Archivi tag: Natale

Buon Natale!

“E’ Natale da fine ottobre.

Le lucette si accendono

sempre prima, mentre

le persone sono sempre

più intermittenti.

Io vorrei un dicembre

a luci spente e con

le persone accese.”

 

Charles Bukowski

Natale 2013 blog def

Lebkuchen biscotti speziati e Magenbrot per Natale!

Lebkuchen arredoeconvivio
Lebkuchen arredoeconvivio

 

Premetto: è la prima volta che li faccio…la foto in alto sono la mia prova….la prossima volta verranno meglio!!!! A seguire le ricette e…. foto dal web…

Lebkuchen
Lebkuchen

Ingredienti per circa 40 biscotti speziati: 300 g di miele; 100 g di burro; 50 g di zucchero; 1 uovo intero; 240 g di farina 00; 240 g di farina di grano saraceno; 1 cucchiaino di chiodi di garofano in polvere;  2 cucchiaini di cannella in polvere;  1 cucchiaino di noce moscata in polvere; 1 cucchiaino di zenzero in polvere; 2 cucchiaini di cacao amaro in polvere; scorza grattugiata di 1 limone non trattato; scorza grattugiata di ½ arancio non trattato; 50 g di mandorle spellate; 40 ml di latte; 1 cucchiaino di bicarbonato o di lievito

 

Per la copertura: 150 g di cioccolato fondente o glasse. (vedi ricetta)

Lebkuchen
Lebkuchen

 

Per preparare i biscotti speziati Lebkuchen mettete a bagnomaria il burro e il miele; quando si sono completamente sciolti fateli intiepidire. Nel frattempo sbattete l’uovo con lo zucchero usando una frusta elettrica, fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungetevi il cacao, le spezie e la scorza grattugiata del limone e dell’arancio; mescolate bene e, quando il miele e il burro si saranno intiepiditi, aggiungeteli alle uova, continuando a mescolare. In una ciotola mescolate i due tipi di farina. Mettete in un mixer le mandorle spellate e frullatele grossolanamente; aggiungetele all’impasto. Setacciate il mix di farine direttamente nell’impasto setacciando. In un bicchiere fate sciogliere il bicarbonato nel latte, quindi versatelo nella ciotola. Continuate a mescolare in modo da amalgamarlo bene all’impasto. Formate una palla con la pasta e avvolgetela con un foglio di pellicola per alimenti, ponetela a riposare per una notte a temperatura ambiente. (Io l’ho lasciata riposare 5 ore)

Lebkuchen
Lebkuchen

Lavoratela con le mani per ammorbidirla e usate il mattarello per creare una superficie di circa ½ cm da ritagliare con le formine a vostra scelta. Mettete i biscotti speziati su una teglia rivestita di carta da forno ben distanziati. Cuocete i biscotti speziati nel forno già caldo a 180° per 10-12 minuti, non di più, altrimenti diventano duri! Sfornateli e fateli intiepidire; Questi biscotti speziati sono buoni anche così, ma, si è soliti decorarli in diversi modi: glassa, frutta secca, codette di cioccolato, a vostra scelta!

Lebkuchen
Lebkuchen

Glassa al cioccolato

100 g di cioccolata in polvere; 3 cucchiai di zucchero a velo; 5 cucchiai di acqua bollente;  una noce di burro.

Mettere in una terrina la cioccolata e lo zucchero, aggiungere l’acqua e poi la noce di burro, mescolare fino che non diventa bella liscia; per distribuirla sui biscotti usate un pennello.

 

Lebkuchen
Lebkuchen

Glassa bianca

200 g di zucchero a velo; 3 cucchiai di acqua.

Mettere in una terrina lo zucchero e l’acqua e mescolate fino che non diventa un composto liscio ed omogeneo, se il composto é troppo liquido aggiungete zucchero a velo. Per glassare i biscotti usare un pennello, per fare le decorazioni, uno stuzzicadenti.

Lebkuchen
Lebkuchen

Magenbrot (detto pane dolce)

Ingredienti per circa 80 pezzi

• 250 g di miele 
• 250 g di zucchero 
• 3 cucchiaio di acqua 
• 100 g di burro 
• 550 g di frumento 
• 2 cucchiaio di cacao in polvere 
• 1 cucchiaino di cannella in polvere 
• 1 cucchiaino di zenzero 
• 1 pizzico di chiodi di garofano in polvere 
• mezzo limone 
• 125 g di buccia d’arancia candita 
• 1 o 2 cucchiaini di bicarbonato 
• 1 dl di latte

 

Magenbrot
Magenbrot

Preparare l’impasto la notte prima:

 1. Mescolare miele, zucchero e acqua in un contenitore. 2. Metterlo a bagno-maria in un tegame con acqua calda continuando a mescolare 
3. Mescolare all’impasto la farina, il cacao in polvere, la cannella in polvere, lo zenzero e la buccia d’arancia candita. 
4. Aggiungere il succo del limone. 
5. Mescolare il bicarbonato nel latte. 
6. Unire al latte il miele e unire al resto, mescolando bene
7. Lasciare l’impasto per una notte in un luogo fresco (ma non in frigorifero).



Magenbrot
Magenbrot

Preparazione:

 1. Scaldare il forno fino a 200° C 
2. Tagliare la pasta in quattro pezzi della stessa dimensione. 
3. Fare dei rotoli di circa 2 cm di diametro. 
4. Metterli all’interno di una teglia ricoperta con carta da forno, assicurandosi che vi sia abbastanza spazio tra i rotoli. 
5. Cuocerli per 15/20 minuti. 
6. Lasciare raffreddare i rotoli di pasta
7. Tagliarli in pezzi di circa 2 cm. Altro modo più pratico stendete la pasta con un mattarello e seguite il video che vi linko:

http://www.youtube.com/watch?v=XDfdv6GeTzE

 

Ingredienti per glassa:

 1. 300 gr di zucchero 
2. 1 dl di acqua 
3. 1 cucchiaio di cacao in polvere

 Glassa:

1. Mettere l’acqua e lo zucchero in una pentola e fate bollire per 3/4 minuti, mescolando mentre bolle, finchè assume la consistenza di uno sciroppo. 
2. Aggiungere il cacao in polvere e mescolare bene. 
3. Tenere la pentola a bagno-maria in una pentola più grande con acqua calda. 
4. Intingere i biscotti nella glassa, capovolgendoli con attenzione fino a ricoprirli uniformemente. 
5. Far asciugare i biscotti su un foglio di carta assorbente. 
6. Ripetere lo stesso procedimento con tutti i biscotti. (la ricetta della glassa non è per 80 biscotti pezzi)

 

Conservare il Magenbrot in una scatola di latta e non mangeteli tutti …fate in modo che arrivino a Natale!

 

Polenta alla Trentina con cotechino e crauti

Polenta alla Trentina con cotechino e crauti
Polenta alla Trentina con cotechino e crauti

Questa ricetta, degustata a Rovereto in occasione della mostra Emozioni Preziose,… è veramente buona e da provare…

Il cotechino si sposa molto bene con i crauti, l’abbinamento esalta entrambi i gusti risultando così un piatto delizioso….

Ingredienti: cotechino fresco, 1 confezione di crauti al naturale, una mela, cipolla, sale , olio.

Aprite la scatola dei crauti, risciacquateli con acqua.

In una pentola capiente fate soffriggere la cipolla tagliata finemente e aggiungete i crauti; aggiungete quindi circa un litro di acqua o meglio ancora di brodo e fate bollire.

Quando bolle abbassate la fiamma, aggiungetela mela tagliata a pezzettini e fate cucinare a fuoco lento per circa 3 ore aggiustando di sale se necessario.

Io ho usato i crauti al naturale già cotti, comprati su in Trentino dell’azienda agricola Savinelli Mario scriciol@alice.it!!!!

Prendete il cotechino, avvolgetelo con un foglio di carta stagnola che chiuderete bene sui lati, tipo caramella, prendete due stuzzicadenti e forate la parte finale del cotechino assicurandovi di non rompere troppo la carta stagnola. Fate la stessa cosa dall’altro lato. Preparate una pentola dal diametro ampio, riempitela d’acqua, immergete il cotechino e fate bollire a fuoco lento per circa due ore. A fine cottura, estraete il cotechino e togliete la carta stagnola. Lasciate raffreddare. Tagliatelo a fette e servitelo assieme ai crauti. Io ho unito anche pezzettoni di speck e pancetta affumicata, in genere si aggiuge anche la Lucanica trentina!

Polenta alla Trentina con cotechino e crauti
Polenta alla Trentina con cotechino e crauti

Servito il tutto con un’ottima polenta di Storo.

La farina di Polenta di Storo è prodotta dalla macinatura integrale del mais “Nostrano di Storo”, dalle pannocchie di colore ramato, simile al granoturco Marano, di alta qualità. La Polenta di Storo è prodotta dalla cooperativa agricola Agri ’90 di Storo.

Porre a scaldare l’acqua in un paiolo di rame, salandola. 
Si considera indicativo utilizzare un peso di farina pari a circa un terzo del peso d’acqua: 600 gr. di farina per due litri d’acqua e 15 gr. di sale grosso. 
Quando l’acqua bolle versare la farina a pioggia  mescolando bene con una frusta di acciaio, al fine di evitare il formarsi di grumi, fino a che l’impasto risulta abbastanza denso. Cuocere rimestando frequentemente con la “trisa”, il classico bastone di legno, girando di continuo, lentamente, in senso orario, portando l’impasto dal basso verso l’alto, almeno per quaranta minuti. Servire in tavola, sul caratteristico “tabiel” (tagliere di legno a forma circolare).