Archivi tag: arredo

Collezione LA CHE Sebastian Herkner per Ames

Collezione LA CHE Sebastian Herkner per Ames

 

ARTIGIANATO POP di  Sebastian Herkner


 

Collezione LA CHE Sebastian Herkner per Ames

Con la nuova gamma di mobili LA CHE, realizzati con la tradizionale tecnica delle Ande, Ames porta in Europa un elemento particolare della cultura colombiana. I Laches erano una delle tante popolazioni indigene della Colombia che utilizzavano una tecnica omonima per produrre cesti, ancora prima che gli Spagnoli colonizzassero gran parte del Sudamerica. Insieme al designer Sebastian Herkner, ames riprende questa tecnica tradizionale tramandata di generazione in generazione nella città di Boyacá, a 2.400 metri di altezza, e fa produrre oggetti decor e tavolini nella piccola provincia delle Ande. Come materiale viene utilizzata la fibra di fique, una fibra naturale ottenuta dalle foglie dell’omonima pianta.

Collezione LA CHE Sebastian Herkner per Ames

La fibra di fique viene arrotolata a mano. Per delineare la forma del cesto viene utilizzata una parte solida e bianca della furcraea (pianta da cui si ricava la fique), attorno alla quale si arrotola il filo. Questa fibra viene tinta principalmente con colori naturali ricavati da noci, radici e dalla corteccia degli alberi locali. 

Collezione LA CHE Sebastian Herkner per Ames

La produzione di questi oggetti è molto laboriosa e necessità di una certa abilità: i tempi di produzione di un mobile LA CHE possono durare anche fino a diverse settimane, a volte capita che siano addirittura due artigiani a lavorare a un unico oggetto. Per via della complessa laboriosità è possibile produrre solo pochi prodotti al mese.

Collezione LA CHE Sebastian Herkner per Ames

La tradizionale tecnica di lavorazione a mano è ancora poco diffusa in Colombia, il che rende LA CHE una vera e propria rarità.  La serie LA CHE comprende attualmente tavolini in tre differenti misure e un oggetto decorativo. I tavolini e gli oggetti sono disponibili in quattro combinazioni cromatiche. Punto forte: la sfumatura cromatica irregolare di LA CHE crea un design del tutto particolare.

https://www.ames-shop.de/en/#emotion–start

Rayures, paravento in cristallo traslucido

Rayures – Ronan & Erwan Bouroullec per Glas Italia

La libertà compositiva di queste pannellature, con finitura traslucida, permette di realizzare strutture che schermano, separano e al contempo creano isole di intimità e riservatezza, filtrando e restituendo la luce in maniera poetica e surreale.

Rayures – Ronan & Erwan Bouroullec per Glas Italia

Il paravento componibile è composto da pannelli incernierati, realizzati in cristallo Flutes stratificato e temperato negli speciali colori giallo e lilla, in finitura neutra o nella gamma dei “Cristalli trasparenti colorati”. E’ disponibile anche uno specchio posizionabile ad una estremità della composizione. Le venature del cristallo sono orizzontali o verticali, a seconda del formato del pannello, le cerniere sono in ottone cromato antracite.

Rayures – Ronan & Erwan Bouroullec per Glas Italia

Rayures – Ronan & Erwan Bouroullec per Glas Italia

http://www.glasitalia.com/

 

Elisir – Wall&Decò

Elisir – Wall&Decò – Designer: LORENZO DE GRANDIS

Wall&Decò è un’ispirazione creativa che gravita in equilibrio costante tra progettazione e design, iperrealismo fotografico e grafica, ricerca e immediatezza formale. Una nuova estetica del decoro murale, espressione di trend e atmosfere suggestive, dallo stile unico e dal forte impatto visivo.

Elisir – Wall&Decò – Designer: LORENZO DE GRANDIS

Un’azienda che nasce per caso, da un’intuizione di Christian Benini, fondatore e direttore creativo del marchio, in origine fotografo pubblicitario: nel riprodurre un’immagine con grandi foglie da utilizzare come fondale per un set fotografico, ne percepisce subito l’alto valore decorativo e le possibili declinazioni nel mondo dell’arredo.

Elisir – Wall&Decò – Designer: LORENZO DE GRANDIS

I rivestimenti Wall & Decò sono vinilici, lavabili e di facile montaggio, dotati di certificazione ignifuga e retro in TNT (tessuto non tessuto), elemento che garantisce massima stabilità e praticità di montaggio.

Designer: LORENZO DE GRANDIS

http://www.wallanddeco.com/

 

La scelta Naturale – pavimenti in sughero

 

Cork Direct

Il piacere di camminare su pavimenti in sughero


Wicanders product_cork

È un materiale che ha una grande elasticità e capacità di resistere agli urti senza spezzarsi, per cui questa sua resilienza ha un effetto benefico per chi lo usa come pavimentazione in una propria casa.

BLIZARD-CARVE-OAK-Artcomfort

Camminare sopra un pavimento di sughero è confortevole per tutta la struttura ossea della persona, a partire dalle ginocchia, alla spina dorsale e ad altre giunture del corpo umano che non risentono di un impatto rigido così come avviene con un pavimento normale.

PURE-REED MERIDIAN

In ogni caso, il contatto di un piede umano sopra di esso è comunque sempre di misura uguale o ridotta, rispetto alla superficie di qualsiasi pavimento morbido rintracciabile sul mercato (Tipo il linoleum, la gomma e la moquette).

Pavimenti in sughero Varese

Selezionato e lavorato accuratamente, offre la base per una pavimentazione pregiata nel rispetto dell’ecologia, della bioedilizia e dell’ergonomia. Il pavimento in sughero è caldo ed ha un effetto isolante.

pavimento in sughero-moonstone Biosughero

Riduce i rumori ed ha un effetto benefico per la colonna vertebrale e le articolazioni e la resilienza del sughero fa sì, che le persone siano meno soggette a malattie quali l’artrosi cervicale.

Bisughero Pavimento in sughero Onyx

Il sughero è un materiale naturale che cresce come corteccia delle querce da sughero.

wicanders

Concludendo sulle sue qualità, possiamo affermare che il sughero selezionato e lavorato accuratamente, costituisce una pavimentazione ecologica che è molto più elastica ecologica basata sui principi della bioedilizia rispetto alla maggior parte degli altri pavimenti.

Jelinek Cork Mosaic floor in a bathroom

 

 

Il vetro “che suona” – Soundscape di AGC Asahi Glass

Soundscape di AGC Asahi Glass Ventura Centrale Milano 2018

Realizzare inediti ‘paesaggi sonori’ con il vetro”


Ventura Centrale, al salone del Mobile di Milano 2018, protagonista il Vetro, ed è stato presentato il progetto del vetro “che suona”, sviluppato da AGC in collaborazione con l’architetto giapponese Motosuke Mandai, il quale ha creato un’installazione denominata “Soundscape”. “Abbiamo disegnato il nostro paesaggio sonoro combinando frammenti di vetro trasparenti sospesi in aria con l’elemento invisibile del suono. Spero che i visitatori capiranno fino in fondo il significato di questa installazione, che è stata creata usando quel materiale effimero, trasparente e di immortale bellezza che è il vetro. Il pubblico verrà coinvolto in un’esperienza sonora totalmente inedita”. (Motosuke Mandai)

Soundscape di AGC Asahi Glass Ventura Centrale Milano 2018

Queste novità implicano nuove applicazioni per il vetro che normalmente viene utilizzato per finestre, soffitti, pareti, pavimenti, complementi d’arredo, specchi eccetera. Come risposta AGC Asahi Glass sta portando avanti un programma di Ricerca e Sviluppo sulla correlazione tra suono e vetro.

Il vetro “che suona” – Soundscape di AGC Asahi Glass Ventura Centrale Milano 2018

Il vetro “che suona” è stato messo a punto con l’uso di uno speciale strato intermedio in grado di attenuare il fenomeno, caratteristico di questo materiale, della risonanza. In tal modo diventa possibile produrre un suono pulito in una vasta gamma di frequenze, dalle più alte alle più basse.

Soundscape di AGC Asahi Glass Ventura Centrale Milano 2018

AGC Asahi Glass, leader mondiale nella produzione di vetro e materiali high-tech, protagonista al Fuorisalone 2018 dove ha presentato il vetro “che suona”.

www.agc-glass.eu

www.yourglass.com

 

 

 

 

Tavolini di Jeonghwa Seo per Unsighted

Tavolini di Jeonghwa Seo per Unsighted 5VIE

“Cerco di scoprire la struttura non comune, la forma e la funzione del mobile”, ha detto Seo. “volevo che le persone scoprissero il modo di usarlo…. infatti ogni seduta ha la sua differente sensibilità al tatto” Jeonghwa Seo


Structure for Use by Jeonghwa Seo

Jeonghwa Seo ha creato una collezione di panchine che esplorano la struttura e le forme dei sedili, con l’obiettivo di trovare una forma insolita.

Structure for Use by Jeonghwa Seo

La collezione Structure For Use di Jeonghwa Seo è una serie di panche con gambe tubolari allungate in fusione di alluminio o ottone.

Structure for Use by Jeonghwa Seo

Tavoli in ottone, rame ossidato, fusione di alluminio, acrilico e palissandro del designer coreano Jeonghwa Seo potevano essere ammirati al Fuorisalone 2018 nel distretto 5VIE.

http://jeonghwaseo.com/