Archivi tag: corpi illuminanti

“Un pezzo di cuore”

One from the Heart porta un pizzico di amore incondizionato, ogni giorno, basta premere l’interruttore e una luce creerà un’atmosfera unica! Cosa c’è di meglio che un pezzo classico,  per una festa di san Valentino dove il cuore detta ogni regola?

Leggera, insolita, come tutte le creazioni di Ingo Maurer. All’interno del cuore rosso c’è un riflettore Multi Mirror con vetro di protezione. Sopra il cuore, uno specchio di vetro dirige i flussi di luce. Un vero sogno… un vero cuore pulsante!…..

link: www.ingo-maurer.com/

Illuminati da un libro!

Book of light per Artecnica

Book of Lights di Takeshi Ishiguro, realizzato per Artecnica, è un libro pop-up, un volume prezioso, un lume da tavolino, un oggetto di design per quanti credono che un libro può vivere più vite, anche dopo averlo letto. Un manoscritto che si illumina all’apertura, realizzato in carta led e tessuto, con il quale possiamo sbizzarrirci, dando forma e stile ai nostri momenti di relax più appassionato. (designerblog.it)
Il concetto alla base di Book of lights è lo stesso dei libri tridimensionali per bambini, ovvero una struttura di cartone appositamente sagomata per aprirsi in forma di abat-jour.La lampada è alimentata da un adattatore a basso voltaggio. Disponibile in due versioni, lume da salotto e lampione vittoriano.

link: http://www.artecnicainc.com/

Book of light per Artecnica

Kokoro: Rosso come la passione Rosso come il flamenco

Kokoro- Ingo Maurer -

Come il flamenco è una forma d’arte molto più che un semplice ballo o un virtuoso accordo di una chitarra, una passione, amore e dolore che si intrecciano in un meraviglioso equilibrio tra canto, ballo e musica, così Kokoro, evoca con questo guizzo di rosso vivo, la passione e il movimento, quasi fosse una ballerina di flamenco!

La Kokoro è molto di più di una semplice lampada da tavolo, è poetica, è una creazione sensuale, suggestiva e splendidamente efficace ad aggiungere atmosfera alla zona living.

Nelle sue pieghe di carta rossa, la Kokoro è una scultura di luce dinamica creata da Ingo Maurer e il designer tessile Dagmar Mombach, nel 1998, come parte della loro collezione Nouchies Mamo, visualizzando sia la carta e la luce in modi nuovi ed entusiasmanti. Il nome deriva dalla parola giapponese “cuore”.

La carta di questa lampada è un prodotto naturale non trattato: le piccole imperfezioni e gli ispessimenti sono dovuti alla tecnica di lavorazione. Il paralume è frutto di una lavorazione a mano complicata (fino a otto diversi trattamenti), brevettata, che si basa su un procedimento di colorazione dei tessili della tradizione giapponese. Sebbene tutti i paralumi sembrino uguali, ognuno è un pezzo unico.

Quindi un consiglio e un suggerimento: se la trovate acquistatela perchè diventerà un pezzo da collezione, e quando la metterete nel vostro soggiorno accendetela e ascoltate un brano di flamenco nella suggestione della luce che crea… magari eseguito dal “poeta della chitarra”  Riccardo Ascani di cui vi lascio il collegamento web: http://www.riccardoascani.it/, lo trovate anche su facebook. Buon ascolto!

La magia di “BangBoom! Zettel’z”

Ingo Maurer trasforma la luce in arte.

Uno degli ultimi pezzi del 2010 che cattura la mia attenzione è la “BangBoom! Zettel’z”, un lampadario tipicamente creativo e divertente, ispirato al lavoro di Roy Lichtenstein.

Il disegno sperimentale comprende 80 fogli di carta stampata giapponese illustrati dalla mano di Thilo Rothacker. Questi sono sospesi da un filo di maglia di acciaio inox e illuminati da lampade alogene a effetto abbagliante.

Il “BangBoom! Zettel’z” è una nuova versione in edizione limitata dello  “Zettel’z 5”, che conteneva 31 lettere d’amore e, 49 fogli bianchi, come invito per scrivere i propri pensieri .

Con sede a Monaco di Baviera, Ingo Maurer è divenuto l’icona della creazione luminosa nel 1966, l’anno del suo leggendario “Bulb”, la prima lampada da tavolo andata in larga produzione.

Un “pezzo” conviviale unico, che amo e consiglio!

link: www.ingo-maurer.com/news_it.html     link shop: http://www.shopstyle.com/browse/Ingo-Maurer

 

“Molecole di luce”

“Molecole di luce”: come in un mondo surreale luminoso, in movimento e in continua trasformazione………

Le polifunzionali lampade Jack, sono decisamente somiglianti a molecole di gas e possono essere utilizzate come lampade singole, come sgabelli, impilate a formare colonne luminose, per farne base per tavoli oppure possono essere considerate pure opere d’arte. Esse sono diventate un classico del design contemporaneo, un’icona del design. Disponibile anche in nero. Ha vinto il premio seduta, impilabile. Jack, di Tom Dixon, è un oggetto multifunzionale in plastica e utilizza il processo di stampaggio rotazionale.  La filosofia di Tom Dixon è chiara: conciliare l’innovazione tecnologica e materica con la semplificazione del design e con i valori tradizionali degli oggetti in grado di rendere un servizio alla gente. -link: www.tomdixon.net –

Creatore di atmosfere: Ingo Maurer

“ognuno di noi ha un paio di ali… ma solo chi sogna impara a volare… ” (Jim Morrison)

Nella collezione di Ingo Maurer, Lucellino, un “oggetto” con le ali, rappresenta l’essenza della luce: la leggerezza. “La luce” dice “non si può toccare, non ha sostanza, per questo cerco di essere leggero. Offrire sensazioni: questo il mio obiettivo”.

La collezione Lucellino è disponibile nella versione da tavolo o da parete, in vetro, ottone e materiale sintetico con ali realizzate in piume d’oca lavorate a mano.

Un seduttore della luce. Così si definisce il light designer tedesco: Ingo Maurer. Nei primi anni ’60 fonda a Monaco lo studio “Design M” dando il via ai primi progetti di lampade. Tutti all’insegna dell’ironia e della provocazione. Lucellino potrebbe essere tra i dieci oggetti vincitori che saranno consegnati all’eternità, interrati in un parco dentro una capsula di metallo…..

La foto è scattata nella mia camera da letto, io l’ho utilizzata come luce per il comodino, così ogni volta che l’accendo di notte…vedo le piume che si librano nell’aria, leggere, leggere….e mi sento in una fiaba!

www.ingo-maurer.com/news_it.html