Archivi tag: India Mahdavi

Objet Nomades – Louis Vuitton

Objet Nomades – Louis Vuitton

La famiglia degli Objet Nomades di Louis Vuitton si allarga e accoglie dieci nuovi oggetti svelati in occasione del Fuorisalone a Milano.

Objet Nomades – Louis Vuitton fratelli Campana

Una collezione in progress ispirata al tema del viaggio, ideata nel 2011, che testimonia lo spirito d’avventura della maison francese. Quest’anno a dare il loro contributo al progetto sono India Mahdavi e Tokujin Yoshioka.

Objet Nomades – Louis Vuitton India Mahdavi

I due designer si aggiungono al corposo elenco di collaboratori: Atelier Oï, Maarten Baas, Barber and Osgerby, Fratelli Campana, Damien Langlois-Meurinne, Nendo, Gwenaël Nicolas, Raw Edges, Patricia Urquiola, Marcel Wanders, India Mahdavi e Tokujin Yoshioka.

Objet Nomades – Louis Vuitton

Ogni progettista è stato chiamato a interpretare l’idea di viaggio secondo il suo punto di vista, rappresentando una serie di valori condivisi: l’amore per la bellezza di materiali raffinati, l’equilibrio nelle forme e nelle proporzioni, la complessa e meticolosa artigianalità, e infine l’accurata attenzione per i dettagli.

Objet Nomades – Louis Vuitton Atelier Oï

La collezione, che oggi conta 25 Objets Nomades, dà il benvenuto, tra gli altri, al divano dei fratelli Campana, ispirato alle nuvole e alla conchiglia dipinta da Botticelli; la seduta di Atelier Oï, contrassegnata da cinghie in pelle che ricordano quelle tradizionalmente usate per le tracolle delle borse Louis Vuitton; la moderna e preziosa sedia a dondolo di Marcel Wanders; il tavolo di India Mahdavi ispirato ai talismani della cultura nomade, con il suo eccezionale intarsio.

Objet Nomades – Louis Vuitton Tokujin Yoshioka

www.louisvuitton.com/

Landscape – India Mahdavi

Landscape - India Mahdavi
Landscape – India Mahdavi

colori e magia …

 


Landscape - India Mahdavi
Landscape – India Mahdavi

Questo lavoro dell’architetto e designer India Mahdavi è ispirato alle piastrelle Iznik appartenenti alla tradizione ottomana del sedicesimo secolo. A colpire, come in tutti i suoi progetti, è il colore.  La serie Landscape, di tavoli e vasi in edizione limitata, è nata su commissione della Carwan Gallery, galleria di Beirut fondata nel 2010 dagli architetti Pascale Wakim e Nicolas Bellavance-Lecompte.  La trama pixellata dei tavoli ricompone un paesaggio astratto con l’intenzione di portare all’interno quello che si vive all’esterno. Il metallo, uno dei materiali preferiti della designer, riveste all’interno anche una delle tre serie dei vasi.

Landscape - India Mahdavi
Landscape – India Mahdavi

La ricerca per sviluppare questi pezzi unici lavorati poi artigianalmente in Francia si è svolta in collaborazione con la Fondazione Iznik che, nelle sue officine a Bursa, antico quartiere di Istanbul, dal 1993 supporta la tradizione della lavorazione della maiolica secondo le “ricette” del passato sviluppando raffinate creazioni, anche per le più famose moschee nel mondo.

Landscape - India Mahdavi
Landscape – India Mahdavi

Il lavoro si è svolto fra Beirut, dove è nata l’idea, Istanbul, dove è stata sviluppata, e Parigi, dove è stata realizzata.

http://iznik.nl/designers/india-mahdavi/

 

PARROT- PETITE FRITURE

PARROT- PETITE FRITURE - India Mahdavi
PARROT- PETITE FRITURE – India Mahdavi

L’eleganza sofisticata di India Mahdavi segna Parrot, serie di tavoli, in due misure e più combinazioni di colori. Il grafismo del piano in acciaio smaltato si coniuga con il dinamismo delle gambe che ironicamente rimandano alle zampe di un pappagallo.

PARROT- PETITE FRITURE - India Mahdavi
PARROT- PETITE FRITURE – India Mahdavi

I tavoli sono progettati per interni privati ma anche per spazi pubblici, possono essere combinati in modi diversi e possono essere usati all’aperto. Il progetto cerca un equilibrio tra colori e materiali con forme geometriche che lavorano insieme, unite a una gamba color corallo scuro.

PARROT- PETITE FRITURE - India Mahdavi
PARROT- PETITE FRITURE – India Mahdavi

http://www.petitefriture.com/