Archivi tag: Fabio Novembre

“A Milano, il mondo che abiteremo”…..FuoriSalone 2013

Spazio Rossana Orlandi Fuorisalone 2013
Spazio Rossana Orlandi Fuorisalone 2013

“A Milano, il mondo che abiteremo” alla 52a edizione del Salone Internazionale del Mobile. La formula dei Saloni 2013 è l’innovazione. Proprio l’importanza di sapersi rinnovare e presentare nuovi prodotti può non solo emozionare il pubblico ma motivare la forza vendita.

 

Spazio Rossana Orlandi Fuorisalone 2013
Spazio Rossana Orlandi Fuorisalone 2013 Fréderiqué Morrel

Per il design, Fuorisalone, lo spazio Rossana Orlandi rimane il solo spazio che gode di un prestigio trasversale e internazionale. Diviso tra design store e galleria espositiva.

Spazio Rossana Orlandi Fuori Salone 2013
Spazio Rossana Orlandi Fuori Salone 2013 Seletti

Quest’anno si veniva accolti in un giardino magico che per l’occasione oltre ad un’esplosione di fiori primaverili erano installati lampadari in vimini di diverse dimensioni e colori insieme a due giganti istallazioni, che dominavano lo spazio, della coppia francese Fréderiqué Morrel.

Spazio Rossana Orlandi Bokja Design
Spazio Rossana Orlandi Bokja Design

Nuove proposte e grandi nomi della scuderia della galleria: Scholten and Baijings con una piramide di pezzi per Hay, una colorata tavola da tè insieme a Georg Jensen. Si riconfermano i talenti di BCXSY, Bokja, Piet Hein Eek, Jaime Hayon.

Spazio Rossana Orlandi Bokja Design
Spazio Rossana Orlandi Bokja Design

Booo Bulbs, da Eindhoven, accoglie i visitatori con le sue lampade firmate Nacho Carbonell, Formafantasma e Front. La chiave del successo di questo Spazio, rimane quello di riuscirti ad emozionare e coinvolgere, sempre!

 

Spazio Rossana Orlandi Georg Jensen
Spazio Rossana Orlandi Georg Jensen

Sempre in occasione del Fuori Salone DILMOS galleria, ha presentatouna interessante: “GLASSWORKS” by NENDO. Una sola Exhibition dedicata al gruppo giapponese dei Nendo con progetti che hanno come comune denominatore il vetro.

Dilmos- DEEP-SEA - Nendo - Photo Joakim Blockstrom
Dilmos- DEEP-SEA – Nendo – Photo Joakim Blockstrom

Per esprimere suggestioni e pensieri legati a questo materiale della tradizione hanno scelto di confrontarsi con Aziende che con il vetro hanno, da sempre, uno stretto legame. Minimali nel gesto ma forti nel significato, i Nendo rileggono e ripensano forme, funzioni e decori di alcuni oggetti iconici in vetro. L’intento di Glassworks e’ di  far emergere una nuova consapevolezza intorno ad un materiale su cui si può raccontare ancora tanto.

Dilmos- PATCHWORK GLASS VASE - Nendo - Photo Joakim Blockstrom
Dilmos- PATCHWORK GLASS VASE – Nendo – Photo Joakim Blockstrom

Sempre interessanti le proposte di Moroso con Patricia Urquiola che presenta Mafalda, poltrona e poltroncina con base in legno e schienale in tessuto termoformato;  Wishbone  invece è una sediolina impilabile in legno con schienale in paglia.

E… non solo: l’architetto spagnolo cura l’allestimento di THE RE-VOLVER ROOMl’installazione ideata in collaborazione con Kvadrat presso lo show-room Moroso di Via Pontaccio. Un gioco di particolari strutture triangolari rivela i nuovi tessuti di Kvadrat – ricamati con immagini digitali che rimandano ad un’estetica wireframe.

Moroso show-room Fuorisalone 2013
Moroso show-room Fuorisalone 2013

Entrando nello showroom di Moroso si è accolti nel corridoio, tramite pannelli luminosi che creano un continuum tra il cuore produttivo e lo spazio di Via Pontaccio, proiettando immagini quotidiane del lavoro manuale in azienda.Tramite il gioco di movimenti di strutture triangolari poste su tutto il perimetro, si rivelano i nuovi tessuti di Kvadrat.

Meritalia ha presentato nuove collezioni in collaborazione con designer che condividono la volontà di comunicare qualcosa di nuovo. Di Giulio Iacchetti, è Newcastle, un sistema di sedute proposte con rivestimento in Duraform®, materiale mai usato come rivestimento nel campo dell’arredo di design, spesso usato per libri, copertine e in particolare per le etichette applicate sui jeans. Altra novità assoluta e’ la presentazione di un progetto inedito di Achille e Pier Giacomo Castiglioni del 1957: la poltrona Cubo, con un risultato attualissimo. Di rilievo l’evento presso Pisa Orologeria ….

Meritalia ha proposto in esclusiva per Boutique Rolex le proprie nuove collezioni attraverso un allestimento scenografico e innovativo dal titolo “attraversare il tempo”: le nuove creazioni di Meritalia, sono state esposte direttamente sulla facciata esterna: elementi a sbalzo come contenitori dei nuovi prodotti, presentati insieme ad  un’installazione interna alla boutique di fusti in legno risalenti ai periodi 1800 e 1900 facenti parte di un’ampia collezione privata di proprietà di Meritalia che racconta l’evoluzione del Design attraverso lo scorrere del Tempo.

Meritalia evento presso Pisa Orologeria
Meritalia evento presso Pisa Orologeria

La nuova edizione del Temporary Museum for New Design organizzata per il Fuori Salone da Superstudio Group, si è sviluppata, come sempre, nelle due iconiche location di zona Tortona. L’attenzione al cambiamento ha rinnovato la formula e portato nuovi progetti: è Design Globale, prendendo atto che nel nuovo millennio l’influenza del design, inteso come tensione verso “cose” sempre più emozionali, ludiche, funzionali, tecnologiche, individuali, seducenti, è tracimata dalla semplice “invenzione” di nuovi arredi a soluzioni per ogni settore della vita, dai device che utilizziamo ogni momento, alle auto, al fashion, all’uso del “verde”, ai materiali più tradizionali o innovativi, all’arte, agli oggetti e ai momenti della quotidianità, fino alle espressioni estreme di food-design o nail-design che esprimono una volta di più questa tendenza.

Schermata 2013-04-16 a 08.16.27
Superstudio Più

GLOBAL DESIGN: CASA, TECNOLOGIA, VITA, a cura di Hyundai, Samsung Electronics Italia, IMIB. Sul filo del Design Globale che intercetta tutte le esigenze della nostra vita sono state presentate le grandi installazioni virtuali di Hyundai, con la dimostrazione di come un’auto immateriale nasca dal vento e dall’acqua.

La casa che verrà si scopre con le proposte di Michael Young, Xavier Lust, Richard Hutten per Gispen, di Marco Piva per Cristalplant, di David Trudbrige, di Lg Hausys e altri ancora.

Il mondo intero, con particolare attenzione ai paesi dell’est, ma non solo, è presente con le collettive di design svedese “Swedish Design goes Milan”, tailandese “Thailand’s Slow Hand Design”, croato “Solid Acts/Design from Croatia”.

Un nuovo modo di esporre e abitare in CONTAINER

Schermata 2013-04-16 a 08.07.42
Superstudio Più Zava

Altro tema di grande attualità è l’ISBU (Intermodal Steel Building Units and Container Homes). L’architettura rossa a due piani di Zava è insieme spazio ricettivo ed espositivo delle sue luci.

 

Schermata 2013-04-16 a 08.07.50
Superstudio Più Zava Paolo Uliana Arianna

 

Jolly Roger: Fabio Novembre

 “Watch your back… pirates are coming!”

Jolly Roger: Fabio Novembre per Gufram
Jolly Roger: Fabio Novembre per Gufram

Gufram: azienda che rappresenta un grande marchio della storia del design italiano, i cui pezzi “pop” del catalogo storico (il divano Bocca, il Pratone e il mitico appendiabiti a forma dicactus) sono custoditi nei più importanti musei del mondo, salpa verso nuove rotte dopo il

passaggio di proprietà avvenuto agli inizi del 2012. Il nuovo corso riparte con una collezione che mantiene la barra dritta con la stessa attitudine che contraddistingue il brand. L’ironia rimane a servizio dell’iconicità, l’irriverenza fa parte del suo DNA e con la stessa indole dissacrante si impegna a produrre nuovi segni indelebili nel firmamento del design. E’ sul ponte di comando che si traccia la navigazione alla scoperta di isole fertili, anche in tempi in cui è difficile sentire gridare “terraaa” dall’alto dell’albero maestro. Una delle rotte è portata avanti da un capitano eccezionale pronto ad affrontare le insidiose acque dell’home furniture e le derive burrascose della ricerca e dello sviluppo, un uomo che non conosce tempi di bonaccia: Fabio Novembre. Progettista funambolico e concreto, navigatore di lungo corso, istrionico e profondo, più di tutti forse negli ultimi anni ha saputo raccogliere il testimone dei grandi maestri italiani, quelli selvaggi, quelli forse bonariamente cattivi come Sottsass. Il prodotto è un gesto di rivendicazione di libertà, sinonimo di indipendenza intellettuale, che segue un percorso coraggioso allontanandosi dalle secche tipologiche standardizzate del progetto di arredamento e segna un nuovo orizzonte progettuale.

 

Jolly Roger: Fabio Novembre per Gufram

 

Ed ecco l’omaggio, il tributo sprezzante a questi codici non scritti di audacia e temerarietà: Jolly Roger. Una seduta che formalmente allude al teschio simbolo di spavalderia marcato sul vessillo rosso dei corsari e filibustieri francesi ed inglesi poi, terrore dei sette mari. E proprio il globo rimane sospeso nella scocca interna, una mappa circondata dagli oceani, il desiderio di conquista insaziabile, un’esortazione quasi a non rimanere fermi, un monito: sei seduto sul mondo, non dimenticarlo mai.

 fn

Citazione Fabio Novembre:

Quando mi chiedono perché porto al dito un anello a teschio, rispondo sempre che apparteneva a mio nonno pirata, e credo ormai di essermene convinto anch’io. Tutti dovrebbero avere almeno un nonno pirata nell’albero genealogico: rappresenterebbe un solido ramo a cui aggrapparsi. Solido abbastanza da ospitare gente come Keith Richards, Johnny Depp, Iggy Pop e tutti coloro che interpretano la loro vita in chiave rock’n’roll senza dover necessariamente impugnare una chitarra per poterlo esprimere.”

 

Jolly Roger: Fabio Novembre per Gufram
Jolly Roger: Fabio Novembre per Gufram

 

credits: Settimio Benedusi

Uso: interni ed esterni

Materiale: Polietilene lineare stampato in tecnologia rotazionale

Peso: 14 kg

Dimesioni: cm 75×74 h85

Colori disponibili: bianco, nero

www.gufram.it/

www.novembre.it/

 

100 Piazze Fabio Novembre

100 Piazze 2007 VenariaReale

Io sono nato a Lecce, una piccola città a metà strada tra Milano e l’Africa. Ci ho vissuto fino a 18 anni e nelle mie scarpe c’è ancora la polvere delle piazze in cui indifferentemente giocavo a calcio con gli amici o corteggiavo le ragazze. Le piazze erano i posti in cui succedeva tutto, erano i luoghi di incontro di una civiltà pre-telefonino. Oggi ho 41 anni e sono un architetto. Età e professione sono il filtro attraverso cui ho voluto idealizzare quei luoghi. Ritrovandoli in Google Earth e ridimensionandoli con un criterio uniforme, sono diventati testimoni di incontri più intimi, fulcro di gesti più privati. Sono cambiati i rapporti di scala e forse le superfici specchianti di queste piazze/vassoi serviranno da amarcord per riflettere sul nostro tempo.

Fabio Novembre

 

100 Piazze 2007 Palmanova

Fantasiosa la collezione di accessori disegnati da Fabio Novembre per l’azienda Driade e liberamente ispirata alle piazze più belle d’Italia…. si intitola “100 Piazze” in realtà sono 8….

“… cambiati i rapporti di scala, forse le superfici specchianti di queste piazze/vassoi serviranno da amarcord per riflettere sul nostro tempo”, ci dice lo stesso Fabio Novembre.

Un modo diverso per offrire un caffè ai nostri ospiti…intrattenendoli davanti a famose piazze italiane!

100 Piazze 2007 Milano

Per Driade

Photo: Pasquale Formisano

 

www.novembre.it

INNOVAZIONE CON CASAMANIA…..”Him & Her

“Him & Her” Fabio Novembre Casamania

Casamania si è posta come obiettivo primario di offrire al mercato dei prodotti unici ed accattivanti, ricchi di valenze funzionali ed estetiche, idonei alle possibilità interpretative più diverse. Prodotti con i quali è facile realizzare soluzioni d’arredo piene di fantasia, di colore, del tutto appropriate per vivere con allegria e disinvoltura la propria casa.

“Him & Her” Fabio Novembre Casamania

Him & Her” nascono dichiaratamente dai presupposti della Panton Chair. Sedute in polietilene realizzate mediante stampaggio rotazionale. La loro forma deriva dalla scansione tridimensionale di due sculture in gesso. Disponibili in due finiture: polietilene opaco tinto in massa o polietilene verniciato lucido.

“Him & Her” Fabio Novembre Casamania

La versione base, in polietilene opaco, può essere utilizzato anche all’esterno. Si evolvono declinando quel modello ermafrodito di perfezione nell’armonia dei due sessi. Adottano corpi scolpiti come modelli di seduzione, nudi… ma non ne provano vergogna.”

“Him & Her” Fabio Novembre Casamania

Disponibile la versione Him (lui) e Her (lei) Disponibile nelle finiture lucide e opache Adatta anche per uso esterno Colori disponibili Opaco: rosso nero bianco Lucido: bianco grigio nero marrone beige giallo arancio rosso viola celeste verde chiaro.

Designer: Fabio Novembre

 

“Him & Her” Fabio Novembre Casamania

 

http://www.casamania.it/

36H e 56H di Driade __ventaglio e pavone!

Chi sa raccontare fiabe possiede una dote rara……

 

36H disegnata da Fabio Novembre per Driade.

Un tocco fiabesco, solo nel 2011, entrava nel giardino di casa grazie a 36H, poltroncina simile a un trono disegnata da Fabio Novembre per Driade.

36H disegnata da Fabio Novembre per Driade.

Seduta outdoor dalla forma evocativa e inusuale, caratterizzata dall’ampio schienale curvo come un ventaglio. La struttura in alluminio  è rivestita con fili intrecciati in plastica, pensata nei colori dell’aria: bianco, grigio e azzurro.

Il nome deriva dal numero di ore di lavoro necessarie a produrla, un omaggio alla sapienza e alla manualità artigianale che riproduce i gesti antichissimi della tessitura per dare all’elemento ricchezza e vibrazione.

36H disegnata da Fabio Novembre per Driade.

Al Salone 2012 è stata presentata l’evoluzione della 36 H…. fantastica sedia: originale interpretazione della poltrona a dondolo, 56H è un fantasioso arredo da esterno creato sempre da Fabio Novembre per Driade.

56H disegnata da Fabio Novembre per Driade.

Alto e avvolgente, lo schienale dalla forma curva assomiglia alla ruota di un pavone, mentre la seduta modellata come una sella offre l’immagine di una cavalcatura variopinta uscita dal libro delle fiabe.

56H disegnata da Fabio Novembre per Driade.

La struttura a nastro è in alluminio e rivestimento intrecciato in plastica, pazientemente realizzato in 56 ore, da cui il nome della poltrona.

Diverse le versioni disponibili: bicolore con fronte grigio e retro bianco, bicolore con fronte bianco e retro azzurro, multicolore bianco, grigio, azzurro.

56H disegnata da Fabio Novembre per Driade.

 

 

www.driade.com/

Triennale Design Museum TDM

TDM 2012

Con la quinta edizione dal titolo TDM5: Grafica italiana, Triennale Design Museum porta avanti il suo percorso di promozione e valorizzazione della creatività italiana, estendendo la ricerca a una storia che è sempre stata considerata minore e, per restituirle la giusta autonomia.

TDM 2012

Dopo le prime ricognizioni dedicate dal museo alla grafica contemporanea, con:The New Italian Design, Spaghetti grafica e Graphic Design Worlds, la scelta di dedicare un’edizione alla grafica italiana, alla comunicazione visiva e alla loro storia è un passo importante per arricchire e completare il percorso nel design italiano intrapreso dal Triennale Design Museum.

TDM5: Grafica italiana rappresenta un’opportunità per presentare vicende, figure, fenomeni che hanno accompagnato e sostenuto gli sviluppi culturali, sociali, economici e politici del nostro paese, che rimangono ancora relativamente poco conosciuti, nella loro ricchezza, al di fuori delle comunità specializzate.

Un’occasione per contribuire, collegando passato e presente, a una maggiore coscienza critica rispetto a vecchi e nuovi prodotti e strumenti della cultura visiva che appartengono ormai diffusamente alla nostra vita quotidiana.

Partendo dalle premesse storiche, dalle radici culturali e dai momenti-chiave del graphic design italiano, il percorso espositivo si articola per tipologie di artefatti, andando a configurare, una sorta di tassonomia, che va dalla scrittura ai progetti che si relazionano con il tema dello spazio e del tempo.

TDM 2012

Dopo aver risposto alla domanda “Che Cosa è il Design Italiano?” con Le Sette Ossessioni del Design Italiano, Serie Fuori Serie, Quali cose siamo e Le fabbriche dei sogni, Triennale Design Museum, il primo museo del design italiano, conferma la sua natura dinamica, in grado di rinnovarsi continuamente e di offrire al visitatore percorsi inediti e diversificati. Un museo emozionale e coinvolgente. Un organismo vivo e mutante, capace ogni anno, attraverso la sua innovativa formula, di interrogarsi senza dare risposte precostituite.

Quinta edizione TDM5: Grafica italiana Direttore: Silvana Annicchiarico Cura scientifica: Giorgio Camuffo, Mario Piazza, Carlo Vinti Progetto di allestimento: Fabio Novembre. Progetto grafico: Leftloft Catalogo Corraini Edizioni 14 aprile 2012 – 24 febbraio 2013

TDM 2012

Eni è main partner della Quinta edizione del Triennale Design Museum TDM

 

www.triennaledesignmuseum.it