Archivi tag: arredo

Nel segno della convivialità con Cerruti Baleri

“tabula rasa”

Mettersi a tavola come momento che va oltre il nutrimento stretto, che può diventare una bella mensa conviviale….  cibo come occasione di socializzazione, come momento di aggregazione e di scambio di notizie e di emozioni, non con l’attenzione rivolta solo a quello che si mangia….perché non è solo importante COSA si mangia ma COME si mangia.

banco tok speciale | benedetto quaquaro 2010-2011 sgabello juliette | hannes wettstein 1987

Idea molto simpatica quella proposta da Cerruti Baleri in occasione di Milano Design Weekend 2011 dove ha presentato tre interpretazioni di tavoli conviviali che affrontano altrettante varianti sul tema e propongono nuove soluzioni insolite ma assolutamente realistiche e funzionali per stare seduti insieme.

banco tok speciale | benedetto quaquaro 2010-2011 sgabello juliette | hannes wettstein 1987

I tavoli, realizzati appositamente per Milano Design Weekend o ottenuti dalla trasformazione di prodotti di catalogo, si combinano alle sedute della collezione creando un dialogo aperto tra pezzo unico e prodotto seriale.

tavolo bentz speciale | jeff miller 2005-2011 pouf tatino | enrico baleri + denis santachiara 1997

Dal banco grezzo che come una tela reca le tracce dell’interazione con il pubblico (macchie, graffi, persino scritte) ai formati stretti e lunghi che creano una prossimità quasi intima con chi ti sta di fronte, questi tavoli vogliono sdrammatizzare il sedersi insieme, per darsi del tu e per dare del tu al contesto.

Milano design weekend 2011, diamoci del tu, dialoghi tra arte e design “tabula rasa”

 

tavolo speciale | maison martin margiela 2011 poltrona emmanuelle speciale | maison martin margiela 2010-2011

Foto di Andrea Martiradonna

 

www.cerrutibaleri.com

tavolo speciale | maison martin margiela 2011 poltrona emmanuelle speciale | maison martin margiela 2010-2011

 

Art and Crafts, la poesia di Frederique Morrel

“Ricordatevi che le cose più belle del mondo sono le più inutili:

i pavoni ed i gigli, per esempio”


John Ruskin

 

….volete…. un cervo colorato comodamente sistemato in salotto?

Frederique Morrel

Frederique Morrel dà vita a curiosi e coloratissimi complementi d’arredo.

Frederique Morrel

Tutto inizia da una passione: quella della Morrel per i lavori di cucito di una volta…

Frederique Morrel

Ed è proprio in onore di questa passione che la Morrel ha deciso di ridare vita a questi manufatti realizzati con ago e filo, salvandoli dall’oscurità e trasformandoli in eccentriche creazioni a metà tra l’arte e il design.

Frederique Morrel

Cervi impagliati, ricoperti da un patchwork di stoffe ricamate con motivi floreali o scene bucoliche.

Frederique Morrel

Si tratta di un collage di lavori originali recuperati in soffitte, vecchie case e mercati dell’usato e riportati a nuova vita, un Re-Made artistico e poetico…perché in realtà il suo è un vero e proprio mondo popolato da cervi, conigli, volpi, cani, e sinuose figure umane.

Frederique Morrel

La Morrel crea anche pezzi d’arredamento come pouff, cuscini, divani, vassoi, lampade realizzati con lo stesso metodo.

Frederique Morrel

La filosofia del “Brand” Frédérique Morrel SARL di Parigi, si può sintetizzare nella frase: “ricreare a mano ciò che un tempo a mano è stato fatto” ……

Frederique Morrel


Photo by: Philippe Cluzeau.

http://www.frederiquemorrel.com/

Frederique Morrel
Frederique Morrel

 

Kitchen Lab Boffi & Gaggenau

A partire dalla prima serata del 22 settembre 2011, Boffi ti invita a sperimentare “live” la cucina elaborata con tecnologia Gaggenau.

BOFFI kitchenLab Barberini Roma

Uno speciale invito a cena con workshop per architetti e appassionati di design. Può essere riassunto così il nuovo concept Kitchen Lab powered by Boffi & Gaggenau, che lo showroom Boffi Barberini di Roma ha lanciato in collaborazione con Gaggenau.

Boffi, riconosciuto brand top level di cucine Made in Italy, incontra il marchio internazionale di elettrodomestici di alta gamma Gaggenau.

BOFFI kitchenLab Barberini Roma

Il concept Kitchen Lab va ben oltre la consueta formula della esposizione, integrando un innovativo servizio di comunicazione con professionisti e appassionati, offrendo la possibilità di fare esplorazione dal vivo di prodotti, materiali, design e tecnologie. E, tutto ciò, accompagnato ad una nuova formula di convivialità sensibile che, prima di arrivare nelle nostre case, può essere veramente sperimentata e progettata a misura di desiderio già a partire dallo showroom. Già nel nome il progetto rivela la sua doppia anima: “Kitchen” la parte più “emozionale”, relativa alla cucina dal vivo e alla convivialità e “Lab” la parte più “tecnica” legata alle attività di training che si potranno sviluppare per conoscere nel dettaglio le tecnologie più avanzate.

BOFFI kitchenLab Barberini Roma

Nelle parole dell’Architetto Francesca Romana Straffi, shop manager e partner di Boffi, possiamo cogliere tutta l’essenza innovativa del progetto: “Se un tempo poteva bastare, prima di effettuare un acquisto, far visionare semplicemente i prodotti, oggi abbiamo a che fare con un pubblico molto più esigente e preparato, sensibile e aperto a nuove modalità …. Sia gli architetti che i clienti finali desiderano capire fino in fondo cosa c’è dietro le nostre cucine, la cultura e le tecnologie che ne rendono possibile l’unicità e la qualità. Da queste riflessioni nasce l’idea di offrire, attraverso Kitchen Lab, un’esperienza di interattività vera e di aggiornamento costante sull’integrazione di sistemi raffinati e all’avanguardia, come quelli di Gaggenau, con l’eccellenza delle cucine Boffi, unendo training ed ospitalità….”

BOFFI kitchenLab Barberini Roma

Roma – Showroom Boffi Barberini

www.boffi-barberini.com/

 

 

Antonia Marmo | press

antonia@signdesignroma.it

Press office SignDesign

www.signdesignroma.it

 

Stripe-Tease in LIBERTA’

Stripe-Tease in LIBERTA’ Design Weekend 2011 vetrine Meritalia
Stripe-Tease in LIBERTA’ Design Weekend 2011 vetrine Meritalia

Dopo il successo della prima edizione MILANO DESIGN WEEKEND è tornato dal 6 al 9 ottobre. Quattro giornate no stop di shopping, arte, architettura, musica per una grande kermesse dedicata a Milano, capitale internazionale del design. Il 
tema di questa edizione è stato “Diamoci del Tu. Dialoghi fra arte e design” con l’obiettivo di rendere sempre più coinvolgente il rapporto tra i punti vendita di design e il consumatore finale.

Stripe-Tease in LIBERTA’ Design Weekend 2011 vetrine Meritalia

 

Stripe-Tease in LIBERTA’ Design Weekend 2011 vetrine Meritalia

Tra le più interessanti vetrine, a mio parere, spicca Meritalia che partecipa alla Milano Design Weekend 2011 con un allestimento che porta la firma di Giulio Iacchetti che così descrive il concept:

Streape -Tease -Giulio Iacchetti Meritalia

L’arte irrompe nel mondo del design innestando nel severo mondo del progetto una dimensione di pura fantasia, libertà, colore, irrazionalità. Ho pensato all’occupazione dello spazio scenico della doppia vetrina Meritalia, dello showroom milanese di Via Durini, tramite l’utilizzo di un elemento, la poltrona Stripe Tease, in questo caso, totalmente rivista e deformata rispetto alla sua rigida definizione formale data dal telaio in acciaio a vista e la tessitura ortogonale fatta di nastri elastici di seduta e schienale.

L’idea progettuale si sviluppa sulle due vetrine: si parte dalla medesima poltrona ma si perviene a due risultati diametralmente opposti. Nella prima vetrina (a sinistra) la Stripe Tease si presenta con una tessitura coloratissima; i vari nastri si allungano oltre il telaio e si adagiano scomposti, sciolti e disordinati per tutto il pavimento.

Nella seconda vetrina la poltrona si presenta con una sobria ed elegantissima livrea bianca/nera: in questo caso i nastri si allungano perfettamente allineati e rigidi sino alle pareti e al soffitto della vetrina proiettando la sagoma della poltrona in tutte le direzioni.

Se nella prima vetrina si evoca la tavolozza del pittore e i segni circolari tipici della pittura di Van- Gogh, nella seconda si rivive l’idea dello spazio organizzato per linee rette caratteristico di Mondrian e dal sapore cubista. (Giulio Iacchetti, settembre 2011)

Streape -Tease -Giulio Iacchetti Meritalia

Del resto con STRIPE – TEASE, presentata in occasione del Salone del mobile 2011, Giulio Iacchetti aveva pensato ad una seduta comoda, leggera, su cui è bello oziare, leggere un libro, conversare con gli amici….in una siesta infinitaniente di più affine al mio blog!….

Streape -Tease e pouf -Giulio Iacchetti Meritalia

www.meritalia.it/

“Ritratto di signora”

http://www.denisebonenti.it/


“Sotto certi aspetti ci sono nella vita poche ore più piacevoli

di quelle dedicate alla cerimonia del tè del pomeriggio.

Vi sono circostanze in cui, sia che si prenda il tè o no

c’è della gente che non ne vuol sapere

quel momento è in sé delizioso”…..

(Henry James  tratto da: Ritratto di signora)

Le foto di Denise Bonenti photography sono vendute dall’agenzia Vegamg che si occupa della distribuzione delle immagini per l’estero e per alcune testate italiane.

Vive e lavora a Milano; collabora come fotografa e giornalista per diverse testate: marie claire maison, Elle decor, Casaviva, Casamica, Elle decoration uk, Residences, Elle wonen….

da sempre si occupa di architettura, still life e lifestyle, con qualche incursione nella moda per bambini, ha lavorato per vogue bambini.

http://www.denisebonenti.it/

By sweetpaul.typepad.com


Le altre immagini, molto Sweet sono prese dal sito Hot Sweet Tea by sweetpaul.typepad.com

By sweetpaul.typepad.com

le foto sono di Steve Giralt

By sweetpaul.typepad.com

Bonnet e Slumber

Collezione Bonnet  e Slumber di Casalis

Casalis collezione Bonnet

La designer olandese Liset van der Scheer ha creato la collezione Bonnet per Casalis collezione di pouf e plaid. Pouf, versione standard in diverse misure e forme. Alcune forme sono internamente realizzate in schiuma rigida mentre in altre , la parte interna è più morbida, con un involucro di acrilico, riempito di bollicine sintetiche.

Casalis collezione Bonnet

Rivestimenti a Berretti: composizione dei rivestimenti a berretto: 100% lana merino, di facile manutenzione. Berretti disponibili in tre tipologie di disegni per ogni gamma di colori.

Casalis collezione Bonnet

Plaid e cuscini: disponibili negli stessi materiali, disegni e colori. Perfetti per sedere in modo casual o da usare come poggiapiedi.

Casalis collezione Bonnet

In occasione del Salone del Mobile di Milano 2011 una new entry: pouf e plaid slumber progettati da Aleksandra Gaca. Questa stilista di origini polacche che risiede in Olanda sin dai tempi in cui frequentava l’Accademia delle Belle Arti dell’Aia si dedica da anni alle strutture tridimensionali dei tessuti e agli effetti tridimensionali nel tessile.

Collezione Slumber Casalis

Non solo i pouf sono realizzati in tessuto elastico tridimensionale, ma hanno anche una forma molto flessibile: infatti si allungano quando ci si siede e si ritirano quando ci si alza.  I pouf ed i plaid slumber sono ultrasoffici grazie al “kid mohair” e sono disponibili in 12 diverse tonalità di colore naturali e alla moda.

Collezione Slumber Casalis

Design: Liset Von der Scheer- www.studiovanderscheer.nl/- e  Aleksandra Gaca-http://www.aleksandragaca.nl/-

www.casalis.be/