Archivi tag: sedute

Gaal bench – Moroso

Gaal, bench by Ayse Birsel & Bibi Seck per Moroso
Gaal, bench by Ayse Birsel & Bibi Seck per Moroso

 

Sedute realizzate intrecciando il filato utilizzato per le reti da pesca, progetti non-omologati per antonomasia, diversi e originali, prodotti lavorati a mano, umani nel raccontare pregi e difetti.

Gaal, bench by Ayse Birsel & Bibi Seck per Moroso
Gaal, bench by Ayse Birsel & Bibi Seck per Moroso

Struttura in acciaio verniciato disponibile nel colore giallo.

Gaal, bench by Ayse Birsel & Bibi Seck per Moroso
Gaal, bench by Ayse Birsel & Bibi Seck per Moroso

http://www.moroso.it/

Chatsworth Yew Logs

Chatsworth Yew Logs di Max Lamb
Chatsworth Yew Logs di Max Lamb

 

Un enorme tronco trasformato nelle Sedute Chatsworth Yew Logs


Chatsworth Yew Logs di Max Lamb
Chatsworth Yew Logs di Max Lamb

 

Si chiamano Chatsworth Yeu Logs e sono una delle ultime trovati del noto designer Max Lamb.

Ha recuperato e trasformato un enorme tronco d’albero abbattuto da una tempesta all’interno del parco del Castello di Chatsworth in un set di sgabelli.

Chatsworth Yew Logs di Max Lamb
Chatsworth Yew Logs di Max Lamb

Il tronco, dopo un accurato lavoro di scortecciatura ha rivelato un inedito aspetto marmoreo al suo interno.

Il costo finale della serie completa risulta quasi proibitivo: 10.000 euro da Gallery Fumi.

 

galleryfumi.com/

maxlamb.org/

VINCENT: Atelier Biagetti

VINCENT: Atelier Biagetti
VINCENT: Atelier Biagetti

Anche gli oggetti ci rappresentano, ci ricordano, ci svelano, ci occultano. Guardiamoli, descriviamoli, fotografiamoli. Cosa sono in grado di rivelarci? La sedia che, partendo, l’amico Gauguin lascia vuota, dialoga con Vincent. La sedia di legno gialla, paesana, sincera, cui affidarsi e confidarsi. La sedia parla di chi l’ha intagliata, impagliata e porta ancora impressa la forma di quelle mani e l’odore, il sudore, il peso di chi vi si è seduto e ha lasciato un’impronta sullo schienale. Tutti gli oggetti che Vincent dipinge rivelano un’anima, restituendo vita ciò che pareva non averla. Le cose pensano e vivono insieme a noi…

(Tratto da: Nello specchio dell’arte: figure autobiografiche Di Anna D’Elia)


 

VINCENT: Atelier Biagetti
VINCENT: Atelier Biagetti

Alberto Biagetti e Laura Baldassari traggono ispirazione dal mondo che li circonda, dai comportamenti, dalle ossessioni e dalla memoria. Come scienziati lavorano su possibili DNA degli oggetti elaborando connessione e riferimenti che creano un vero e proprio cortocircuito tra corpo e oggetti, facendo della casa un potenziale palcoscenico di vita. Con Vincent ci regalano una sedia di vimini del genere dipinto da Van Gogh nel 1888, ripensata in una forma di disfacimento. Il loro obiettivo finale è molto alto: “Se un oggetto può cambiare il vostro comportamento, è buono”, dice Biagetti. “Quando Eames ha inventato la sua poltrona, ha costruito un nuovo modo di sedersi. Il nostro obiettivo è quello di cambiare il comportamento attraverso gli oggetti. “

VINCENT: Atelier Biagetti
VINCENT: Atelier Biagetti

http://atelierbiagetti.com/it/

Earth Stone Wood: Anna Bera

Earth Stone Wood: Anna Bera
Earth Stone Wood: Anna Bera

La collezione di mobili componibili Terra Pietra Legno, creato da Anna Bera porta la nostra immaginazione agli antichi cerchi di pietre, che si trovano sui Monti Świętokrzyskie, riferendosi alle credenze degli antichi Slavi. Lei promuove l’idea di tornare alle risorse naturali, unendo questi concetti al design moderno.

Earth Stone Wood: Anna Bera
Earth Stone Wood: Anna Bera

Anna Bera crea mobili dal legno di ciliegio e legno di abete riciclato. Usa una tecnica tradizionale giapponese shou Sugi. Un unico pezzo di arredamento può servire come tavolo, come sedia, o una unità di memorizzazione. Un insieme di due o più elementi possono essere combinati per comporre un cabinet. L’insieme di tutti gli elementi costituisce un mobile multifunzionale e modulare. Le relazioni spaziali dinamiche tra gli elementi introducono la mutevolezza tipica dei paesaggi naturali.

Earth Stone Wood: Anna Bera
Earth Stone Wood: Anna Bera

La collezione di mobili Terra Pietra Legno è uno studio naturalistico della struttura della roccia orthoquartzite. Anna Bera ritiene che la missione di un designer contemporaneo sia quello di creare spazi in materia di ambiente naturale e delle sue caratteristiche, come il mistero, l’ordine nascosto, la mutevolezza, la ricchezza sensoriale, e la luce naturale dinamica.

Earth Stone Wood: Anna Bera
Earth Stone Wood: Anna Bera

Anna Bera è un designer, artista visivo, scultore, scenografo e falegname. Si è laureata presso la Facoltà di Architettura e Design presso l’Accademia di Belle Arti di Poznan.

www.thewholeelements.com/

Circle Swinging Chair

Circle Swinging Chair
Circle Swinging Chair

… quel che sono andata a dire a loro

agli ospiti delle dimore del tempo sospeso

è che siamo tutti dimore di tempo sospeso

e che il tempo lo facciamo prezioso noi

e che la poesia è un diritto

(Chandra Livia Candiani)

 


 

Circle Swinging Chair
Circle Swinging Chair

Circle Swing è il nome di una seduta sospesa, una seduta circolare che pende dal soffitto.

La struttura si compone di un cerchio che cresce di spessore in prossimità della seduta e si presenta liscio, lucido e raffinato, con le venature del legno in bella vista. Si tratta di legno di quercia lucidato con olio di semi di lino che gli conferisce un aspetto molto curato.

E’ costruito in compensato di rovere, modellato e rifinito con olio di lino e comprende un supporto in acciaio inox con foro moschettone per una facile installazione.

Circle Swinging Chair
Circle Swinging Chair

Il sostegno è in acciaio inossidabile e si aggancia al soffitto per mantenere la parte sottostante il più possibile mobile ma sempre sicura. È disponibile nei colori naturale, bianco o nero. La prima opzione naturalmente è quella che lascia risaltare al meglio la grana autentica del materiale.

designed by  Iwona Kosicka

 

kosicka.pl/

Una stanza…una seduta…

Schermata 2015-02-25 a 11.27.27

Solo chi regna al centro di sé ha diritto ad una stanza

Grazia Livi

 


 

angolo relax

Una stanza tutta per sé dove scrivere, ascoltare musica, leggere aprire il computer o semplicemente, pensare.

pandul

Una stanza con una poltrona o con una seduta o con un bel divano a barca… una solitudine interiore per immergersi nelle letture quotidiane come certi libri che avvolgono come uno sconfinato abbraccio…

divano a barca e specchio

La cosa essenziale perchè l’angolo relax sia davvero tale è tenere fuori da questo luogo tutto ciò che può disturbarne la quiete per poter ricaricare davvero le proprie energie.

panchetta e chaise

Basta anche un solo pouf o una poltrona, purchè il tempo che dedichi a ciò che ti fa stare sia privo di pensieri stressanti e distrazioni.

panchetta letto divano antico