Archivi tag: arredo

Living Coral – colore dell’anno 2019

Living Coral – colore dell’anno 2019

 

“È un colore che celebra la vita”

Con tutto quello che accade oggi, abbiamo cercato un colore che comunicasse umanità, in risposta alla disumanizzazione di questa era digitale. Questo colore reca conforto e ci fa sentire bene. Abbiamo voglia di giocare, di leggerezza”.

Laurie Pressman, vice presidente del Pantone Color Institute . 


Living Coral – colore dell’anno 2019

Pantone ha annunciato che il Living Coral è il colore dell’anno 2019.

Il colore Pantone 2019, identificato dal codice PANTONE 16-1546 Living Coral, è una tonalità di arancio dorato che, secondo Pantone, simboleggia un “bisogno innato di ottimismo”.  Ma il colore scelto per il 2019, con il suo rimando al corallo, è anche un riferimento esplicito al tema delle risorse naturali in via di esaurimento e alla natura da cui otteniamo energia: le barriere coralline sono una parte fondamentale dell’ambiente, proteggono e costruiscono gli ecosistemi marini, aiutano a filtrare l’acqua e permettono la riproduzione della vita marina.

Living Coral – colore dell’anno 2019

Con i cambiamenti climatici e le altre minacce ambientali che stiamo affrontando, questo color corallo e il suo legame con la natura sono particolarmente importanti.

Living Coral – colore dell’anno 2019

Questo rosa corallo vibra di tenerezza retrò. Diventerà il big di tecnologia, cosmesi, accessori, abiti e oggetti di design. E naturalmente la gioielleria con la rivisitazione di lacche e pietre naturali rubate dal fondo del mare.  Vigoroso ma anche tenue, il color corallo in tutte le sue sfumature contagerà il trucco, con fard, smalti e rossetti come un po’ ha già fatto nel recente passato con Giorgio Armani e Chanel. Bissando il successo del verde e del viola che hanno invaso le nostre vite negli ultimi due anni.

Living Coral – colore dell’anno 2019

Corallo anche in salotto e sulla tavola, corallo coi gerani sul balcone e con il packaging dei profumi. Se entri già oggi da Sephora le confezioni regalo sono tutte nel nuovo colore del 2019. Da Chanel per la prossima primavera estate hanno già sfilato le borse in Living Coral, come pure sulle passerelle di Acne, Vivetta e Marc Jacobs. Un rosa-rosso che esplode di umanità e di gioiosa nostalgia anche nei completi in maglia e nei sandali da sera come quelli di Simone Castelletti.

Living Coral – colore dell’anno 2019

Galleggianti … e la leggerezza del marmo si fa poesia… Moreno Ratti

Galleggianti – Moreno Ratti

È in marmo, ma galleggia. Questo vaso svela una leggerezza inaspettata e ci regala una ninfea di marmo, con cui creare composizioni floreali fluttuanti.


Galleggianti – Moreno Ratti

Una collezione di vasi di marmo fluttuanti sull’acqua….  La leggerezza è allora grazia sottile, eleganza e unicità; fragilità e trasformazione… la leggerezza è il saper esprimere l’essenza.

Galleggianti – Moreno Ratti

È un cilindro cavo in marmo apuano, disponibile in diverse misure e in diverse finiture (Bianco di Carrara, Bardiglio e Calacatta). Ispirato ai blocchi che sostano nei piazzali di cava (che dopo la pioggia si trasformano in piccole piscine come ha spiegato il designer), nonostante il materiale resta sospeso a pelo dell’acqua.

Galleggianti – Moreno Ratti

Il design contemporaneo ci ha abituati ad interpretare il marmo con un nuovo senso di leggerezza, ma che potesse addirittura fluttuare sull’acqua come una ninfea …. Veramente rivoluzionario!

http://www.morenoratti.com/

 

DROP TABLE…COME UNA GOCCIA D’ACQUA – JUNYA ISHIGAMI

DROP TABLE – JUNYA ISHIGAMI

Drop Table, oggetto scultura dall’estetica pura e da una nitida poetica, distorce la percezione dello spazio e modifica le distanze tra gli oggetti come un miraggio.


DROP TABLE – JUNYA ISHIGAMI

 

“A prima vista, sembra un tavolo esile e rotondo, ma se lo si guarda da più vicino, si nota che la parte inferiore del piano ha la curvatura di una lente. Quasi come se vi fosse dell’acqua che lentamente sgocciola. Un invito a percepire nella trasparenza, le gocce d’acqua che si formano. Il piano trasparente distorce la percezione dello spazio e modifica le distanze tra gli oggetti, come un miraggio. Sulla superficie sono disposti diversi oggetti che si fondono nell’immagine prodotta in maniera armonica e uniforme.” (Junya Ishigami)

 

DROP TABLE – JUNYA ISHIGAMI

Oggetto scultura trasparente che utilizza il plexiglass come strumento di rappresentazione e di deformazione spaziale a cui si affianca la linea Family. La realizzazione di Drop Table è resa possibile grazie all’impiego di complessa tecnologia abbinata all’artigianalità tipica dell’approccio industriale dell¹azienda che ha saputo trovare la soluzione per realizzare un progetto che sembrava quasi impossibile.

DROP TABLE – JUNYA ISHIGAMI

Piano ricavato dalla lavorazione con macchina a controllo numerico a 5 Assi di una lastra di Plexiglas® GS colato,da 2000x3000mm e spessore di 70mm.‎ Lavorazione di oltre 30 ore per 2 operazioni di sgrossatura e 3 di finitura a cui si aggiungono altre 2 lavorazioni di levigatura e 3 di lucidatura (pasta abrasiva, cera lucidante e polish di finitura),eseguite manualmente, per ulteriori 20 ore di lavorazione.‎ I fori passanti per l’innesto delle gambe all’interno del piano sono ottenuti dalla macchina, per interpolazione.‎ Le gambe sono ricavate da 3 Cilindri colati in Plexiglas® GS,lavorati a macchina per ottenere il ribassamento che permette l’innesto al piano, a cui si aggiungono le lavorazioni di levigatura e lucidatura eseguite a mano.‎ Risultano 3 gambe diverse per innesto e inclinazione da terra.‎ Drop Table è prodotto in serie numerata e limitata, firmata dall’Artista.‎

DROP TABLE – JUNYA ISHIGAMI

Design Junya Ishigami, 2010

https://livingdivani.it/it/

DESIGNHEURE MOZAIK 5×5

DESIGNHEURE MOZAIK 5×5 Lampada a sospensione / divisorio

 

Lampada a sospensione / divisorio – Linea Mozaik


DESIGNHEURE MOZAIK 5×5 Lampada a sospensione / divisorio

Mozaik è una collezione architettonica e modulare progettata per strutturare lo spazio: è allo stesso tempo un divisorio e un sistema di illuminazione. 

DESIGNHEURE MOZAIK 5×5 Lampada a sospensione / divisorio

Disegnata da Davide Oppizzi, deriva la sua ispirazione dal concetto di mosaici e dalle sue forme geometriche. Si tratta anche di creare una superficie luminosa che cada come una pioggia di meteoriti, divida lo spazio e porti luce.

DESIGNHEURE MOZAIK 5×5 Lampada a sospensione / divisorio

In conformità con il DNA di Designheure, questa collezione ha infinite possibilità di personalizzazione grazie alle diverse finiture che offrono tessuti e cavi tessili. Disponibili in tre dimensioni (pannello 1×5, 2×5 e 5×5), questi pannelli luminosi strutturano e vestono lo spazio. Dimensioni personalizzate su richiesta e tanti colori: Bianco, Giallo, Verde chiaro, Blu, Grigio, Blu marino.

https://www.designheure.com

COMIGNOLI DI MATTEO DI CIOMMO

COMIGNOLI DI MATTEO DI CIOMMO

 

12 comignoli in noce massello

“ quell’aspetto immutabile, disperato da cui scaturiscono i miracoli”

 


COMIGNOLI DI MATTEO DI CIOMMO

“Fa strano pensare che sul tetto, difficile da vedere e comunque lontano dallo sguardo ci sia tanta cura per una parte della casa che serve solo a far passare il fumo. Che bello pensare ad un dettaglio così nascosto eppure così studiato. Era davvero un peccato che se ne stessero tutti soli là sopra.

Per questo mi sono subito deciso di trasporli in legno, per averne cura ed osservarli da vicino; insomma, questi comignoli non potevano davvero rimanere sul tetto!” (Matteo Di Ciommo)

COMIGNOLI DI MATTEO DI CIOMMO

Sculture che omaggiano la bellezza lontana dei comignoli questo poetico progetto di Matteo Di Ciommo, nato e laureato a Roma a La Sapienza e specializzatosi in Disegno Industriale al Politecnico di Milano. Nel 2013, dopo aver lavorato a Roma e New York, collabora con Francesco Faccin a Milano.

Sempre nel 2013 inizia la collaborazione, attualmente in corso, con Michele De Lucchi.

COMIGNOLI DI MATTEO DI CIOMMO

Vi lascio con le parole di Matteo Di Ciommo su come sono nate queste sculture:

“Passeggiando un giorno per Varallo Sesia, Arianna mi indica un comignolo bellissimo.

Non ci avevo mai fatto caso. Era incredibile, sembrava essere un modellino di un palazzo sopra ad un palazzo più grande.

Facendo attenzione a non inciampare continuammo a guardare in alto, tra il taglio di un tetto e l’atro, queste piccole sculture.

Fa strano pensare che sul tetto, difficile da vedere e comunque lontano dallo sguardo ci sia tanta cura per una parte della casa che serve solo a far passare il fumo.

Abbiamo continuato per alcuni mesi nei nostri viaggi ad osservare queste piccole meraviglie.

Alcuni modelli erano davvero curati. Che bello pensare ad un dettaglio così nascosto eppure così studiato. Era davvero un peccato che se ne stessero tutti soli là sopra.

Per questo mi sono subito deciso di trasporli in legno, per averne cura ed osservarli da vicino; insomma, questi comignoli non potevano davvero rimanere sul tetto!

Così è nata questa collezione di 12 pezzi unici. Sono tutti costruiti a mano da me, usando legno di noce.

Mi sembrava, andando avanti nel loro studio e nella loro costruzione, che non avessero l’aria di essere immobili, ma bensì tenaci e sicuri. Usando un’espressione di James Dickey, essi avevano “ quell’aspetto immutabile, disperato da cui scaturiscono i miracoli”.

COMIGNOLI DI MATTEO DI CIOMMO

E dopo questa passeggiata virtuale a Varallo vi saluto e prenoterò un giro proprio li…per emozionarmi e perdermi per questa città unica…

COMIGNOLI DI MATTEO DI CIOMMO

https://matteodiciommo.com

“KAROART” Artstone Panel Systems

“KAROART” Artstone Panel Systems

Idee creative, riflessioni speciali…

nuovi muri di tendenza con una riflessione all’arte e un senso di installazione, portano uno stile insolito negli spazi, avvolgendo le pareti come un vestito elegante


“KAROART” Artstone Panel Systems

I pannelli di parete decorativi di Artstone», progettati e prodotti in Turchia, è il brand che non continua con il modo ma crea il modo con la sua linea e con i suoi modelli unici.

Prodotti versatili che possono applicarsi facilmente a tutte le aree interne ed esterne, i pannelli di parete decorativi di Artstone, hanno molte opzioni di modello in pietra naturale, mattone, calcestruzzo, roccia, legno e strutture speciali.

“KAROART” Artstone Panel Systems

Questa serie, utilizzabile sia a parete che a soffitto, riproduce le ombre con le sue superfici tridimensionali. Le pareti realizzate con queste pavimentazioni a soffitto, possono essere utilizzate nelle cucine, nei ristoranti e in tutti i luoghi di riscaldamento.

“KAROART” Artstone Panel Systems

E’ diventato partner di soluzioni di oltre 6000 progetti durante 10 anni sia nel paese ed all’estero quali le imprese di turismo, case private, caffè che ristoranti, centri commerciali, centri sportivi, stazioni termali, uffici, depositi e affari privati.

“KAROART” Artstone Panel Systems

 

https://artstone.com/en/products/tileart