Archivi tag: Maison&Objet 2017

Vito Nesta: “Primitive” per Les Ottomans

Vito Nesta: “Primitive” per Les Ottomans

Cuscini di seta fatti con pennellate dal segno primitivo, sono i tessuti di Les Ottomans che saranno presentati a Parigi durante i giorni di Maison&Objet.

Vito Nesta: “Primitive” per Les Ottomans

Vito Nesta disegna le sete con pennellate di colore ad acquarello che spiccano su un fondo bianco. Macchie di colore sovrapposte, non semplici puntini galleggiano come boe in mare rievocando i nostri ricordi.

Vito Nesta: “Primitive” per Les Ottomans

L’idea della home collection Les-Ottomans – il nome ricorda lo storico albergo5 stelle che affaccia sul Bosforo, alle porte dell’Asia –  è un felice incontro tra Oriente e Occidente. I cuscini, per esempio, sono realizzati sia in velluto che in ikat di seta, stupiscono e arredano grazie alla vasta gamma di combinazioni cromatiche, disegni e tessiture geometriche, floreali o puramente grafiche. Diverse dimensioni di pois, righe, zig zag o greche dove i grigi fondi si miscelano a sfondi dai mille contrasti. Dove il rosso domina e spazia dal carminio al sangue di bue e al burgundy o dove il verde può essere denso di vivacità o quasi metallico quando si affianca al blu e al giallo pompeiano.

Vito Nesta: “Primitive” per Les Ottomans

www.les-ottomans.com/

 

Softseating dorato by Molo

Softseating dorato by Molo

“Volevamo celebrare e rendere omaggio all’immenso contributo che la carta ha dato alle arti, attraverso una serie di sgabelli a ventaglio Softseating, rifiniti in oro 24 carati” (Stephanie Forsythe e Todd MacAllen)


Softseating dorato by Molo

La seduta si chiude come un libro quando lo si mette via, per poi aprirsi generando sgabelli o piccoli tavoli. In alternativa, i moduli si possono collegare tra loro magneticamente fino a formare sedute lunghe e sinuose. Un tempo, gli artigiani, rilegatori e monaci applicavano un sottile strato dorato sul bordo della carta, con lo scopo pratico di salvaguardare il contenuto da polvere, umidità e luce del sole, ma anche con un valore simbolico di valorizzazione del manoscritto e di ciò che rappresentava.

Softseating dorato by Molo

Attraverso una tecnica centenaria, i bordi della carta kraft usata per gli sgabelli sono rivestiti con foglia d’oro 24 carati che rimarrà inalterata. Così le sottili pieghe dorate catturano la luce e richiamano i mobili in metallo dorato o le pale d’altare…

Presentate all’ultimo maison&objet 2017

http://www.molodesign.com/

 

Wall&decò MAISON&OBJET 2017

Wall&decò

 

Wall&decò nasce per caso, da un’intuizione di Christian Benini, fondatore e direttore creativo del marchio, in origine fotografo pubblicitario: nel riprodurre un’immagine con grandi foglie da utilizzare come fondale per un set fotografico, ne percepisce subito l’alto valore decorativo e le possibili declinazioni nel mondo dell’arredo.


Wall&decò

La suggestione delle immagini del fondale attira immediatamente l’attenzione di architetti e progettisti – Wall&decò si affaccia sul mercato il giorno stesso e in poco tempo contribuisce a ridefinire l’estetica del decoro murale, con una filosofia precisa e innovativa: non più ripetizione di pattern e geometrie, tipici della carta da parati tradizionale, ma ingrandimenti e macro-immagini dal forte effetto materico. Nasce così la collezione CONTEMPORARY WALLPAPER, carta da parati da interni.

Wall&decò

Negli anni Wall&decò amplia la sua offerta con due innovativi sistemi dal forte impatto visivo e dal grande valore tecnico: OUT SYSTEM™, il rivestimento murario per superfici in esterno e facciate e WET SYSTEM™, il rivestimento per ambienti umidi quali bagno e doccia.

Wall&decò

Il processo di crescita non cambia però la vocazione artigianale per prodotti unici, sviluppati ad hoc e ogni volta riadattati al progetto specifico – in grado quindi di offrire soluzioni personalizzate per il decoro murale.

http://www.wallanddeco.com/it/

 

 

 

Zaven, Oseléto, per Maison 203, 2017

Zaven, Oseléto, per Maison 203, 2017

Dal 20 al 24 gennaio a Parigi si terrà la nuova edizione di Maison et Objet Paris, la fiera dedicata al lifestyle, al design e all’arredo d’interni rivolta ai professionisti del settore che viene organizzata ogni anno nella capitale francese.


Zaven, Oseléto, per Maison 203, 2017

Il brand di accessori design Maison 203 presenta in anteprima Oseléto, il primo complemento d’arredo in stampa 3D che viene proposto all’interno delle collezioni in catalogo.

Oseléto” fa parte di “Fritto Misto”, la prima  collezione di design d’arredo firmata Maison. Ispirato al viaggio “Oseléto” riprende la figura di un piccione veneziano. Lo stile pop è omaggio alla celebre House Bird reso famoso dagli Eames e all’Oiseau dei fratelli Boroullec per Vitra. Autore della linea è lo studio Zaven che, oltre ad inaugurare l’entrata di Maison nel campo del design d’arredo, inaugura anche il primo store monomarca del brand che aprirà a Venezia.

Zaven, Oseléto, per Maison 203, 2017

Non a caso la linea “Fritto misto” propone souvenir di design che si ispirano ad una visionaria Venezia. Lo stile veneziano viene rivisitato in forme più essenziali che, se pur geometriche, non sottraggono quella poeticità visionaria e surreale che caratterizza la linea. Il piccione veneziano diviene guida turistica di una Venezia onirica ispirata alle parole dello scrittore Tiziano Scarpa “Venezia è un pesce. Guardala su una carta geografica. Assomiglia ad una sogliola colossale distesa sul fondo. Come mai questo animale prodigioso ha risalito l’atlantico ed è venuto a rintanarsi proprio qui?”. La stessa città viene riproposta dallo studio Zaven, una regale, romantica e malinconica Venezia con la sua laguna ed i suoi abitanti, in cui il tempo sembra quasi fermarsi. E l’immobilità e l’eternità surreale sono valori aggiunti che si percepiscono proprio negli oggetti della collezione. L’apertura del primo store monomarca Maison 203 aprirà vicino al ponte di Rialto, in Ruga Vecchia San Giovanni , 419 dove sarà possibile ammirare ed acquistare tutti i prodotti della nuova collezione “Fritto misto” e non solo, anche le collezioni di accessori e gioielli proposti dal brand veneto in collaborazione con le più importanti firme del design italiano.

www.zaven.net/

 

 

 

 

Vito Nesta – Costantinopoli per Les Ottomans

Vito Nesta – Costantinopoli per Les Ottomans

Costantinopoli narra storie o fiabe, dimenticate o inventate di una Città d’Oro ai tempi dell’Impero romano d’Oriente


Vito Nesta – Costantinopoli per Les Ottomans

Costantinopoli, la nuova collezione di piatti di Les Ottomans, sarà presentata a Parigi durante i giorni di Maison&Objet.

Vito Nesta – Costantinopoli per Les Ottomans

Vito Nesta, dal segno evocativo, infonde carattere ai personaggi della tavola, materializzando un mondo lontano quasi fantastico e magico dell’antica Costantinopoli. Come sospeso tra sogno e realtà con presenze visionarie, figure umane e animali danzano attorno a cupole di antiche moschee attorniate da sfondi pastello.

Vito Nesta – Costantinopoli per Les Ottomans

 www.lesottomans.com/

 

Silenzio… c’è Maison&Objet 2017

Il 2017 sarà votato al “Silenzio

“La bellezza si spoglia del superfluo e degli orpelli inutili, per concentrarsi sulla ricerca dell’essenziale. Materiali leggeri, geometrie pure, trasparenze, disegni eterei, strutture filiformi, bianco e nero sono i fondamenti del silenzio formale”

 


Applique “Globule” by NICOLAS SARTOR LUMINAIRES – Hall 5A, Craft, Métiers d’Art ©All rights reserved

A gennaio il mondo del design converge a Parigi. Obiettivi puntati su Maison&Objet, la fiera che da più di 20 anni monitora le tendenze casa, raccogliendo il meglio della produzione d’Oltralpe e internazionale. Per arricchire l’esperienza della visita e incontrare in modo ancora più puntuale le esigenze del pubblico e dei professionisti questa edizione invernale (20 – 24 gennaio 2017) si articolerà in tre sezioni – MAISON, l’hub dedicato all’arredamento e all’illuminazione (pad. 1-5), OBJET, la sezione dedicata ad accessori e complementi (pad. 6), INFLUENCES, interni d’ispirazione con un allestimento speciale di Noé Duchaufour-Lawrance che reinterpreta lo stile haussmanniano (pad. 7-8). Obiettivo: scoprire tutte le novità del momento e anticipare le tendenze in arrivo (cercate le mostre What’s New! allestite nei pad. 3 e 6, con la scenografia creata ad hoc da François Delclaux).

RAUMGESTALT Cuboid lamp

Altra novità in arrivo è il lancio della piattaforma digitale Maison&Objet and More (MOM), una nuova tappa strategica per il salone che approda in Rete con un’ampio database di oltre 15.000 prodotti, brand di design e moodboard d’ispirazione selezionati dai personaggi più influenti della scena creativa francese, tra cui Philippe Nigro, Constance Guisset, Serge Bensimon. Si rinnova anche l’appuntamento con il Designer dell’Anno, riconoscimento attribuito per questa edizione al francese Pierre Charpin. Designer, artista e scenografo, in fiera allestirà uno spazio speciale all’interno del pad. 7, dove presenterà anche la nuova lampada da tavolo PC Lampe nata in collaborazione con Sebastian Wrong (negli stessi giorni altre sue creazioni saranno in mostra al Musée des Arts Décoratifs di Parigi). Ultimo appuntamento da segnare in agenda è quello con i Rising Talents Awards UK, i premi selezionati con la collaborazione di Sir John Sorrell, fondatore del London Design Festival e della Biennale di Design di Londra. 

MARAZZI Powder – Hall 5B ACTUEL

dal 20 al 24 gennaio 2017

quartiere Espositivo di Paris Nord Villepinte, Parigi

 

http://www.maison-objet.com/en