Archivi tag: convivio

Ortensia rosa

By arredoeconvivio

Chi immaginò quel rosa? Chi seppe anche

che in questi globi era raccolto?

Come cose indorate che si adorano

smorzando adagio il rosso, quasi consumandolo.

Se per un rosa simile nulla chiedono in cambio,

resta per loro e dall’aria sorride?

O l’accolgono dolcemente angeli

Quando come un profumo donandosi svapora?

O forse alla sua sorte l’abbandonano

Perché mai sappia che cos’è sfiorire.

Ma sotto questo rosa un verde era in ascolto

Che ora appassisce e tutto sa.

(R. M. Rilke, Poesie, I, a cura di G. Baioni, Einaudi Gallimard, 1994)


Mai, dunque, dare della “sfiorita” a un’ortensia…che pur secca, ripara i nuovi getti pronti al prossimo, giovane, sapiente verde.

 

Buona Domenica!

(ps. ringrazio la fioreria san Marco di Rovereto)

Tapas di pomodorini con riso

Tapas di pomodorini con riso by arredoeconvivvio

“Mi pento di tutte le diete, dei piatti deliziosi rifiutati per vanità, così come mi pento di tutte le occasioni di fare l’amore lasciate andare per occuparmi di faccende in sospeso o per virtù puritana. Passeggiando per i giardini della memoria, scopro che i miei ricordi sono associati ai sensi. “ Afrodita – Isabel Allende


…. cibo e sesso si fondono, stimolando ed inebriando i nostri sensi e la nostra mente
…

…sapori, odori, sensazioni bellissime legate ad attimi fuggenti, proibiti, clandestini proprio come quando si mangia per divorare ed assaporare, in un solo boccone, tutto il bello della vita….(tratto da cucina ed erotismo di zia Angie)

Questo è un modo per presentarvi una ricetta da finger food, semplice, immediata, d’effetto….da mangiare fredda…adatta per un buffet, come tapas…

Un semplice risotto con il pomodoro diventerà il seducente ripieno per questi micro-pomodorini…..e la magia è creata….

Tapas di pomodorini con riso

Gustatevi queste tapas con la musica di Giulia y los Tellarini: “Barcelona”….

 

picnic fashion

Sono le cose semplici che mozzano il fiato

Gandhi

Ji-Young+Jung,+Sun-hwa+Park+&+Sojung+Yoon+by+Kim+Je+Won+(Spring+Picnic+-+Singles+Korea+May+2011)+4

 

 

Consumazione di un pasto in allegria …. clima rilassato su vasti prati, in riva ad un fiume o sulla spiaggia, ideale contorno per il corteggiamento…. Nel XIX secolo ci si riferiva al picnic in questi termini…

1 by corrie bond-stylist kate harrowsmith for marie claire au-dustjacketattic.blogspot.com

Venivano privilegiati i piatti freddi, preparati precedentemente,accompagnato da bevande generalmente analcoliche o da vini e birre a bassa gradazione.

20110106-072333

Questa l’immagine che venne immortalata nell’arte pittorica che dal diciottesimo secolo sempre più venne riprodotta, come sfondo di scene di caccia e dagli impressionisti, in ambito romantico. Il dipinto “Le déjeuner sur l’herbe” di Edouard Manet realizzato dall’autore nel 1863 ne è un esempio.

evu_picnic_02

Qui un esempio di picnic-fashion…..

Picnic-1

Ideale la Coperta per picnic, quadrettata impermeabile sotto….per evitare l’umidità dell’erba…ve la consiglio!….per il resto sfruttate ancora le belle giornate di sole….e godetevi la Natura….

 the terrier and the lobster

 

immagini via dustjacketattic.blogspot.it, dustyburrito.blogspot.it

 

 

Penso a quel posto stupendo dove mi piacerebbe vivere……

tumblr_static_tumblr_mpzthsy0by1r1dcylo1_1280

Penso a quel posto stupendo dove mi piacerebbe vivere.  

Una terra divorante, da guardare con gli occhi di Alice nel Paese delle Meraviglie:

con la gente che vola come le rondini tra i grattaceli, le case che sfiorano le nuvole,

i ponti sottili come aghi d’argento..

–Ma questi posti non esistono?

– Sai, Ogni  posto è bello o brutto a seconda dello stato d’animo con cui lo vedi.  

Se sei felice anche il più brutto dei luoghi ti sembra un’opera d’arte..

Se non lo sei, perfino Venezia ti sembra volgare…

 

 

(Penelope alla guerra Oriana Fallaci)

 

Voglio fare un regalo alla Befana

foto dal web

Voglio fare un regalo alla Befana


La Befana, cara vecchietta,
 va all’antica, senza fretta.

Non prende mica l’aeroplano
 per volare dal monte al piano,

si fida soltanto, la cara vecchina 
della sua scopa di saggina:

è così che poi succede
 che la Befana… non si vede!

Ha fatto tardi fra i nuvoloni,
 e molti restano senza doni!

Io quasi, nel mio buon cuore,
 vorrei regalarle un micromotore,

perché arrivi dappertutto
 col tempo bello o col tempo brutto…

Un po’ di progresso e di velocità
 per dare a tutti la felicità!

Gianni Rodari