Archivi tag: design

“ORIGINE DU MONDE, MAYBE !”

Origine du Monde-Italo Rota per Meritalia

Eccezionale ……. Un’autentica provocazione, l’avvolgente seduta di Italo Rota per Meritalia, ispirata al quadro ‘L’origine du monde’ di Courbet con un’esplicita allusione al sesso femminile!

“L’origine del mondo, forse”! Una seduta positiva e/o negativa, uterina e sensuale, ultima stanza prima di vedere il mondo in cui vivremo, prima e unica forma che per sempre ci accompagnerà nella vita.

Tre stati di Memory Foam ci fanno ricordare la protezione materna, per riposare,ricordare, immaginare il futuro: in fondo immaginare il futuro non è altro che pensare al tempo che ci resta da vivere.

Un tavolino modesto, maschile, sempre più non necessario ma per ora indissociabile, per permettere di avere uno di noi seduto su questa poltrona. Una coppia di oggetti per adulti.” Italo Rota, Aprile 2010

Scheda tecnica:

seduta: scocca contenitiva in materiale termoplastico rigido nelle finiture verniciate.

Imbottitura in poliuretano flessibile.

Basamento in alluminio lucido.

Tavolino: legno laccato lucido.

Stelo lampada in inox lucido.Illuminazione a led.

Link: www.meritalia.it/

Origine du Monde-Italo Rota per Meritalia

L’arte di vivere o vivere l’arte?

Vetrina di Meritalia-Italo Rota-

Partire, tornare, ripartire, ritornare. Portarci con noi il morbido preferito della nostra casa. Portare con noi l’immagine dei luoghi più felici. In questa semplice relazione immaginiamo il nostro futuro. Einstein amava dire che il futuro lo interessava molto perché “è il luogo dove passerò il resto della mia vita”. (Italo Rota)

Film :. ITALO ROTA – Bringing it all back home director: Matt Dowson

(cliccate sul link e vedete il film sul sito di MontenapoleoneFilm :ITALO ROTA –

Bringing it all back home
director: Matt Dowson – starring: Italo Rota – shot on location: Meritalia – via Durini, 8 –

evento: L’ARTE DI VIVERE – music: Josh Olmstead & Friends)

Sto parlando della  manifestazione che si è tenuta a Milano dal 14
 al 17 ottobre ed ha riunito il mondo della produzione, della distribuzione e dei media per creare una grande
 piattaforma di comunicazione per rispondere alle esigenze di un consumatore sempre più informato ed 
esigente, coinvolgendo la città in un percorso di shopping e di attività. L’evento organizzato
 dal Gruppo Mondadori e RCS MediaGroup ha 
celebrato Milano come capitale del design ed è stato pensato per sostenere le aziende del comparto
 arredamento, tra le principali eccellenze dell’industria italiana.
 Tema della prima edizione è stato L’ARTE DI VIVERE, UNA NUOVA INTIMITA’. La casa come luogo di
 rassicurazione, protezione, calore. Ai 78 punti vendita aderenti è stato richiesto di interpretarlo attraverso
 allestimenti dedicati. DESIGN WEEKEND ha vinto la sfida facendolo diventare
 installazione un’oggetto di uso comune. Due, sono state, le menzioni speciali per la categoria Monomarca e sono andate a FLOS, con la motivazione: “Il piacere del
 rigore” e a MERITALIA, con la motivazione: “Il rigore del piacere”. E visto il notevole apprezzamento da parte del pubblico e della critica della kermesse è già stato
 confermato anche l’appuntamento per il 2011. Intanto godiamoci il filmato con l’intervista a Italo Rota architetto, e le immagini degli allestimenti di parte delle vetrine di Meritalia.

(Tratto da http://www.independentstyle.it/EN/Magazine/blog_1098.aspx) —  Link: www.meritalia.it/ —

(http://www.viamontenapoleone.org/ita/focus_on.php?id=52)

Vetrine Meritalia - Italo Rota -

Bringing it all back home

Volevo fare un’Odissea, tornare a casa da qualche parte. Mi sono messo in marcia verso questa casa, lasciata da tempo, di cui, però, non ricordavo l’ubicazione, anche se sapevo di dirigermi lì.

Incontrare ciò che ho incontrato per la strada era ciò che mi aspettavo.

Non avevo ambizioni.

Ero nato lontano da dove dovevo e avevo bisogno di tornare a casa.

Bob Dylan

 

BLOB e la Blob House di Barbara Uderzo

Spiderman- Barbara Uderzo, BLOB RING, anello, argento, plastica, epidoto (minerale), 2009

Il titolo della collezione, Blob, viene da quel film degli anni ’50 divenuto un culto per gli amanti della fantascienza: Blob, il fluido che uccide”. Quella che sembra una letale e insaziabile forma di vita aliena è caduta sulla Terra e scivola attraverso le strade e le fognature di una piccola cittadina americana, inghiottendo gli abitanti della città. Si tratta di una materia informe e gelatinosa,  color fragola, sconosciuta e vorace, che fagocita senza alcun rimorso chi ha la disgrazia di capitarle a tiro. Una coppia di adolescenti, il ribelle Brian e la dolce Meg, proveranno a farmarla…

Rosae- Barbara Uderzo, BLOB RING, anello, argento, plastica, corallobianco, vetro, perla d'acqua dolce, swaroski, 2010

The blob house è lo studio dell’artista-designer Barbara Uderzo ricavato in un ex opificio dei primi decenni del Novecento a Milano. Qui, in via San Francesco d’Assisi, a pochi passi da piazza Duomo, hanno trovato casa i blob rings e altri gioielli …di questa fantasiosa e pittorica art designer, che con i suoi lavori e una continua sperimentazione, riesce ad esprimere la quotidianità con un tocco di ironia….

Apple- Barbara Uderzo, BLOB RING, anello, argento, plastica, mela in argento smaltato, 2010

…..I Blob rings sono realizzati in plastica e inglobano micro-oggetti simbolici della contemporaneità.  La plastica, magma e colore, è lavorata in modo sperimentale, rielaborando forme casuali attorno ad un cerchio in argento. Nel corso degli anni Barbara Uderzo ha creato piccole “famiglie” di anelli Blob su argomenti specifici, come ad esempio i Blob rings food, relativi al cibo ed agli oggetti di cucina, quelli con fette di torte, tazzine o teiere, caffettiere o bombon, immersi nella panna o in traslucide glasse.

BLOB RINGS food

www.uderzo-designer.it

B  A  R  B  A  R  A    U  D  E  R  Z  O
  – Milano – via S.Francesco d’Assisi 15 – Creazzo (Vicenza) – via Rivella 15 –

 

BLOB incredible destino

 

 


Ispirazioni e sentimenti: Fabio Gallo

stromboli in ferro

Fabio Gallo è un giovane designer siciliano che ha fatto della sua terra la principale fonte d’ispirazione per il suo lavoro e la sua arte. Da molti anni esprime la sua creatività sia nel campo dell’arredamento che nella decorazione d’interni e nell’allestimento scenografico.

In questi settori ha trasferito la curiosità e la voglia di sperimentare percorsi originali, di ricercare e conoscere materiali e dar loro nuova vita attraverso la sua personale interpretazione.

Io l’ho conosciuto durante un viaggio di lavoro a Modica, in Sicilia; quel giorno, mi sono innamorata di un candeliere che era in una vetrina di un negozio che vendeva creazioni di giovani designer e stilisti del luogo. L’ho comprato subito…da allora Fabio Galllo ha fatto molta strada…

radice - pezzo unico

Crea pezzi unici o in edizione limitata, di chiara impronta artigianale. Ogni pezzo viene pensato a partire da ispirazioni, emozioni, sentimenti o atmosfere che si imprimono nella memoria per poi emergere nel momento creativo. Nei suoi lavori, tradizione e innovazione si fondono, consentendo a forme classiche e linee essenziali, materiali vintage ed elementi di design, di convivere dando vita a soluzione nuove. Proprio in linea con i miei attuali articoli, non vi pare?

Link: http://www.fabiogallo.com/

Nina Campbell: ricercate collezioni

Birdcage Walk

Una combinazione di uccelli canori e gabbie dorate……. un uccello fantastico con opulento piumaggio posato su rami carichi di fiori colorati……….mazzi di rose in piena fioritura……

Paradiso wallpaper

La carta da parati Birdcage Walk è sicuramente la mia preferita….me ne sono proprio innamorata!

(L’abbiamo vista nella versione in nero, nell’articolo delle “case trendy: contaminazioni di stili”….)

Sylvana-Arboretum wallpaper

Questi e tanti altri sono i temi dellle carte da parati e dei tessuti di Nina Campbell designer di fama mondiale di interior design, è nota per i suoi splendidi interni, come pure per le sue collezioni di tessuti, carte da parati, accessori, tappeti e la fragranze per la  casa.

Sylvana-Orchard Blossom wallpaper

……….Lusso, praticità e una particolare atmosfera traspare in  tutte le ricercate collezioni di Nina……….

perroquet - nina campbell

Alla raccolta dei disegni degli sfondi della Campbell sono stati dati i nomi di luoghi di Londra, che contribuiscono a evocare la natura cosmopolita della capitale città dell’Inghilterra.

Lombardia-Farfalla wallpaper

Le piace mescolare pezzi contemporanei e tradizionali, magari rivestendo i mobili ereditati con nuovi tessuti.

Bardini wallpaper

Nina Campbell ha adattato case per il duca e la duchessa di York, la Regina di Danimarca e Rod Stewart.

Il suo sito è: http://www.ninacampbell.com/

Convivio wallpaper

Case trendy: contaminazioni di stili

the roost

Trovo molto alla moda l’arredo di questa villa……

the roost

contaminazioni di stili differenti, di suggestioni orientali e occidentali, da cui ne viene fuori lo spirito di una persona molto eclettica, che ama ricercare pazientemente e collezionare oggetti e mobili di differenti stili, dal pezzo di antiquariato al pezzo di design.

the roost

Tradizione e modernità si fondono in un design ricercato, dove la casa vive il passato in chiave attuale. (La carta da parati, che vedete nella seconda foto con le gabbiette, è di Nina Campbell di cui vi parlerò nel prossimo articolo).

the roost - carta da parati di Nina Campbell-

“Del resto è quello che succede anche nel campo della moda: la collezione Liberty of London, presentata a Pitti Uomo 79, per l’autunno – inverno 2011/2012 si ispira ad un personaggio storico indiano, Mohammed Ali Jinnah, fondatore del Pakistan moderno che si muove fra Asia ed Europa negli anni venti del secolo scorso.

Pitti uomo 79 inverno 2011-2012

Uomo colto e cosmopolita, profondamente influenzato dalla cultura occidentale e’ icona precisa di questa collezione fatta di contaminazioni di stili, di mix di elementi contrapposti, di suggestioni orientali che incontrano l’occidente.

the roost

Le celebri stampe Liberty sono mischiate fra loro e si accostano a lane preziose, flanelle, cotoni, jersey e tricot. Abiti sartoriali doppiopetto si contaminano di elementi orientali, asciutte giacche Savile Row si abbinano a morbidi pantaloni in lana destrutturati.

 Must di collezione la sciarpa”.

the-roost

(l’articolo completo sulla moda potete continuare a leggerlo su: http://styleandfashion.blogosfere.it/2011/01/liberty-of-london-a-pitti-uomo-79-contaminazioni-di-stili-e-un-mix-di-elementi contrapposti.html)

the roost

Credits: file:///Users/imac2/Desktop/Location/index.php.html

the roost