Archivi tag: Letizia Maggio

A/dornment, Bloft a Brera

Continua la collaborazione tra A/dornment, Bloft e Gumdesign nell’intento di portare il gioiello contemporaneo oltre i confini del proprio ambito e farlo conoscere a un pubblico sempre più vasto.

In occasione della Milano Design Week 2017, Adornment e Bloft ancora una volta uniscono le forze per sostenere la creatività e il design indipendente.

Ria Lins – Rock me baby

La scelta curatoriale e la selezione degli artisti vede una focalizzazione sul tema dei volumi, concepiti come esplorazione creativa e sfida dello spazio da parte delle forme. Il volume sarà rappresentato nelle sue caratteristiche più diverse, enfatizzando le varie qualità della materia, come la flessibilità, nelle creazioni di Rie Makino che usa il metodo Furoshiki tradizionale nella cultura giapponese, incoraggiando colui che indossa a modificare la forma del gioiello, o la moltiplicazione, caratteristica speciale del lavoro di María Eugenia Muñoz Curbelo, che porta a Milano una versione giocosa e ironica di ciondoli-caleidoscopi colorati, moltiplicando il volume della realtà attraverso uno sguardo sognante.

Tal Efraim – Heart

Si concretizza nel gioco e nel contrasto dei pieni e dei vuoti il rapporto con lo spazio di Susanna Baldacci Tal Efraim, geometrica e impressionistica la prima, concentrata sui toni di colore e di smalti, mentre astratta e cinetica la seconda, impegnata nell’invenzione di un proprio alfabeto di segni.

L’intreccio, sviluppato in diverse dimensioni, sposa la tecnica e lo stile di due artiste molto diverse negli esiti, ma connotate da un approccio comune: Wing-han WONG sfida lo sguardo attraverso l’illusione prospettica dell’intreccio dei fili, creando composizioni geometriche colorate, complesse e delicate, mentre il lavoro di Aviv Kinel si caratterizza attraverso un meticoloso e lento intreccio sviluppato nella sola dimensione piana, riprendendo la tradizione e creando un gioiello etnico e tribale al contempo.

María Eugenia Muñoz Curbelo

Nella sola dimensione piana si sviluppa anche il lavoro di Giulia Savino, che esplora lo spazio concettualmente attraverso la rappresentazione dei luoghi, vissuti e disegnati. Illusione e magnetismo connotano l’originalissimo lavoro di Anne –Sophie Vallée, che gioca attraverso piccoli elementi plastici mettendoli in relazione grazie all’uso di calamite, dando vita a piccole creazioni animalesche e informali.

Geometrie scomposte, importanti e proliferanti sono caratteristiche stilistiche di Izabella Petrut, che combina diverse materie rappresentandole tra la dimensione solida e fluida.

Zeta Tsermou affronta lo spazio in modo puro ed essenziale, disegnando volumi e pensieri nel vuoto, con incisivo tocco grafico.

Zeta Tsermou – Emergence; Izabella Petrut – Here&Now Ring; Ria Lins – Bat; Anne-Sophie Vallée – Pile-up

Totale plasticità e versatilità appartengono invece alle incredibili creazioni di Ria Lins, sapientemente realizzate per adattarsi al movimento del corpo.

Stenia Scarselli e Nicole Schuster disegnano elementi spaziali nella loro evoluzione modulare, in un crescendo Paola Mirai e Letizia Maggio per l’occasione rinnovano e sviluppano alcuni loro caratteristici percorsi di ricerca. Paola associa pietre e minerali alla materia originaria di sua invenzione, Orotrasparente, vestendola di elementi preziosi esterni, Letizia prosegue nella sua ricerca tecnica e stilistica sui metalli sviluppandola e caratterizzandola ulteriormente in una direzione essenziale e verticale, portando a Milano per la prima volta serie di anelli ‘5 nobili verità’.unico di complessità, strutture ed elementi diversi.

Letizia Maggio

 Partecipanti:

A/dornment – Susanna Baldacci, María Eugenia Muñoz Curbelo, Tal Efraim, Aviv Kinel, Ria Lins, Letizia Maggio, Rie Makino, Paola Mirai, Izabella Petrut, Giulia Savino, Stenia Scarselli, Nicole Schuster, Zeta Tsermou, Anne–Sophie Vallée, Wing-han Wong


BLOFT è un progetto concepito e diretto da Gumdesign. Nato nell’aprile 2016 per il Fuorisalone milanese si è poi naturalmente sviluppato con immediate tappe a Riccione (maggio 2016), a Venezia durante la Biennale di Architettura (settembre 2016) e a Vicenza in occasione di VicenzaOro (gennaio 2017) in un nuovo concept espositivo ed imprenditoriale che riunisce in un unico collettore energie e sinergie progettuali e produttive: aziende, artigiani, architetti, designer, curatori determinano insieme la grande forza di un gruppo in continua crescita, pronto ad affrontare le nuove sfide del mercato internazionale.

 


A/dornment @ BLoft

Casa dello Zecchiere

Via del Bollo 3 

5VIE – Milan Design Week

4 – 9 Aprile 2017

 

Gioielli per una Nuova Primavera – Letizia Maggio –

Letizia Maggio – TAG – gioielli in porcellana ph:Valeria Maggio

 

Non so incontrare la Primavera – con distacco –

Sento l’antico desiderio –

Un’Urgenza a un protrarsi, mescolata,

Una Licenza d’esser bella –

Una Competizione nei miei sensi

Con qualcosa, nascosta in Lei –

E quando svanisce, il Rimorso

Di non aver visto di più di Lei –

(Emily Dickinson)


Letizia Maggio – TAG – gioielli in porcellana ph: Valeria Maggio

Parlavo di Letizia Maggio, sola la scorsa settimana, dicendo che il suo materiale d’elezione è la porcellana, e che Letizia vive la sua vita galleggiando, sospesa nell’incertezza. Le sue collezioni non sono altro che l’unico modo per soddisfare il suo bisogno personale di affrontare l’indeterminatezza dell’esistenza.

Trovo molto fashion queste “pastellose” e primaverili collane che portano un po’ di colore in questo grigiume del quotidiano…

Questa collezione si chiama TAG e consiste in piastrine in porcellana di Limoge smaltata con catene in ottone diverse tra loro, alcune delle quali vintage. E’ una collezione che Letizia riproporrà in maggio con montatura rivisitata.

Letizia Maggio –  ‘A scatola chiusa/ Sight unseen ‘ – gioielli in porcellana – gioielli in porcellana ph:Valeria Maggio

La collezione dei cubi e’: ‘A scatola chiusa/ Sight unseen ‘. I cubi hanno lo stesso spirito, l’idea è sempre quella di proporre la porcellana di Limoges in veste ‘fashion’ con questi bellissimi smalti.

E poi la collezione: ‘ so secret‘, cubi che raffigurano elementi della natura e insetti. Il tema della scatola in porcellana racchiude qualcosa di non visto, di segreto…

Letizia Maggio – ‘ so secret’ – gioielli in porcellana ph:Alice Brazzit

 

gioielli contemporanei in porcellana

e-mail / letizia_maggio@virgilio.it facebook / Letizia-Maggio-jewelry

 

 

MOVE ME – Letizia Maggio

MOVE ME – Letizia Maggio

 

MODULI TEMPORALI …

Frazioni di Spazio-Tempo

costituite da forme pure…


MOVE ME – Letizia Maggio

Oggi il tempo da legittimità alla nostra esistenza. Oggi il tempo è la sola vera unità di misura. Oggi il tempo è la sola vera ricchezza dell’umanità…

 

MOVE ME – Letizia Maggio

Collezione ‘MOVE ME’
, Piccoli elementi o moduli ripetuti e assemblati tra loro a significare che ciò che veramente rende preziosi questi gioielli in porcellana e argento è il tempo che è stato dedicato alla loro realizzazione.Il tempo è davvero qualcosa a cui dare valore.

“Vivo la mia vita galleggiando, sospesa nell’incertezza. Le mie collezioni non sono altro che l’unico modo per soddisfare il mio bisogno personale di affrontare l’indeterminatezza della esistenza.

MOVE ME – Letizia Maggio

Il mio materiale d’elezione è la porcellana, tuttavia mi piace sperimentare altri materiali e amo le collaborazioni. Di recente sto lavorando con oro, argento e altri metalli non preziosi, ma tra i progetti futuri c’è quello di lavorare con la fotografia su porcellana.

Nelle mie collezioni cerco di dare una prospettiva nuova al concetto di preziosità. Cosi’ diventa preziosa una collana composta da tanti Moduli, l’insieme dei quali rimanda all’idea del lungo tempo dedicato alla sua creazione, come nella collezione ‘Move Me’ in porcellana e argento.

MOVE ME – Letizia Maggio

Oppure una spilla o un anello resi eleganti dalla presenza di un insetto invece che da una pietra preziosa, come nel caso della collezione ‘So precious’.

O ancora un gioiello che, attraverso un simbolismo fatto di linee che delimitano dei vuoti, racconta storie forti, come nell’ultima collezione in argento e oro giallo Le Cinque nobili verità.” (Letizia Maggio)

“Le Cinque nobili verità” – Letizia Maggio

LETIZIA MAGGIO vive e lavora a Fontanafredda (PN) – Facebook: Letizia Maggio Jewelry letizia_maggio@virgilio.it

photo Alice Brazzit


Letizia Maggio sarà in mostra prossimamente con “le 5 nobili verità” al Fuorisalone 2017 presso BLoft

BLoft
Casa dello Zecchiere
Via del Bollo 3, Milano
evento fuorisalone / distretto 5Vie
04 / 09 aprile 2017

direzione creativa
gumdesign


La mostra avrà luogo alla Casa dello Zecchiere, nel cuore pulsante del Distretto delle 5VIE, posizione strategica nel cuore di Milano a pochi passi da Sant’Ambrogio, il Duomo e la Stazione di Piazza Cordusio. Un crocevia di ateliers, laboratori, botteghe artigiane, showroom, concept stores e spazi creativi che ormai da alcuni anni vede una crescita esponenziale di visitatori durante la settimana del Salone del Mobile, affermandosi e distinguendosi come il distretto della qualità e originalità dell’offerta. Una sezione specifica sarà dedicata ad A/dornment, curata da Ilaria Ruggiero, un progetto curatoriale integrato dedicato al gioiello contemporaneo. Si avvale della professionalità di un network composito proveniente dall’ambito dell’arte contemporanea e del design e intende sviluppare la conoscenza e coscienza del gioiello contemporaneo quale nuovo ambito e disciplina artistica, terreno di ricerca tecnica, estetica e filosofica, sempre più diffuso e ricercato.

 

gioielli contemporanei in porcellana

e-mail / letizia_maggio@virgilio.it facebook / Letizia-Maggio-jewelry