Archivi tag: Salone del Mobile 2014

DROOG news dal Salone

“Scienza e conoscenza attraverso il vedere“

La pittura è la lente con cui osservare il mondo, esattamente come la lente del microscopio o del telescopio. Essa è dunque, per gli olandesi, grafia; non è sogno ma rivelazione, conoscenza del mondo. E la conoscenza, passa attraverso l’esperienza: niente di più distante dalla nostra contemporanea idea barocca dell’arte come persuasione retorica. (libera trad. Svetlana Alpers)

Fish Restaurant by Studio Droog. Tejo Remy’s Chest of Drawers (below)
Fish Restaurant by Studio Droog. Tejo Remy’s Chest of Drawers (below)

“Vedere è conoscenza e realizzare” era una frase che la storica dell’arte americana Svetlana Alpers ha scritto una volta nel suo libro “L’arte di descrivere: Capolavori olandesi nel XVII secolo”. Con questa frase si riassume ciò che la creatività olandese è tutto, fino ad oggi: L’osservazione dei dintorni di tutti i giorni, seguita dalla trasformazione delle conoscenze derivanti in qualcosa di nuovo. La collezione del Rijksmuseum di Amsterdam visualizza i risultati di questo modo particolare di lavorare: Opere che si ispirano alla vita quotidiana, come i ritratti, still life di cibo e di oggetti, dipinti sul paesaggio olandese o la vita lavorativa della gente comune e presente accanto a oggetti di uso quotidiano che illustrano la storia olandese.

Pleated Collar napkin ring by Studio Droog, photo by Ingmar Swalue
Pleated Collar napkin ring by Studio Droog, photo by Ingmar Swalue

Accanto all’arte olandese ha design olandese anche una lunga tradizione nella riflessione del quotidiano.  Il design olandese collettivo Droog che è ben noto per lo stesso modo riflessivo di lavorare citato da Alpers (leggi un articolo più vecchio qui), presente durante la settimana del Design di Milano 2014 una collezione speciale che si ispira la collezione del Rijksmusuem.

Rijksmuseum Rijksstudio M2 at Salone del Mobile Milan 201 by Droog
Rijksmuseum Rijksstudio M2 at Salone del Mobile Milan 201 by Droog

Infatti, ispirato dalle ricche collezioni del Rijksmuseum, Droog ha creato un ambiente di studio – ingresso, camera, cucina, soggiorno e sala da pranzo. Questa presentazione è completata da parati che il famoso graphic designer Irma Boom sottratto dalle opere di pittori famosi come Vermeer e Rembrandt nella collezione del museo. Inoltre Droog ha presentato nuovi prodotti, prima in mostra a Milano lo scorso anno, e ora a disposizione del pubblico.

AA Glass series by Studio Droog, photo by Mo Schalkx
AA Glass series by Studio Droog, photo by Mo Schalkx

La collezione mostra una serie di nuovi prodotti: ad esempio la serie AA Glas, cinque bicchieri di vino fatte da Anonymous Artists. O la pelle Table fatta da DeJongeKalff (silicone bianco dell’elegante geometria preso in prestito da “esempio di ricamo con scudo rettangolare” scolpito in legno tra 1507 – 1521 da Albrecht Dürer). L’incisione inversa crea una tovaglia molto simile alla classica damascata bianca ma molto resistente, impermeabile e facile da pulire.

Table skin Strings & Things by deJongeKalff for Rijksmuseum
Table skin Strings & Things by deJongeKalff for Rijksmuseum

Droog presenta anche i nuovi prodotti della nuova serie originali, ispirati dai prodotti cinesi iconici, come le luci lampion le teiere di Richard Hutten, deJongeKalff e delteam di Droog Studio.

Tea for one by Studio Droog, photo by Mo Schalkx
Tea for one by Studio Droog, photo by Mo Schalkx
Tea for two by Richard Hutten for Droog, photo by Mo Schalkx
Tea for two by Richard Hutten for Droog, photo by Mo Schalkx

https://www.droog.com/

 

 

Una mostra “Divina” per Kvadrat

Divina exhibition Milano 2014
Divina exhibition Milano 2014

 “C’è una ragione se gli abbiamo dato questo nome. Lo abbiamo scelto perché era fonte d’ispirazione per i colori che potevamo creare. Per quanto mi riguarda, ogni colore è divino, ogni colore è bello. Si tratta solo di utilizzarli nella maniera giusta o sbagliata.” 

Parole di Finn Sködt, noto artista, grafico e designer danese, che nel 1984 inventò Divina, un tessuto 100% lana, prodotto per Kvadrat – storica azienda tessile d’avanguardia – in una straordinaria gamma di colori: texture uniforme, assai simile al feltro, per un prodotto pregiatissimo, destinato al design d’interni. Tecnicamente si tratta di una stoffa “follata”: il filato viene cioè tessuto in una tela grezza, leggermente graffiata, poi sottoposta a un’azione meccanica ad alta temperatura, insieme alla tintura. Il risultato? Un restringimento del 15-25%, una successiva lavorazione e infine una superficie liscia ed omogenea, esaltata dal pigmento che penetra in profondità la particolare struttura.

Divina exhibition Milano 2014
Divina exhibition Milano 2014

Per celebrare Divina, Kvadrat, in occasione del salone del Mobile 2014, ha chiesto a ventidue designer internazionali di reinterpretarne l’essenza, creando ognuno un pezzo unico, contemporaneo, destinato ad un’esposizione speciale presso lo spazio Arcade di Via San Gregorio 43.

Kinnasand nuovo showroom Toyo Ito
Kinnasand nuovo showroom Toyo Ito

Curata da Njusja de Gier, Richard Hsu, Hans Maier-Aichen, Yves Marbrier e Constance Rubini,e accompagnata da un prezioso catalogo, la mostra ospita i lavori di: Lindsey Adelman, Werner Aisslinger, Anton Alvarez, BIG-GAME, Duangrit Bunnag, Gonçalo Campos, Jonas’ Design, François Dumas, Martino Gamper, Graphic Thought Facility, Richard Hutten, Silvia Knüppel, Max Lamb, Peter Marigold, Studio Minale-Maeda, Philippe Nigro, Klemens Schillinger, Muller Van Severen, Jerszy Seymour, Robert Stadler, Katharina Wahl e Bethan Laura Wood.


Knit Bourollec kvadrat showroom Milano
Knit Bourollec kvadrat showroom Milano

Oltre al grande progetto in onore dell’iconica linea, Kvadrat lanciata a Milano la prima collezione di tessuti disegnati dai due geniali fratelli del design francese, Ronan e Erwan Bouroullec. Tre serieThe Canal, Moraine, Gravel – ottenute lavorando insieme un doppio strato di jersey, con un fronte e un retro, lasciando in evidenza la trama della superficie: “All’inizio della nostra ricerca”, hanno raccontato i due designer, “sentimmo una fascinazione per le caratteristiche strutturali di tessuti, che, osservati sotto una lente di ingrandimento, possono essere interpretati come un reticolo di fili, con cui costruire architetture meravigliose”.


Knit Bourollec kvadrat showroom Milano
Knit Bourollec kvadrat showroom Milano

Nel video teaser prodotto da Kvadrat, un suggestivo racconto per immagini immerge nell’universo Divina: un exploit di colori saturi e accesi, intrecci armonici di linee, sovrapposizioni di toni, corposità, comfort e seduzione tattile, per ripensare la casa con brio, tra angoli di ricercatezza e di tepore.

(Helga Marsala)

www.kvadrat.dk

Ittala al Salone di Milano con le sue novità

iittala collection Milano 2014
iittala collection Milano 2014

Per la prima volta nella sua storia, iittala è stata al Salone del Mobile per il lancio mondiale delle nuove collezioni.

iittala collection Milano 2014
iittala collection Milano 2014

Il noto brand del design nordico, dal 2007 parte del Gruppo Fiskars, affianca oggi alla classica produzione di oggetti e complementi in vetro anche una nuova gamma dedicata all’arredo casa, affidata a giovani designer finlandesi.

iittala collection Milano 2014
iittala collection Milano 2014

Scenograficamente collocate su una vera scialuppa collocata in posizione centrale nello spazio dello stand, le novità di iittala, rappresentazione della nuova rotta, ponte tra passato e futuro: la luce da tavolo Leimu di Magnus Petterson con base in cemento e corpo in vetro disponibile in due dimensioni e in due finiture, la lampada Kuukuna di Oiva Toikka in vetro opalino, e il candeliere nappula a sei braccia dello svedese Matti Klenell, affascinante centrotavola in metallo verniciato.

iittala collection Milano 2014 (foto da ElleDecor)
iittala collection Milano 2014 (foto da ElleDecor)

La lampada da tavolo Leimu di Magnus Petterson è stata premiata con l’IF Design Award 2013 e si è guadagnata in breve tempo una posizione di rilievo tra le icone di iittala.

iittala collection Milano 2014
iittala collection Milano 2014

https://www.iittala.com/

Salone del Mobile 2014

Salone Fiera

Si aprirà martedì 8 aprile la nuova edizione del Salone Internazionale del Mobile di Milano, e durerà fino al 13 aprile. La fiera di Rho ospita l’evento, prevalentemente dedicato agli addetti ai lavori, che a poco, a poco, durante le numerose edizioni è riuscito ad attirare sempre più persone che non lavorano nel campo immobiliare o del design, ma che sono semplicemente degli appassionati. In particolare grazie alle numerose iniziative e ai sempre più interessanti eventi paralleli, come il giovane SaloneSatellite, un padiglione interamente dedicato alle giovani promesse del design. 

Innovativo e molto interessante è lo spazio dedicato al FTK – Technology for the Kitchen, parte integrante del dipartimento EuroCucina, evento che conquisterà gli appassionati della tecnologia domesitca e non solo. Sempre nello spazio dedicato ad EuroCucina, per dare risalto alla sezione Cucina italiana, FederlegnoArredo sostiene  il Made in Italy con il suo progetto “Cucina, Anima, Design: L’Italia che Vive”, un allestimento concepito per attraversare l’anima, la tradizione e l’evoluzione dell’ambiente domestico che più interpreta il saper vivere Italiano. 

Ancora FederlegnoArredo, con il gran tour dell’Italia del fare: IN ITALY è il titolo del progetto che ci porta attraverso l’italia artigiana che diventa industria, dunque design, che si presenta al mondo come sistema. Una nuova mappa dell’Italia fatta di luoghi, di storie, di suggestioni artistiche, nella quale si intersecano lestorie d’impresa: le storie, quindi, di famiglie e di talenti, che in stretto rapporto con il territorio italiano, hanno trovato il loro spazio, la loro strada nel grande sistema che è il design.

Hadid ©Davide Pizzigoni
Hadid ©Davide Pizzigoni

Per arricchire la proposta commerciale del salone, è nata la mostra-evento Dove vivono gli artisti, una proposta culturale, un percorso che attraverso installazioni ispirate ai diversi modi di pensare lo spazio domestico, ci racconta in esclusiva le stanze private di otto tra i più autorevoli esponenti del mondo dell’architettura internazionale: Shigeru Ban, Mario Bellini, David Chipperfield, Massimiliano e Doriana Fuksas, Zaha Hadid, Marcio Kogan,Daniel Libeskind e Studio Mumbai / Bijoy Jain. Attraverso video, immagini, suoni, testimonianze e ricostruzioni dal vivo, ci fa  scoprire la cultura dell’abitare, le scelte e le ossessioni degli otto architetti.

Kogan Photo©Romulo Fialdini Architecture©studio mk27, Marcio Kogan
Kogan Photo©Romulo Fialdini Architecture©studio mk27, Marcio Kogan

Made_Spaces è un formatespositivo e interattivo con il quale MADE expo trasmette in anteprima suggestioni dal mondo dell’architettura e delle finiture di interni, a cura dell’architetto Marina Carrara. L’architetto Carrara ha realizzato un appartamento contemporaneo, organizzato attraverso pareti e contenitori che assolvono più funzioni e creano interessanti occasioni di impiego di vari materiali da rivestimento e di finiture. Arredato e accessoriato come una vera casa abitata, calda e personale, ci presenta quanto di più innovativo è oggi a disposizione di progettisti, architetti e designer in termini di superfici, pavimenti, porte, partizioni, serramenti, decor e colore.

Un salone del mobile sempre più vicino ai non addetti ai lavori, più vicino all’innovazione e ai giovani promettenti, sempre più simile al suo “figlio”, il FuoriSalone, una serie di eventi e esposizioni gratuite e a portata di tutti. Questa versione giovanile del Salone ogni anno riesce a migliorarsi e a reinventarsi, riuscendo ad accattivare non solo gli addetti ai lavori, ma un pubblico sempre più vasto ed appassionato. Il Salone sta cercando di attirare a sé il pubblico del FuoriSalone, riuscendoci appieno.

www.cosmit.it/