Archivi tag: Tom Dixon

WEB ETCH

 

WEB ETCH Tom Dixon
WEB ETCH Tom Dixon

WEB ETCH è un grande paralume largo 60 centimetri con una struttura inusuale aperta, progettata per gettare ombre angolari d’atmosfera una volta accesa. Un altro esperimento nel processo esplorativo della matematica e della geometria, con una forma su base pentagonale che viene ripetuta 60 volte in tutto il corpo per creare una sfera totale.

WEB ETCH Tom Dixon
WEB ETCH Tom Dixon

Il globo enorme è in acciaio inox con una finitura lucida che dà brillantezza.

WEB ETCH Tom Dixon
WEB ETCH Tom Dixon

Formata attraverso un processo di acqueforti digitali (digital photo-acid etching)…. una lampadina alogena è sospesa all’interno del Web Etch per dare come un ciondolo l’ultimo gioco di ombre.

 

WEB ETCH Tom Dixon
WEB ETCH Tom Dixon

http://www.tomdixon.net/

Tom Dixon

Etch Light Web Copper Tom Dixon photo Maria Grazia Cicala

Luminosity è stata la proposta di Tom Dixon a Milano per il Fuorisalone 2012. Si tratta di un’esplorazione della luce, delle sue proprietà e del suo utilizzo nell’illuminazione del futuro. Tom Dixon ribalta il classico concetto di luce artificiale e rieduca le persone al concetto stesso d’illuminazione.

Etch Light Web Copper Tom Dixon photo Maria Grazia Cicala

Ospitato da MOST nel padiglione del Museo della Scienza e della Tecnica con accesso diretto da Via Olona 6, Tom Dixon ha  proposto le sue lampade, e le sue sedie.

Etch Shade Copper Tom Dixon photo Maria Grazia Cicala

Il designer inglese Tom Dixon e il costruttore tedesco di macchine utensili e sorgenti laser TRUMPF si sono uniti per dare vita ad un insolito progetto di design.

Fin Light Round Aluminium e Fin Table Light Copper Tom Dixon photo Maria Grazia Cicala

Tom Dixon ha infatti disegnato per la settimana del Design di Milano diversi prodotti realizzati in lamiera e fabbricati con macchine TRUMPF. Le macchine sono state installate all’interno del Padiglione ferroviario del Museo della Scienza e Tecnica di Milano.

TRUMPF macchine installate all’interno del Padiglione ferroviario del Museo della Scienza e Tecnica di Milano

Grazie al supporto della TRUMPF è stata presentata l’intera catena di processo della lampada “Stamp Lamp” e una sedia prototipo che ricorda il cofano della Citroen 2CV. La sedia viene realizzata con la punzonatrice TruPunch 300 e la pressa piegatrice TruBend 5130. La lampada è ottenuta dalla lamiera di scarto utilizzata per la sedia, entrambe realizzate in acciaio zincato di 1 mm. Di spessore.

http://www.tomdixon.net/

Tom Dixon__Maison & Objet

La gente ignora il design che ignora le persone

 

Chimero Frank

Bulb Chandelier Tom Dixon

Tom Dixon è sempre più anticipatore  delle tendenze nel design….

Bulb Chandelier Long Tom Dixon

 

Tra i prodotti più meritevoli di essere guardati e desiderati, c’è la lampada Bulb Chandelier: l‘illuminotecnica è la specialità di Dixon, con un basso consumo energetico e una dimesione over-size che è progettata per esaltare la bellezza della lampadina piuttosto che del diffusore….

Bulb Chandelier Round Tom Dixon

Dal 20 al 24 gennaio 2012 sarà presente alla fiera Maison & Objet per la prima volta a lanciare Eclectic di Tom Dixon, la prima collezione di accessori per la casa di tutti i giorni, articoli da regalo e oggetti di design.

Bulb Chandelier Wide Tom Dixon

Utilizzando materiali tradizionali e resistenti tra cui il rame, il marmo, la ghisa e il legno, questi prodotti sono fatti per essere utilizzati farne tesoro….

 

Bulb Single Reflector Silver Tom Dixon

Tom Dixon inizia la carriera di designer negli anni ’80 dedicandosi a una sorta di riciclaggio creativo del metallo. Da allora non si possono enumerare i materiali su cui non ha lavorato e sono più che varie le tipologie di prodotti realizzati, ma forse il suo nome è legato principalmente alla S-chair e alla Jack Lamp, lampada polifunzionale realizzata in polietilene stampato.

Void Light Mini Brass Tom Dixon

Dal 1997 Tom ricopre l’incarico di direttore creativo per Habitat.

Nel 2000 è stato insignito dell’Order of the British Empire per i servizi resi al design britannico. Da quando ha aperto il suo studio nel 2002, oltre a firmare prodotti per grandi marchi, progetta anche arredi d’interni.

Tra i maggiori esponenti di eco-design sicuramente Tom Dixon è uno dei designer più acclamati e ricercati al momento.

Il suo stile minimal è sempre attento alle problematiche ambientali ed i suoi prodotti sono sempre proiettati verso un’ottica di salvaguardia ambientale nonchè energetica. In questo senso la sua ultima creazione, la lampada GLOWB è la sintesi perfetta tra design ed etica ambientale.

Di Tom Dixon oltre al design, è da ammirare la filosofia progettuale. Dixon riesce a trascendere dai pregiudizi sull’eco-design, concentrandosi sulla creazione di prodotti nobili anche dal punto di vista estetico.

Glowb, per esempio, è una lampada che consuma l’80% in meno di energia, ma che riesce a sprigionare una bellissima luce calda e vivace e che ha un design attraente anche se semplice.

Bulb Chandelier Wide Tom Dixon

Nasce in Tunisia e all’età di 4 anni si trasferisce in Gran Bretagna. Studia alla Chelsea School of Art, ma lascia gli studi nel 1978 per suonare il basso in un gruppo musicale prima di diventare un saldatore autodidatta. Comincia la sua carriera di designer nel 1983, con spettacoli in scena al Titanic, un nightclub di Londra, dove mette in mostra i suoi lavori di saldatura. Alla fine degli anni ‘80 inizia a collaborare alla progettazione di sedie con grandi marchi italiani come Cappellini, un successo che lo porterà a metà degli anni ’90 a fondare la sua prima società: Eurolounge. Le prime creazioni di Tom Dixon sono già oggi pezzi da collezione battuti alle aste di tutto il mondo. Nominato capo del design di Habitat nel 1998, ne diventa art director poco dopo fino al gennaio del 2008, un ruolo in cui ha sostenuto l’idea di una vita quotidiana arricchita da un design moderno e semplice.

I lavori di Tom Dixon oggi sono regolarmente acquistati dai più importanti musei internazionali. Dixon lavora come product designer e decoratore d’interni, sia per la sua società sia per altre aziende e designer, tra cui Cappellini, Driade, Moroso, Swarovski, Terence Conran, Jean Paul Gaultier, Romeo Gigli, Ralph Lauren e Vivienne Westwood. Per capire l’ibrido imprenditore-designer che è Dixon e la sua visione del mondo, esemplificativo è il suo libro “World of Interior” del 2008, non la solita monografia, ma 700 pagine che indagano a 360 gradi sula natura di tutte le cose, animate e non animate. Tom Dixon ha aperto il suo primo store a Londra a Portobello Dock, Ladbroke Grove. Lo store presenta anche uno spazio riservato alla cucina, Dock Kitchen.

Eclectic Tom Dixon

 

http://www.tomdixon.net/

“Molecole di luce”

“Molecole di luce”: come in un mondo surreale luminoso, in movimento e in continua trasformazione………

Le polifunzionali lampade Jack, sono decisamente somiglianti a molecole di gas e possono essere utilizzate come lampade singole, come sgabelli, impilate a formare colonne luminose, per farne base per tavoli oppure possono essere considerate pure opere d’arte. Esse sono diventate un classico del design contemporaneo, un’icona del design. Disponibile anche in nero. Ha vinto il premio seduta, impilabile. Jack, di Tom Dixon, è un oggetto multifunzionale in plastica e utilizza il processo di stampaggio rotazionale.  La filosofia di Tom Dixon è chiara: conciliare l’innovazione tecnologica e materica con la semplificazione del design e con i valori tradizionali degli oggetti in grado di rendere un servizio alla gente. -link: www.tomdixon.net –