Archivi tag: feltro

CACTUS: Sabrina Bottura

A tutti i grandi che sono stati bambini ma non se lo ricordano più…

Antoine de Saint-Exupéry

 


 

CACTUS: Sabrina Bottura

Ispirata dalla natura e in particolare dalla pianta del Cactus.

Misteriosa e insolita musa, questa splendida pianta da ammirare solo con lo sguardo, si fa struttura dell’ultimo gioiello: Cactus, di Sabrina Bottura…. Ma al contrario della spinosa cactacea, Sabrina crea un soffice gioiello di feltro.

Molti temi dei suoi gioielli sono onirici e fantasiosi come in questo caso. Gli oggetti che realizza vogliono esprimere primordiali impulsi e stati d’animo che si esprimono mediante particolari accostamenti tra superfici, colori e trame.

CACTUS: Sabrina Bottura

Lei stessa ci dice: ”Quando penso a una nuova creazione, cerco quello che fa sorridere il mio cuore perchè della vita amo anche la parte giocosa.

Ogni giorno, spalanco il cuore alla vita per sorprendermi delle piccole cose”.

 

https://www.facebook.com/sabrina.bottura?fref=ts/

“Felt Rocks” by Molo

Felt rocks by molo
Felt rocks by molo

Privo di una struttura interna, il feltro è facilmente personalizzabile e ha una versatilità che è raro trovare in altri materiali. Può essere flessibile come un tessuto ma anche duro come una roccia. Lo dimostrano i “Felt Rocks”, ovvero “pietre di feltro”, disegnate da Stephanie Forsythe and Todd MacAllen e prodotte da Molo. Canada, 2005. Foto: Molo

Felt rocks by molo
Felt rocks by molo

https://www.molostore.com/

Le poltrone in Feltro di Louise Campbell

Bless You chair” progettata da Louise Campbell
Bless You chair” progettata da Louise Campbell

Ottenuto attraverso un processo di infeltrimento delle fibre, il feltro ha un basso impatto ambientale e grazie alla sua versatilità offre infinite possibilità per il designer. Una fantasiosa lavorazione del materiale può portare a risultati sorprendenti, come dimostra questa sedia simile nella forma a un origami. La “Bless You chair” è stata progettata da Louise Campbell. Danimarca, 1999. Foto di Erik Brahl.

Louise Campbell è “Prince chair"
Louise Campbell è “Prince chair”

Sempre di Louise Campbell è “Prince chair” ideata per un concorso con lo scopo di creare una sedia per Frederik, principe ereditario della corona di Danimarca. Confortevole e morbida, la seduta realizzata con taglio laser è in gomma ricoperta di feltro. Un’alternativa innovativa alle tradizionali sedie imbottite con i braccioli! La seduta è superbamente traforata come un merletto barocco. I magnifici motivi si ispirano a dei collage di carta di Hans Christian Andersen. I molteplici trafori della seduta rappresentano il concetto che la vita reale è sempre sotto gli occhi e la curiosità del pubblico. Vera sfida tecnica, gomma e feltro della seduta sono tagliati a laser con precisione chirurgica. Il risultato di forma/materia è straordinario. Prince Chair è un concentrato di design, tecnologia, innovazione e creatività. Prince Chair non avrà forse vinto il concorso, ma oggi vive la propria strabiliante vita da jet set: questa splendida sedia ha ricevuto numerosi premi e fa parte della collezione del MoMA, Museo d’Arte Moderna di New York.”

Louise Campbell è “Prince chair"
Louise Campbell  “Prince chair”

www.cooperhewitt.org

http://www.louisecampbell.com/

BLUE ALCHEMY – Siba Sahabi

BLUE ALCHEMY Siba Sahabi
BLUE ALCHEMY Siba Sahabi

Blue Alchemy è la nuova edizione di vasi iconici di Siba, in feltro, colore blu brillante. Per gli antichi egizi il colore blu era considerato il colore della vita, della fertilità e della rinascita. Dal momento che il lapis blu era raro ed estremamente costoso, gli artigiani hanno cercato di imitare questa tonalità.

BLUE ALCHEMY Siba Sahabi
BLUE ALCHEMY Siba Sahabi

Il Blu Egiziano è un pigmento tipicamente associato all’Antico Egitto e alla sua arte, spesso considerato come il primo vero pigmento sintetico il cui processo di fabbricazione è strettamente connesso con la nascente produzione vetraria. Appare quasi contemporaneamente in Egitto, a Creta e in Mesopotamia. Si diffonderà per tutto il bacino del Mediterraneo grazie alla potenza di Roma per poi scomparire lentamente nel Medioevo.

BLUE ALCHEMY Siba Sahabi
BLUE ALCHEMY Siba Sahabi

Con la sua collezione di sette vasi in feltro, dal titolo Blue Alchemy, Siba rianima il ‘blu egiziano’ e ci riporta a un antico laboratorio di ceramica che è servito come un laboratorio per esperimenti alchemici. I vasi di Siba sono fatti a mano da strisce di feltro colorati a spirale. Un tubo di vetro viene posto in ciascun vaso di feltro, permettendo di trattenere l’acqua.

BLUE ALCHEMY Siba Sahabi
BLUE ALCHEMY Siba Sahabi

http://www.sibasahabi.com/Blue-Alchemy

INGRID HEIJNE

WALL OBJECT BROCHE INGRID HEIJNE
WALL OBJECT BROCHE INGRID HEIJNE

L’olandese Ingrid Heijne, ama richiamarsi alla cultura giapponese che definisce «una sua seconda natura». Utilizzando la lana delle pecore della sua regione – il Drente – in un tuffo emotivo nella propria infanzia, l’artista crea feltri finissimi che utilizza, insieme alla carta Tyvan, per decorare muri o dividere gli spazi.

ARAZZO DI HEIJNE DELLA COLLEZIONE WHITE MUSHROOM. PHOTO DI INGRID HEIJNE
ARAZZO DI HEIJNE DELLA COLLEZIONE WHITE MUSHROOM. PHOTO DI INGRID HEIJNE

La prima di queste collezioni, chiamata Wall Object Broche, è composta da piccoli fiori di feltro rosa e fucsia piegati a mano e assemblati a superfici verticali che possono essere utilizzate come roomdivider.  

lensvelt assemblaggio-di arazzo INGRID HEIJNE
lensvelt assemblaggio-di arazzo INGRID HEIJNE

Altra tecnica artigianle per la serie Knot: bande di feltro annodate e intrecciate formano sia enormi reti traforate, che voluminose cravatte aeree perfette come contemporanei paraventi tessili.

www.lensvelt.nl

studioingridheijne.com

La “Ghianda” di Sabrina Bottura: l’oggetto del desiderio

scrat

IN principio fu la Ghianda. Poi, nulla fu più come prima….

 


 

Chi non ricorda il film L’Era Glaciale? Lo scoiattolo Scrat che per inseguire maldestramente la sua ghianda sfuggente, simbolo dei suoi sogni, la combina davvero grossa…. Un pasticcio cosmico in cui urta pianeti, sconvolge stelle, costellazioni e costringe tutto il gruppo a partire verso nuove mete esotiche per salvarsi dall’Era Glaciale…

Tutto per una ghianda… chissà cosa farebbe per la “Ghianda” di Sabrina!… bellissima in feltro e argento… possibile averla in tutti i colori!

Ciondolo ghianda in argento e feltro di Sabrina Bottura
Ciondolo ghianda in argento e feltro di Sabrina Bottura

Curioso sapere che la ghianda era considerata un simbolo di fortuna, prosperità, giovinezza e potenza; rappresenta anche la crescita spirituale… per molte popolazioni l’albero che la genera era considerato cosmico e rappresentava l’unione del mondo divino con il mondo terreno.

Gemelli ghianda in argento e feltro di Sabrina Bottura
Gemelli ghianda in argento e feltro di Sabrina Bottura

Due parole sul feltro di Sabrina Bottura che si esprime in piccole, curatissime forme tridimensionali, gioielli unici che coniugano perfettamente le sue due passioni: l’oreficeria e l’arte feltraia. Sabrina nasce come orafa ma poi si appassiona al tessile, specificamente al feltro, la cui duttilità le permette di esprimersi in modo altamente creativo. Particolare attenzione è data al colore, frutto di tecniche di tintura rigorosamente naturale.

https://it.pinterest.com/BotturaSabrina/