Archivi tag: Home

IDAA e DITA: outdoor e indoor

IDAA sospensione Paolo Gabellini e Stefano Pirovano

La lampada Idaa, nella versione da sospensione, ha il cappello traforato che permette alla luce di filtrare realizzando dei giochi di luce e ombra suggestivi.

Molto bella questa idea di sospenderla in giardino….

La versione piantana ha la base e cappello di acciaio inox bianco opaco. E’ alta 187 cm e il cappello misura Ø 75 cm. La versione a sospensione è disponibile in due dimensioni (Ø 75 oppure 100 cm).

 

Idaa opaco Paolo Gabellini e Stefano Pirovano

Le lampade, ideate per l’outdoor, da mettere in giardino o sul terrazzo – ma che si adattano perfettamente a tutti gli ambienti di casa – sono un segnale di benvenuto per la grazia con la quale si inseriscono nell’ambiente che le ospita. Come opere scultoree, attraggono l’attenzione per la loro eleganza e originalità.

Ida sospensione Paolo Gabellini e Stafano Pirovano

Tutti i complementi BYSTEEL si caratterizzano per la medesima lavorazione dei materiali utilizzati: l’acciaio e l’alluminio. La lamiera viene tagliata, piegata e prende vita nella forma ideata dal designer. Leggerezza nelle forme, artigianalità del prodotto, controllo totale del ciclo di produzione, insieme all’attenzione alla sostenibilità ambientale, sono questi i principi su cui si fonda BYSTEEL.

Idaa sospensione Paolo Gabellini e Stefano Pirovano

DITA

Poltroncine indoor e outdoor, riprendono il decoro traforato in alluminio bianco, le sedute sono in ecopelle bianca.

www.bysteel.it/

DITA Stefano Pirovano Bysteel

 

 

PALLET: outdoor-indoor

Pallet Piero Lissoni per Bonacina

Molto elegante questa collezione presentata al Salone del Mobile di Milano 2011….

Pallet è la prima collezione di divani outdoor / indoor disegnata da Piero Lissoni per Pierantonio Bonacina. La serie Pallet trae ispirazione dalla forma e funzionalità di un oggetto quotidiano di uso industriale. La bellezza materica della scocca a doghe di legno rimane il filo conduttore del progetto: naturalità ed ecosostenibilità. La generosità degli elementi imbottiti costituisce un elemento di grande novità per le sedute da esterno.

Sistema di sedute modulari.
La collezione, proposta in due differenti profondità, comprende:
– divani 2 e 3 posti;
– elementi 2 posti con bracciolo sinistro o destro;
– elemento 2 posti centrale senza bracciolo;
– pouf 2 posti;
– panca.

Pallet Piero Lissoni per Bonacina

Struttura in multistrato marino impiallacciato in Iroko naturale finitura grezza.
Piedini in materiale plastico.
Cuscini sedile e schienale imbottiti in:
– poliuretano a quote differenziate e Fiberfill; rivestimento in fibre ovattate accoppiate, tela sintetica e tela cotone 100% (versione indoor);
– poliuretano filtrante (Filtren) e Fiberfill con fibra siliconata; rivestimento in fibre ovattate accoppiate, tela sintetica e tela cotone 100% (versione outdoor).

Rivestimento cuscini sedile e schienale in tessuto.
Cuscino opzionale con interno:
– in misto piuma (versione indoor);
– in fiocco di fibra poliestere cava (versione outdoor).
Rivestimento sfoderabile.

Si può unire al tavolino Pallet sempre di Piero Lissoni: Struttura in legno massello di larice, trattato finitura grezza.
Piedini in materiale plastico.

www.pierantoniobonacina.it/

Pallet Piero Lissoni per Bonacina

“Viva i romantici”

Credo di essere in una fase di romanticismo pieno….avete presente i poeti romantici inglesi…. la cui caratteristica era la teorizzazione dell’assoluto, l’infinito immanente alla realtà che provoca nell’uomo una struggente tensione verso l’immenso?…..

e…..l‘infinito… che genera nell’uomo un senso di terrore e impotenza che non sono, di certo, recepiti in modo violento, tali da deprimere il soggetto,  al contrario l’incapacità e la paralisi nei confronti dell’assoluto si traduce in un piacere indistinto, dove ciò che è orrido, spaventevole e incontrollabile diventa bello….


…e il desiderio del desiderio o male del desiderio. È la diretta conseguenza di quanto sperimenta l’uomo nei confronti dell’assoluto, un senso di continua inquietudine e struggente tensione, un sentimento che affligge il soggetto e lo spinge ad oltrepassare i limiti della realtà terrena, opprimente e soffocante, per rifugiarsi nell’interiorità o in una dimensione che supera lo spazio-tempo….

By Matrimonio.it

infine la consapevolezza della finzione delle cose che circondano l’uomo e che egli stesso crea si traduce nell’ironia, per cui l’uomo prende coscienza della sua stessa limitatezza…..

si mi ci ritrovo pienamente…in modo assoluto……

Carmen Salazar Photography

Ogni angolatura, scapigliatura, clausura, paura è analizzata in un modo talmente vario da rasentare la preoccupazione.

D’altra parte le crisi sono fatte così……un nuovo romanticismo, a mio avviso, sta pervadendo il mondo, orientando il gusto verso le storie piccole…….  voli di fantasia…..sapore malinconico e amaro…

un romanticismo onnicomprensivo e compulso.…..ancora contaminato di spasmi nevrotici, ossessioni e sensi di colpa

(In parte Tratto da Wikipedia);  http://www.film.it/articolo/i-nuovi-romantici

Di Princess 83

Vi lascio una selezioni di Immagini catturate dal web…….Romanticismo e semplicità sono le parole d’ordine…….insieme ad una bella canzone dei Modà del loro ultimo album: Viva i Romantici da cui ho tratto il titolo di questo articolo….

VITTIMA Modà

 

 

Il design tricolore

150Y Italian Beauty è l’evento che l’Arch. Roberto Semprini ha organizzato in collaborazione con note aziende del settore, in occasione del Fuori Salone del Mobile di Milano 2011, in Via Montenapoleone.

I 150 anni dell’Unita d’Italia diventano l’occasione per celebrare la bellezza del design Italiano;

non è stato solo design, ma una rapida lettura sulle eccellenze del Made in Italy; dall’arte alla moda agli oggetti della quotidianità….tanto per citarne alcune L’Inglesina in edizione limitata, outdoor di Dolcefarniente, lampade di Verde Profilo….


filo conduttore dell’allestimento diventa l’interpretazione dei colori della bandiera italiana: la Sala al Piano terra interpretava il verde, il colore della natura che simboleggia la crescita, l’armonia, la freschezza e la fertilità.
Nell’altra sala il bianco, il colore che contiene tutti gli altri e che rappresenta un nuovo inizio.
Nela Sala Montenapoleone il rosso, il colore dell’eros, della passione, del fuoco, dell’energia.

 

 

MARCEL…”un parapetto su un oceano immaginario”…

 

Marcel salone milano 2011

Dedicato a Marcel Junot, famoso navigatore francese, Marcel è un progetto di divano componibile interamente realizzato in acciaio che evoca un parapetto su un oceano immaginario, un balcone dove stare comodamente appoggiati a scrutare l’orizzonte, come un’accogliente barriera e, al contempo, cornice sull’esterno.

Marcel By Chiaramonte/Marin -Emu-

Il divano Marcel è composto da elementi modulari da cm 90x cm90. Il basamento comune ai moduli angolari e a quelli centrali è realizzato in tubo di acciaio e il piano su cui poggia il cuscino della seduta è in lamiera stampata.

 

Marcel By Chiaramonte/Marin -Emu-

Gli schienali del modulo angolare e di quello centrale sono avvitati al basamento tramite sostegni laterali di acciaio tagliato al laser e collegati tra loro da tubi in acciaio di vari diametri e conificati alle estremità. I singoli elementi sono uniti tra loro attraverso il fissaggio degli schienali e di un giunto di collegamento  sul basamento. I cuscini della seduta e degli schienali sono realizzati nei nuovi tessuti Soft Ware.

Marcel By Chiaramonte/Marin -Emu-

Sempre frutto del sodalizio Emu e Chiaramonte-Marin, Marcel è stato presentato al Salone del Mobile 2011.

Art. 680 Base/Tavolo Marcel

Dimensioni: L90 x P90 x H23

Art. 680 + 681 Base + Schienale lineare Marcel

Dimensioni: L 91 x P 90 x H 83

Art. 680 + 682 Base + Schienale curvo Marcel

Dimensioni: L 91 x P 91 x H 83

Colori disponibili: bianco raggrinzato

Sito: www.emu.it/

 

Marcel By Chiaramonte/Marin -Emu-

CLOVER – Trifoglio –

Clover Bysteel design Miriam Mirri

Per fare un prato

Per fare un prato occorrono un trifoglio
ed un’ape

Un trifoglio ed un ape e il sogno.
Ma il sogno può bastare
Se le api sono poche

(Emily Dickinson)

….. il sogno e la fantasia ci aiutano a sopravvivere ed ad andare avanti quando la realtà non è come vorremmo..

queste lampade si ispirano a delle lanterne…delle lanterne magiche….moderne….

Dall’evidente matrice botanica, questo sistema per l’illuminazione da esterni, ideato da Miriam Mirri, prende il nome dal trifoglio. Sono tre le versioni di Clover: da tavolo, con la sfera più piccola (Ø cm. 30), da sospensione, con la sfera media (Ø cm.50) e da appoggio/terra con la sfera grande (Ø cm. 65).

 

Clover Bysteel design Miriam Mirri

Il paralume di Clover nasce dal taglio e dalla piegatura del foglio di alluminio, disegnato in modo tale che lo scarto di materiale e il percorso del laser siano ridotti al minimo. La luce, racchiusa dalla forma, si propaga all’esterno attraverso gli spiragli della sua superficie.

 

Clover Bysteel design Miriam Mirri

La versione con il paralume più grande appoggia direttamente a terra senza necessità di supporti e, se orientata verso l’alto, offre un valido piano di appoggio.

 

Clover Bysteel design Miriam Mirri

La corolla si chiude con un piano trasparente che lascia scorgere all’interno l’accurata lavorazione del materiale ed è disponibile nelle varianti cromatiche quali ambra, ametista o acquamarina. Il corpo esterno è realizzato in alluminio verniciato in bianco opaco.

CLOVER | design Miriam Mirri

Ringrazio l’Ufficio Stampa www.comu-nico.it –  sito: www.bysteel.it

 

Landscape -Clover Bysteel design Miriam Mirri-