Archivi tag: tapas

Tapas di pomodorini con riso

Tapas di pomodorini con riso by arredoeconvivvio

“Mi pento di tutte le diete, dei piatti deliziosi rifiutati per vanità, così come mi pento di tutte le occasioni di fare l’amore lasciate andare per occuparmi di faccende in sospeso o per virtù puritana. Passeggiando per i giardini della memoria, scopro che i miei ricordi sono associati ai sensi. “ Afrodita – Isabel Allende


…. cibo e sesso si fondono, stimolando ed inebriando i nostri sensi e la nostra mente
…

…sapori, odori, sensazioni bellissime legate ad attimi fuggenti, proibiti, clandestini proprio come quando si mangia per divorare ed assaporare, in un solo boccone, tutto il bello della vita….(tratto da cucina ed erotismo di zia Angie)

Questo è un modo per presentarvi una ricetta da finger food, semplice, immediata, d’effetto….da mangiare fredda…adatta per un buffet, come tapas…

Un semplice risotto con il pomodoro diventerà il seducente ripieno per questi micro-pomodorini…..e la magia è creata….

Tapas di pomodorini con riso

Gustatevi queste tapas con la musica di Giulia y los Tellarini: “Barcelona”….

 

Patatas Bravas

Schermata 2013-08-07 a 17.52.00

A Valencia esiste un piatto tipico per accompagnare l’aperitivo con la Birra.

Le patatas bravas sono patate fritte con una salsa chiamata aguaaceite che altro non e’ che una maionese all’aglio piuttosto piccante da noi si trova già in confezioni conosciuta coma salsa aiolì.

Ingredienti: Patate pelate e tagliate a dadini medi; olio d’oliva, aglio a fettine; Pimienton Picante (Paprika); 1 uovo per la salsa se si vuole preparare a casa; sale.

Tagliate le patate, salatele e mettetele a friggere, con abbondante olio, se volete scottatele nel micro onde, per qualche minuto o sbollentatele; devono rimanere morbide dentro…e croccanti.

Durante la frittura aggiungete il pimienton piccante, a me piace esagerare come fanno in Spagna: Bravas significa “Selvaggie”!

Per preparare el aguaaceite:

Montate con uno sbattitore l’uovo, precedentemente tolto dal frigo un po’ prima, mettete l’aglio  tagliato e circa 1/2 bicchiere d’olio.

Buon Provecho!

 

Crostini all’avocado con salsa al chili dolce e coriandolo

Combinazione di sapori:

avocado con sapori orientali…

chili abbinato a gusti cremosi e delicati

rendono questo crostino veramente squisito…

 

Ingredienti: fette di pane casareccio tagliate sottili; olio extravergine di oliva; 1 spicchio di aglio; 200.gr di robiola; 2 avocado maturi; 4 cipollotti freschi tritati;

salsa al chili dolce e coriandolo da preparare a  parte: 2,5 dl di aceto di riso; 175 g di zucchero; 2 spicchi di aglio tritato; 3 chili dolci tritati; 3 cucchiai di coriandolo fresco tritato finemente; sale.

Preriscaldate il forno a 200°C. mettete i crostini a cuocere per 6 minuti cosparsi di sale e olio. Strofinate, poi con 1 spicchio di aglio.

Tagliate a metà l’avocado e ciascuna metà in 4 fette. Spalmate di formaggio fresco cisacun crostinocompletando con 2 fette di avocado e i cipollotti tritati. Cospargete con la salsa chili e coriandolo e servite.

Salsa al chili dolce e coriandolo: Mettete in una casseruola l’aceto di riso e lo zucchero e portate a bollore…lasciate per 3 minuti fino al formarsi di uno sciroppo. Versate in una ciotolina e fate raffreddare….aggiungete il resto degli ingredienti e mescolate.

Tratto da PICCOLE EDILIZIE di Jennifer Joyce edito dalla Mondadori.

Insalata di surimi e fagioli

“Gli afrodisiaci sono il ponte gettato tra gola e lussuria.

Immagino che, in un mondo perfetto, qualsiasi alimento naturale

sano, fresco, di bell’aspetto, leggero e saporito –

vale a dire, dotato di quelle caratteristiche che si cercano in un partner –

sarebbe afrodisiaco

ma la realtà è ben più complessa.”

Isabel Allende Afrodita

 

Non so se il surimi sia così afrodisiaco….vista la sua rigidezza e freddezza…soprattutto nel tagliarlo…ma nel gustarlo… è tutta un’altra cosa…è piacevole e carnoso…

La stessa cosa vale per la cipolla rossa che lascia sicuramente un sapore poco gradevole in bocca ….meglio se fresca…più facile da digerire e più dolce al palato…

E poi i fagioli di Spagna…. anche’essi duri…grandi…ma così… carnosi…

A voi degustarla…. Questa insalata molto estiva…molto spagnola…ma preparatela tempo prima di mangiarla…per dar modo agli aromi della cipolla e dell’aceto di mele….. di svilupparsi …..

 

INGREDIENTI PER 6 PERSONE: Surimi congelati 500 gr; fagioli bianchi Spagna 1 barattolo; cipolla rossa di Tropea; olio extravergine, sale, aceto di mele.

 

Pronta in pochi minuti: tagliare il surimi con tagli obliqui e grandi e unire in un’ampia insalatiera con i fagioli bianchi Spagna sgocciolati, la cipolla rossa di Tropea tagliata finemente a rondelle e condite con poco sale, olio extravergine e aceto di mele.

Ottima per una cena a buffet….

Insalata spagnola con pomodorini chorizo

Piatto ideale da servire in un buffet come antipasto o insalata accompagnato con del pane caldo diventa una tapas eccellente….

Ingredienti:
1cipolla rossa di Tropea o fresca:
1 chili fresco;
1cucchiaino di cumino;
1cucchiaino di origano; 
olio extravergine di oliva;
600 grammi di pomodorini ciliegini;
400 grammi di chorizo tagliato a fettine e divise a metà;
600 grammi di spinaci freschi;
sale.

Scaldare il forno a 200°. Tagliare a rondelle sottili la cipolla e cuocerla in forno per 10 minuti con cumino, olio di oliva,chili tagliato e origano. Aggiungere in un secondo momento anche i ciliegini interi e lasciar cuocere per altri 10 minuti.
Cuocere le fettine di chorizo in una padella antiaderente senza olio quindi scolarlo sulla carta assorbente.


Nella stessa padella cuocere per 3-4 minuti gli spinaci con sale e pepe, aggiungere il chorizo, la cipolla e i pomodorini e saltare per un paio di minuti. Servire…anche tiepido è perfetto.

Chorizo de Bellota

Ottenuto da carni magre di prima scelta, condito con paprica e prodotti naturali, aerato al fumo di legna di quercia ed essiccato lentamente per un lungo periodo di stagionatura.

 

credits: Nocchi fiorista: http://www.antonionocchi.it/

Panelle

“Mazze e panèlle fanne ‘i figghje bèlle, panèlle e senza mazze, fànne ‘i figghje pàzze”

Ingredienti: 500 g Farina Di Ceci; Olio D’oliva; 1 litro e ½ di acqua; Sale; Prezzemolo tritato (facoltativo).

Sciogliete la farina di ceci in acqua moderatamente salata su fuoco dolce, girando con una frusta, per ottenere una pasta soffice e priva di grumi. Quando la pasta si stacca dalla pentola versatela negli appositi stampi di legno oleato o su un piano di marmo, dove va data la forma alle panelle, circolari, alte circa mezzo centimetro, e livellate molto bene. Appena la pasta raffredda, tagliate in modo circolare e friggete nell’olio bollente.

I palermitani mangiano pane e panelle, dentro il pane appena sfornato, tagliato a metà con qualche goccia di limone e sale.