Archivi tag: Fernando Betto

INCONTRI: Fernando Betto

Fernando Betto
Fernando Betto

 

Pensiero e poesia abitano vicini su monti lontanissimi

Heidegger

 


Geometrici Incontri 2016 bracciale argento e pittura acrilica
Geometrici Incontri 2016 bracciale argento e pittura acrilica

Poesia del pensiero

Forma e Pensiero…. Pensiero e Forma…questa in sintesi la ricerca di Fernando

Geometrici Incontri 2016 bracciale argento e pittura acrilica
Geometrici Incontri 2016 bracciale argento e pittura acrilica

In INCONTRI di Fernando Betto

Linee infinite in incroci casuali. Direzioni pure. Identità sottili.

La morbidezza del tratto, nell’attimo prima che diventi curva e tocchi il cuore.

sovrapposizioni-spilla-fernando-betto-2016-argento-e-pittura-acrilica
Sovrapposizioni spilla Fernando betto 2016 argento e pittura acrilica

La collana Riccioli è l’ultima creazione della collezione 2016 e a riguardo Fernando ci dice:

Riccioli Collana Fernando betto 2016 argento placcato rosa e plexiglass
Riccioli Collana Fernando betto 2016 argento placcato rosa e plexiglass

“I capelli ricci sono voluttuosi, morbidi, rotondi. Ho cercato di disegnare i riccioli ricreando il giro dell’onda e quel desiderio di immergerci le dita. Riflessi rosati e luminose trasparenze. Li ho immaginati ordinati, pettinati, riccioli domati da una mano paziente, che li ha amati raccogliendoli in un grappolo perfetto, come quelli che si vedono nei dipinti, sulle spalle candide della bellezza in fiore. Riccioli di bambina, riccioli adolescenti, riccioli maturi come spighe quando la donna è nella sua estate, e nelle sue giornate lunghe e piene di chiarore. Riccioli argentei, e consapevoli che il tempo non cancella l’argenteo fascino.

Ma ho già nel cuore altro. Capelli lisci, o corti, e poi occhi come diademi, braccia preziose come pendenti, e poi chissà.”

Riccioli Collana Fernando betto 2016 argento placcato rosa e plexiglass
Riccioli Collana Fernando betto 2016 argento placcato rosa e plexiglass

Fernando Betto é MAESTRO D’ARTE dal 1978.

La linea creativa di gioielli contemporanei di Fernando nasce da una ricerca molto personale, in cui le antiche tradizioni orafe di Padova e del territorio si fondono nelle creazioni artistiche con l’uso sperimentale di materiali alternativi, presi dalla vita quotidiana e rivisitati.

Dialoghi Fernando Betto 2016 argento orecchini
Dialoghi Fernando Betto 2016 argento orecchini

http://www.oficinadarte.it/

MicroCosmi Preziosi va in scena….

MicroCosmi Preziosi

Gioielli contemporanei

”MicroCosmi Preziosi” si mette in mostra dal 30 maggio al 1 giugno 2012

La location, scelta apposta per l’evento, è quella di Boffi Barberini, sita in via Barberini 84 il Flagship Store di Boffi a Roma.

Oggi solo immagini dell’evento…

I nomi dei 12 designer che si confronteranno sono: Francesca Gabrielli, Luigi Mariani, Claudio Ranfagni, Luisa Bruni, Chiara Scarpitti, Fernando Betto, Stefania Lucchetta, Orietta Bomè, János Gábor Varga, Agnieszka Kiersztan, Enrico Franchi, Barbara Uderzo.

Agnieszka Kiersztan
Agnieszka Kiersztan
Agnieszka Kiersztan
János Gábor Varga

 

Fernando Betto
Fernando Betto

 

Barbara Uderzo

 

Barbara Uderzo

 

Orietta Bomè
Stefania Lucchetta
Stefania Lucchetta

 

Stefania Lucchetta

 

Claudio Ranfagni

 

Claudio Ranfagni

 

Enrico Franchi
Francesca Gabrielli

 

Francesca Gabrielli
Luisa Bruni
Luisa Bruni
Luisa Bruni
Gigi Mariani
Gigi Mariani

 

 

 

MicroCosmi Preziosi

MicroCosmi Preziosi

Gioielli contemporanei

 

MicroCosmi Preziosi” si mette in mostra dal 30 maggio al 1 giugno 2012

La location, scelta apposta per l’evento, è quella di Boffi Barberini, sita in via Barberini 84 il Flagship Store di Boffi a Roma. Inaugurazione il 29 maggio ore 19.00 solo su INVITO.

 

I nomi dei 12 designer che si confronteranno sono: Francesca Gabrielli, Luigi Mariani, Claudio Ranfagni, Luisa Bruni, Chiara Scarpitti, Fernando Betto, Stefania Lucchetta, Orietta Bomè, János Gábor Varga, Agnieszka Kiersztan, Enrico Franchi, Barbara Uderzo.

Perchè il gioiello contemporaneo abbia più riconoscimenti e diventi un nuovo modo per fare ricerca e cultura in Italia!

Da qui l’idea di riunire tante personalità così diverse tra loro per dare un’idea della trasformazione culturale che sta avvenendo in questo settore…

Mentre nei paesi europei l’attività artistica dell’oreficeria viene riconosciuta e promossa a livello istituzionale, in Italia non esiste nemmeno una definizione diversa da artigianato. Direi che questo è un problema comune a tutto il settore della creatività…. e del design.

Perché credere nel trovare un sistema che possa istituzionalizzare le nuove promesse nel campo dell’arte e del design diventi una nuova mission culturale di una società economicamente innovativa, durevole, e calorosa sul piano sociale.

Gioielli, come microsculture da indossare con contaminazioni di plastica, metalli, pietre preziose e semi preziose.

MicroCosmi… perchè ogni gioiello rappresenta un universo, un mondo, una storia da raccontare e da raccontarsi, dove l’artista si spinge oltre ogni limite per sperimentare forme nuove.


Partecipanti all’Evento: MicroCosmi Preziosi

Francesca Gabrielli -Rappresentazioni d’ispirazione naturale, di asimmetrie con una particolare propensione per l’astratto e il gestuale mai scadendo nel banale, retorico o forzatamente stravagante. Gli effetti cromatici ottenuti creano così suggestioni visive di particolare intensità. Vive e lavora a Roma. Da sempre impegnata nella divulgazione del gioiello contemporaneo gestisce una galleria d’arte. Affascinata sia dalla pittura sia dalla scultura fonde le due arti giocando con i colori dei minerali e la plasticità dei metalli. La sua cultura artistica, pur basandosi su percorsi artigianali d’impostazione classica, è caratterizzata dalla ricerca di materiali alternativi e dei trattamenti di superficie: titanio policromo, alluminio, e smalti; coniuga l’antica tradizione all’impiego di tecnologie all’avanguardia. Caratteristica fondamentale di ogni sua collezione è il lavoro di ricerca cromatica e formale.

Francesca Gabrielli Harvest moon

Luigi Mariani –l’autore, attratto dal metallo e dalle sue infinite possibilità creative, riesce a tradurre in gioielli le emozioni del quotidiano, usando sovrapposizioni, ossidazioni e successioni di piani….indossarli è un vero piacere! Con il suo lavoro, cerca di trasferire ogni giorno emozioni nella gioielleria contemporanea e crea pezzi unici in modo semplice, informale e spontaneo. Il suo obiettivo è quello di passare dal concetto di gioiello semplice, ad un più ampio concetto di scultura e di opera d’arte.

Gigi Mariani Cracks ring silver 18ktyellowgold

“Portare la magia, l’alchimia e il fascino dell’Arte orafa fiorentina ai più alti livelli della gioielleria mondiale….”: questa l’essenza della ricerca di Claudio Ranfagni. Per me, va oltre… infatti, riconosco in queste creazioni, un continuo tentativo di inserire micro-forme-architettoniche nelle forme orafe….una ricerca continua quella di Claudio Ranfagni… che associa il contemporaneo al classico…armonia e proporzioni…. struttura e bellezza estetica. Differenza sostanziale è che il gioiello è un’architettura che si indossa! Comics fanno parte (come Sphere Game) di un reale desiderio di ritrovare quei mondi legati all’adolescenza, alla fanciullezza… in un attimo, con un sorriso e con semplicità…

Claudio Ranfagni sphere game

Stefania Lucchetta con Sponge, crea vere e proprie architetture contemporanee da indossare; in resina biocompatibile e brillanti…La resina biocompatibile, anallergica si contrappone a pezzi unici realizzati in “stellite” una particolare lega molto resistente, e titanio. Forme nuove e originali, materiali forti ma usati con abilità tale da esaltare l’eleganza propria di ogni gioiello! “Si tratta di architetture contemporanee e poco importa che queste architetture in scala umana non siano abitabili ma solo indossabili.” (Fabrizio Loschi)

Stefania Lucchetta Anello Sponge

Fernando Betto – La cineticità degli elementi di questi gioielli moderni Trasforma ombre in luci e forme in espressione dell’animo di chi li indossa. Fernando Betto é MAESTRO D’ARTE dal 1978. La linea creativa di gioielli contemporanei dell’artista orafo Betto nasce da una ricerca molto personale, in cui le antiche tradizioni orafe di Padova e del territorio si fondono nelle creazioni artistiche con l’uso sperimentale di materiali alternativi, presi dalla vita quotidiana e rivisitati. Nascono così i suoi gioielli: poesia visiva, poesia della natura e del suo movimento, territorio da scoprire, gioielli da indossare.

Fernando Betto liberta'

Janos Gabor Varga –trasforma il ferro in creazioni… ricorda i simboli o le prue delle navi Vichinghe, segni tratti dalla natura: spighe, felci, forme semplici e primigenie…realizzate con il ferro a volte argento e gocce d’oro…oggetti materici in cui la vera preziosità scaturisce dalla poesia della forma….da indossare con vestiti che contrastino la loro semplicità…(come sottolinea lui stesso in un’intervista!) Tenace e malleabile il ferro liquefatto emana una luminosità intensa una chiarezza evanescente, da questo caos che si sprigiona nell’atto della fusione… nasce l’ispirazione  e la materia.

Janos Gabor Varga

Chiara Scarpitti– materiali preziosi: organza, seta, velluto, garza…usati come carte da piegare, sfogliare, superficie su cui stampare. Lo spettatore, si destruttura anch’esso, si fa materia effimera, figura esile pronta a indossare oggetti fatti d`aria. Reazioni, tra il corpo e l’oggetto, tra l’oggetto e l’altro, tra l’oggetto e lo spazio stesso che lo circonda. Nasce dall’osservazione della natura il suo nuovo progetto la nuova collezione di gioielli Phylogenesis.

Chiara Scarpitti Phylogenesis bracelet

Agnieszka Kiersztan piccole sculture le sue..….realizzate utilizzando di tutto: bulini, scalpellini, spazzole, frese di diverse dimensioni e carte abrasive….cammei incisi a mano su conchiglia sardonica…. gioielli poetici con nomi indimenticabili come le sue collezioni: Angelicità….Vento…. Lui e Lei….. Tutte la produzione artistica di Agnieszka è tesa a far convivere arti maggiori e arti minori, in una ricomposizione logica delle parti che definisce il senso della sua arte senza mai smarrire un’idea di bellezza. La nuova produzione: Marmur, è molto interessante, ed è costituita da bassorilievi scolpiti nel marmo; le montature sono in argento o in argento brunito.…e i nomi delle sue creazioni: bacio, da vicino, dolcemente, Lui e Lei, Lui, Profilo, Respiro, Sospensione, Sussurro…

Agnieszka Kiersztan collezione Marmur

Orietta Bomè Forme essenziali, dove la trasparenza prende corpo attraverso la contaminazione del metallo in un’interazione dinamica e versatile…..queste le creazioni di Orietta, caratteri poliedrici nati dallo stesso principio, un connubio fra luci e forme. Innovazione e tradizione, passato e futuro, si fondono in un continuo divenire, dove percezioni e sensazioni molteplici entrano in scena…. Un’armonico estratto strutturale, formale-immaginativo e materico, accostando oro, acciaio, argento al plexiglass, creando funzione ed estetica in totale trasparenza,  dove la tecnica diventa contenuto.

Orietta Bomè Orecchini DOUBLE

Enrico Franchi Il gioiello concepito non come un prodotto ma come un’opera d’arte scultorea. La forma delle emozioni: gioielli scultura da indossare. Questi sono i gioielli creati da Enrico. E’ proprio questo, quello che fa Enrico Franchi che con i suoi gioielli dà spazio a sogni e avventure creative. La sua bottega è a Roma insieme al padre. Partecipa a numerose mostre  e ha una particolare sensibilità nel creare vere sculture da indossare, lontane dalle  visioni classiche del gioiello. Riesce a trasmettere potenti emozioni che coinvolgono completamente….

Enrico Franchi

Barbara Uderzo, Il titolo della collezione, Blob, viene da quel film degli anni ’50 divenuto un culto per gli amanti della fantascienza: Blob, il fluido che uccide”. Fantasiosa e pittorica art designer, che con i suoi lavori e una continua sperimentazione, riesce ad esprimere la quotidianità con un tocco di ironia. I Blob rings sono realizzati in plastica e inglobano micro-oggetti simbolici della contemporaneità. La plastica, magma e colore, è lavorata in modo sperimentale, rielaborando forme casuali attorno ad un cerchio in argento. Nel corso degli anni Barbara Uderzo ha creato piccole “famiglie” di anelli Blob su argomenti specifici, come ad esempio i Blob rings food, relativi al cibo ed agli oggetti di cucina, quelli con fette di torte, tazzine o teiere, caffettiere o bon bon, immersi nella panna o in traslucide glasse.

Barbara Uderzo

Infine….Anelli poetici come quelli di Luisa Bruni, romana, con la serie Plink, e l’ultimissimo “EBE (plink divino)” in riferimento  alla coppiera degli dei…. gioielli composti da una base in argento e una parte superiore in plexiglass scolpiti a mano, proposti anche nella versione in resina. Ogni pezzo è unico e illustra i fotogrammi temporali della caduta di una goccia in un liquido…. memoria della purezza dell’acqua? D’altronde non siamo, forse, come “gocce d’acqua mutevoli” ….trasportate dalla corrente di un fiume!”?_________ (citazione tratta da Eraclito)

Luisa Bruni EBE(plink-divino)

a cura di MARIA GRAZIA CICALA architetto

mariagraziacicala@gmail.com

MicroCosmi Preziosi dal 30 maggio al 1 giugno 2012 INAUGURAZIONE SOLO SU INVITO MARTEDI 29 MAGGIO DALLE ORE 19.00 presso BOFFI Barberini 84 il Flagship Store di Boffi a Roma Via Barberini 84 00198 Roma Italia Tel. +39 06 42010885  Fax +39 06 42012638 www.boffibarberini.it Orari di apertura: Lunedì chiuso. Da Martedì a Sabato: 10.00-14.00 / 15.00-19.00

 

MicroCosmi Preziosi

MicroCosmi Preziosi

Gioielli contemporanei

Perchè il gioiello contemporaneo abbia più riconoscimenti e diventi un nuovo modo per fare ricerca e cultura in Italia!

Da qui l’idea di riunire tante personalità così diverse tra loro per dare un’idea della trasformazione culturale che sta avvenendo in questo settore…

Mentre nei paesi europei l’attività artistica dell’oreficeria viene riconosciuta e promossa a livello istituzionale, in Italia non esiste nemmeno una definizione diversa da artigianato. Direi che questo è un problema comune a tutto il settore della creatività…. e del design.

Perché credere nel trovare un sistema che possa istituzionalizzare le nuove promesse nel campo dell’arte e del design diventi una nuova mission culturale di una società economicamente innovativa, durevole, e calorosa sul piano sociale.

Artigiani-Artisti che esprimono la loro ricerca e personalità attraverso l’oreficeria.


Sono artigiani perché creano con le proprie mani le loro opere, sono artisti perché inseguono un proprio progetto di unicità, personalità e sperimentazione, al di fuori del mercato nel settore della ricerca pura.


In Germania, Austria, Belgio, Olanda, Inghilterra, Paesi Scandinavi nei paesi anglosassoni e dell’Europa dell’Est esistono scuole di oreficeria dove si insegnano non solo la pura pratica dell`artigiano orafo, ma anche e soprattutto le tecniche di sviluppo della creatività per stimolare gli studenti a proporre il proprio pensiero attraverso i gioielli….
Probabilmente in Italia il mercato del gioiello d`arte è rimasto schiacciato per tanti anni dagli interessi dei grossi centri produttivi dove non c`era bisogno di altro poiché il mercato interno e straniero erano molto recettivi. Oggi un mercato frammentato e polverizzato ha reso protagonisti soggetti distribuiti su tutto il territorio. Sono orafi artisti che si sono affrancati e promossi all`estero e solo dopo hanno concretizzato il loro successo in Italia. Questo è quanto emerge da una dettagliata analisi dell’AGC, Associazione Gioiello Contemporaneo, organizzazione no-profit, dalle parole di
 Maurizio Stagni ed Alessia Semeraro.

MicroCosmi Preziosi” si mette in mostra dal 29 maggio al 1 giugno 2012. La location, scelta apposta per l’evento, è quella di Boffi Barberini, sita in via Barberini 84 il Flagship Store di Boffi a Roma.

Gioielli, come microsculture da indossare con contaminazioni di plastica, metalli, pietre preziose e semi preziose.

MicroCosmi… perchè ogni gioiello rappresenta un universo, un mondo, una storia da raccontare e da raccontarsi, dove l’artista si spinge oltre ogni limite per sperimentare forme nuove.

Emozioni…. emozioni… che emergono pian piano…dal contatto del materiale, dal possesso!

Gioielli concepiti come piccoli mondi, nei quali poter sempre trovare una nuova sfumatura….realtà a sé stanti, con una storia da narrare, sempre pronti a stupirci!

I gioielli hanno un potere magico….esprimono la nostra forza vitale, la nostra passione al di là del loro valore…..

Un gioiello può sbocciare dal vigore della mente…dall’abilità delle mani e dal calore del fuoco.

Le tendenze, assai ardite, emerse all’ultima Fiera di VicenzaOro invitano, ad abbandonare, la tradizione e a sbizzarrirsi con le nuove proposte del gioiello contemporaneo, in continua evoluzione.

Quello del gioiello, infatti, è un tema che procede senza precisi modelli, ma con diverse interpretazioni, risultanti da una continua ricerca e sperimentazione.

I nomi dei 12 designer che si confronteranno sono: Francesca Gabrielli, Luigi Mariani, Claudio Ranfagni, Luisa Bruni, Chiara Scarpitti, Fernando Betto, Stefania Lucchetta, Orietta Bomè, János Gábor Varga, Agnieszka Kiersztan, Enrico Franchi, Barbara Uderzo.

 “La loro vocazione, al pari della loro provenienza, è quanto mai eterogenea, frutto di geografie e formazioni lontane ma anche di sorprendenti elementi di tangenza, come la riflessione sulla materia e sul volume” (Alba Cappellieri)

I gioielli diventano così frutto di suggestioni e d’intuizioni….alcuni un po’ più tradizionali, alcuni decisamente artigianali, altri più da designer e progettisti, altri da orafi…

a cura di MARIA GRAZIA CICALA architetto

con la collaborazione del blog arredoeconvivio.com

mariagraziacicala@gmail.com

MicroCosmi Preziosi INAUGURAZIONE SOLO SU INVITO MARTEDI 29 MAGGIO DALLE ORE 19.00 presso BOFFI Barberini 84 il Flagship Store di Boffi a Roma Via Barberini 84 00198 Roma Italia Tel. +39 06 42010885  Fax +39 06 42012638 francesca.straffi  @boffibarberini.it www.boffibarberini.it

Evento aperto al pubblico dal 30 maggio al 1 giugno 2012

Orari di apertura: Lunedì chiuso. Da Martedì a Sabato: 10.00-14.00 / 15.00-19.00

 

 

Fernando Betto: “come una barca che naviga sicura al ritmo dell’onda”.

 

“Come il giorno e la notte

 la regola e il caso sono due contrari (…)

La regola da sola è monotona

il caso da solo rende inquieti.

Gli orientali dicono:

La perfezione è bella ma è stupida

bisogna conoscerla ma romperla.

La combinazione tra regola e caso è la vita, è l’arte

è la fantasia, è l’equilibrio. “

 

Bruno Munari dinamicità

 

 

cristallo di ghiaccio Fernando Betto

L’aspetto dinamico si mantiene anche in questa nuova collezione di gioielli in argento 925 e plexiglass.

Le forme, pero’ si evolvono in leggere trine d’argento satinato e in plexiglass lavorato con una tramatura a bollicine.

Si formano preziosi intrecci di fili d’oro e forme guizzanti modellate nella materia.

L’argento si curva a stringere in un abbraccio il plexiglass e si lascia condurre, come una barca che naviga sicura al ritmo dell’onda.

Fernando Betto

Liberta'Fernando Betto

Il Plexiglass è un materiale plastico coloratissimo. Fernando Betto lo utilizza per creare luci, colori e polimorfismi nei suoi gioielli contemporanei.

Flora Fernando Betto

Questo materiale ben si adatta ad opere orafe artistiche che riproducono paesaggi naturali o stati d’animo.

Marea Fernando Betto

Tutti i gioielli moderni in plexiglass sono opere d’arte uniche, interamente realizzate a mano dal maestro d’arte orafa Fernando Betto.

Sabbia e luce Fernando Betto

 

Specchio d'acqua Fernando Betto

 

Trasparenza Fernando Betto

 

 

memoria

 

sfumatura

 

vetta

 

gelosia
parallelo

www.oficinadarte.it/artista.php

 

Gioielli Cinetici______ Fernando Betto

“(…) nella realtà, tutti quelli che hanno la stessa apertura visiva e vedono il mondo nello stesso modo,

non hanno osservazioni diverse da comunicarsi.

Solo chi ha un’apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo

e può dare al prossimo un’informazione tale

da allargargli il suo campo visivo

..Mescolate quindi i disegni, cambiate i colori degli occhi,

abituiamoci a guardare il mondo con gli occhi degli altri.

 

“(Bruno Munari “Guardiamoci negli occhi”)

 

 

L' Acrobata Fernando Betto

 

gioielli di poesia visiva

poesia della natura e del suo movimento

territorio da scoprire

gioielli da indossare

 

Fernando Betto 37

 La cineticità  degli elementi di questi gioielli moderni

Trasforma ombre in luci e forme in espressione dell’animo di chi li indossa.

Fernando Betto Incontro

Tutti i gioielli contemporanei mobili sono opere d’arte uniche, interamente realizzate a mano…. attraverso perni filettati, sostegni a forca e viti in acciaio regolabili, Betto dà vita al gioiello cinetico, dimostrando perizia meccanica e abilità  nella precisione dei movimenti.

Fernando Betto Saturno

I gioielli mobili di Betto sono frutto di sperimentazione quotidiana e di accurata osservazione dei materiali.

Fernando Betto Luce-Ombra

Il movimento rende i colori differenti rispetto ad un gioiello classico….li trovo molto affascinanti…

Fernando Betto Oasi

Fernando Betto é MAESTRO D’ARTE dal 1978. La linea creativa di gioielli contemporanei dell’artista orafo Betto nasce da una ricerca molto personale, in cui le antiche tradizioni orafe di Padova e del territorio si fondono nelle creazioni artistiche con l’uso sperimentale di materiali alternativi, presi dalla vita quotidiana e rivisitati.

Fernando Betto Hyla

http://www.oficinadarte.it/

Fernando Betto Sorgente