Archivi tag: Dedon

THE PORCINI COLLECTION – DEDON

THE PORCINI COLLECTION – DEDON

Porcini è la nuova collezione di tavolini per esterno disegnata da Lorenza Bozzoli per l’azienda Dedon, leader nel settore degli arredi di design per outdoor. 


THE PORCINI COLLECTION – DEDON

Chiamato così per la sua forma che ricorda le sembianze di un fungo, Porcini è un pratico e versatile tavolino, perfetto per accompagnare con un tocco di fantasia una delle tantissime sedute realizzate sempre da Dedon. I tavolini nascondono un comodo ripiano interno e sono progettati per essere combinati insieme, ottenendo così un effetto vivace e originale. Tre diverse altezze e due diverse finiture, ceramica e fibra intrecciata, rendono il tavolino Porcini l’oggetto di design ideale per donare nuova vita ai vostri spazi esterni.

THE PORCINI COLLECTION – DEDON

https://micro.dedon.de/en/furniture/porcini/side-table-51cm

MBRACE collection – DEDON

MBRACE collection – DEDON

Mbrace firmata da Sebastian Herkner per Dedon rappresenta un nuovo modo di pensare all’arredo da bordo piscina, una collezione comoda e originale coniuga per la prima volta una fibra DEDON con una base in solido teak. La collezione è composta da una poltrona avvolgente, un lettino, una sedia a dondolo e un pouf e riassume il senso del lusso essenziale che prende spunto da un design tipicamente nordico. 

MBRACE collection – DEDON

Ideata da un giovane talento del design tra i più rinomati d’Europa, il tedesco Sebastian Herkner, la collezione MBRACE realizza l’idea di accoglienza che rievoca il suo nome. L’ampio e avvolgente schienale della poltrona è simile ad un guscio, un luogo invitante e confortevole anche nella stagione fredda e anche senza l’uso dei cuscini. 

MBRACE collection – DEDON

Tipico delle collezioni DEDON è l’uso intrecciato delle fibre: il risultato è simile ad un lavoro fatto a maglia, realizzato con tre diverse fibre, ognuna con un suo profilo e un suo colore. In collaborazione con Giulio Ridolfo, esperto di colori e tessuti noto in tutto il mondo, Herkner e DEDON hanno sviluppato tre colorazioni esclusive per questa collezione: Spice, Pepper e Atlantic, un chiaro richiamo all’idea del viaggio e dell’avventura. In questo modo Herkner dichiara il suo obiettivo, raggiungere e soddisfare un pubblico eterogeneo ed internazionale di “esploratori giovani e sofisticati”. 

La collezione MBRACE è completata da un set di cuscini adatti ad ogni occasione. L’unione del teak massello con la fibra DEDON, le nuove colorazioni e la novità della sedia a dondolo danno vita ad un nuovo salotto outdoor comodo e di design.

 

https://www.dedon.de/

THE OTHERS, Stephen Burks firma le lanterne per Dedon

THE OTHERS, Stephen Burks per Dedon

Tutti noi dobbiamo tenere a mente che siamo venuti da un posto diverso in qualche punto della nostra storia” riflette Burks. “C’è stato un tempo in cui siamo stati l’altro’. Spero che, a prescindere dalle nostre differenze culturali, si riesca prima o poi ad imparare ad accettarsi reciprocamente e a convivere con empatia, intelligenza e anche senso dell’umorismo!


THE OTHERS, Stephen Burks per Dedon

Al Salone del Mobile Dedon ha presentato THE OTHERS, una nuova collezione di lanterne antropomorfiche, vivaci, colorate, scultoree. La collezione comprende varie declinazioni di prodotti intrecciati a mano che, sia che vengano presentati singolarmente o disposti a totem, uno sopra l’altro, assumono l’aspetto di figure illuminate. È possibile aggiungervi degli occhi acrilici anch’essi realizzati a mano che ricambiano lo sguardo dell’osservatore con ironia.  Concepita da Stephen Burks, designer americano il cui lavoro spesso utilizza l’intervento dell’artigiano, la collezione THE OTHERS è nata come esplorazione del design figurativo astratto. “Ho immaginato una variopinta comunità di sognatori, dalla personalità decisa, che contemplano il resto del mondo con un senso di ambizione, sofisticatezza e orgoglio. Mi sono apparsi quasi come ambasciatori o guide del mondo della nostra immaginazione.

THE OTHERS, Stephen Burks per Dedon

DEDON, già partner di Burks con le collezioni DALA AHNDA, è rimasta così affascinata da questo progetto che si è proposta subito di produrre THE OTHERS. “Il mio rapporto con DEDON mi concede la libertà di esplorare un’idea che va ben oltre i dettami tradizionali,” spiega Burks “ed è questo che secondo me rende quest’azienda così iconica.

THE OTHERS, Stephen Burks per Dedon

La varietà dei materiali usati per la collezione rispecchia l’interesse continuo che Burks (e con lui DEDON) nutre per artigianato e design. Gli occhi acrilici, sono realizzati a mosaico e fatti a mano in Germania, le basi in marmo sono fresate in Italia e i corpi di THE OTHERS sono intrecciati dai maestri tessitori di DEDON nelle Filippine. “Volevamo che formassero una specie di famiglia,” dice Burks, “e quindi sebbene presentino un intreccio simile, ognuno è diverso dall’altro.” 

THE OTHERS, Stephen Burks per Dedon

Collezione al tempo stesso funzionale e divertente, THE OTHERS porta un tocco di colore, diversità ad ogni allestimento. Sia che vengano utilizzate come lanterne singole, come totem o come famiglie di totem, sono particolarmente suggestive se accostate ad altre collezioni DEDON come AHNDA, TIBBO, DEAN, SeaX e WA. Ma al di là dell’aspetto malizioso e allegro, THE OTHERS trasmette anche un messaggio molto importante. (vedi sotto titolo iniziale)

THE OTHERS, Stephen Burks per Dedon

https://www.dedon.de/

Stephen Burks – Dala – Dedon

Stephen Burks-  Dala - Dedon
Stephen Burks- Dala – Dedon

Progettata da Stephen Burks – una delle voci piu’ rappresentative della nuova generazione di designer americani – DALA è una perfetta simbiosi tra texture e struttura. La collezione DALA comprende una sedia lounge, un pouf e uno sgabello/tavolino dalla struttura tondeggiante in tubolare di alluminio estruso.

Stephen Burks-  Dala - Dedon
Stephen Burks- Dala – Dedon

Attraverso la griglia geometrica della maglia verniciata a polvere, i mastri tessitori di DEDON intrecciano – rigorosamente a mano – i fili colorati della nuova fibra ecologica sviluppata dall’azienda.

Stephen Burks-  Dala - Dedon
Stephen Burks- Dala – Dedon

Frutto di una lunga ricerca, la fibra e’ composta dal materiale riciclato delle confezioni per cibo e bevande e dal polietilene. I pezzi richiamano i momenti piu’ semplici e rilassati dell’outdoor, sono leggeri, facilmente trasportabili, informali e sono rifiniti da morbidi cuscini doppiati in Batyline, innovativo materiale ecologico. Disponibili in 3 tonalita’ accese – Stone, Fire, e Grass – sono caratterizzati da un pattern di strisce in tessuto di diversi spessori.

Stephen Burks-  Dala - Dedon
Stephen Burks- Dala – Dedon

La consistenza speciale data dal mix di alluminio e polietilene riciclato, dona alla fibra una texture che visivamente e al tatto ricorda un tessuto. Nel corso di un progetto realizzato in collaborazione con alcuni artigiani, Burks rimase colpito dalla parola DALA, che significa “fare” in un dialetto locale e che da’ il nome alla sua collezione.

Stephen Burks-  Dala - Dedon
Stephen Burks- Dala – Dedon

 

http://www.dedon.de/it/

La dimora del tempo sospeso….

… quel che sono andata a dire a loro

agli ospiti delle dimore del tempo sospeso

è che siamo tutti dimore di tempo sospeso

e che il tempo lo facciamo prezioso noi

e che la poesia è un diritto

(Chandra Livia Candiani)

DEDON Swingrest Hanging Lounger Design by Daniel Pouzet
DEDON Swingrest Hanging Lounger Design by Daniel Pouzet
SWINGREST Dedon
SWINGREST Dedon
Interior design by Suzanne Rheinstein, Photography by Francesco Lagnese
Interior design by Suzanne Rheinstein, Photography by Francesco Lagnese
Interior design by Roman and Williams Photo via Apartment Therapy
Interior design by Roman and Williams Photo via Apartment Therapy
Cheong Yew Kuan with Enrico Bonetti and Dominic Kozerski, Bonetti:Kozerski Studio.Photography by Durston Saylor
Cheong Yew Kuan with Enrico Bonetti and Dominic Kozerski, Bonetti:Kozerski Studio.Photography by Durston Saylor
SWINGREST Dedon
SWINGREST Dedon
SWINGREST Dedon
SWINGREST Dedon

Le immagini parlono da sole….Buon Weekend!!!

* “La dimora del tempo sospeso” è il nome del blog di Francesco Marotta, da cui la Caritas ha tratto il titolo di un ciclo di laboratori di poesia tenuti da Chandra Livia Candiani

Ryan Dedon

Ryan Dedon Philippe Starck
Ryan Dedon Philippe Starck

“Immaginate un giardino o una terrazza come una stanza che abbia per soffitto il cielo, per pareti gli alberi e per tappeto l’erba. Tutto ciò che resta è solo qualche arredo, tra cui un divano iconico, fuori dal tempo, incredibilmente comodo.”
– Philippe Starck

Ispirandosi alla poesia surrealista, ricca di paradossi e di possibilità, Philippe Starck ha progettato RAYN. Sistema modulare di notevole versatilità, RAYN combina il comfort e la raffinatezza dei più eleganti sistemi indoor con il know-how e il lusso essenziale dell’outdoor che caratterizza DEDON.

Ryan Dedon Philippe Starck
Ryan Dedon Philippe Starck

“Fulcro del giardino,” dice Starck, “RAYN è stato progettato per il piacere non solo di chi vi si accomoda, bensì di quanti vi rimangono attorno”. Una qualità evidente sia nella trama innovativa del tessuto, sia nella bellezza asimmetrica delle sue forme, accentuata dai braccioli di proporzioni generose che fungono anche da tavolini d’appoggio.

Incrociando le tonalità, l’ecru tenue sull’orizzontale con il grigio caldo sulla verticale, i maestri tessitori di DEDON hanno rivestito il telaio verniciato a polvere di RAYN con un nuovo ed elegante motivo che, avendo maglie più larghe rispetto alle normali trame di DEDON, fa emergere tutte le ricche variazioni cromatiche della tessitura.

Ryan Dedon Philippe Starck
Ryan Dedon Philippe Starck

Il risultato è una combinazione inedita di texture e materiali: una verniciatura a polvere liscia, la matericità dell’intreccio e, per le fodere dei cuscini, un’ampia scelta di tessuti.

Nel suo tenue colore Calico, la versione in tessuto di RAYN, pur essendo stata trattata per garantire la massima resistenza alle intemperie, è più indicata per l’utilizzo su una terrazza coperta, ad esempio sotto una tenda da sole o anche all’interno.

Ryan Dedon Philippe Starck
Ryan Dedon Philippe Starck

Per chi volesse sistemare gli arredi RAYN a bordo piscina o in un luogo completamente aperto, DEDON ha creato una versione interamente realizzata in fibra, disponibile in due colori: Veneto, dalle sfumature color seppia, e Salina, un mix di grigi chiari.

 www.dedon.de/