Archivi tag: Home

Cabane…”una stanza nel giardino”….

 

La Cabane Flottante Design By Luisa Limido e Lucia Zorzetto Clerici

Le cabane…uno spazio di pochi metri quadri, appoggiata a terra o sopraelevata…per immergersi nella natura…rimanda ai ricordi e ai giochi dell’infanzia, alle fiabe e ai sogni….

Architetture che si rifanno, come destinazioni d’uso, alle antiche fabriques dei giardini storici, soddisfando le esigenze dei nostri tempi….

 

La Cabane Flottante Design By Luisa Limido e Lucia Zorzetto Clerici

Una mini architettura…..una serie di valori ancestrali e di esigenze contemporanee: La cabane è un nido, un rifugio che permette di allontanarsi dal mondo, dove ritrovare silenzio, tranquillità dedicandosi alla lettura, alla riflessione alla contemplazione…

 

La Cabane Suspendue Design By Luisa Limido e Lucia Zorzetto Clerici

…di poter godere di spettacoli naturali suggestivi….

 

La Cabane Suspendue Design By Luisa Limido e Lucia Zorzetto Clerici

Infatti i tagli delle finestre sulle quattro pareti rispondo alla volontà di fusione con l’esterno. La cabane è una “machine ° réver”, che può essere posizionata in un bosco, su un prato verde, su una spiaggia o in un piccolo giardino…per poter proiettare lo sguardo oltre l’orizzonte…..un luogo molto romantico….

 

La Cabane Suspendue Design By Luisa Limido e Lucia Zorzetto Clerici

 

La Cabane Suspendue Design By Luisa Limido e Lucia Zorzetto Clerici

 

La Cabane Suspendue Design By Luisa Limido e Lucia Zorzetto Clerici

Per cui, ecco che può diventare una dépandance dell’abitazione, come camera degli ospiti, o da zona relax, un “cabinet de lecture”, o per la musica, o una cabina lussuosa affacciata sulla piscina, sul mare, sul lago….una serra un piccolo atelier dove potersi dedicare ai propri hobbies e passioni….

 

La Cabane Terrasse Design By Luisa Limido e Lucia Zorzetto Clerici

Un accessorio mobile e temporaneo personalizzata e facile da montare….

Design by  archh. Luisa Limido e Lucia Zorzetto Clerici

http://www.cabanestudio.it/

La Cabane Terrasse Design By Luisa Limido e Lucia Zorzetto Clerici

 

Grimm…”e il poetico cesto”….

Grimm Giorgia Brusemini - Bysteel-

“Ispirato alla famosa favola, nasce il poetico vaso-cesto:”…e all’improvviso, quando Cappuccetto Rosso decise di lasciare la strada ed entrare nel bosco, il suo cestino pieno di doni per la nonna cominciò ad ingrandirsi a dismisura. Diventò talmente grande che non si riusciva più a tenerlo sotto il braccio.”[…] Giorgia Brusemini designer.

 

Grimm Giorgia Brusemini - Bysteel -

Grimm Fioriera traforata in alluminio verniciato in bianco opaco.
Anno 2010
 Materiale alluminio smaltato bianco opaco 
Azienda BYSTEEL.

www.bysteel.it/

http://www.giorgiabrusemini.com/

Grimm Giorgia Brusemini -Bysteel -

Balaù

Balaù Designer Giorgia Brusemini 2010 Bysteel

Bellissima questa fioriera traforata luminosa in alluminio verniciato in bianco opaco. Designer Giorgia Brusemini 2010.

Bysteel nasce dalla passione per materiali e linee intramontabili: unisce l’expertise nella lavorazione di fogli di alluminio e metallo e la volontà di offrire un prodotto finito, col progetto di design eclettico del direttore artistico Stefano Pirovano.

È un progetto d’arredo outdoor aperto anche agli interni, in cui i metalli, pesanti e immutabili a prima vista, sono tagliati e piegati in oggetti, con nuance naturali o in total white, dalle forme leggerissime che imitano e si trasformano con la natura.

 

Balaù Designer Giorgia Brusemini 2010 Bysteel

Bysteel ha voluto sviluppare il controllo totale sul ciclo di lavorazione, ottimizzando i tagli, privilegiando la sostenibilità dei progetti, recuperando gli sfridi e rimanendo un vero e proprio opificio, dove ogni fase della produzione è mantenuta con fierezza al proprio interno. Ogni prodotto è curato da oltre cinquanta professionisti che ne seguono ogni fase, dall’ideazione all’ultima finitura. Le lamiere vengono tagliate e piegate nel massimo rispetto per l’ambiente, limitando e recuperando gli scarti, tutti completamente riciclabili.

www.bysteel.it

Balaù Designer Giorgia Brusemini 2010 Bysteel

 

Glamping…… Glamorous Camping

By www.kelleymoorecreativemedia.blogspot.com/

Contemplare il cielo, il sole, la luna, le stelle….abbandonarsi a contatto con una natura incontaminata….”sfogliare i petali di una rosa o mettersi a guardare i cigni che galleggiano tranquilli lungo il fiume” in assoluta libertà, come diceva Virginia Woolf……

By www.kelleymoorecreativemedia.blogspot.com/

…in un’atmosfera di relax e tranquillità o semplicemente a spasso per i campi e sognare….si può fare con il Glamping…campeggio glamour, un nuovo modo di fare campeggio …che unisce lo spirito nomade al romanticismo e al lusso…

 

By www.kelleymoorecreativemedia.blogspot.com/

…un rifugio…un campeggio….nel cortile di casa….stupenda idea….Nel sito di kelley moore for the love of design trovate bellissime immagini di una soluzione in giardino….ci sono anche le indicazioni degli arredi utilizzati…  (www.kelleymoorecreativemedia.blogspot.com/)

 

By www.queimada-agency.com/

….I popoli nomadi, offrono una favolosa risposta alle inquietudini e ai problemi del nostro tempo: l’esempio di un’esistenza fondata in armonia con la natura……..

 

By Styleswoon.com

…ecco quindi che nasce questa nuova tendenza del momento: il GLAMPING. Arriva dall’America una tendenza ormai in voga dal 2007, ma in Italia ancora poco conosciuta.

By Styleswoon.com

I Glamping mettono d’accordo tutti: si dorme su letti King Size, si cammina scalzi su tappeti persiani e si vive in uno spazio anche di 50 mq, arredato con comodini, armadi e frigo-bar; altra comodità è la presenza del bagno privato. Per servizi di questo livello chiaramente i prezzi non sono poi così bassi, variando dai 50 ai 150 euro a notte, per coloro che non vogliono rinunciare nemmeno al servizio in camera!

By blackcanyonwildliferanch.com

In Sud Africa, Kenya, Madagascar, Indonesia, Australia il trend è quello di interagire con i grandi spazi della natura, seguendo un’ottica eco-glamour, utilizzando un’architettura leggera e integrata con l’ambiente (bio-architettura)…. si possono comunque scegliere mete europee che già dispongono di numerose strutture che seguono il filone di questa tendenza, tra cui il Portogallo, la Spagna e la Francia.

 

By blackcanyonwildliferanch.com

(www.queimada-agency.com/)

http://www.tricoiredesign.com/

http://www.styleswoon.com/

By ecoo.it

SOLELUNA

C’è SOLELUNA dentro di me, c’è l’acqua e c’è il fuoco, c’è notte, giorno, terra e mare, c’è troppo e c’è poco c’è SOLELUNA dentro di me, c’è l’acqua e c’è il fuoco c’è notte, giorno, terra e mare, c’è troppo e c’è poco certe sere amico mio mi viene in mente come certe sere prima di dormire io ripenso a quanto è complicato il cuore e dico lo sa solo DIO come è difficile andare fino in fondo nelle scelte che si fanno come è difficile restare al mondo vivere coerentemente vivere in mezzo alla gente scegliere quello che è buono distribuire agli amici il perdono (….)

E sono albero e poi sasso sono un gabbiano che diventa cielo e sono pioggia e lampadina e sono un asino che prende il volo e sono un pesce che diventa cane sono un cavallo che diventa sedia una matita che disegna case e queste case che diventan pane e questo pane che diventa vino e sono un vecchio che torna bambino c’è SOLELUNA dentro di me c’è l’acqua e c’è il fuoco c’è notte, giorno, terra e mare, c’è troppo e c’è poco c’è SOLELUNA dentro di me c’è SOLELUNA dentro di me c’è SOLELUNA dentro di me c’è l’acqua e c’è il fuoco c’è troppo e c’è poco dentro di me.

(Lorenzo Jovanotti)

Soleluna – Jovanotti –

 

Tapas…una filosofia di vita…

centro tavola di Nocchi di Roma

“Il libro delle Tapas” un volume che in Spagna va per la maggiore scritto da una casalinga. L’autrice si chiama Ines Ortega….
Il libro, un bel volume tradotto in italiano, curato in ogni particolare e con tante belle immagini a colori di tapas, presenta ben 1080 ricette. Chiaramente alcuni spunti li ho presi da questo favoloso libro…per organizzare la mia cena spagnola…..questo bel libro c’insegna che anche mangiando le specialità culinarie di un posto la nostra cultura si arricchisce.
Ma, per chi è a digiuno delle abitudini iberiche, riprendendo le parole della Ortega, spieghiamo che col nome tapas si definiscono quei piccoli piatti composti prevalentemente da prodotti vegetali e fritti che vengono consumati nei bar e in altri locali di ritrovo accompagnandoli con del vino “tinto” o del “blanco”.

 

cena spagnola

Credo che il clima, il sole, il vino e il carattere degli spagnoli concorrano tutti ad elevare il rituale delle tapas ad un momento di pur felicità, una piacevole parentesi all’insegna del relax e della socializzazione, in cui stare in buona compagnia e ritrovarsi con gli amici….un modo di mangiare conviviale

Detto questo vi lascio le immagini della mia cena e per oggi le indicazioni per fare un ottimo Tinto de verano, Vino Rosso dell’Estate…..

nei prossimi giorni vi inserirò le altre ricette della cena che comprendeva:

mandorle fritte; olive; tapas con serrano; polpo alla gallega e baccalà in salsa aiolì (che trovate già nel mio blog); pomodorini ciliegina con riso; panelle (anche se sono siciliane, ci stanno benissimo…); peperoncini fritti (friggitelli); insalata di granchio e peperoni; orzo perlato con pesto di rucola e ricotta; riso pilaf con melanzane e aneto (preso dalla cucina italiana numero di giugno 2011); ricottine di pecora servite con miele e nocciole e/o neonata; ciliegie; torte di visciole e ricotta dell’antico forno il Boccione di Portico di Ottavia a Roma…una vera delizia….e il mitico salame di cioccolata della mia amica Fabienne….unico nel suo genere…praticamente un semifreddo…

appuntamento ai prossimi giorni per le varie ricette….

Buona domenica…con un bicchire di vino tinto….

 

vino tinto de verano

Vino tinto de verano

Riempire per metà un bicchiere alto di vino rosso di medio corpo, per l’altra metà Schweppes lemon e un goccio di martini rosso, ghiaccio e una fetta di limone…. bevanda estiva tipica dell’Andalusia, che può essere bevuta sia come aperitivo che durante la giornata, fresca, leggera….ma non fatevi ingannare …potrebbe tradirvi….

Paco de Lucia – Entre dos aguas (1976)

 

 

EASYCREAM la nuova linea per gelati su stecco.

 

Chocostick easycream Silikomart

I nuovi stampi della linea EasyCream di Silikomart si presentano al pubblico dei consumatori come una vera e propria rivoluzione: arriva il nuovo stampo in silicone alimentare al 100% per realizzare il gelato su stecco in casa.

Una linea innovativa che offre agli appassionati la possibilità di farsi il gelato in casa già porzionato perché su stecco, personalizzabile con gusti e glassature diverse: l’ideale per i bambini.

 

Classic easycream Silikomart

Il gelato creato con gli stampi EasyCream può essere realizzato e messo in freezer con grande facilità: si può pertanto programmare la produzione, realizzare il prodotto con lo stampo in silicone EasyCream riempiendo le cavità dello stampo con il gelato fatto in casa o con la macchina del gelato. Dopo averlo messo in freezer e una volta sformato lo si può decorare e glassare a piacere con coperture multigusto, decorazioni, e tutto quello che la creatività suggerisce per offrire una merenda nuova divertente o un dessert originale per gli amici.

Heart-ic easycream Silikomart

I prodotti EasyCream sono venduti in un set composto da 2 stampi da 2 cavità ciascuna, da 50 stecchi in legno alimentare e un ricettario con sei gustose ricette per realizzare i gelati senza la  macchina per gelato.

Grazie a EasyCream di Silikomart si può realizzare un gelato su stecco dall’artigianale morbidezza e naturalità con i vantaggi di un prodotto sicuro e fatto con prodotti naturali.

pack Heart-ic

La linea EasyCream propone Heart-ic a forma di cuore, Chocostick a forma di tavoletta di cioccolato e nella versione Classic del gelato su stecco.

Ed ora trovate anche “BioChoc Delizia” il preparato biologico che vi permetterà di realizzare, senza macchina del gelato, 12 gelati genuini al gusto di cioccolato, privi di conservanti e additivi chimici. (Guardate l’offerta fino al 30 giugno fino ad esaurimento scorte direttamente sul sito della Silikomart).

https://www.silikomart.net/

Un ringraziamento per foto e testi alla dott.ssa Silvia Rasi.