Archivi tag: tappeti

Linde Burkhardt


Linde Burkhardt per Driade

Una storia o quattro storie? Quattro nomi o un nome solo?

Fernando, Alvaro, Alberto e Ricardo, ormai si sa, anche se ancora si fatica a crederci,

sono una persona sola: quattro stili diversi di scrittura per i quattro principali eteronimi di Pessoa.

Linde Burkhardt affascinata da questa vicenda tra le più incredibili della letteratura contemporanea

decide di “dipingere”, su quattro tappeti, i ritratti dei “quattro” scrittori.

Li raccorda in unità una palette di colori caldi,

grazie a cui sfumano le differenze e si accentua l’identità.

 

 

Linde Burkhardt per Driade

Linde Burkhardt è artista e designer. Nel corso degli anni i punti chiave del mio lavoro si sono spostati sempre di più. All’inizio la pittura e il disegno sono stati integrati da installazioni che volevano dare allo spazio un ritmo e una struttura. Più tardi sono stata affascinata dalla possibilità di progettare in serie tappeti e moquette. Da fuori è venuto poi il desiderio di progettare ceramiche e durante lo studio di possibili tecniche di lavorazione dell’acciaio si è manifestato un interesse concreto di vedere come si potesse combinare acciaio e ceramica in un unico progetto.

Linde Burkhardt per Driade

Tutti i diversi campi di lavoro sono strettamente collegati e si influenzano l’uno con l’altro. Il lavoro con la ceramica ha come punto di riferimento da una parte oggetti singoli e oggetti per serie piccole e grandi, e dall’altra punta all’uso delle tecniche ceramiche per la realizzazione di installazioni o interventi che rientrano nella sfera artistica.

Linde Burkhardt per Driade

Esperienze precedenti con vetro e acciaio sono alla base dell’accostamento di ceramica e materiali diversi in progetti più complessi.

 

Linde Burkhardt per Driade

http://www.linde-burkhardt.de/

 

www.driade.com

 

Eco Tappeti Papilio con Cyclo

Eco Tappeti Papilio con Cyclo

Bellissimi, eleganti, di design, ma soprattutto ecologici! Stiamo parlando dei nuovi tappeti ecosostenibili Cyclo, presentati al Fuori Salone di Milano 2012, realizzati dall’azienda belga Papilio. Il materiale con cui sono stati creati questi tappeti sono semplicissime camere d’aria di biciclette non più utilizzate.

Le gomme sono state prima tagliate e poi intrecciate a mano con una struttura tessuta; durante la lavorazione non sono stati utilizzati prodotti chimici o di finitura; le camere d’aria di una bicicletta hanno una seconda vita, dopo aver svolto la sua funzione come parte del mezzo di trasporto più famoso del mondo.

Il tappeto Cyclo ha vinto, nel 2011 il prestigioso premio Red dot Design Award, consegnato annualmente ai più innovativi prodotti di design.

Una particolarità di questo rivoluzionario tappeto ecosostenibile è la possibilità di posizionarlo anche negli ambienti esterni, poiché resiste all’acqua, al sole e ai raggi UV che non sbiadiscono i suoi colori.

Il tappeto Cyclo è proposto in tre dimensioni standard: 230×160cm.,290×200cm., 340×240cm.

Fa parte della collezione: PRIDE di Papilio dove raffinatezza senza tempo diventa la chiave di questa collezione elegante di colore e stile.

RECYCLED MATERIALS USED Bamboo

Altra collezione Eco è PURE:

Fibra di Banana: La fibra di banano viene estratta a mano con stripping e decorticazione. E’ al 100% eco-friendly fibra.

Questa fibra si presenta come fibra di bambù. E’ forte, brillante, leggera e bio-degradabile. Banana Fiber è stata utilizzata per la fabbricazione di funi e stuoie fino ad un recente passato.

RECYCLED MATERIALS USED Banana

Con le sue numerose qualità sempre più popolari, l’industria della moda ha adottato questa fibra per la realizzazione di capi di abbigliamento vari e arredi per la casa.

RECYCLED MATERIALS USED Juta

Continua a leggere la carta Domenica! Giornali scartati sono stati raccolti, tagliati  a striscioline e artigianalmente hanno dato vita a questi tappeti creativi.

Come la struttura della carta non è stato ostacolato da né colle né altre sostanze chimiche, questo riciclaggio è davvero innovativo ed eco-responsabile nella  forma più ampia.

RECYCLED MATERIALS USED Paper

 

I CHRISTOPHE VERVAEKE, KIM DE CABOOTER I WWW.PAPILIO.BE

 

http://www.papilio.be/

Magic Red Christmas

Immenso e rosso

Immenso e rosso

Sopra il Grand Palais

Il sole d’inverno viene

E se ne va

Come lui il mio cuore sparirà

E tutto il mio sangue se ne andrà

Se ne andrà in cerca di te

Amore mio

Bellezza mia

E ti ritroverà

Là dove tu sarai.

Testo: Jacques Prévert

Quindi proposte di design in ROSSO di Ana Voog, Barbara Uderzo e i tappeti di Nanimarquina tutti e tre già presenti sul mio blog con articoli dedicati…

L’anello di Barbara Uderzo,  fa parte della collezione BLOB* RINGS. Sono gioielli realizzati in plastica che inglobano micro-oggetti come fossero reperti del quotidiano e simboli della contemporaneità.

Barbara Uderzo collezione BLOB* RINGS

La plastica, magma e colore, è lavorata in modo sperimentale, rielaborando forme casuali che si integrano nella struttura base in argento…altri anelli li trovate pubblicati sul mio blog…

I favolosi cappelli di Ana Voog in stile natalizio, anch’essi già pubblicati sul mio blog, creazioni ad uncinetto ispirati a creature marine, piante e alberi…..

Ana Voog Xmas hat

ogni cappello è unico, fatto a mano con filati e tessuti tinti a mano, compresi i materiali più insoliti….“cose folli, fatti all’uncinetto” tutto quello che fa è unico nel suo genere e creato improvvisando.

Ana Voog cherry tentacle

 

Ana Voog tea cups
Ana Voog recycled silkelf

Infine i tappeti di Nanimarquina. Oggi Nanimarquina è leader nel settore della decorazione tessile e le sue collezioni sono commercializzate in più di quaranta paesi dei cinque continenti. Fedele ai suoi principi annovera tra i suoi designers: Ana Mir, Emili Padròs, Mariana Eidler, Oñol Guimerà, Martì Guixè, Richard Ferrer e Tord Boontjie.

Nanimarquina little Tord Boontje

Natale in rosso______perchè?

Nella simbologia cristiana il ROSSO rappresenta la passione di Cristo e il suo sangue versato, le pentecoste, la fede fervida, l’amore, il potere, la dignità, l’audacia, il colore del martirio e della crudeltà mentre nell’arte paleocristiana si dipingevano di rosso gli arcangeli e i serafini.

La parola rosso in latino è indicata con i termini “rutilus e ruber” che, concettualmente, significano “sangue e vita”, il rosso è infatti il simbolo del corpo, della materia.

Il rosso è il colore più caldo, è il primo colore dell’arcobaleno, è il primo colore che i neonati imparano a riconoscere ed è il primo colore a cui tutti i popoli hanno dato un nome.

Il rosso è l’energia vitale e rappresenta la vita, la passione, la sessualità, il radicamento, il movimento, l’attività, il principio maschile, il fuoco, la regalità, l’amore, la gioia, le celebrazioni festive, la passione, l’energia, la ferocia, la sessualità, il sangue, la collera, la vendetta, il martirio, la forza d’animo, la fede, la magnanimità ed il rinnovamento della vita.

Appariscente, intenso e stimolante… In termini temporali, il rosso rappresenta il presente.

Nanimarquina dolce slide

“vermiglie come se di foco uscite

fossero. Ed ei mi disse: il foco etterno

ch’entro le affoca le dimostra rosse

come tu vedi in questo basso inferno” (Inf. VIII,72-75)

 

Dante ci rimanda all’associazione tra il rosso e il fuoco, associazione che probabilmente ci viene più naturale, oltre a quella con il sangue. Il rosso come scrisse Kandinsky “suscita una sensazione di forza, energia, tensione, decisione, gioia, trionfo, eccetera.”

Nanimarquina roses slide

Rosso è anche il colore degli dei della guerra, come Marte, i cui sacerdoti vestivano questo colore. Rappresenta infatti ira, aggressività,  guerra,  rivoluzione, attività, sforzo, sicurezza.

Nanimarquina cuks slide

Rosso come Eros, colore del cuore, dell’amore sessuale e spirituale, istinto, creazione e creatività.

Rosso colore della nascita e della morte, rosso femminile che attrae e maschile che getta la luce su tutte le cose.

Velvet Nanimarquina

http://www.nanimarquina.com/

http://www.uderzo-designer.it/

 http://www.anacam.com/hats/

Nanimarquina

“Ogni colore si espande e si adagia
 negli altri colori

Per essere più solo se lo guardi.”

 

Giuseppe Ungaretti

(Tappeto 
da L’ALLEGRIA – da ULTIME Milano 1914-1915)

 

Nanimarquina Little field of flowers Tord Boontje

Nanimarquina nasce nel 1987 come un marchio dedicato al design, alla creazione di tappeti e alla produzione tessile. Sin dagli inizi l’azienda ha disegnato i suoi prodotti prestando un’attenzione particolare alla ricerca delle materie prime ed ai loro processi produttivi.

Nanimarquina Little field of flowers Tord Boontje

Le prime creazioni sono stati dei tappeti disegnati da Nani Marquina in persona, dalle forme geometriche e i colori vivaci, in armonia con l’estetica degli anni ’80. In seguito con la volontà di consolidare il concetto di tappeti d’autore, sono stati chiamati creativi di prestigio internazionale per realizzare il disegno di nuovi tappeti.

Nanimarquina Little field of flowers Tord Boontje

Oggi Nanimarquina è leader nel settore della decorazione tessile e le sue collezioni sono commercializzate in più di quaranta paesi dei cinque continenti. Fedele ai suoi principi annovera tra i suoi designers: Ana Mir, Emili Padròs, Mariana Eidler, Oñol Guimerà, Martì Guixè, Richard Ferrer e Tord Boontjie.

Nanimarquina roses slide

Nel 2006 il brand ha ricevuto il National Design Award come impresa basata sullo sviluppo del design; nello stesso anno Nanimarquina ha vinto il Chamber Award of Design Management, assegnatogli dalla Camera di Commercio di Barcellona e dalla BCD, mentre Nani Marquina ha ottenuto il premio FIDEM, come miglior businesswoman del 2006.

Nanimarquina Spiral natural by Martin Azua & Gerard Moliné

Il Design di Little field of flowers è di Tord Boontje collezione 2006.

Nanimarquina zoom slide

www.nanimarquina.com

 

Nanimarquina aros2