Archivi tag: Panton Chair

NUOVI COLORI DELLA PANTON CHAIR IMM COLOGNE 2018

PANTON CHAIR IMM COLOGNE 2018 Panton Chrome e la Panton Glow

Vitra festeggia i 50 anni della Panton Chair. Esposta al pubblico per la prima volta proprio a Imm nel 1968, l’azienda lancia due edizioni limitate: la Panton Chrome (in foto) e la Panton Glow. Entrambe saranno disponibili a giugno 2018.


PANTON CHAIR IMM COLOGNE 2018 Panton Chrome e la Panton Glow

Dopo diversi anni di sviluppo congiunto di Verner Panton e Vitra, la Panton Chair è stata finalmente pronta per la produzione nel 1967 – come la prima sedia a sbalzo interamente in plastica da produrre in un unico pezzo. Creato con una tecnica di produzione rivoluzionaria, l’esclusivo design scultoreo della sedia è stato presentato al pubblico per la prima volta al Salone del Mobile di Colonia nel 1968. Ha rapidamente simboleggiato un’intera epoca. Nel 2018, a 50 anni dal suo lancio, Vitra pubblica due edizioni limitate di questo classico iconico: Panton Chrome e Panton Glow.

Panton Chrome

Durante la sua carriera, Verner Panton è stato affascinato da superfici specchiate e ha sperimentato diversi effetti riflessivi più estesi rispetto a qualsiasi altro designer. Questa passione è evidente nelle sue opere di arredamento e illuminazione, nonché in molti dei suoi interni espressivi. Con la nuova edizione di Panton Chrome, finalmente un vecchio sogno del designer arriva a buon fine: nei primi anni ’70 aveva esplorato l’opzione di dare alla Panton Chair una superficie specchiata. Sentiva che le curve dinamiche della sedia erano particolarmente adatte a un rivestimento riflettente; tuttavia, la sensibilità di una tale superficie da graffiare era un ostacolo tecnico insormontabile in quel momento. Oggi, a distanza di quasi 50 anni, è disponibile una procedura affidabile ma complessa. L’effetto a specchio abbagliante di Panton Chrome è il risultato di un processo di metallizzazione, in cui le particelle di metallo sono incorporate in più strati di vernice. Questo complesso sistema di rivestimento è abbastanza elastico da sopportare il leggero movimento della sedia a sbalzo quando è in uso, pur essendo sufficientemente robusto per proteggere efficacemente la superficie sensibile.

Bagliore di Panton

Verner Panton ha mostrato un ardente interesse per tecnologie, tecniche e materiali innovativi nel corso della sua vita. Ha lavorato con l’illuminazione, i colori e gli elementi luminosi in molti dei suoi interni futuristici. Per la sua leggendaria installazione del 1970 ‘Visiona 2’, in particolare, ha sviluppato pareti e soffitti che sembravano risplendere dall’interno grazie al loro layout e alla combinazione di colori, dando alla stanza uno sguardo psichedelico. Con questo in mente, Vitra ha sviluppato il nuovo Panton Glow in consultazione con la moglie di Verner, Marianne Panton. In un processo elaborato, cinque strati di una vernice contenente pigmenti fosforescenti vengono accuratamente applicati a mano sul guscio di poliuretano grezzo del Panton Classic e sigillati con un rivestimento protettivo lucido. I pigmenti luminosi assorbono la luce del giorno e emettono una luce blu al buio. L’aspetto quasi spettrale di Panton Glow nell’oscurità della notte ha un’aura un pò mistica su questo classico iconico.

https://www.vitra.com/

Prodotti Vitra da esterni e nuovi colori per Jean Prouvé…

© Vitra
© Vitra

La Vitra Home Collection offre un’ampia gamma di sedute, sia per interni che per esterni. Vari progetti sono stati sviluppati appositamente per essere utilizzati all’aperto. Per altri prodotti i materiali sono stati adattati a tale impiego, ad esempio con additivi speciali che rallentano lo scolorimento della scocca dovuto ai raggi del sole. Così anche alcuni dei più noti classici del mobile diventano resistenti agli agenti atmosferici. Tutti i prodotti hanno naturalmente in comune la tipica qualità Vitra e un design che li distingue dall’estetica di comuni mobili da giardino.

 

© Vitra
© Vitra

Vitra ha sviluppato un elevato livello di competenza nell’ambito della progettazione di sedute. Tale competenza si ritrova principalmente nel settore delle sedie per la casa, l’ufficio e i luoghi pubblici, tuttavia anche nell’ambito delle sedute per esterni l’azienda ha realizzato più volte innovazioni in grado di definire nuovi standard. In collaborazione con designer come Jasper Morrison, i fratelli Bouroullec o Konstantin Grcic l’azienda è infatti riuscita ad affiancare ad alcuni dei “classici” del programma – la Eames Plastic Side Chair di Charles e Ray Eames e la Panton Chair di Verner Panton – nuovi prodotti adatti anche agli ambienti esterni.

Waver

Konstantin Grcic, 2011

Konstantin Grcic ha tratto ispirazione dagli sport estremi per realizzare questa sedia leggera, comoda e universalmente utilizzabile. Il design della sedia riprende i principi strutturali delle attrezzature sportive e li traspone in un design d’avanguardia che, pur non necessitando di alta tecnologia, dimostra tutta la sua intrinseca complessità.Come abbracciato alle cinghie di un parapendio, chi si siede sulla Waver fluttua in una specie di amaca sospesa nel suo telaio in tubolare d’acciaio piegato e saldato. Grazie ai suoi materiali resistenti alle intemperie, infatti, la Waver può essere utilizzata anche in giardino o sul terrazzo.

Vitra Rom Iosselliani Waver Konstantin Grcic
Vitra Rom Iosselliani Waver Konstantin Grcic

HAL

Jasper Morrison, 2010

I membri della famiglia HAL di Jasper Morrison sono sedie tuttofare intelligenti, che rendono più confortevole la vita di tutti i giorni. La sedia è flessibile, si adatta alle nuove situazioni e analizza ogni nuova esigenza per soddisfarla premurosamente. La versione HAL Tube con la base a quattro gambe verniciata a polveri in colori avorio o basic dark è resistente alle intemperie e può essere pertanto utilizzata anche all’aperto. Nel Vitra Test Center ogni prodotto viene sottoposto a test che simulano 15 anni di utilizzo. Così si assicura che anche le superfici e tutti i componenti della HAL risultino particolarmente resistenti; i telai e le scocche, inoltre, non presentano angoli in cui si possa accumulare la polvere e sono quindi facili da pulire.

Vegetal
Ronan & Erwan Bouroullec, 2008

Ronan ed Erwan Bouroullec hanno sviluppato insieme a Vitra una sedia universale per interni ed esterni in sei colori, le cui forme sembrano prese in prestito direttamente dalla natura. La Vegetal è impilabile e presenta strutture piatte che si intrecciano su tre piani a formare una scocca arrotondata e leggermente irregolare. Dalle gambe di supporto partono ramificazioni che conferiscono stabilità alla sedia. Questa sedia resistente alle intemperie è assolutamente unica grazie al suo look straordinario, ed è perfetta sia all’interno, che in giardino o sulla terrazza.

VEGETAL Ronan & Erwan Bouroullec, 20081
VEGETAL Ronan & Erwan Bouroullec, 20081

Metal Side Table

Ronan and Erwan Bouroullec, 2004

Grazie alle proporzioni armoniose e all’interessante contrasto formale fra i sottili piani dei tavoli e le basi voluminose, i Metal Side Table di Ronan ed Erwan Bouroullec fanno bella figura in molti ambienti e per svariati tipi di utilizzo. Nella versione verniciata a polveri con struttura fine, i Metal Side Tables sono perfetti come tavolini d’appoggio da utilizzare in balcone o in giardino. I loro nuovi colori sono perfettamente combinabili con la poltrona Waver, la cui base è disponibile negli stessi colori.

Metal Side Table Ronan and Erwan Bouroullec, 2004
Metal Side Table Ronan and Erwan Bouroullec, 2004

MVS Chaise

Maarten Van Severen, 2000

Sedersi sulla MVS Chaise è un’esperienza incredibilmente rivitalizzante. Se in un primo momento essa appare un oggetto scultoreo, appena seduti se ne nota la straordinaria comodità. Il materiale morbido ed elastico si adatta alla forma del corpo, offrendo il massimo comfort. La struttura della base consente di spostarsi facilmente dalla posizione seduta a quella sdraiata. La versione della MVS Chaise in poliuretano espanso è perfetta per essere utilizzata all’aperto.

MVS Chaise Maarten Van Severen, 2000
MVS Chaise Maarten Van Severen, 2000

Panton Chair

Verner Panton, 1959/60

Sin dal momento del suo lancio, avvenuto nel 1967, la leggendaria Panton Chair ha attraversato diverse fasi di produzione, grazie ai progressi tecnologici compiuti nella lavorazione della plastica. Alla fine degli anni ’90 venne realizzata in collaborazione con Verner Panton l’ultima versione autorizzata dall’artista di questa sedia emblematica. Grazie a un trattamento speciale, la sedia in materiale plastico dal design accattivante è perfetta per l’uso in ambienti esterni.

Panton Chair  Verner Panton, 1959:60
Panton Chair Verner Panton, 1959:60

Eames Plastic Side Chair

Charles e Ray Eames, 1950

Essendo praticamente utilizzabili in ogni contesto grazie alle loro numerose varianti, le Plastic Chair sono le sedute più popolari di Charles e Ray Eames. Per motivi ecologici, nel 1993 Vitra sospese la produzione di queste sedute a scocca, originariamente prodotte con resina di poliestere rinforzata da fibre di vetro. Dal 1999 e dal 2004, le scocche in plastica degli Eames vengono ora realizzate in polipropilene riciclabile.

La base a quattro gambe della DSX e la base in tondino d’acciaio della DSR sono disponibili nella versione verniciata a polveri di colore grigio scuro o basic dark. Ciò rende queste sedie adatte all’uso in ambienti esterni, essendo infatti trattate con additivi speciali che rallentano lo scolorimento della scocca dovuto ai raggi del sole.

Eames Plastic Side Chair Charles e Ray Eames1
Eames Plastic Side Chair Charles e Ray Eames1

Nuovi colori per Jean Prouvé

Al Salone Internazionale del Mobile 2013 Vitra presenta, oltre alla classica Standard, la Standard SP (Siège en Plastique), una nuova versione dell’intramontabile sedia in un moderno mix di materiali: sedile e schienale in robusto materiale plastico e tonalità di colore sobrie e attuali donano una ventata di freschezza a questo classico di Prouvé.

Jean Prouvé ® Standard SP
Jean Prouvé ® Standard SP

Il francese Jean Prouvé è considerato una delle menti più innovative del ventesimo secolo nel campo del design, dell’architettura e dell’arte ingegneristica.  Nel suo lavoro di progettista, Prouvé non finì mai di sperimentare adattandosi allo spirito dei tempi.

 

Jean Prouvé ® Standard SP
Jean Prouvé ® Standard SP

www.vitra.com/

 

Panton Chair…ha da poco compiuti i suoi 50 anni…

Panton Chair Verner Panton Vitra

Dalla mente del geniale Verner Panton tra il 59/60, è nata la Panton Chair. Come lascia intuire il nome è una sedia, anzi la sedia, icona del design del novecento, capolavoro indiscusso e oggetto del desiderio di tanti.

Per passare dal concept al prodotto industriale, ci sono voluti più di sette anni, sette anni necessari a superare le non poche difficoltà produttive. La Panton si presentava come la prima seduta realizzata interamente in materiale plastico con stampo unico e la Vitra, azienda Svizzera partner del progetto, si trovava per la prima volta ad affrontare in modo autonomo la produzione. Nonostante le difficoltà, nel 1967 la Panton Chair viene presentata al mondo. Inizia la sua produzione su larga scala.

Panton Chair Verner Panton Vitra

I primi modelli, realizzati in poliestere rinforzato con fibroresina, subito seguiti dalla versione in poliuretano espanso (Baydur) e da una successiva versione in Luran S stampato ad iniezione (ASA) presentavano gravi problemi di deterioramento, tanto da costringere l’azienda ad interroperne la produzione.

Panton Chair Verner Panton Vitra

Agli inizi degli anni ottanta Verner Panton, con suo personale impegno economico, decise di riprendere la produzione, servendosi del più affidabile procedimento di stampo con schiuma poliuretanica.
Ancora oggi la Panton viene realizzata con lo stesso sistema, utilizzando però un materiale decisamente più economico e soprattutto riciclabile, il propilene.

In occasione del 50esimo anniversario è stata presentata una panoramica della Panton chair  presso il Flagshipstore Molteni & C. -Dada.
L’International School of Monza infatti, ha promosso tra i suoi studenti una libera interpretazione della seduta sul tema dell’eco-sostenibilità.

Il concorso di Vitra per reinventare la “Panton Chair”
International School of Monza

Gli studenti si sono serviti dei materiali più disparati: juta, carta pesta, vestiti, riso, specchi, giocattoli, giornali, cartone, ai tappi di plastica, sacchetti sempre in plastica.

 

Il concorso di Vitra per reinventare la “Panton Chair”
International School of Monza

 

Queste opere hanno formato la collezione delle 19 Green Panton Chair, e sono state battute all’asta e ricavato è andato a favore della Fondazione Onlus Africabougou per lo sviluppo dei villaggi nell’Africa sub Sahariana.

 

Il concorso di Vitra per reinventare la “Panton Chair”
International School of Monza
Il concorso di Vitra per reinventare la “Panton Chair”
International School of Monza

 

Il concorso di Vitra per reinventare la “Panton Chair”
International School of Monza
Il concorso di Vitra per reinventare la “Panton Chair”
International School of Monza
Il concorso di Vitra per reinventare la “Panton Chair”
International School of Monza

 

Il concorso di Vitra per reinventare la “Panton Chair”
International School of Monza

http://www.vitra.com/