Archivi tag: design

Gaetano Pesce per Meritalia

Pesce collezione Meritalia showroom

Ritorno con un articolo dedicato a Gaetano Pesce e  “Edizioni del Pesce”.

Pesce collezione Meritalia showroom

Meritalia e Gaetano Pesce hanno presentato in anteprima “Edizioni del Pesce” con un evento a Milano presso lo showroom Meritalia di via Durini, tenutosi il 4 novembre scorso. Oggi vi propongo le foto di quell’evento, a cui, purtroppo, non sono potuta andare!

Some of us lamp Gaetano Pesce

Sembra un mondo onirico…..un vero CREATORE di IMMAGINI…con queste opere Gaetano Pesce ha veramente liberato tutta la sua fantasia!

Alda medium lampada Gaetano Pesce

La sua aspirazione consiste nell’attraversare il guado che separa il terreno della cultura accademica passata ed approdare su quello che sarà la scena di una profonda ed autentica trasformazione ed ampliamento dei campi culturali. Alcuni di questi continueranno ad allontanarsi dai bisogni di ogni giorno per servire delle élites sempre più ristrette. Altri, più vitali, insisteranno ad aiutare gli individui nelle loro necessità quotidiane. Con il suo design, si propone di offrire più calore, buon umore, più affezione agli spazi che ospitano la nostra vita e contribuire alla loro salute.

(http://fish-design.it)

o sole mio circle lampada Gaetano Pesce

Le “Edizioni del Pesce” si compongono in due filoni principali: il primo riguarda una collezione di oggetti dalle varie funzioni ed il secondo consiste in una serie di lampade da tavolo, da muro, da soffitto e da terra…..

Elephant Lamp

Per avere meglio un’idea completa di Gaetano Pesce, potete leggere gli altri articoli dedicati a lui, in questo blog.

link: www.meritalia.it/ ringrazio, come sempre la dott.ssa Francesca Meroni per le foto concessemi.

Pesce collezione show room Meritalia

C’è cappa e cappa…e la Befana?

Cappa Elica di Gaetano Pesce

La Befana vien di notte

con le scarpe tutte rotte,

se ne mette un’altro paio,

la Befana il 6 gennaio!

La leggenda della Befana è tipicamente italiana, negli altri paesi il 6 gennaio si festeggiano i Re Magi e la befana non è conosciuta.

A me la befana non portava più regali, che erano stati già portati da Babbo Natale, ma nella calza trovavo dolcetti, carbone dolce colorato e nero, monete d’oro in cioccolato…ero sempre molto felice quando trovavo la calza piena!

Usavamo le calze vere, e
visto che non avevamo un camino, la calza veniva appesa alla cappa, sopra il fornello.

Poi c’era il rito preparatorio della colazione da lasciare alla Befana e la mia mamma mi faceva preparare una ricca tazza di latte con i biscotti, che poi, ovviamente si sarebbe mangiata lei!

Ma, oggi, mi chiedo, dove passerà la Befana? Eh si perchè le cappe moderne sono piuttosto piccole, piatte ….abbiamo reso la vita difficile anche ad uno dei personaggi più simpatici della nostra vita di bambini!

Vi inserisco un breve viaggio nelle cappe di ultimissima generazione, che come dice la pubblicità: MASSIME ASPIRAZIONI da strumento di servizio ad elemento di design! E festeggio con voi questo rito, che forse, ormai è in disuso!

Cappa Elica modello Star
cappa elica collection
Elica space-white

Lo sapete che esiste un sito: streghemoderneriunite? se vi va visitatelo: http://streghemoderneriunite.blogspot.com  – www.elica.com/index~lg~it~mer~5.htm –  www.elica.com/

cappa Faber -kaleidos ambient-

 

Armonia e contrasto: Junco Paris

Armonia e contrasto danno origine alle bellezze delle cose!

Junco un’ artista giapponese che crea meravigliosi gioielli e delicate micro-sculture romantiche.

Sperimentare sempre qualcosa di  nuovo, questo, è il suo motto. Nelle sue creazioni coesistono il classico e il moderno. I materiali sono morbidi e duri,  le cose opache e lucide, l’utilizzo di piume, lana, strass,  combinazione di elementi contrastanti. Le immagini del suo design nascono, spesso, dal materiale stesso.
Insomma, Junco fa accessori per farli vivere ogni giorno addosso alle persone!

Quindi, se passate per Parigi nel quartiere di Marais, andate a dare uno sguardo al laboratorio di questa stilista, affascinante!

Io vi ho inserito le immagini di due creazioni in lana e piume, che ho comprato a Roma, da Hb di via Ugo de Carolis, ma andate a vedere il suo sito, perchè i gioielli sono veramente tanti!

JUNCO 10, rue de Poitou  Paris Tel. 0033 1 44780848 chiuso il lunedì e la domenica aperto dalle 14.00 alle 19.30    – sito:    http://www.junco-paris.com/

Creatore di atmosfere: Ingo Maurer

“ognuno di noi ha un paio di ali… ma solo chi sogna impara a volare… ” (Jim Morrison)

Nella collezione di Ingo Maurer, Lucellino, un “oggetto” con le ali, rappresenta l’essenza della luce: la leggerezza. “La luce” dice “non si può toccare, non ha sostanza, per questo cerco di essere leggero. Offrire sensazioni: questo il mio obiettivo”.

La collezione Lucellino è disponibile nella versione da tavolo o da parete, in vetro, ottone e materiale sintetico con ali realizzate in piume d’oca lavorate a mano.

Un seduttore della luce. Così si definisce il light designer tedesco: Ingo Maurer. Nei primi anni ’60 fonda a Monaco lo studio “Design M” dando il via ai primi progetti di lampade. Tutti all’insegna dell’ironia e della provocazione. Lucellino potrebbe essere tra i dieci oggetti vincitori che saranno consegnati all’eternità, interrati in un parco dentro una capsula di metallo…..

La foto è scattata nella mia camera da letto, io l’ho utilizzata come luce per il comodino, così ogni volta che l’accendo di notte…vedo le piume che si librano nell’aria, leggere, leggere….e mi sento in una fiaba!

www.ingo-maurer.com/news_it.html

New Wonderland

Questi candelabri: paese delle meraviglie, sono disegnati da Stephen Johnson ed evocano la surreale fuga di alice dal mondo reale verso il paese delle meraviglie. Ogni candeliere è composto da un gioco di equilibrio tra le figure, decorazioni che Johnson ha  scoperto e riproposto nei mercatini d’antiquariato. La serie di meraviglie illustra come il design possa soddisfare bisogni emotivi come la fantasia, la nostalgia e l’humor.
Artecnica è una società con sede a Los Angeles che propone un design che eleva lo scopo degli oggetti di uso quotidiano incantando ed emozionando i fruitori, con un prodotto innovativo, e una premiata collezione di oggetti di design.
Artecnica è impegnata a esaminare le questioni della sostenibilità ambientale e produzione responsabile. I prodotti sono spesso realizzati con materiali riciclati. Dunque, design socialmente responsabile: è la filosofia di Artecnica, studio e galleria di Los Angeles che ha prodotto e produce pezzi di giovani designer quali Tord Boontje, Stephen Burks, Hella Jongerius, Emma Woffenden, Inga Sempé, Stephen Johnson, Studio Glithero, Tahmineh Javanbakht, che è il direttore artistico del marchio, Joris Laarman, Heath Nash, Estudio Campana, Clara von Zweigbergk e Karl Zahn.
http://www.artecnicainc.com/

Natale: bianco e oro

Bianco e oro

il lindore e la semplicità del bianco, accostato alla sofisticata eleganza della foglia  oro,

linee essenziali e pulite, arricchite dai preziosismi baroccheggianti

di alcuni particolari, è sapientemente giocata su equilibrati contrasti,

tra bianco e oro, tra moderno e reminescenze antiche.

(tratto dal catalogo di Cyrus Company)

Vi presento l’oggettistica di Cyrus Company, tutta incentrata sul bianco e oro di cui l’azienda ne fà una vera e propria filosofia.

Non è una novità, risale ad un pò di anni fa, ma la propongo oggi, perchè è in tema con l’atmosfera vicinissima del Natale!

Gli scatti fotografici sono di mia proprietà, realizzati al salone del mobile di Milano di anni fà.

L’azienda, nasce nel 1971 dalla creatività della signora Silvia Lischetti, ora è gestita da un’altro gruppo con cui è difficile avere rapporti di qualsiasi natura.

Potete andare sul sito e visionare tutta la produzione o attendere che vi pubblichi, in seguito, altre proposte.

link: www.cyruscompany.it/