Archivi tag: Ingo Maurer

24 Karat Blau di Ingo Maurer

24 Karat Blau di Ingo Maurer

La lampadina brilla come per magia di una misteriosa luce blu attraverso le molecole della lamina d’oro. Un effetto meraviglioso, semplicemente perché la lamina d’oro assorbe tutti gli altri colori tranne il blu.


24 Karat Blau di Ingo Maurer

Un effetto visivo fuori dal comune! Il paralume di questa lampada ideata nel 2005 da Axel Schmid. È costituito da quattro schermi, trattenuti da steli metallici in filigrana e realizzati in materiale sintetico trasparente nel quale sono state colate lamine d’oro provenienti dal Giappone. Questa costruzione è al tempo stesso estetica e molto funzionale: le qualità di riflessione dell’oro e la disposizione delle lamine permettono un’eccellente diffusione della luce. La luce si riflette sui diversi schermi diffondendola in tutte le direzioni.

24 Karat Blau di Ingo Maurer

Gli schermi in materia sintetica dorata sono dotati di quattro aperture e possono essere montati a crociera con diversi angoli. E per un risultato estetico ancora più stupefacente, il cavo della sospensione si veste di un rosso splendente che sa farsi notare! È anche disponibile nelle versioni lampada da tavolo e piccola sospensione.

24 Karat Blau di Ingo Maurer

I 4 schermi con fogli d’oro possono essere sospesi in diversi angoli e diverse posizioni – Lampadina alogena (fornita): 1 x 60W max E27 – Illuminazione azzurrognola dato che l’oro cattura le onde luminose tranne quelle del blu – Illuminazione dorata riflessa all’interno del paralume – Fornita non montata – Possibilità di associare tra di loro diverse sospensioni per creare un elemento dalle dimensioni desiderate.

24 Karat Blau di Ingo Maurer

AXEL SCHMID 2005

https://www.ingo-maurer.com/en/products/24-karat-blau/

Ingo Maurer – FuoriSalone 2017

 

Per un breve periodo in aprile, l’entrata barocca a Corso Venezia 11 diventerà un hotspot del FuoriSalone 2017. Ingo Maurer e Axel Schmid illumineranno il portale dell’ex Seminario arcivescovile. L’installazione fa parte della Mostra-Evento Interni Material Immaterial, l’ex Seminario di Milano quest’anno è sede dell’Audi City Lab.

Ingo Maurer – FuoriSalone 2017 eclipseellipse

Dopo aver illuminato e tinto di rosso con grande successo Torre Velasca, landmark nello skyline milanese, Ingo Maurer e il suo team sono stati invitati a continuare anche nel 2017 la collaborazione con Interni e Audi City Lab.

Dal 4 al 9 aprile all’Euroluce a Milano la “nuova raccolta”: Glatzkopf, Eclipse Ellipse, Blow Me Up, Ringelpiez Frivoloso e quattro incantevoli nuovi modelli MaMoNouchies a LED.


padiglione 15, A23 fiera di Milano


qui vi lascio una foto di Estúdio Brazil Ingo Maurer… per ricordarvi la poesia di Ingo Maurer…

Estúdio Brazil Ingo Maurer

www.ingo-maurer.com/

 

 

 

Bulb Limited: Ingo Maurer

Bulb Limited: Ingo Maurer

“La più bella luce proviene dal cuore umano”


Bulb Limited: Ingo Maurer

50 anni fa, Ingo Maurer ha creato Bulb, il suo primo design della lampada. Insieme con Ingo Maurer, i membri del suo team di progettazione hanno creato due versioni limitate di Bulb in occasione del suo anniversario. La base è realizzata in ottone, il vetro in cristallo è decorato con un testo. Ingo Maurer ha aggiunto in una delle versioni delle mosche fatte a mano.

Bulb versione antecedente Ingo Maurer

La serie è limitata a soli 12 pezzi. Il testo sul vetro è una citazione in spagnolo: ” La humanidad se divide en dos: Los que Cagan bien y los que Cagan mal. Gabriel Garcia Marquez”. La lampada in versione limitata senza mosche è disponibile in 88 pezzi, con  l’ incisione su vetro: “La più bella luce proviene dal cuore umano.”

INGO MAURER und Team 2016

https://www.ingo-maurer.com/it/

 

ROSSO, VELASCA! Ingo Maurer a Milano 2016

torrevelasca071_1400web
Torre Velasca, Ingo Maurer

 

“La Torre si propone di riassumere culturalmente e senza ricalcare il linguaggio di nessuno

dei suoi edifici, l’atmosfera della città di Milano, l’ineffabile eppure percepibile caratteristica…“

(Ernesto Nathan Rogers)

 


 

Presumibile che la grande protagonista finirà per essere l’installazione luminosa di Ingo Maurer che renderà rosa la Torre Velasca, sede di Untaggable Future.

 

All’interno della struttura, nell’ambito di “Audi City Lab“, andranno in scena quattro percorsi tematici dal titolo “Untaggable Future”: People, Cities, Energy e Lights.

Ingo Maurer ha affrontato la sfida di illuminare uno dei grattacieli più originali, la Torre Velasca di Milano. Nell’ambito di Open Borders, organizzato dalla rivista Interni durante il Salone del Mobile, Ingo Maurer dipingerà l’edificio con la luce: la parte inferiore e la copertura della torre assumeranno un colore rosso brillante, come fossero delle braci, contrassegnando questa straordinaria architettura come hotspot temporaneo e sito di Audi City Lab.

La parte centrale resterà scura, ma alcune finestre saranno illuminate a caso. Quattro anelli bianchi si muoveranno sulla parte inferiore dell’edificio formando il logo della Casa automobilistica per qualche secondo di tanto in tanto.

Immagini: rendering di Axel Schmid. Progetto: Ingo Maurer e Axel Schmid con CastagnaRavelli

Realizzazione: Audi

A Milano quest’anno troveremo Ingo Maurer nella chiesa sconsacrata San Paolo Converso in Piazza Sant’Eufemia 3. Party di inaugurazione martedì, 12 aprile dalle ore 19 alle 22. La mostra sarà aperta da mercoledì 13 aprile a sabato, 16 aprile dalle ore 10 alle 21. Orario d’apertura domenica 17 aprile: dalle ore 11 alle 19.

 

https://www.ingo-maurer.com/it/

Bibibibi – Ingo Maurer

Bibibibi - Ingo Maurer
Bibibibi – Ingo Maurer- (sullo sfondo opera di Alessandro Bulgini: Amaranta)

 

« Ma siamo tutti come Vil Coyote

Che ci ficchiamo sempre nei guai

Ci può cadere il mondo addosso, finire sotto un masso

Ma noi non ci arrenderemo mai. »

Vil coyote di Eugenio Finardi

 


 

Inizialmente Ingo Maurer ha creato Bibibibi come regalo di matrimonio per una coppia amica. Le gambe, trovate da Woolworth, erano di una cicogna. Le cicogne però erano esaurite, rimaste erano solo un paio di gambe senza corpo. La commessa non voleva vendere il prodotto incompleto. Visto il grande successo della nuova lampada da tavolo, Ingo Maurer in seguito ha fatto produrre una serie limitata e numerata, prima che Bibibibi entrasse definitivamente nella collezione. Ormai è in produzione da oltre 30 anni.

Il piatto bianco in porcellana riflette la luce senza abbagliare e può anche servire per appoggiare oggetti piccoli, ma importanti.

Bibibibi - Ingo Maurer-
Bibibibi – Ingo Maurer-

Più di un semplice apparecchio, dunque, Bibibibi è una vera e propria scultura! Progettata nel 1982, questa lampada da tavolo è un divertimento volatile. Situato direttamente sulle gambe, un riflettore orientabile in metallo nero è sormontato da una piuma che aggiunge alla composizione un tocco umoristico e poetico.

Finalmente dopo il trasloco ho recuperato la mia Bibibibi ed ora è di nuovo funzionante!!!..

Bibibibi - Ingo Maurer- (sullo sfondo opera di Alessandro Bulgini: Amaranta)
Bibibibi – Ingo Maurer- (sullo sfondo opera di Alessandro Bulgini: Amaranta)

Chi non ricorda Road Runner; molti pensano si tratti di uno struzzo, tanto che nei vecchi doppiaggi italiani veniva chiamato Bip-Bip lo struzzo corridore, in realtà si tratta di un uccello dei deserti americani il cui nome scientifico è Geococcyx  californianus, chiamato volgarmente Roadrunner (corridore della strada).

Il Road Runner è l’eterna preda agognata da Wile E. Coyote. Le sfide fra i due protagonisti si risolvono sempre a favore del velocissimo e astuto pennuto. Le modalità di espressione dei due personaggi sono estremamente semplici: il Road Runner emette solo il suono “bii-bip”, mentre il coyote si esprime con cartelli estemporanei.

Bibibibi - Ingo Maurer-
Bibibibi – Ingo Maurer-

Questa lampada di Ingo Maurer ricorda questo geniale personaggio e indirettamente il suo antagonista…come nella canzone di Finardi,  potrà anche “caderci il mondo addosso ma noi non ci arrenderemo MAI”!!!

 

https://www.ingo-maurer.com/