Archivi tag: gioiello contemporaneo

MOVE ME – Letizia Maggio

MOVE ME – Letizia Maggio

 

MODULI TEMPORALI …

Frazioni di Spazio-Tempo

costituite da forme pure…


MOVE ME – Letizia Maggio

Oggi il tempo da legittimità alla nostra esistenza. Oggi il tempo è la sola vera unità di misura. Oggi il tempo è la sola vera ricchezza dell’umanità…

 

MOVE ME – Letizia Maggio

Collezione ‘MOVE ME’
, Piccoli elementi o moduli ripetuti e assemblati tra loro a significare che ciò che veramente rende preziosi questi gioielli in porcellana e argento è il tempo che è stato dedicato alla loro realizzazione.Il tempo è davvero qualcosa a cui dare valore.

“Vivo la mia vita galleggiando, sospesa nell’incertezza. Le mie collezioni non sono altro che l’unico modo per soddisfare il mio bisogno personale di affrontare l’indeterminatezza della esistenza.

MOVE ME – Letizia Maggio

Il mio materiale d’elezione è la porcellana, tuttavia mi piace sperimentare altri materiali e amo le collaborazioni. Di recente sto lavorando con oro, argento e altri metalli non preziosi, ma tra i progetti futuri c’è quello di lavorare con la fotografia su porcellana.

Nelle mie collezioni cerco di dare una prospettiva nuova al concetto di preziosità. Cosi’ diventa preziosa una collana composta da tanti Moduli, l’insieme dei quali rimanda all’idea del lungo tempo dedicato alla sua creazione, come nella collezione ‘Move Me’ in porcellana e argento.

MOVE ME – Letizia Maggio

Oppure una spilla o un anello resi eleganti dalla presenza di un insetto invece che da una pietra preziosa, come nel caso della collezione ‘So precious’.

O ancora un gioiello che, attraverso un simbolismo fatto di linee che delimitano dei vuoti, racconta storie forti, come nell’ultima collezione in argento e oro giallo Le Cinque nobili verità.” (Letizia Maggio)

“Le Cinque nobili verità” – Letizia Maggio

LETIZIA MAGGIO vive e lavora a Fontanafredda (PN) – Facebook: Letizia Maggio Jewelry letizia_maggio@virgilio.it

photo Alice Brazzit


Letizia Maggio sarà in mostra prossimamente con “le 5 nobili verità” al Fuorisalone 2017 presso BLoft

BLoft
Casa dello Zecchiere
Via del Bollo 3, Milano
evento fuorisalone / distretto 5Vie
04 / 09 aprile 2017

direzione creativa
gumdesign


La mostra avrà luogo alla Casa dello Zecchiere, nel cuore pulsante del Distretto delle 5VIE, posizione strategica nel cuore di Milano a pochi passi da Sant’Ambrogio, il Duomo e la Stazione di Piazza Cordusio. Un crocevia di ateliers, laboratori, botteghe artigiane, showroom, concept stores e spazi creativi che ormai da alcuni anni vede una crescita esponenziale di visitatori durante la settimana del Salone del Mobile, affermandosi e distinguendosi come il distretto della qualità e originalità dell’offerta. Una sezione specifica sarà dedicata ad A/dornment, curata da Ilaria Ruggiero, un progetto curatoriale integrato dedicato al gioiello contemporaneo. Si avvale della professionalità di un network composito proveniente dall’ambito dell’arte contemporanea e del design e intende sviluppare la conoscenza e coscienza del gioiello contemporaneo quale nuovo ambito e disciplina artistica, terreno di ricerca tecnica, estetica e filosofica, sempre più diffuso e ricercato.

 

gioielli contemporanei in porcellana

e-mail / letizia_maggio@virgilio.it facebook / Letizia-Maggio-jewelry

 

 

CACTUS: Sabrina Bottura

A tutti i grandi che sono stati bambini ma non se lo ricordano più…

Antoine de Saint-Exupéry

 


 

CACTUS: Sabrina Bottura

Ispirata dalla natura e in particolare dalla pianta del Cactus.

Misteriosa e insolita musa, questa splendida pianta da ammirare solo con lo sguardo, si fa struttura dell’ultimo gioiello: Cactus, di Sabrina Bottura…. Ma al contrario della spinosa cactacea, Sabrina crea un soffice gioiello di feltro.

Molti temi dei suoi gioielli sono onirici e fantasiosi come in questo caso. Gli oggetti che realizza vogliono esprimere primordiali impulsi e stati d’animo che si esprimono mediante particolari accostamenti tra superfici, colori e trame.

CACTUS: Sabrina Bottura

Lei stessa ci dice: ”Quando penso a una nuova creazione, cerco quello che fa sorridere il mio cuore perchè della vita amo anche la parte giocosa.

Ogni giorno, spalanco il cuore alla vita per sorprendermi delle piccole cose”.

 

https://www.facebook.com/sabrina.bottura?fref=ts/

VENERE e MARTE

“Venere è davvero l’unica via di salvezza per l’inquieto Marte?”

VENERE Francesca Mazzotta

VENERE nasce dall’idea di poter rappresentare insieme a MARTE l’universo di due persone distinte: la donna e l’uomo.

Due mondi paralleli che hanno un diverso modo di pensare, amare, agire.

Il compromesso avviene solo riconoscendo e apprezzando le proprie diseguaglianze; il rapporto si rafforza e le incomprensioni svaniscono come per magia.

VENERE e MARTE dunque, come manifestazione di due individui che si uniscono nel meraviglioso caos dell’amore.

Quell’amore associato a “Venere” dea della bellezza e della fertilità che incontra “Marte” simbolo di forza e virilità.

MARTE Francesca Mazzotta

Un ruolo centrale viene tuttavia svolto dalle sfere che, oltre a simboleggiare le perle, (riconosciute anticamente dai Greci come emblema dell’amore e del matrimonio), rappresentano un gioco.

Le regole del gioco non sono note, ma si intuisce che siano estremamente sofisticate così come il “gioco delle perle di vetro” di HERMAN HESSE.

Il gioco esprime la sintesi dei rapporti umani e, le mosse dei giocatori (l’uomo e la donna), consistono nello stabilire fra loro relazioni apparentemente lontane e diverse per poi  ritrovare l’armonia della coppia.

 

www.francescamazzotta.com/

EVO collection: Francesca Mazzotta

EVO collection: Francesca Mazzotta

Evo” rappresenta la visione di un periodo storico: il Medioevo


EVO collection: Francesca Mazzotta

Ricco di fermenti culturali, religiosi, politici, ed economici , ha generato  nel Salento diverse culture.

La rappresentazione del gioiello come uno scrigno di arte e di storia che merita di essere conosciuto e apprezzato espressione delle bellezze naturali, artistiche, culturali e architettoniche che caratterizzano questo lembo di terra.

EVO collection: Francesca Mazzotta

Il riconoscimento attraverso il prezioso di un periodo che ha regalato alla nostra terra,  grandiosità e splendore.

EVO collection: Francesca Mazzotta

Nel metallo prezioso, un rimando vivo nell’immaginario, del cavaliere medievale, valoroso personaggio vestito di una scintillante armatura, grossa e pesante, che combatte goffamente sul campo di battaglia sferrando pesanti colpi col suo lungo spadone.

EVO collection: Francesca Mazzotta

www.francescamazzotta.com/

(S)catenatempo: Ivana Riggi

(S)catenatempo: Ivana Riggi

“Antica e nuova la domanda sul Tempo, essa si pone al centro di una contraddizione: fra “l’ossessione moderna del tempo, l’incapacità di vivere senza il punto fermo degli orologi”, ovvero la “cronocrazia”, e la qualità non mensurale di essa che spesso solo i poeti riescono a cogliere: l’attimo ineffabile, il tempo sacro, la rivelazione epifanica, il “tempo opportuno”, il suo scorrere precipitoso.”

Scriveva Henry Bergson nella Filosofia dell’intuizione (1908) che “c’è almeno una realtà che afferriamo tutti dal di dentro, per intuizione e non per semplice analisi: è la nostra propria persona nel suo scorrere attraverso il tempo”. Allora questa intuizione, spesso può essere espressa in parole solo attraverso metafore che afferiscano a esperienze e a modelli mentali: il tempo “fluisce”, “fugge”, “inganna”; il tempo è “edace”, è “mago”, è “ladro”, è “tessitore”, è “cacciatore”. Il “tempo” è tutte queste cose, perché questa parola così domestica è sempre ambigua, allusiva e conturbante.

 


(S)catenatempo: Ivana Riggi

(S)catenatempo è una collana in plexiglas, composta da 8 orologi surreali, in cui l’ora viene decisa da chi l’indossa attraverso il movimento delle lancette scelto. Ed è l’ultima creazione di Ivana Riggi… è una catena non catena del tempo, per donne ironiche e autoironiche.

Il motto è: “(S)catenatempo, la collana che non vedrai l’ora d’indossare.

(S)catenatempo: Ivana Riggi

In vendita anche online anche online su www.ivanariggi.com, o elementi.ivanariggi.com, con le lancette: rosso, blu, grigio, nero, trasparente, fucsia.

Buon tempo!

Elementi di Ivana Riggi

 


Scatenata- la catena tra funzione e ornamento- a cura di Alba Cappellieri, Welcome area padiglione 3, Homi Fiera Milano, dal 27 al 30 gennaio

www.ivanariggi.com

LIBELLULA di Sabrina Bottura

LIBELLULA di Sabrina Bottura

Una leggenda narra che la libellula fu una volta un drago molto saggio, che volando portava di notte la luce grazie al suo respiro di fuoco. Il suo magico respiro creò l’arte della magia e l’illusione della forma cangiante. Poi il drago finì prigioniero della sua forma illusoria per imbrogliare il coyote, rimanendo prigioniero nel corpo della libellula. [David Carson]


Sabrina Bottura

Nella sua scuola di fantasia, Rodari ci invitava ad avere il coraggio di «sognare in grande», di dire no quand’è necessario, di seguire il dovere che abbiamo di cambiare il mondo in meglio, senza accontentarci. Seguendo questo pensiero, l’azione più coraggiosa che possiamo fare come adulti è quella di continuare ad immaginare…

Magia del colore, magia dell’acqua…

La Libellula di Sabrina Bottura, ultima sua creazione, ci porta verso un mondo perduto dove ritrovare quell’attitudine che hanno i bambini di vivere la realtà trasformandola in sogno…

La Libellula è simbolo di “trasformazione”, di passaggio dalla vita spensierata di adolescente alla vita da adulti, incoraggiando ad andare oltre le apparenze e cercare la propria identità e personalità.

Quindi è legata ai cambiamenti della vita e all’introspezione di se stessi e della propria coscienza; la sua vista a 360° può simboleggiare la ricerca della verità e il superamento delle illusioni e ad un viaggio dentro se stessi, spesso anche attraverso a percezioni e a sogni.

 

https://www.facebook.com/bottura.sabrina/?fref=ts