Archivi tag: Sabrina Bottura

CACTUS: Sabrina Bottura

A tutti i grandi che sono stati bambini ma non se lo ricordano più…

Antoine de Saint-Exupéry

 


 

CACTUS: Sabrina Bottura

Ispirata dalla natura e in particolare dalla pianta del Cactus.

Misteriosa e insolita musa, questa splendida pianta da ammirare solo con lo sguardo, si fa struttura dell’ultimo gioiello: Cactus, di Sabrina Bottura…. Ma al contrario della spinosa cactacea, Sabrina crea un soffice gioiello di feltro.

Molti temi dei suoi gioielli sono onirici e fantasiosi come in questo caso. Gli oggetti che realizza vogliono esprimere primordiali impulsi e stati d’animo che si esprimono mediante particolari accostamenti tra superfici, colori e trame.

CACTUS: Sabrina Bottura

Lei stessa ci dice: ”Quando penso a una nuova creazione, cerco quello che fa sorridere il mio cuore perchè della vita amo anche la parte giocosa.

Ogni giorno, spalanco il cuore alla vita per sorprendermi delle piccole cose”.

 

https://www.facebook.com/sabrina.bottura?fref=ts/

LIBELLULA di Sabrina Bottura

LIBELLULA di Sabrina Bottura

Una leggenda narra che la libellula fu una volta un drago molto saggio, che volando portava di notte la luce grazie al suo respiro di fuoco. Il suo magico respiro creò l’arte della magia e l’illusione della forma cangiante. Poi il drago finì prigioniero della sua forma illusoria per imbrogliare il coyote, rimanendo prigioniero nel corpo della libellula. [David Carson]


Sabrina Bottura

Nella sua scuola di fantasia, Rodari ci invitava ad avere il coraggio di «sognare in grande», di dire no quand’è necessario, di seguire il dovere che abbiamo di cambiare il mondo in meglio, senza accontentarci. Seguendo questo pensiero, l’azione più coraggiosa che possiamo fare come adulti è quella di continuare ad immaginare…

Magia del colore, magia dell’acqua…

La Libellula di Sabrina Bottura, ultima sua creazione, ci porta verso un mondo perduto dove ritrovare quell’attitudine che hanno i bambini di vivere la realtà trasformandola in sogno…

La Libellula è simbolo di “trasformazione”, di passaggio dalla vita spensierata di adolescente alla vita da adulti, incoraggiando ad andare oltre le apparenze e cercare la propria identità e personalità.

Quindi è legata ai cambiamenti della vita e all’introspezione di se stessi e della propria coscienza; la sua vista a 360° può simboleggiare la ricerca della verità e il superamento delle illusioni e ad un viaggio dentro se stessi, spesso anche attraverso a percezioni e a sogni.

 

https://www.facebook.com/bottura.sabrina/?fref=ts

“Paesaggio Portatile”

Collana “Paesaggio Portatile”, di Sabrina Bottura, presentata alla Mostra “Natura e Artificio” al Museo di Storia Naturale del Mediterraneo aprile 2010.
Collana “Paesaggio Portatile”, di Sabrina Bottura, presentata alla Mostra “Natura e Artificio” al Museo di Storia Naturale del Mediterraneo aprile 2010

 

Io devo restare solo e sapere che son solo,

per sentire e vedere tutta la natura.

Io mi devo dare a ciò che mi circonda,

riunirmi alle mie nuvole e rocce per essere ciò che sono

Caspar David Friedrich (1774-1840)

 


Collana “Paesaggio Portatile”, di Sabrina Bottura, presentata alla Mostra “Natura e Artificio” al Museo di Storia Naturale del Mediterraneo aprile 2010.


Il Paesaggio Portatile è una visione di giardino, un pensiero, trasportabile in tempi e luoghi diversi, inseribile nei contesti duri e formali della città, per segnalare la tendenza che ancor prevale del rifiuto all’integrazione di naturale e artificiale, che invece appare sempre più indispensabile per la sopravvivenza della specie umana su questo pianeta.

Qualcosa sulla Mostra del 2010: “Natura e artificio” è il titolo della mostra realizzata dal Museo di Storia Naturale del Mediterraneo in collaborazione con il Garden Club e l’Associazione Gioiello Contemporaneo nel 2010.

Il mondo policromatico dei fiori come stimolo per l’artista e l’orafo, per una reinterpretazione della natura, dei suoi colori e delle sue forme, che “imprigioni” in un oggetto la bellezza del mondo naturale.


Con l’occasione vi ricordo la mostra “Trame Preziose” che verrà inaugurata questa sera alle ore 18.00 a Nogaredo. Per chi è della zona e dintorni… Vi Aspettiamo!

sabrina bottura mostra nogaredo


“Trame Preziose”-  Sabrina Bottura – in Mostra dal 9 all’11 settembre 2016

Palazzo Candelpergher – Nogaredo- Trento – Sala delle Vele

Inaugurazione il 9 settembre ore 18.00


Email sabrina.bottura @ virgilio.it

www.facebook.com/sabrina.bottura

https://it.pinterst.com/BotturaSabrina

http://www.gioiellodentro.it/

 

“Trame Preziose” – Sabrina Bottura

Sabrina Bottura Felt dress
Sabrina Bottura Felt dress

“Sia compito dell’artista trovare il significato poetico delle cose”

Anish Kapoor



 


Intervento nello spazio – Sabrina Bottura CONCORSO DESIGN 20.15 a cura di FRANCESCA CANAPA E DAVE GELDER!
Intervento nello spazio – Sabrina Bottura CONCORSO DESIGN 20.15 a cura di FRANCESCA CANAPA E DAVE GELDER!

Poesia visiva, progettazione fiabesca…

Artisti che si distinguono per la dimensione organica, emozionale e individuale della propria ricerca, che privilegiano suggestioni psicologiche, materiche e sensoriali rispetto ad un design più razionale. La razionalità colpisce la mente, i valori e le emozioni vere invece colpiscono il cuore. Qualunque cosa facciamo o pensiamo è permeata dalle emozioni, le quali sono inseparabili dal processo cognitivo. Le emozioni modificano anche il modo in cui ci occupiamo e ci relazioniamo con gli oggetti.
 La ricerca è sui nessi inusuali fra alto artigianato, cultura materiale e contemporaneità puntando, su materiali di grande tradizione, ma superati, come: l’argento, rame, bronzo, cristallo, feltro, lana e seta. Il momento creativo, dipende dal sogno, progettare e sognare procedono insieme. E’ il sogno di ogni designer ideare un oggetto che possa creare un rapporto privilegiato ed emozionale. La vera nuova sfida di oggi, è riuscire a raccontare tanto con poco, lavorando di più sulla poetica delle cose che sull’estetica delle forme e ottenendo spazi che dialoghino con l’ospite. Comunicare un’emozione, attraverso quegli stimoli che insieme compongono il prodotto: la forma, il colore, le finiture, la funzione, il profumo e l’immagine.

Ciondolo ghianda in argento e feltro di Sabrina Bottura
Ciondolo ghianda in argento e feltro di Sabrina Bottura

Tutto questo riconducibile al lavoro di Sabrina Bottura, che abbina l’argento satinato ad elementi materici come il nuno-feltro e pietre semi preziose, levigate o grezze. Per Sabrina, infatti, il gioiello contemporaneo è La Simbiosi tra questo e altri materiali primitivi, come la lana e la pietra…

Anello Sabrina Bottura
Anello Sabrina Bottura

Mi soffermo sul nuno-feltro di Sabrina che viene narrato in piccole, curatissime forme tridimensionali, gioielli unici che coniugano perfettamente le sue due passioni: l’oreficeria e l’arte feltraia, mettendone in evidenza il lato poetico. Nuno è una parola giapponese che significa “tessuto”. Si tratta di manipolare una quantità minima di fibre di lana con un tessuto di base, come garza o chiffon di seta, per poter ottenere un feltro leggero totalmente diverso da quello tradizionale.

Stole in nuno-feltro e seta Sabrina Bottura
Stole in nuno-feltro e seta Sabrina Bottura

Non dimentichiamoci che Sabrina nasce come orafa, ma ben presto si appassiona al tessile, specificamente al feltro, la cui duttilità le permette di esprimersi in modo creativo. Particolare attenzione è data al colore, frutto di tecniche di tintura rigorosamente naturale. Per Lei il Colore è la nota fondamentale con cui tesse continui inni alla vita e alla poesia in essa contenuta.

Laboratorio di nuno-feltro Sabrina Bottura
Laboratorio di nuno-feltro Sabrina Bottura

Esponente trentina della Fiber art: corrente artistica con cui si designa la produzione di opere caratterizzate dall’impiego di fibre naturali o artificiali. La lavorazione della lana è secondo Sabrina, un’attività coinvolgente che stimola la creatività e la manualità a vari livelli, oltre il contatto benefico con il materiale naturale. Dalla lana al feltro, tessuto che non ha né trama né ordito, creato dall’uomo senza l’uso di strumenti speciali, semplicemente con l’uso delle mani, dell’acqua e del sapone. I suoi pezzi esprimono primordiali sentimenti e stati d’animo che si manifestano mediante un particolare accostamento tra superficie grezza, colore e texture. I temi dei suoi gioielli sono onirici e fantasiosi.

Pochette in nuno-feltro
Pochette in nuno-feltro

Creazioni, che comunicano una sorta di messaggio, di emozione e vanno oltre il semplice significato letterale dei materiali.


In Mostra dal 9 all’11 settembre 2016

Palazzo Candelpergher – Nogaredo- Trento -Sala delle Vele

Inaugurazione il 9 settembre ore 18.00


Schermata 2016-09-05 alle 00.00.36

Email sabrina.bottura @ virgilio.it

www.facebook.com/sabrina.bottura

https://it.pinterst.com/BotturaSabrina

http://www.gioiellodentro.it/

La “Ghianda” di Sabrina Bottura: l’oggetto del desiderio

scrat

IN principio fu la Ghianda. Poi, nulla fu più come prima….

 


 

Chi non ricorda il film L’Era Glaciale? Lo scoiattolo Scrat che per inseguire maldestramente la sua ghianda sfuggente, simbolo dei suoi sogni, la combina davvero grossa…. Un pasticcio cosmico in cui urta pianeti, sconvolge stelle, costellazioni e costringe tutto il gruppo a partire verso nuove mete esotiche per salvarsi dall’Era Glaciale…

Tutto per una ghianda… chissà cosa farebbe per la “Ghianda” di Sabrina!… bellissima in feltro e argento… possibile averla in tutti i colori!

Ciondolo ghianda in argento e feltro di Sabrina Bottura
Ciondolo ghianda in argento e feltro di Sabrina Bottura

Curioso sapere che la ghianda era considerata un simbolo di fortuna, prosperità, giovinezza e potenza; rappresenta anche la crescita spirituale… per molte popolazioni l’albero che la genera era considerato cosmico e rappresentava l’unione del mondo divino con il mondo terreno.

Gemelli ghianda in argento e feltro di Sabrina Bottura
Gemelli ghianda in argento e feltro di Sabrina Bottura

Due parole sul feltro di Sabrina Bottura che si esprime in piccole, curatissime forme tridimensionali, gioielli unici che coniugano perfettamente le sue due passioni: l’oreficeria e l’arte feltraia. Sabrina nasce come orafa ma poi si appassiona al tessile, specificamente al feltro, la cui duttilità le permette di esprimersi in modo altamente creativo. Particolare attenzione è data al colore, frutto di tecniche di tintura rigorosamente naturale.

https://it.pinterest.com/BotturaSabrina/

 

Intervento nello spazio – Sabrina Bottura

Intervento nello spazio – Sabrina Bottura CONCORSO DESIGN 20.15 a cura di FRANCESCA CANAPA E DAVE GELDER!
Intervento nello spazio – Sabrina Bottura CONCORSO DESIGN 20.15 a cura di FRANCESCA CANAPA E DAVE GELDER!

Ho scelto di intervenire nello spazio, nel mio spazio, forse per delimitarlo o forse più per affermarlo … per dire che io esisto perché ci sono stati dei momenti nella mia vita in cui non lo capivo e a volte quei momenti tornano...

(Sabrina Bottura)


“Con questo lavoro ho cercato di considerare lo spazio e non l’oggetto il centro del mio lavoro e poi ho cercato di non legarmi eccessivamente allo spazio per non legarmi troppo alla struttura dell’anello…

Ho pensato a una dimensione intermedia tra creare l’anello e lavorare nello spazio, tutto questo senza togliere la portabilità che è la prima domanda a cui devono rispondere i miei lavori.” ….a mio avviso è riuscita perfettamente, tanto da classificarsi come vincitrice insieme ad altri noti designers al CONCORSO DESIGN 20.15 a cura di FRANCESCA CANAPA E DAVE GELDER!


 

Email sabrina.bottura @ virgilio.it

www.facebook.com/sabrina.bottura

https://it.pinterst.com/BotturaSabrina

http://www.gioiellodentro.it/