Archivi tag: primi piatti

Paccheri con pesto di pistacchi e gamberi

Ingredienti per 6 persone: paccheri 6-7 etti; pistacchi di Bronte 300 gr., olio d’oliva e sale, in alternativa pesto ai pistacchi già pronto, 1 vasetto; gamberi 600 gr. (io compro quelli tunisini, neri che in cottura diventano rossi).

Preparare il pesto con circa 300 gr di pistacchi di Bronte sgusciato, olio di oliva quanto basta e un pizzico di sale. Per ottenere un pesto dal colore brillante bisognerebbe privare i pistacchi della loro cuticola viola, tuffando i pistacchi in acqua bollente per pochissimi secondi. Una volta sbucciati metterli nel mixer, con un cucchiaio d’olio e un pizzico di sale. Tritare il tutto aggiungendo nel frattempo altro olio per ottenere un composto granuloso ed omogeneo. Io, spesso, compro il pesto già pronto assolutamente proveniente dalla Sicilia; l’unico problema è trovare quello veramente buono che sappia di pistacchi! Mettere in cottura la pasta e nel frattempo, dopo aver pulito i gamberi, farli saltare per circa 6 minuti in una larga padella con un filo di olio. Intanto preparate il pesto in un recipiente e aggiungete un pò dell’acqua di cottura per renderlo cremoso. Scolate la pasta e aggiungetela al pesto, mescolate e aggiungete i gamberi…..una bella macinata di pepe e portate in tavola!

Come vino vi consiglio un siciliano doc come Grillo cantine Rallo o Grillo Parlante azienda Fondo Antico Trapani che presenterà alla degustazione del 10 giugno 2010 l’Enoteca Vino e Parole di Roma. (per informazioni info@vinoeparole.it )

Paccheri con polpo alla civitavecchiese

Ingredienti per 6 persone: polpo verace da circa 8 etti; paccheri trafilati al bronzo 6-7 ettti; circa 1 bicchiere vino rosso; circa 1 bicchiere di vino bianco; aglio 2 -3 spicchi; pecorino.
Prendere un bel polpo verace, io lo congelo per qualche giorno per frollarlo; fare un soffritto di aglio e olio e aggiungere il polpo tagliato a pezzi. In un’altro recipiente mettere, in parti uguali, vino bianco, vino rosso e acqua, quantità di liquidi che deve andare a coprire il polpo. Quando l’acqua è quasi in ebolizione aggiungere il polpo, preventivamente soffritto, fino a cottura, cioè fino a quando non si è asciugato il sugo ( deve formarsi una sorta di cremina, lasciatela un pò morbida in modo che non si secchi troppo il polpo per circa 1 ora ). Non aggiungere sale nell’acqua della pasta e nel polpo! Far bollire l’acqua della pasta e far cuocere circa 6-7 etti di paccheri.
Una volta cotti scolarli e aggiungere il sugo di polpo e pecorino! A piacere un pò di prezzemolo e peperoncino. Vi assicuro che è una bontà! Io l’ho servito con un vino rosso Nero D’avola Rudinì Cantina Eloro Pachino Siracusa.

Maltagliati di grano saraceno con ricotta

Che Peccato…oggi sono andata al mercato per comprare la misticanza ma è già finita!…mi hanno detto che non è più periodo di misticanza…troppo caldo!….Volevo fare un primo che mi piace tanto…delle lasagnette  più simili a dei maltagliati di grano saraceno, con la ricotta e la misticanza. Vi scrivo la ricetta tante volte voi riusciste a trovare la misticanza! (la ricetta è per 6 persone)

Preparate il condimento: in una larga padella, soffriggete in un velo d’olio un cipollotto di 60 gr. tagliato a rondelle, uno spicchio d’aglio in camicia, timo e misticanza(circa 2 etti). Come misticanza prendo misto di erbe aromatiche compreso il basilico e insalatine di primavera, compresa la rucola. Fate appassire il tutto per un paio di minuti, bagnate con un mestolo di acqua di cottura della pasta unite la pasta precedentemente scolata e saltateli a fuoco vivace per insaporirli. Spegnete, unite la ricotta 150 gr con un dito di latte per renderla cremosa, mescolate la pasta e conditela con abbondante formaggio grattuggiato una generosa macinate di pepe e buon appetito!

…..Scusate ma non ho una foto!