Archivi tag: corpi illuminanti

VOLA

Vola Isao Hosoe

La razionalità colpisce la mente, i valori e le emozioni vere invece colpiscono il cuore. E’ efficace emozionare, colpire al cuore, se si è capaci di lasciare il segno e far ricordare un oggetto di design….beh è il massimo!

Vola è un nome e un fatto, un oggetto e anche l’evento che lo anima.

Quando il corpo della lampada si accende, l’energia emanata attiva due molle di memory metal  che, dilatandosi, alzano, mediante dei tensori, le due ali fino alla posizione di volo planare. La luce viene così più ampiamente diffusa, e le ali restano in posizione fino a che la luce resta accesa.

Appena si spegne, subito, ma lentamente, le ali si abbassano e tornano alla posizione raccolta: l’uccello dorme e attende che un caldo e morbido lampo lo rimetta in volo.

E’ il primo esemplare di una nuova specie. Ed è la prima volta che il design comportamentale produce un oggetto che ha, con un proprio autonomo movimento fisico, un comportamento.

Design: Isao Hosoe with Peter Solomon

Produzione: Luxit S.r.l., Italy, 2000

Materiali:  vetro soffiato acidato, metallo cromato, policarbonato, memory metal

Foto: Facchinetti Forlani

Vola Isao Hosoe

Isao Hosoe nasce a Tokyo nel 1942. Si laurea in Ingegneria Aerospaziale  Dal 1967 vive a Milano.
Ha collaborato con l’Arch. Alberto Rosselli. Membro dell’A.D.I. (Associazione Italiana Disegno Industriale), del S.I.E. (Società Italiana di Ergonomia), del Japan Design Committee e del Japan Inter-Design Forum. E’ stato docente di Industrial Design al Politecnico di Milano e all’Università degli Studi di Roma, La Sapienza. Ha insegnato in diversi istituti.

Fra i premi ricevuti ci sono: Compassi d’Oro;  Premi Smau;  Medaglia d’Oro alla Triennale di Milano;  Forum Design Milano; Good Design Award al Chicago Athenaeum…e altri ancora.

 http://www.isaohosoedesign.com/

 

 

Heracleum: Moooi

Heracleum copper black - Moooi-

Nuove emozioni luminose con questa creazione di Bertjan Pot, Marcel Wanders 2010 Presentata ad Euroluce 2011, a Milano.

Di grande effetto…

Heracleum Fuori Salone del Mobile 2011 -showroom Moooi-foto personale-

Decorativa Lampada LED ispirata alla Plant Heracleum. Le foglie bianche, lenticolari si ramificano da un ramo creando una struttura naturale. Utilizza la tecnica di strati di rivestimento conduttivo, la lampada è molto sottile e delicata; un design non possibile con cavi normali.

Materiale: struttura, cavi  di ferro; policarbonato; filo di sospensione ultra sottile;

Colore: rame e nichel.

Dimensioni:
65x98cm

Heracleum fa parte della moooi lighting collection

PHOTOGRAPHER: Nicole Marnati

Sito web: www.moooi.com

Heracleum nickel detail -Moooi -

L’incanto della luce: Ingo Maurer

Spazio Krizia Biotope Ingo Maurer

LUCI COSMICHE

Sublimi costellazioni

a forma di farfalla

s’innalzano, verso gli occhi della primavera.

Bagneranno

di luci cosmiche

anche la valle.

Sarà una gioiosa rinascita!

E come sarà bello camminare nella Luce!


 (Dalla Raccolta di poesie di Floriana Porta)

Allo Spazio Krizia in via Manin a Milano per la settimana del Salone del Mobile 2011 una mostra di Ingo Maurer sulle sue recenti opere. Una sorprendente installazione: biotope in spugna naturale di un verde brillante con farfalle e luci magiche, e due nuovi progetti che rappresentano la ricerca dello studio nel corso dell’ultimo anno: Johnny B. Butterfly, e Spirits Flying High.

Biotope è un’area di uniformi condizioni ambientali fornendo un luogo di soggiorno per un assemblaggio specifico di piante e animali. Biotope è quasi sinonimo di termine dell’habitat, ma mentre il soggetto di un habitat è una specie o una popolazione, il soggetto di un biotope è una comunità di specie biologiche.(Wikipedia)

…questa installazione di Ingo Maurer toglie il fiato, per quanto è bella!!! (per vedere altre foto potete andare sulla pagina di facebook di Ingo Maurer)

Spazio Krizia Biotope e Johnny-B-Schmetterling Ingo Maurer

In Johnny B. Butterfly farfalle e libellule danzano intorno ad una lampadina, edizione limitata. Lampadina con schermo bianco in Teflon. Modelli di insetti fatti a mano.

Johnny-B-Schmetterling Ingo maurer

Spazio Krizia, palcoscenico culturale da sempre, ha ospitato anche Spirits Flying High. Si tratta di un’installazione a Oled, dai colori verde e bianco, esposta in anteprima da Ingo Maurer. Ingo Maurer ha iniziato a lavorare con la tecnologia Oled, diodi organici a emissione di luce, cinque anni fa, quando questa era ancora sperimentale. La lampada Flying Futures, lanciata nel 2006, è stata presentata quest’anno con l’integrazione di una tecnologia notevolmente avanzata rispetto al primo modello. Malgrado ciò, per utilizzare gli Oled i tempi non sono maturi: ancora troppo costosi!

Flying Future Ingo Maurer

Sito di Floriana  Porta: http://www.florianaporta.it/ che ringrazio per avermi concesso la pubblicazione della sua poesia

http://sites.google.com/site/lapoesiadellanima/contatti-floriana-porta

http://www.ingo-maurer.com Photo: Tom Vack, Munich

Spazio Krizia, www.krizia.net


Resourceful: Slamp (anteprime Salone 2011)

Morgana by Stefano Papi

Dalle prime creazioni del 1995, dal tubo bianco ai recenti prodotti di design contemporaneo, i prodotti Slamp hanno caratterizzato un’epoca e punteggiato le case trasformando la decorazione di qualsiasi spazio.

Mille Bolle by Adriano Rachele

L’azienda di Roberto Ziliani ha dedicato i suoi sforzi alla creazione di luci con carattere, luci che portano lampi artistici in ogni stanza: dagli inizi con il tubo, decorato dai tanti designers, la produzione Slamp si è sviluppata in una gamma di illuminazione decorativa per ogni situazione e umore.

Ceremony by Bruno Rainaldi

Una produzione sempre coerente ai propri valori basati sulla propria personalissima ricerca tesa a generare riconoscibilità e stile per una nuova vivibilità domestica.

Woody by Luca Mazza

NUOVE COLLEZIONI EUROLUCE 2011

Con la collezione 2011/12 Slamp si sofferma ad ammirare la luce dorata del Mediterraneo, i suoi effetti tra le foglie fluttuanti e tra i legni lasciati sulla spiaggia dall’alta marea.

Nelle architetture domestiche l’uomo tenta di ricreare il mood caldo e accogliente del mondo organico. Un pavimento di legno arricchito dall’età e una trave tarlata, così come un tavolino e un mobile restaurato, si inseriscono perfettamente all’interno di un linguaggio contemporaneo e sostenibile.

Questi valori arricchiscono di mistero e originalità il design di Slamp, che ha trovato nei materiali naturali il perfetto completamento dell’Opalflex® e del Cristalflex®, come nel caso di Battista e Woody.

I prodotti Slamp uniscono decoro, creatività e illuminazione, generando anche altre alchimie funzionali con le architetture domestiche. Una volta scoperti, nessun interno contemporaneo potrà farne a meno.

Faretto by Nigel Coates

Un ringraziamento alla Dott. Ssa Giulia Biamonti per le foto

http://www.slamp.it/it/

http://slampweb.blogspot.com/

Battista by Nigel Coates
Chapeau Floor by Nigel Coates

Magic Light!

Come rain or come shine….che piova o sia sereno….

come rain or come shine...

Mi sembra abbastanza in tema anche con il clima “pazzerello” di marzo…almeno qui a Roma!

Disegnato da Tord Boontje, Come rain or come shine light è stato sponsorizzato dalla British Council ed è prodotto dalla cooperativa femminile Coopa Roca, a Rocinha – Rio de Janeiro. Coopa Roca fornisce assistenza alle donne, consentendo loro di lavorare dalle loro case e quindi a contribuire al reddito della loro famiglia.

Il lampadario è costituito da una struttura metallica avvolta a nastro che viene poi tessuta come una coperta cadente senza nodi. Il pezzo viene poi ricoperto di fiori di stoffa fatti a mano.

A causa della natura artigianale di questo prodotto qualche variazione nell’aspetto può essere prevista come pure qualche ritardo nella consegna.

Come rain or come shine light è parte del disegno Artecnica denominato “conscience program”, che mira a progettare e realizzare prodotti in conformità con i principi umanitari e rispettosi dell’ambiente.

come rain...

L’opera dello Studio trae ispirazione dal credo secondo cui modernismo non è sinonimo di minimalismo, secondo cui il contemporaneo non trascura la tradizione e la tecnologia non abbandona l’uomo e i sensi. Le creazioni dello Studio spesso smussano i bordi con delicatezza, traggono ispirazione dalla natura e ricorrono a decori di forme e strati per attirare e allettare l’immaginazione e le emozioni dell’osservatore.

Dunque, sono cinque i modelli più adatti alla cameretta, per la fantasia di fiori, foglie e animaletti.

Partiamo da Garland light, che possiamo definire in realtà una “decorazione per illuminazione” più che una lampada vera e propria. È, infatti, una ghirlanda fatta in lamina metallica, ricamata come un fine merletto con motivi di fiori e foglie. Risultato: una vera meraviglia!

garland-light

Più o meno lo stesso risultato si ottiene con un altro modello, la Midsummer Light In questo caso si tratta di un foglio decorativo che si appende con un supporto. plastico alla lampadina. La decorazione ha fiori anche un po’ più grandi, ma lo stesso effetto merletto. Esistono anche diverse varianti di colore: bianco candido, bianco-argento, verde mela e glicine.

midsummer light

L’altro modello che ci tengo a segnalarvi si chiama Shadow light:

…è un magico carosello di colore, luce e immagini oniriche. (Tord Boontje)

La lampada, pur essendo costruita con materiali molto semplici, riesce a creare un effetto ipnotizzante e di serenità con l’effetto di proiezioni delle immagini sulle pareti. Sembra di entrare in un giardino fantasioso…peccato che non sia più in produzione!

Shadow light

Second Shadow, invece, può magicamente trasformare qualsiasi stanza in un giardino di delizie, ombre e fantasie… Acciaio cromato, acetato e nylon…

 

Second Shadow

Link: www.artecnicainc.com/

Future Flora: Laure, Rugiada, Nadine

Perché pensavo

Che la rugiada fosse

Una cosa labile?

La mia sorte da essa differisce

Solo nel non posarsi sull’erba.

(Fujimara No Koremoto,XVI 860)

Le luci Future Flora è una serie di tre lampade argentate a sospensione: Laure, Rugiada, e Nadine, prodotte da Artecnica. Esse sono ottenute da fogli metallici tagliati a laser che magicamente si trasformano in tre diverse forme esotiche a forma di fiore: intersezione tra natura e tecnologia.

Lo stesso designer, Tord Boontje, dice: “anche se ho iniziato, cercando molto da vicino i fiori, è diventato un progetto dalla memoria, un’immaginare forme che sono come i fiori, ma non esattamente, un nuovo tipo di specie – un ibrido di fiore e luce”. Le aperture sagomate, i dettagli, e la superficie d’argento opaca, tutto concorre a illuminare lo spazio con uno struggente splendore….e, di nuovo, con Future Flora, entriamo nel magico mondo di Artecnica!

Link: http://www.artecnicainc.com/ – sito con shopo on-line