Archivi tag: Location

Un Buen ritiro sull’isola di Wight…

Sai cos’è l’isola di Wight?

è per noi l’isola di chi

ha negli occhi il blu

della gioventù…

(Dik Dik)

 

Credits: Location Eastcliff Summerhouse, Isle of Wight
Credits: Location Eastcliff Summerhouse, Isle of Wight

Questa Summerhouse sull’isola di Wight potrebbe ricordare una tana, un Buen Retiro per poeti e artisti…magari sulle orme di Ernest Hemingway, (anche se risaputo amante della Spagna!)

Scavando nella biografia di scrittori e poeti ci si accorge come l’immagine canonica del buen retiro come luogo che offre occasioni di riposo e che magari si ripropone di anno in anno come soggiorno prediletto si apre ad altre valenze…. Come quella della dimora filosofale che attrae perché è lì che corpo, cuore e spirito si sentono a perfetto agio. Così che, questa corrispondenza d’amorosi sensi, diventa un vero appuntamento da onorare almeno una volta l’anno. E semmai non fosse possibile, non importa perché in ogni caso si è trovato non solo un luogo, ma un genius loci con cui si è entrato in sintonia … (liberamente tratto da un articolo di: Mario Bernardi Guardi)

Credits: Location Eastcliff Summerhouse, Isle of Wight
Credits: Location Eastcliff Summerhouse, Isle of Wight

In questa villa la vista da un lato spazia su uno specchio d’acqua, dall’altro scivola nei boschi…

Credits: Location Eastcliff Summerhouse, Isle of Wight
Credits: Location Eastcliff Summerhouse, Isle of Wight

Un luogo magico per quel girovago scrittore…idealista, rubacuori …luogo pieno di poesia, di libri …riviste…

sole e ninfei ….voli d’uccelli …solo i suoni della natura…

Credits: Location Eastcliff Summerhouse, Isle of Wight
Credits: Location Eastcliff Summerhouse, Isle of Wight

Scena da film:  la poltrona accanto alla scrivania… occhiali da vista sul comodino, la sedia a dondolo….un canocchiale sul bordo della finestra per guardare l’infinito…un luogo intimo ….

Credits: Location Eastcliff Summerhouse, Isle of Wight
Credits: Location Eastcliff Summerhouse, Isle of Wight

Il disco dei Dik Dik ancora lì su un vecchio giradischi…che suona: Sai cos’è l’isola di Wightè per noi l’isola di chi…. ha negli occhi il blu della gioventù…

….scenario di un luogo fermo, immobile… come in attesa…fuori dal tempo…rispecchia molto il mio stato d’animo attuale…ed è li che vorrei andare oggi!

 

Credits: Location Eastcliff Summerhouse, Isle of Wight By http://www.lightlocations.com/

Irina Graewe_____ Stylist

SilverPaperWonderland Irina Graewe

Ciò che amo di più delle sue creazioni sono

l’attenzione ai dettagli

ai piccoli capricci

regalandoci scene dal gusto squisitamente teatrale

 

SilverPaperWonderland Irina Graewe

 

SilverPaperWonderland Irina Graewe

 

SilverPaperWonderland Irina Graewe

Creatrice di set, Irina Graewe inizia come sarta con Jil Sander, e dopo aver studiato al London College of Fashion sviluppa il suo interesse per gli interni e il design. Ora è con successo Stylist Interior freelance.

Irina Graewe Bonjour Tristesse
Irina Graewe Bonjour Tristesse
Irina Graewe Bonjour Tristesse
Irina Graewe Bonjour Tristesse
Irina Graewe Bonjour Tristesse

Il suo lavoro include set design, e la creazione di concetti. Il suo lavoro è stato pubblicato in Decorazione, Architettura Wohnen &, Hasuer, e altro….

Irina Graewe 2nd Hand
Irina Graewe 2nd Hand

I suoi concetti creativi seguono temi quali Bonjour Tristesse, SilverPaperWonderland, 2nd Hand, Copperblues, Africa Meets Neon; Irina ha la capacità di sorprendere, e tenere incollati alla sedia…..

Irina Graewe Copperblues
Irina Graewe Copperblues
Irina Graewe Copperblues

 

Irina Graewe Copperblues
Irina Graewe the ghost

 

Irina Graewe grau gold
Irina Graewe grau gold
Irina Graewe grau gold

irinagraewe.com/

Il profumo delle cose semplici

Complicare è facile, semplificare è difficile.

Per complicare basta aggiungere, tutto quello che si vuole: colori, forme, azioni, decorazioni, personaggi, ambienti pieni di cose.
 Tutti sono capaci di complicare.
Pochi sono capaci di semplificare.
 Piero Angela ha detto un giorno è difficile essere facili.
 Per semplificare bisogna togliere, e per togliere bisogna sapere cosa togliere, come fa lo scultore quando a colpi di scalpello toglie dal masso di pietra tutto quel materiale che c’è in più della scultura che vuole fare.
 Teoricamente ogni masso di pietra può avere al suo interno una scultura bellissima, come si fa a sapere dove ci si deve fermare per togliere, senza rovinare la scultura? 
Togliere invece che aggiungere potrebbe essere la regola anche per la comunicazione visiva a due dimensioni come il disegno e la pittura, a tre come la scultura o l’architettura, a quattro dimensioni come il cinema. 
Togliere invece che aggiungere vuol dire riconoscere l’essenza delle cose e comunicarle nella loro essenzialità. […] 
Eppure la gente quando si trova di fronte a certe espressioni di semplicità o di essenzialità dice inevitabilmente questo lo so fare anch’io, intendendo di non dare valore alle cose semplici perché a quel punto diventano quasi ovvie.
 In realtà quando la gente dice quella frase intende dire che lo può Rifare, altrimenti lo avrebbe già fatto prima. 
La semplificazione è il segno dell’intelligenza, un antico detto cinese dice:
 quello che non si può dire in poche parole non si può dirlo neanche in molte.

Bruno Munari, Verbale scritto, Ed. Il Melangolo, Genova, 1992

Photo Via http://ffffound.com
Photo Via http://ffffound.com

 

Photo Via http://ffffound.com

 

Photo Via http://ffffound.com
Photo Via http://ffffound.com
Photo Via http://ffffound.com
Photo Via http://ffffound.com

 

Photo Via http://ffffound.com
Photo Via http://ffffound.com

 

Photo Via http://ffffound.com

 

Photo Via http://ffffound.com

“Il tempo dei gitani”……..Gipsy caravan

By light location

Poeti gitani

Alieni viaggiatori solitari

narratori di cammini erranti

prigionieri tra le mura amiche

si tuffano nel mare dei pensieri

ladri di emozioni e parole.

Celano tra le vesti colorate

preziosi tesori di altre vite

si specchiano in pallidi monitor

con gli occhi bistrati di teatranti

pronti a recitare nuove parti.

Le dita che si muovono veloci

suonano spartiti di note nere

cercano melodie nel contrasto

musica tzigana che sa d’incanto

profumata d’inchiostro e d’albero.

Nel crescendo delle notti insonni

infiammano falò arancio oro

inebriati da magiche passioni

pronti per il silenzioso applauso

di mille e mille occhi lontani.

(Laura Vicenzi)

 

By light location

…cultura gitana e la loro magica…. mistica…. vita….

 

articolo V magazine Iain Mckell

Gipsy caravan sulla Riviera Francese…. legno e pannelli colorati sono mescolati in questa carovana gitana, originale datata 1930, e splendidamente ristrutturata….

By avignon-et-provence.com

….all’interno tutti i comfort …. in spirito bohémien.

By avignon-et-provence.com

By avignon-et-provence.com

Sono sempre stata affascinata dai tradizionali Gipsy caravan…… in parte dal fascino dello stile di vita errante e dallo spirito di avventura….

By heartfireathome.blogspot.com
By heartfireathome.blogspot.com Eclectic Gipsyland on Flickr Gypsy Caravan
By heartfireathome.blogspot.com Eclectic Gipsyland on Flickr Gypsy Caravan
By heartfireathome.blogspot.com Eclectic Gipsyland on Flickr Gypsy Caravan
By heartfireathome.blogspot.com Eclectic Gipsyland on Flickr Gypsy Caravan

…se vivete in Inghilterra o state organizzando una visita qui, è possibile soggiornare in quella foto sopra al Gypsy Brook Wriggles B & B.

http://talkingtounicorns.blogspot.com

Maggiori dettagli su http://wrigglesbrook.co.uk/index.htm

Infine…c’è una società a Saint Remy de Provence, Les Verdines, che rimette a nuovo carri zingari e li vende.

 http://www.les-verdines.com/

Credits:

http://heartfireathome.blogspot.com/2010/08/re-visiting-old-obsession-gypsy.html

Images from Eclectic Gypsyland on Flickr (some via Jeanne Bayol)

Vi lascio con una canzone del grande Goran Bregovic che sarà in concerto a Roma a Villa Ada giovedì 21 luglio….

Goran Bregovich Ederlezi Il Tempo Dei Gitani

Un Buen ritiro sull’isola di Wight……

Location Eastcliff Summerhouse, Isle of Wight By http://www.lightlocations.com/

Sai cos’è l’isola di Wight

è per noi l’isola di chi

ha negli occhi il blu

della gioventù

di chi canta hippi hippi pi

Al mercato un dì

andai così

per curiosare qui e la

e non sapevo cosa fare

fra divise blu

e giacche lunghe di lamé

ho visto te

miraggio bianco intorno a me

Sai cos’è l’isola di . . .

Senza una valigia io e te

siamo partiti un giovedì

nei nostri occhi c’era un sì

pioggia di farfalle intorno a noi

mi davi la tua gioventù

nessuno mi ha fermato più

Sai cos’è l’isola di …

(Dik Dik)

Questa Summerhouse nell’isola di Wight potrebbe ricordare una tana, un  Buen Retiro per poeti e artisti…..magari sulle orme di Ernest Hemingway….

Location Eastcliff Summerhouse, Isle of Wight By http://www.lightlocations.com/

……….la vista da un lato spazia su uno specchio d’acqua…….dall’altro scivola nei boschi …..

luogo magico per quel girovago scrittore…idealista, rubacuori ……luogo pieno di poesia, di libri …riviste…….

sole e ninfei ….voli d’uccelli …solo i suoni della natura……….

Location Eastcliff Summerhouse, Isle of Wight By http://www.lightlocations.com/

Scena da film:  la poltrona accanto alla scrivania… occhiali da vista sul comodino, la sedia a dondolo….un canocchiale sul bordo della finestra per guardare l’infinito……un luogo intimo ….Il disco dei Dik Dik ancora lì su un vecchio giradischi……..che suona…. Sai cos’è l’isola di Wight……è per noi l’isola di chi…. ha negli occhi il blu della gioventù……..

Location Eastcliff Summerhouse, Isle of Wight By http://www.lightlocations.com/

….. scenario di un luogo fermo, immobile… come in attesa…….fuori dal tempo…….

Location Eastcliff Summerhouse, Isle of Wight By http://www.lightlocations.com/

Credits: Location Eastcliff Summerhouse, Isle of Wight By http://www.lightlocations.com/

Location Eastcliff Summerhouse, Isle of Wight By http://www.lightlocations.com/

L’isola di Wight Dik Dik

Picnic romantico….che passione….

 

BY Matrimonio.it-Wild-Flower

“L’amore è un canovaccio fornito dalla natura e ricamato dall’immaginazione”.

Voltaire

BY litlelovables.blogspot.com

Picnic: piquenique: da “pique” (prendere, rubacchiare) e “nique” (oggetto di poco valore)……estrazione popolare, se vogliamo intellettuale, dove il motivo aggregante era la socializzazione e il gusto del contatto con la natura…..

 

BY housetohome.co.uk

……nel XVII secolo era solito avere un seguito di servitori che imbandivano tavolate all’aria aperta, a seguito di partite di caccia.

 

BY classicbride.blogspot.com

Successivamente, nel XIX secolo, il picnic era considerato più una consumazione di un pasto in allegria e in clima rilassato da effettuarsi su prati, in riva ad un fiume o sulla spiaggia, perdendo il desiderio di aggregazione e assumendo un carattere più intimo e di corteggiamento. Questa è l’immagine che venne immortalata nell’arte pittorica che dal diciottesimo secolo sempre più venne riprodotta, dagli impressionisti, in ambito romantico, come il dipinto “Le déjeuner sur l’herbe” di Edouard Manet.

 

BY littlelovables.blogspot.com

Ai giorni nostri si è sviluppato un movimento culturale che, d’accordo con le istituzioni locali, punta a utilizzare il pic-nic come mezzo per conoscere e vivere le ville e i parchi delle nostre città e  iniziare un percorso di tutela ambientale e rispetto civile.

 

By iwantiwantiwant.com.au

Con questo spirito è nato a Roma Vivi Bistrot, il ristorante nel parco di Villa Doria Pamphili, …. un locale tutto dal tocco femminile; un fienile dell’800 ristrutturato con garbo nel 2008 mantenendone lo spirito originario.

 

Vivi Bistrò Villa Doria Pamphili, Roma

L’ho provato e mi è piaciuto molto…l’atmosfera romantica….il panorama mozzafiato….cibo semplice e genuino………

Vivi Bistrò Villa Doria Pamphili, Roma

Il décor ricorda un casale di campagna provenzale, con legno naturale cestini di vimini, sedie in ferro battuto, grandi specchiere retrò, caminetti, candele profumate e fiori di stagione.

 

Vivi Bistrò Villa Doria Pamphili, Roma

La sua atmosfera si trasforma, durante la giornata, per offrire colazioni, brunch, buffet ecologico, lunch, tea time all’inglese e cene a lume di candela….feste, aperitivi….

Vivi Bistrò Villa Doria Pamphili, Roma

Daniela e Cristina, ideatrici di questa favolosa idea, hanno concepito un luogo magico dove la cultura dell’ospitalità la fa da padrone….per questo non poteva mancare nel mio blog….dedicato all’arredo e al convivio….

 

Vivi Bistrò Villa Doria Pamphili, Roma

Per le vostre colazioni nella natura, picnic nel parco, o semplicemente per una pausa dallo stress della vita cittadina….pensata per chi ama la vita all’aria aperta.

Ma soprattutto, in tema con l’articolo di oggi…. Daniela e Cristina sono delle vere artiste del picnic!

Vivi Bistrò Villa Doria Pamphili, Roma

Il Picnic riflette uno stile di vita che ci piace valorizzare perchè è informale, allegro, aggregante, adatto a tutte le età e a tutte le tasche!

Vivi Bistrò Villa Doria Pamphili, Roma

quindi….organizzare il vostro picnic nel parco di Villa Pamphili diventa semplicissimo!

Basta scegliere uno dei menù disponibili ed l’angoletto preferito nei 180 ettari di prato della villa.

 

Vivi Bistrò Villa Doria Pamphili, Roma

Architetto di Vivi Bistrot: Andrea Magnaghi.

http://www.vivibistrot.com/