Archivi tag: spirito nomade

Cabane…”una stanza nel giardino”….

 

La Cabane Flottante Design By Luisa Limido e Lucia Zorzetto Clerici

Le cabane…uno spazio di pochi metri quadri, appoggiata a terra o sopraelevata…per immergersi nella natura…rimanda ai ricordi e ai giochi dell’infanzia, alle fiabe e ai sogni….

Architetture che si rifanno, come destinazioni d’uso, alle antiche fabriques dei giardini storici, soddisfando le esigenze dei nostri tempi….

 

La Cabane Flottante Design By Luisa Limido e Lucia Zorzetto Clerici

Una mini architettura…..una serie di valori ancestrali e di esigenze contemporanee: La cabane è un nido, un rifugio che permette di allontanarsi dal mondo, dove ritrovare silenzio, tranquillità dedicandosi alla lettura, alla riflessione alla contemplazione…

 

La Cabane Suspendue Design By Luisa Limido e Lucia Zorzetto Clerici

…di poter godere di spettacoli naturali suggestivi….

 

La Cabane Suspendue Design By Luisa Limido e Lucia Zorzetto Clerici

Infatti i tagli delle finestre sulle quattro pareti rispondo alla volontà di fusione con l’esterno. La cabane è una “machine ° réver”, che può essere posizionata in un bosco, su un prato verde, su una spiaggia o in un piccolo giardino…per poter proiettare lo sguardo oltre l’orizzonte…..un luogo molto romantico….

 

La Cabane Suspendue Design By Luisa Limido e Lucia Zorzetto Clerici

 

La Cabane Suspendue Design By Luisa Limido e Lucia Zorzetto Clerici

 

La Cabane Suspendue Design By Luisa Limido e Lucia Zorzetto Clerici

Per cui, ecco che può diventare una dépandance dell’abitazione, come camera degli ospiti, o da zona relax, un “cabinet de lecture”, o per la musica, o una cabina lussuosa affacciata sulla piscina, sul mare, sul lago….una serra un piccolo atelier dove potersi dedicare ai propri hobbies e passioni….

 

La Cabane Terrasse Design By Luisa Limido e Lucia Zorzetto Clerici

Un accessorio mobile e temporaneo personalizzata e facile da montare….

Design by  archh. Luisa Limido e Lucia Zorzetto Clerici

http://www.cabanestudio.it/

La Cabane Terrasse Design By Luisa Limido e Lucia Zorzetto Clerici

 

Glamping…… Glamorous Camping

By www.kelleymoorecreativemedia.blogspot.com/

Contemplare il cielo, il sole, la luna, le stelle….abbandonarsi a contatto con una natura incontaminata….”sfogliare i petali di una rosa o mettersi a guardare i cigni che galleggiano tranquilli lungo il fiume” in assoluta libertà, come diceva Virginia Woolf……

By www.kelleymoorecreativemedia.blogspot.com/

…in un’atmosfera di relax e tranquillità o semplicemente a spasso per i campi e sognare….si può fare con il Glamping…campeggio glamour, un nuovo modo di fare campeggio …che unisce lo spirito nomade al romanticismo e al lusso…

 

By www.kelleymoorecreativemedia.blogspot.com/

…un rifugio…un campeggio….nel cortile di casa….stupenda idea….Nel sito di kelley moore for the love of design trovate bellissime immagini di una soluzione in giardino….ci sono anche le indicazioni degli arredi utilizzati…  (www.kelleymoorecreativemedia.blogspot.com/)

 

By www.queimada-agency.com/

….I popoli nomadi, offrono una favolosa risposta alle inquietudini e ai problemi del nostro tempo: l’esempio di un’esistenza fondata in armonia con la natura……..

 

By Styleswoon.com

…ecco quindi che nasce questa nuova tendenza del momento: il GLAMPING. Arriva dall’America una tendenza ormai in voga dal 2007, ma in Italia ancora poco conosciuta.

By Styleswoon.com

I Glamping mettono d’accordo tutti: si dorme su letti King Size, si cammina scalzi su tappeti persiani e si vive in uno spazio anche di 50 mq, arredato con comodini, armadi e frigo-bar; altra comodità è la presenza del bagno privato. Per servizi di questo livello chiaramente i prezzi non sono poi così bassi, variando dai 50 ai 150 euro a notte, per coloro che non vogliono rinunciare nemmeno al servizio in camera!

By blackcanyonwildliferanch.com

In Sud Africa, Kenya, Madagascar, Indonesia, Australia il trend è quello di interagire con i grandi spazi della natura, seguendo un’ottica eco-glamour, utilizzando un’architettura leggera e integrata con l’ambiente (bio-architettura)…. si possono comunque scegliere mete europee che già dispongono di numerose strutture che seguono il filone di questa tendenza, tra cui il Portogallo, la Spagna e la Francia.

 

By blackcanyonwildliferanch.com

(www.queimada-agency.com/)

http://www.tricoiredesign.com/

http://www.styleswoon.com/

By ecoo.it

SOLELUNA

C’è SOLELUNA dentro di me, c’è l’acqua e c’è il fuoco, c’è notte, giorno, terra e mare, c’è troppo e c’è poco c’è SOLELUNA dentro di me, c’è l’acqua e c’è il fuoco c’è notte, giorno, terra e mare, c’è troppo e c’è poco certe sere amico mio mi viene in mente come certe sere prima di dormire io ripenso a quanto è complicato il cuore e dico lo sa solo DIO come è difficile andare fino in fondo nelle scelte che si fanno come è difficile restare al mondo vivere coerentemente vivere in mezzo alla gente scegliere quello che è buono distribuire agli amici il perdono (….)

E sono albero e poi sasso sono un gabbiano che diventa cielo e sono pioggia e lampadina e sono un asino che prende il volo e sono un pesce che diventa cane sono un cavallo che diventa sedia una matita che disegna case e queste case che diventan pane e questo pane che diventa vino e sono un vecchio che torna bambino c’è SOLELUNA dentro di me c’è l’acqua e c’è il fuoco c’è notte, giorno, terra e mare, c’è troppo e c’è poco c’è SOLELUNA dentro di me c’è SOLELUNA dentro di me c’è SOLELUNA dentro di me c’è l’acqua e c’è il fuoco c’è troppo e c’è poco dentro di me.

(Lorenzo Jovanotti)

Soleluna – Jovanotti –

 

Il piacere di vagabondare

Wedding Caravan By litlemisswedding.co.uk

« Un giorno, non so quando, arriveremo in quel posto dove davvero vogliamo andare e cammineremo al sole. Ma fino ad allora i vagabondi come noi sono nati per correre …. »

(Bruce Springsteen, Born To Run)

Tornare indietro nel tempo, chiudere gli occhi, riaprirli e fare clic sul Retro Revival Caravan di Hilary Walker Tratto da My Cool Caravan un libro di Jane Field-Lewis e Chris Haddon. Un libro che raccoglie e illustra le esperienze, le idee, i ricordi dei nomadi e delle loro case su ruote. Un confronto tra popoli e culture accomunate dal sogno di una vita a contatto con la natura: urbana e rurale.

my cool caravan

Si rivolge a persone eccentriche, interior design, appassionati di stile retrò, e tutti coloro che condividono gli stessi valori di allontanarsi per rilassarsi in modo ecologico, economico ed elegante. Sulla scia del successo del libro My Cool Caravan, questo titolo festeggia la nuova ondata d’interesse per camper e motorhome….

By midwesttomidlands.blogspot
By midwesttomidlands.blogspot

Il mio camper Cool, però, rimane l’AIRSTREAM, come già detto in un mio precedente articolo, credo che il suo fascino la sua ricercatezza siano uniche e rispecchino la vita on the road a bordo delle roulotte di alluminio di lusso che sono state un’icona americana degli anni 50…

Airstream By cotedetexas.blogspot

Il viaggio è esplorazione, o curiosità; la partenza può essere una gita o una fuga; il transito può essere un errare smarrito nel labirinto e nel deserto; l’arrivo può avere una meta o non averla, può avere una meta reale o ideale, o avere entrambe…

By ruffledblog.com

Immergersi nella natura per riscoprirsi…

Nomade o stanziale?…beh io ho sempre avuto una propensione al nomadismo, una parte di me vorrebbe vivere spostandosi di nazione in nazione come cittadina del mondo…

By GreenweddingShoes.com -blog

Francis Ford Coppola con l’Airstream ci gira giorno e notte, al punto da avervi installato un vero e proprio studio di montaggio; Andy Garcia fa lucidare il suo ogni mese. Da mezzo per proletari o pensionati l’Airstream è diventato, a tutti gli effetti, uno status symbol.
E il fenomeno, da qualche tempo, è sbarcato anche in Europa: con il modello Airstream Europe.

Ideato per gli appassionati della spiaggia, Mini, Airstream (ditta produttrice di roulotte) ed il marchio d’arredamento Republic of Fritz Hansen hanno realizzato, nel 2009, uno stravagante prototipo, basato su una Clubman Cooper S ed una casa viaggiante da ventidue piedi (circa 6,7 metri).

Mini Airstream by Republic of Fritz Hansen

Esposto al Salone del Mobile di Milano nel 2009, si è ispirato allo stile di vita all’aperto del surf. Gli interni dell’Airstream presentano interpretazioni delle sedie Egg e Swan di Arne Jacobsen, nonché un tavolo corredato da quattro sedie originali Serie Seven, che offrono spazio sufficiente per gli ospiti.

Mini-Airstream-by-Republic-of-Fritz-Hansen

Il tutto è completato da una pannellatura in legno per conferire il giusto look da «surfista moderno»….

Airstream sono state vere location di film e telefilm: basti pensare a Grey’s Anatomy…..

Airstream By Grey's Anatomy

Insieme ai camper, location per matrimoni e ispirazioni per fotografi….

Wedding Caravan By litlemisswedding.co.uk
Wedding Caravan By litlemisswedding.co.uk

Esiste anche un campeggio, 3*** verso la Francia, in un luogo pittoresco ai piedi dei Pirenei, la cui particolarità è quella di affittare delle Roulotte, originali Airstream. Ognuna ha un proprio giardino con sedie a sdraio retrò, con arredamenti vintage e suppellettili d’epoca. Il televisore è in bianco e nero! Il bar è anch’esso un Airstream, e gli eventi sono sempre in stile vintage…Solo su prenotazione (da effettuare anche con larghissimo anticipo; tutto l’articolo lo trovate su http://www.stravacanze.net/.)

By stravacanze.net

Vi lascio con una canzone che vi può accompagnare in questo breve viaggio … sulle ali della libertàThe River Bruce Springsteen


(http://www.airstream.com/ – http://www.mini.it/  –  http://www.stravacanze.net/2010/08/airstream-europe-campeggio-vintage.html – http://www.sergetheconcierge.com/ –   sito: http://www.sguardomobile.it/ –  Il Centro Linguistico – La critica dell’erranza-navigare in rete e la filosofia del viaggio
 Leonardo Terzo)

 

 

Inseguire i sogni…. “a bordo” di un Airstream

Poi un’altra giornata di luce
poi un altro di questi tramonti
e portali colonne fontane.

Tu mi hai insegnato a vivere
insegnami a partir.

Ma il cielo è tutto rosso
di nuvole barocche
sul fiume che si sciacqua
sotto l’ultimo sole……
…….Tu mi hai insegnato il sogno
io voglio la realtà…

(Nuvole Barocche – Fabrizio De André)

Riprendendo le parole dell’intervista a Italo Rota Partire, tornare, ripartire, ritornare… Portare con noi l’immagine dei luoghi più felici … Questo concetto il noto architetto lo esprimeva con una poltrona gonfiabile installata sulla sua Harley Davidson; negli anni ’50 gli americani lo facevano a bordo di una lussuosa casa su ruote: l’Airstream.

Ecco a voi un elegante e lucente Airstream degli anni ’70. Questo gioiellino è stato amorevolmente restaurato dall’architetto Matteo Hofmann, con materiali riciclati e sostenibili. I primi Airstream, nati nel 1930, sono stati realizzati nell’Ohio, ed erano facilmente riconoscibili per i loro corpi in alluminio arrotondato. Durante la seconda guerra mondiale, viaggiare era diventato un lusso e le industrie militari dovettero affrontare una grave carenza di alluminio, pertanto le industrie ne interruppero la produzione. Quando finì la seconda guerra mondiale, il boom economico, e l’attenzione della gente, nuovamente rivolta verso i viaggi di piacere, rimandò in produzione, nel 1948, gli Airstream.

Questo, delle foto, è un’esemplare, come dicevo, dell’architetto Matteo Hofmann che ne ha ristrutturato uno tutto per sé: è un home -office sotto tutti i punti di vista. Dice Matteo Hofmann: “Sono in un punto della mia vita in cui cerco di vivere con meno”.

Mi piaceva l’idea di farvi vedere una soluzione di arredo … così pratica e allo stesso modo romantica.

Godiamoci le foto del suo nostalgico Airstream…e sognamo di essere su un prato e che il cielo è tutto rosso di nuvole barocche sul fiume che si sciacqua sotto l’ultimo sole……

(Foto da : http://www.hofarc.com/ – http://www.style-files.com/ )

L’arte di vivere o vivere l’arte?

Vetrina di Meritalia-Italo Rota-

Partire, tornare, ripartire, ritornare. Portarci con noi il morbido preferito della nostra casa. Portare con noi l’immagine dei luoghi più felici. In questa semplice relazione immaginiamo il nostro futuro. Einstein amava dire che il futuro lo interessava molto perché “è il luogo dove passerò il resto della mia vita”. (Italo Rota)

Film :. ITALO ROTA – Bringing it all back home director: Matt Dowson

(cliccate sul link e vedete il film sul sito di MontenapoleoneFilm :ITALO ROTA –

Bringing it all back home
director: Matt Dowson – starring: Italo Rota – shot on location: Meritalia – via Durini, 8 –

evento: L’ARTE DI VIVERE – music: Josh Olmstead & Friends)

Sto parlando della  manifestazione che si è tenuta a Milano dal 14
 al 17 ottobre ed ha riunito il mondo della produzione, della distribuzione e dei media per creare una grande
 piattaforma di comunicazione per rispondere alle esigenze di un consumatore sempre più informato ed 
esigente, coinvolgendo la città in un percorso di shopping e di attività. L’evento organizzato
 dal Gruppo Mondadori e RCS MediaGroup ha 
celebrato Milano come capitale del design ed è stato pensato per sostenere le aziende del comparto
 arredamento, tra le principali eccellenze dell’industria italiana.
 Tema della prima edizione è stato L’ARTE DI VIVERE, UNA NUOVA INTIMITA’. La casa come luogo di
 rassicurazione, protezione, calore. Ai 78 punti vendita aderenti è stato richiesto di interpretarlo attraverso
 allestimenti dedicati. DESIGN WEEKEND ha vinto la sfida facendolo diventare
 installazione un’oggetto di uso comune. Due, sono state, le menzioni speciali per la categoria Monomarca e sono andate a FLOS, con la motivazione: “Il piacere del
 rigore” e a MERITALIA, con la motivazione: “Il rigore del piacere”. E visto il notevole apprezzamento da parte del pubblico e della critica della kermesse è già stato
 confermato anche l’appuntamento per il 2011. Intanto godiamoci il filmato con l’intervista a Italo Rota architetto, e le immagini degli allestimenti di parte delle vetrine di Meritalia.

(Tratto da http://www.independentstyle.it/EN/Magazine/blog_1098.aspx) —  Link: www.meritalia.it/ —

(http://www.viamontenapoleone.org/ita/focus_on.php?id=52)

Vetrine Meritalia - Italo Rota -

Bringing it all back home

Volevo fare un’Odissea, tornare a casa da qualche parte. Mi sono messo in marcia verso questa casa, lasciata da tempo, di cui, però, non ricordavo l’ubicazione, anche se sapevo di dirigermi lì.

Incontrare ciò che ho incontrato per la strada era ciò che mi aspettavo.

Non avevo ambizioni.

Ero nato lontano da dove dovevo e avevo bisogno di tornare a casa.

Bob Dylan