Archivi tag: Vitra

Alcove Highback di Vitra

…Socchiusi gli occhi, sto

supino nel trifoglio,

e vedo un quatrifoglio

che non raccoglierò…..

tratto da La via del rifugio di Guido Gozzano

Alcove Highback di Vitra Erwan e Ronan Bouroullec

 

Si presenta come una confortevole seduta- rifugio con cuscini e pareti imbottite…….

Chi si siede in Alcove Highback sofa è in un luogo riparato non vedibile né udibile dall’esterno, un ideale riparo per intimi momenti di relax.

Alcove Highback di Vitra Erwan e Ronan Bouroullec

Per creare un ambiente così particolare, i fratelli Bouroullec hanno rialzato lo schienale e i pannelli laterali.

Alcove Highback di Vitra Erwan e Ronan Bouroullec

Il telaio è in tubolare d’acciaio cromato, la struttura in metallo con imbottitura continua a cintura. I pannelli laterali sono realizzati in flessibile materiale sintetico rinforzato con vetroresina, i sedili sono in poliuretano e ovatta di poliestere espanso, con schienali, braccioli e set cuscini in poliuretano e microfibra.

Alcove Highback di Vitra Erwan e Ronan Bouroullec

Le straordinarie caratteristiche di schermatura acustica e visiva rendono questo divano ideale per essere inserito in ambienti di grandi dimensioni, nei quali s’integra come oasi di tranquillità.

Alcove Highback di Vitra Erwan e Ronan Bouroullec

E’ disponibile dal 2008 anche nella versione più ridotta nella misura, la poltrona Love Seat.

http://www.bouroullec.com/

 

 

Ronan & Erwan Bouroullec – Album- Vitra Design Museum

Ronan & Erwan Bouroullec – Album
Vitra Design Museum Gallery, Weil am Rhein
3 febbraio 2012 – 28 maggio 2012

In parallelo con “Rudolf Steiner – L’alchemia della quotidianità“ il Museo del Design di Vitra, a partire dal 3 febbraio, presenta la mostraRonan & Erwan Bouroullec – Album“.

Album Exhibition © Studio Bouroullec

Ronan e Erwan Bouroullec sono tra i designer di maggior rilievo della scena contemporanea. Il cuore della mostra è costituito dai disegni dei due artisti. L’esposizione offre inoltre fotografie di modelli e progetti tratti dall’archivio, che regalano affascinanti scorci sulla loro opera, dai dettagli del quotidiano fino a concetti progettuali di ampio respiro.

Slow chair for Vitra 2007 Photography / Fotografie © Paul Tahon and R & E Bouroullec

Da un lato i disegni dei Fratelli Bouroullec costituiscono opere d’arte con un loro valore intrinseco e che, attraverso immagini tenui, spesso appena tratteggiate e in parte quasi naïf, creano un universo di forme assolutamente unico. Dall’altro invece segnano passi importanti nel processo del design, che ci avvicinano lentamente alla forma finale e definitiva dell’oggetto.

Lighthouse for Established & Sons 2010 Photography / Fotografie © Peter Guenzel

I due designer procedono con la stessa meticolosità di un naturalista, che studia con curiosità le forme del proprio cosmo di idee, sottoponendolo costantemente a verifica. Ispirata da questo modus operandi, la mostra presenta gli oggetti secondo modalità che ricordano i laboratori e i musei di scienze naturali. La mostra “Album“ ci fa vedere come il lavoro del designer oggi rappresenti un processo complesso, all’interno del quale una vasta serie di problemi di ordine tecnico e progettuale sono alla ricerca di una soluzione possibile.

Drawing/ Zeichnung © Studio Bouroullec

Anche nell’era del computer, il disegno resta uno strumento di lavoro imprescindibile per molti designer, perchè consente loro di mettere nero su bianco idee progettuali spontanee e in parte inattese e di sviluppare un linguaggio delle forme di carattere individuale.

Losanges for nanimarquina 2011 Photography / Fotografie © Studio Bouroullec

Non da ultimo la mostra richiama alla memoria il significato che il disegno ha sempre avuto per la progettazione degli oggetti, da Leonardo da Vinci a Le Corbusier. Il termine stesso di “design“ deriva appunto dall’ italiano “disegno“, con il quale nel Rinascimento si indicava il progetto globale sottostante a determinate rappresentazioni.

Vegetal for Vitra 2008 Photography / Fotografie © Studio Bouroullec

Vitra Design Museum
Contemporaneamente, fino al 30 luglio, il Centre Pompidou – Metz ospiterà una ricca mostra dell’opera di Ronan e Erwan Bouroullec.
“Ronan & Erwan Bouroullec – Album“ nasce dalla collaborazione fra il Vitra Design Museum e l’arc en rêve centre d’architecture, Bordeaux.
Tutti gli appuntamenti inerenti il programma di manifestazioni collaterali e ulteriori informazioni sono disponibili su: www.design-museum.de/museum/news

Drawing/ Zeichnung © Studio Bouroullec

www.bouroullec.com
http://www.bouroullec.com/ipad/

un ringraziamento a Laura Maifreni per immagini e testi

Il calendario dell’Avvento____ VitraHaus

Fate una passeggiata attraverso la festosa VitraHaus e scoprite i 24 regali di Natale.

Christmas Calendar VitraHaus Eames House Bird Photographer Lorenz Cugini 01Fullbuyout©Vitra

In attesa gioiosa del Natale, questo dicembre VitraHaus presenta un grande calendario dell’Avvento. Nella tradizione dell’Avvento, 24 prodotti nascosti dietro 24 porte aspettano di essere scoperti nel flagship store di Vitra a Weil am Rhein, alle porte di Basilea.

Christmas Calendar VitraHaus Eames House Bird Photographer Lorenz Cugini Fullbuyout©Vitra .jpg

La scelta dei regali di Natale di Vitra e di altri produttori includono due edizioni speciali dei classici del design Vitra, che sono disponibili solo per un breve periodo. L’Hang tutto su rack da Charles e Ray Eames e il Ball Clock di George Nelson sono mostrati in colori stagionali e sono disponibili fino a febbraio 2012.

Christmas Calendar VitraHaus Hang it all Bird Photographer Lorenz Cugini Fullbuyout©Vitra

______ all’interno di VitraHaus verrà creato un’allestimento con 24 scatole di legno di varie dimensioni e apribili, ciascuna delle quali conterrà un oggetto.

Christmas Calendar VitraHaus Wooden Dolls Bird Photographer Lorenz Cugini 01Fullbuyout©Vitra .jpg

Alcuni prodotti saranno edizioni speciali e tutti saranno in vendita, oltre che al Vitra Shop, anche online all’indirizzo www.design-museum.com/index.php. L’online shop sarà attivo dal 1 novembre al 18 dicembre per riaprire con il nuovo anno.

Vitra foto

Le edizioni speciali sono inoltre disponibili per l’acquisto presso Vitra showroom in tutto il mondo.

www.vitra.com/

L‘Oiseau


L’Oiseau Ronan & Erwan Bouroullec, 2011 per VITRA

“Siamo sempre stati affascinati dalle raffigurazioni di animali, sia quelle primitive che quelle contemporanee: dagli orsi ricavati da zanne di tricheco agli uccelli in vetro soffiato della Finlandia. Potrebbe apparire non più consono ai tempi occuparsi di queste tematiche, tuttavia noi riteniamo che proprio nel nostro tempo sia necessario estendere ulteriormente questo bestiario simbolico tramite la fantasia”. (Ronan Bouroullec)

L’Oiseau Ronan & Erwan Bouroullec, 2011 per VITRA

L’Oiseau, la rappresentazione di un uccello adagiato a terra, è nato inizialmente come lavoro indipendente nell’atelier dei due designer.

Realizzato in legno di acero mediante fresatura, in seguito morbidamente levigato, L’Oiseau ricorda la limpidezza e linearità degli oggetti di legno dell’arte popolare nordica e arricchisce così l’arredamento moderno con una nota simpatica senza scivolare tuttavia, come molte altre figure di animali, nel carino o addirittura nel kitsch.

 

Ronan & Erwan Bouroullec, 2011 per VITRA

 

www.vitra.com

VITRA e Maharam…ad Art Basel

Maharam -Francesco Simeti NewWorld-

Per Art Basel, la VitraHaus ha presentato Maharam Progetti Digitale, un insieme ampio e ben curato di grandi installazioni a parete con stampa digitale. Maharam progetti digitali sono creati da artisti emergenti ed affermati, fotografi, illustratori, designer di moda e grafica.

Sette opere selezionate offrono uno sfondo drammatico e si fondono perfettamente con gli ambienti arredati Vitra.

Le lampade Akari di Isamu Noguchi si mescolano con ritmo silenzioso, un arazzo galleggiante composto da centinaia di aquiloni in tradizionale carta di riso e bambù fatti a mano dall’artista Jacob Hashimoto.

 

 

Maharam -Hashimoto Silent Rhythm legend -

 

 

 

Maharam progetti digitali offrono una sofisticata gamma di contenuti, come alternativa alla grande arte e finiture murali costose sia per interni commerciali che residenziali. Stampato con inchiostri a pigmenti resistenti agli UV, su un supporto in lattice, sono destinati ad essere applicati direttamente a parete. La stampa digitale è un mezzo agile, che permette un’immagini illimitate e complessità di colori in una dimensione inaspettata. Sede a New York Maharam offre una vasta collezione di tessuti per finiture.

…sulle Installazioni…..


Le piante costiere di Cecilia Edefalk

Cecilia Edefalk vive a Stoccolma, pittrice, fotografa e scultrice e lavora anche nel cinema. Edefalk prende un approccio approfondito seriale per la sua materia, spesso duplicando e trasformando un motivo singolo attraverso il suo processo investigativo. Composta da più di 200 acquarelli dipinti nel corso di un periodo di tre anni passati in giro per il litorale europeo, l’opera Le piante costiere parla dell’impegno della Edefalk riguardo la rappresentazione espressiva, come per il suo interesse per la meccanica, plasma la creazione e la percezione dell’immagine dipinta.

Cecilia Edefalk © 2010 Maharam sotto licenza

Maharam-Cecilia Edefalk CoastalPlants-

Nuvole olandesi Karel Martens

Karel Martens è un grafico olandese specializzato in tipografia. Martens si è laureato alla Scuola d’Arte di Arnhem, dove ha iniziato ad insegnare nel 1977. L’opera Nuvole olandesi ricrea una fotografia del cielo preso il giorno della nascita del nipotino.

Karel Martens © 2010 Maharam sotto licenza

MaharamPrint -Karel Martens DutchClouds-

Nuovo Mondo di Francesco Simeti

Francesco Simeti, un artista nato in Italia che vive e lavora a New York e in Sicilia, utilizza le immagini dei mass media nascoste in un motivo decorativo per puntare a un sottotesto più scuro. Nel Nuovo Mondo, richiami di caccia e di uccelli giocattolo messi in movimento si trova in mezzo a una vigna fiorente di illustrazioni Audubon ibride.

Francesco Simeti © 2010 Maharam sotto licenza

Maharam- Francesco Simeti Nuovo Mondo -

In questo giorno di Maira Kalman

Maira Kalman vive a New York illustratrice, autrice e disegnatrice. Con curiosità, compassione e senso dell’umorismo, la Kalman registra le assurdità della vita moderna, che osserva come un avido passante, viaggiatore, lettore, collezionista. Nell’opera In questo giorno raccoglie le molte visioni e ricordi che popolano la vita della Kalman nel sogno e nella realtà.

Maira Klaman © 2010 Maharam sotto licenza

MaharamPrint -Maira Klaman OnthisDay -

Renard 2 di Harmen Liemburg

Harmen Liemburg è un graphic designer, incisore e giornalista che vive ad Amsterdam. Liemburg inizialmente ha studiato geografia sociale e cartografia prima di perseguire una laurea in disegno grafico presso la Gerrit Rietveld Academie di Amsterdam. Per Renard 2, Liemburg ha digitalmente combinato incisioni per creare una moderna composizione piena di malizia.

Harmen Liemburg © 2010 Maharam sotto licenza

Maharam-Harmen Liemburg Renard2-

Il ritmo silenzioso di Jacob Hashimoto

Jacob Hashimoto è un’artista che vive tra Verona e New York. Le sue installazione tridimensionale  a parete, sono composte da centinaia di aquiloni in tradizionale carta di riso e bambù fatti a mano. Utilizzando un monofilamento nero, gli aquiloni sono disposti in un arazzo galleggiante, formando una matrice complessa che è allo stesso tempo densa ed eterea. Il ritmo silenzioso è un assemblaggio digitale frammentario di 64 fotografie che documentano un’installazione di Hashimoto per Maharam progetti digitali.

Jacob Hashimoto © 2010 Maharam sotto licenza

Maharam -Hashimoto Silent Rhythm legend-

Toro da Sarah Morris

Sarah Morris è una pittrice e filmmaker che vive e lavora a New York e a Londra. Le sue grandi tele ritraggono in maniera astratta i modelli complessi dell’ambiente urbano architettonico. Le sue composizioni spesso impiegano una struttura rigorosa contenente forme dai colori vivaci in una struttura a griglia.

Sarah Morris © 2010 Maharam sotto licenza

MaharamPrint-Sarah Morris Taurus-

www.vitra.com/

ringrazio Laura Maifreni per il materiale concessomi.

Tip Ton: design, energia e carattere

Tip Ton, seduta e tavolo Trapéze-Vitra- foto personale dal Salone del Mobile 2011

Tip Ton, di Edward Barber & Jay Osgerby, per Vitra, presentata al Salone del Mobile 2011, definisce un nuovo modello di seduta dinamica e una nuova tipologia: la sedia interamente in materiale plastico con meccanismo di inclinazione in avanti. Il nome della sedia allude alla caratteristica duplice esperienza di seduta: da una posizione di riposo, infatti, la Tip Ton si inclina in avanti finché l’utilizzatore raggiunge un punto definito, quindi la sedia approda delicatamente nella posizione di seduta protesa in avanti.

Tip Ton, seduta e tavolo Trapéze-Vitra- foto personale dal Salone del Mobile 2011

Questa nuova posizione di seduta, offerta fino ad ora solamente da sedie da ufficio meccaniche, raddrizza il bacino e la colonna vertebrale e migliora il flusso sanguigno. Per la prima volta, Tip Ton rende disponibile la duplice posizione di seduta sotto forma di una sedia in materiale plastico economica e durevole. Fabbricata senza componenti meccanici e da una sola fusione di materiale, è praticamente indistruttibile e riciclabile al 100%.

Tip Ton-Vitra-

Grazie al suo look caratteristico, inoltre, valorizza lo stile di ogni home office o tavolo da pranzo, oltre che utilizzata in molti più ambienti, tra cui scuole, biblioteche e caffetterie. In termini di design, questa sedia coniuga i nostri ricordi di sedie archetipiche in legno con la tipica espressione contemporanea dello stampaggio ad iniezione della plastica.

Tip Ton-Vitra-

Qui è unita al tavolo Trapéze di Jean Prouvé, del 1950.

Trapèze è stato originariamente progettato per la Cité Universitaire a Antony. Il nome fa riferimento a due gambe del tavolo sorprendentemente a forma di lamiera d’acciaio. Insieme con ampio bordi del ripiano del tavolo smussato verso l’esterno, essi sottolineano solidità aspetto solido di costruzione.

Base in acciaio foglio piegato, laminato (HPL) da tavolo.

Trapéze Jean Prouvè 1950- Vitra-

Link: www.vitra.com