida dell’architetto trentunenne Oki Sato.

Creativi, eclettici, geniali, ma funzionali nei loro progetti.

Straordinario, giocoso e fresco Growing Vase un impianto d’illuminazione senza parole…Nendo e Lasvit collaborano per creare un vero pezzo d’arte che trasmette il richiamo donchisciottiano del vetro come qualcosa di pratico e incompleto fornendo una boccata d’aria fresca e aprendo nuove possibilità.

Lasvit Growing Vase Nendo
Lasvit Growing Vase Nendo

Creato con vetro di boemia questo corpo illuminante allude ad una foresta di vetro stravagante piena di fiori astratti e rami…Il principio di un fiore e un vaso qui viene capovolto, ruotando i tubi nei fiori e rami e soffiando il vetro in un vaso, improvvisamente i vasi da fiori sono in fiore, invece di fiori che sbocciano nei vasi…in questo modo Growing Vase…Vasi in crescita…. rompe le convenzioni e simboleggia la nascita della vita!

(www.lasvit.com/)

 

Bella la seduta Cabbage Chair, realizzata con materiali di scarto dell’industria dell’abbigliamento e ideata per il XXI Century Man Exhibition, curato da Issey Miyake.

Chair, "Cabbage", 2008 Nendo
Chair, “Cabbage”, 2008 Nendo

Interessante il programma 1%, in cui ogni oggetto viene realizzato in soli 100 esemplari per dare la possibilità al cliente di possedere una percentuale significativa del progetto senza le pretese del pezzo unico.

Diamond Chair di Nendo è una sedia è realizzata con una forma di stampa 3D chiamata sinterizzazione laser selettiva (SLS).

diamond chair by nendo
diamond chair by nendo

Utilizzando come motivo la struttura atomica dei diamanti, abbiamo progettato una struttura “forte ma flessibile” che si fondono i concetti esistenti opposti di “forte e solido” e “debole e flessibile”. La struttura artificiale è tangibile ma trasparente, sembra complesso, ma anche naturale e semplice.

diamond chair by nendo
diamond chair by nendo

La nuova collezione per la tavola Bottleware disegnata da Nendo per Coca-Cola è stata realizzata con le bottiglie che, ormai deteriorate nel corso di continui riciclaggi, non possono più essere impiegate per la loro funzione originaria.

Bottleware by Nendo for Coca Cola Photographs are courtesy of Coca-Cola
Bottleware by Nendo for Coca Cola Photographs are courtesy of Coca-Cola

La bottiglietta della Coca-Cola, icona del marchio sin dai suoi esordi nel 1916….
Affascinati dal particolare tono di verde, dalle bollicine di aria e dalle distorsioni, ma con la volontà di permettere agli utilizzatori di ritrovare una traccia della vecchia bottiglia nei nuovi prodotti, è stata creata una collezione di ciotole e piatti che mantenessero la caratteristica forma della base inferiore, mentre la parte superiore è stata tagliata via.



Bottleware by Nendo for Coca Cola Photographs are courtesy of Coca-Cola
Bottleware by Nendo for Coca Cola Photographs are courtesy of Coca-Cola

Stoccolma 2013: il marchio svedese Wästberg ha presentato un’installazione di 30 lampade create da un insieme modulare di Nendo designer. Oltre trenta diverse luci sono state installate in un vecchio padiglione di pattinaggio a Stoccolma per dimostrare la gamma di configurazioni possibili.

Nendo Illuminated by Wastberg
Nendo Illuminated by Wastberg

Il gruppo di componenti W132 include una base circolare, due pali di diverse lunghezze e tre sfumature differenti. Gli schermi possono essere utilizzati senza lampadine per realizzare contenitori, capovolti per creare uplighting o appesi al soffitto come lampade a sospensione.

Nendo Illuminated by Wastberg
Nendo Illuminated by Wastberg

Tra gli ultimi progetti: la carta da parati con decori in muschio verde con cui Oki Sato ha arredato la sua casa sul fiume Shibuya. Collaborano con numerose aziende tra: Cappellini, De Padova, Oluce, Lexus, Guzzini.

Nendo carta da parati con decori in muschio verde casa sul fiume Shibuya
Nendo carta da parati con decori in muschio verde casa sul fiume Shibuya

 

www.nendo.jp/en

Inga Sempé: lampada W103s e mostra Stockholm Furniture Fair

Alcune foto delle due mostre tenute a Stoccolma i primi di febbraio, come ospite d’onore della Stockholm Furniture Fair, Inga Sempé, ha dovuto sistemare circa 200 mq di area lounge per i visitatori all’ingresso del padiglione.

Stockholm Furniture Fair mostra by Inga Sempé Photo © Copyright Inga Sempè

Lo scopo era intrattenere gli ospiti al di fuori della folla e della confusione. Uno spazio quadrato delimitato da pareti in tessuto delicato dove erano esposti molti dei suoi progetti allestiti su differenti aree concepite come delle stanze.

Stockholm Furniture Fair mostra by Inga Sempé Photo © Louise Billgert
Stockholm Furniture Fair mostra by Inga Sempé Photo © Louise Billgert
Stockholm Furniture Fair mostra by Inga Sempé Photo © Louise Billgert

La designer francese ha disegnato per l’azienda svedese Wästberg una lampada da assemblare con infinite combinazioni di colori.

Lampada W103s Wästberg by Inga Sempé Photo © Copyright Inga Sempè

Durante il Salone del Mobile di Stoccolma 2012, Wästberg ha presentato una nuova gamma di lampade a LED a sospensione.Questa nuova collezione di lampade a sospensione regolabile a LED è stato sviluppato seguendo il manifesto dell’azienda: “Lampade per l’uomo di Neanderthal”. A disegnarle sono Inga Sempé, Ilse Crawford, Jonas Lindvall, Antoine Laverdière e Claesson Koivisto Rune.

Lampada W103s Wästberg by Inga Sempé Photo © Copyright Inga Sempè

La lampada a sospensione W103 di Inga Sempé può avere composizioni diverse: con varie combinazioni di colori. Gli elementi possono essere collegati lungo una guida in combinazioni lineari o su rotaie più piccole, dove possono essere uniti per creare poligoni.

Lampada W103s Wästberg by Inga Sempé Photo © Copyright Inga Sempè

La struttura dei binari è abbastanza sottile in modo da evitare la sensazione di avere una struttura sospesa pesante, mentre le linee sono ammorbidite dalle forme rotonde delle ombre. Gli elementi sono disponibili in diversi 7 toni: luminoso, morbido, chiaro, scuro.

Lampada W103s Wästberg by Inga Sempé Photo © Copyright Inga Sempè

Nella lampada W103 sono stati utilizzati due elementi della lampada da tavolo W103: l’ombra è identica e il gancio della pinza viene spostato nella parte superiore. Questo diventa quindi il pezzo base da assemblare per tutte le diverse combinazioni cromatiche.

Photo © Copyright Inga Sempè

http://www.ingasempe.fr/