Archivi tag: Driade

Oyster di Marco Zanuso per Driade

Oyster di Marco Zanuso per Driade

Esiste ormai, innegabilmente, una dimensione intermedia tra design e arte. Manufatti che, pur conservando una funzione, sono segnati da un’attenzione formale particolarmente sofisticata cui contribuiscono una scelta materica atta ad esaltarne le specificità e un procedimento costruttivo estremamente accorto.


Oyster di Marco Zanuso per Driade

La collezione di tavolini OYSTER I e II del designer Zanuso Jr per Driade è un mix di geometrie sofisticate, riconducibili, alle sfaccettature dei diamanti. Un arredo di gusto eclettico pensato per ambienti living ricchi di personalità. La struttura in acciaio inox lucidato è il segno distintivo di una semplicità che sta alla base della ricerca estetica del designer che crea un arredo dal fascino rigoroso, giocato sulle proprietà riflettenti del materiale e della forma.

Oyster di Marco Zanuso per Driade

Anno: 2009
Materiali: 
Acciaio inox. Struttura e piano in acciaio inox lucidato

spessore 2 mm
Uso solo interno
Misure:  tavolo: L. 60 P. 60 H. 72
tavolino L. 40 P. 40 H. 49,6
Prezzo indicativo:  tra € 2000 e € 5000

Oyster di Marco Zanuso per Driade

www.driade.com/

Zagazig – Driade

Zagazig – Driade

Tornano le righe sulle passerelle e nel design…


Zagazig – Driade

Orizzontali, verticali, sottili o larghe, che siano bianche e nere, o dai colori vibranti, le righe sono tornate sulla scena della moda in modo dirompente. Se a lungo sono state bandite da passerelle e negozi, per questa stagione calda ritornano in auge e lo fanno in grande stile. Sono le maison più raffinate del mondo a riproporre in modi nuovi e del tutto inusuali le strisce da indossare.

Zagazig – Driade

Tavolini. Struttura in tondino di acciaio verniciato a polvere poliestere color oro. piano in bi-laminato e grafica con decoro floreale o a righe o geometrico realizzata tramite stampa digitale. la versione con il decoro a righe prevede il tavolo l.113 p.74 h.27 con decoro bianco e rosso, mentre nelle altre due misure con decoro bianco e nero. uso solo interno.

Zagazig – Driade

Dimensioni:

l.113 p.74 h.27; l.119 p.36 h.38; l.87 p.113 h.47

zagazig  driadelab

http://www.driade.com/zagazig/

MIRO

MIRO Driade
MIRO Driade

La fotografia e il design sono discipline strettamente correlate. Quanti oggetti meravigliosi abbiamo in realtà conosciuto più attraverso la loro immagine che non per un rapporto di fruizione diretta? In questo caso però la storia è diversa: un fotografo si fa designer per portare nelle case di molti le sue visioni del mondo. In particolare una, la Galleria Vittorio Emanuele, che rappresenta per Milano, da quando il Mengoni la concepì nel 1865, un emblema. Ma come si può trasformare una fotografia in oggetto? Ad esempio inserendola in un paravento-opera che, inaspettatamente, sul fronte posteriore propone uno specchio: uno specchio “a trittico” con cui percepire tutt’intera la nostra figura, come una volta nelle sartorie.

MIRO Driade
MIRO Driade

Struttura costituita da tre pannelli in mdf, rivestiti a specchio su entrambi i lati. Sul fronte è applicata una pellicola trasparente con un’immagine fotografica.
L. 135 P. 2,5 H. 200

MIRO Driade
MIRO Driade

By Francesco Bolis 2012

http://www.driade.com/site/miro.html

100 Piazze Fabio Novembre

100 Piazze 2007 VenariaReale

Io sono nato a Lecce, una piccola città a metà strada tra Milano e l’Africa. Ci ho vissuto fino a 18 anni e nelle mie scarpe c’è ancora la polvere delle piazze in cui indifferentemente giocavo a calcio con gli amici o corteggiavo le ragazze. Le piazze erano i posti in cui succedeva tutto, erano i luoghi di incontro di una civiltà pre-telefonino. Oggi ho 41 anni e sono un architetto. Età e professione sono il filtro attraverso cui ho voluto idealizzare quei luoghi. Ritrovandoli in Google Earth e ridimensionandoli con un criterio uniforme, sono diventati testimoni di incontri più intimi, fulcro di gesti più privati. Sono cambiati i rapporti di scala e forse le superfici specchianti di queste piazze/vassoi serviranno da amarcord per riflettere sul nostro tempo.

Fabio Novembre

 

100 Piazze 2007 Palmanova

Fantasiosa la collezione di accessori disegnati da Fabio Novembre per l’azienda Driade e liberamente ispirata alle piazze più belle d’Italia…. si intitola “100 Piazze” in realtà sono 8….

“… cambiati i rapporti di scala, forse le superfici specchianti di queste piazze/vassoi serviranno da amarcord per riflettere sul nostro tempo”, ci dice lo stesso Fabio Novembre.

Un modo diverso per offrire un caffè ai nostri ospiti…intrattenendoli davanti a famose piazze italiane!

100 Piazze 2007 Milano

Per Driade

Photo: Pasquale Formisano

 

www.novembre.it

Linde Burkhardt


Linde Burkhardt per Driade

Una storia o quattro storie? Quattro nomi o un nome solo?

Fernando, Alvaro, Alberto e Ricardo, ormai si sa, anche se ancora si fatica a crederci,

sono una persona sola: quattro stili diversi di scrittura per i quattro principali eteronimi di Pessoa.

Linde Burkhardt affascinata da questa vicenda tra le più incredibili della letteratura contemporanea

decide di “dipingere”, su quattro tappeti, i ritratti dei “quattro” scrittori.

Li raccorda in unità una palette di colori caldi,

grazie a cui sfumano le differenze e si accentua l’identità.

 

 

Linde Burkhardt per Driade

Linde Burkhardt è artista e designer. Nel corso degli anni i punti chiave del mio lavoro si sono spostati sempre di più. All’inizio la pittura e il disegno sono stati integrati da installazioni che volevano dare allo spazio un ritmo e una struttura. Più tardi sono stata affascinata dalla possibilità di progettare in serie tappeti e moquette. Da fuori è venuto poi il desiderio di progettare ceramiche e durante lo studio di possibili tecniche di lavorazione dell’acciaio si è manifestato un interesse concreto di vedere come si potesse combinare acciaio e ceramica in un unico progetto.

Linde Burkhardt per Driade

Tutti i diversi campi di lavoro sono strettamente collegati e si influenzano l’uno con l’altro. Il lavoro con la ceramica ha come punto di riferimento da una parte oggetti singoli e oggetti per serie piccole e grandi, e dall’altra punta all’uso delle tecniche ceramiche per la realizzazione di installazioni o interventi che rientrano nella sfera artistica.

Linde Burkhardt per Driade

Esperienze precedenti con vetro e acciaio sono alla base dell’accostamento di ceramica e materiali diversi in progetti più complessi.

 

Linde Burkhardt per Driade

http://www.linde-burkhardt.de/

 

www.driade.com

 

Fenix di Driade

Fenix di Driade

Ludovica + Roberto Palomba affrontano con Fenix il tema del divano componibile, dandone un’interpretazione che punta alla leggerezza formale. Attraverso l’esile struttura metallica accentuano il senso di sospensione dell’elemento di seduta, completando l’insieme con schienale e braccioli dalle proporzioni perfettamente calibrate.

Fenix di Driade

Il risultato è di grande raffinatezza, sia nei modelli a due o a tre posti che nella versione con terminali, una grande penisola dalla sagoma gradevolmente asimmetrica. Prodotto da Driade, è disponibile con diversi rivestimenti per la struttura e per i cuscini sfoderabili.

Fenix di Driade

Il divano componibile “si solleva” da terra e si fa protagonista del living. Linee pure, dal segno grafico, sono a servizio del comfort. Nella variante del divano con terminali, la penisola dalle generose dimensioni si sviluppa con forma asimmetrica.

 

Fenix di Driade

www.driade.com/