Archivi tag: Agnieszka Kiersztan

Il cuore tra sacro e profano… Arte e Fashion Design

Solo il tuo cuore appassionato e niente più

Federico Garcia Lorca


Agnieszka Kiersztan “Al valor dell’amor”

Due artiste del gioiello contemporaneo, due interpretazioni dell’iconografia dell’amore…

per ricordare questo giorno di San Valentino!

Agnieszka Kiersztan e Francesca Mazzotta… entrambe operanti nel sud, una in Campania l’altra in Puglia, entrambe influenzate dalla cultura meridionale di stampo spagnolo.


Il cuore trafitto di Agnieszka emblema dell’amore e della purezza, rappresentazione di affetto e di vita pulsante, ma anche simbolo esoterico e spirituale di sofferenza, creazione e morte. Il cuore trafitto è divino ma anche estremamente umano, espressione di luce e salvezza e della caducità del ciclo vitale. Per la sua iconografia è stato anche oggetto di installazioni d’arte. “Al valor dell’amor” è un gioiello-premio, simbolo di gratitudine, un premio per amore qualsiasi esso sia anche fosse, per noi stessi. Io Sono, Io merito, Io mi amo”.

Agnieszka Kiersztan “Al valor dell’amor” installazione

Invece, il cuore candido di Francesca attraverso la sua purezza e non colore, esprime l’eleganza e risulta più fashion. Realizzato in fibra di cellulosa fa parte della collezione White Valentine. Specializzata sulla tecnica della cartapesta leccese che reinterpreta però, in chiave contemporanea.

Francesca Mazzotta White Valentine

“Nulla è casuale è superfluo nelle sue creazioni: la selezione visiva, la mutazione e l’adattamento mediante l’azione erosiva dell’acqua o modellante del vento esaltano una gestualità votata all’evidenza di forma, materia e volume”.

https://www.facebook.com/cammeoAK/

 http://www.francescamazzotta.com/

 

LIBERA_ MENTE Spille di Agnieszka Kiersztan

LIBERA_ MENTE Spille di Agnieszka Kiersztan

 

“Variano, come le mie sensazioni in questo periodo… voglia di leggerezza, di essere salvata, di forza, di potenza e di debolezza… in sostanza, voglio iniziare un’altra volta a sentire la mia forza… e le mie Ali…” (A. K.)


LIBERA_ MENTE Spille di Agnieszka Kiersztan

Le spille di  Agnieszka rappresentano la voglia di uscire fuori misura, fuori dagli schemi, fuori dalla consuetudine… come il manifesto della Libertà interiore per troppo tempo repressa.

LIBERA_ MENTE Spille di Agnieszka Kiersztan
LIBERA_ MENTE Spille di Agnieszka Kiersztan
LIBERA_ MENTE Spille di Agnieszka Kiersztan

Ecco disegnare volute come fossero ornamenti, ecco disegnare Ali con grande dettaglio del piumaggio…. tutto proteso alla leggerezza, alla ricerca di una nuova se stessa… e quando questa consapevolezza viene raggiunta, le Ali diventano Lacrime… anelito di speranza…

LIBERA_ MENTE Spille di Agnieszka Kiersztan

 

https://www.facebook.com/cammeoAK

“Guardami l’anima ” di Agnieszka Kiersztan

"Guardami l'anima " di Agnieszka Kiersztan
“Guardami l’anima ” di Agnieszka Kiersztan

 

I confini dell’Anima, nel tuo andare, non potrai scoprirli, neppure se percorrerai tutte le strade: così profonda è l’espressione che le appartiene.

Eraclito


"Guardami l'anima " di Agnieszka Kiersztan
“Guardami l’anima ” di Agnieszka Kiersztan

Evocazioni di protezioni ancestrali…quasi un Talismano…

Protezione da se stessi e dagli altri…Oggetto a cui si attribuisce un potere magico benefico e come tale si conserva e si porta con sé dappertutto: questa la definizione di Talismano…

"Guardami l'anima " di Agnieszka Kiersztan
“Guardami l’anima ” di Agnieszka Kiersztan

Questa l’ultima collezione di  Agnieszka Kiersztan.

Come sempre piccole sculture. realizzate utilizzando di tutto: bulini, scalpellini, spazzole, frese di diverse dimensioni e carte abrasive….cammei incisi a mano su conchiglia sardonica….

"Guardami l'anima " di Agnieszka Kiersztan
“Guardami l’anima ” di Agnieszka Kiersztan

Talismano” deriva dal greco telesmena, ossia completo, intero, solido. Traslando in senso metafisico il significato, il termine talismano assume il ruolo di “sicuro”. Un talismano dunque è quell’oggetto o simbolo che si interporrà come difesa tra il praticante e qualunque avversità che gli si presenta.

"Guardami l'anima " di Agnieszka Kiersztan
“Guardami l’anima ” di Agnieszka Kiersztan

https://www.facebook.com/Agnieszka-Kiersztan-gioiello-darte-202417546464316/?fref=ts

MALA AK

MALA AK di Agnieszka Kiersztan
MALA AK di Agnieszka Kiersztan

 

L’inverno si trasforma sempre in primavera
Nichiren Daishonin
 

Tra … Bellezza, Freschezza, Primavera e Spiritualità…raccontiamo delle Mala di Agnieszka Kiersztan
L’unione tra il Cammeo su conchiglia sardonica di Agnieszka e la Mala, tra poesia e spiritualità…
 
MALA AK di Agnieszka Kiersztan
MALA AK di Agnieszka Kiersztan
Cammeo, dall’arabo gama’il – bocciolo di fiore- quasi a definire la cristallizzazione della poesia nella realtà delle cose.
I Cammei di Agnieszka prendono ispirazione da stati d’animo e sensazioni, da poemi d’amore, dal Cantico dei Cantici, dagli Angeli, dai Serpenti come simboli dell’eternità… ancora…
nelle sue opere scopriamo Classicità e Spiritualità, dimensione umana e dimensione divina che s’identificano, nelle sue Volute, e nei suoi Volti. I primi come frammenti nostagici di un’epoca che hanno una nuova vita come Gioielli, i secondi come Volti puri, ingentiliti, incisioni di pelle alabastrina sfiorate da chiome che guizzano al vento, ovali dominati dalla bocca….
MALA AK di Agnieszka Kiersztan
MALA AK di Agnieszka Kiersztan
e…quello che si ritrova sempre in tutta la produzione artistica non sono altro che le emozioni e tanta poesia che prende vita dalle sue sculture. La sua produzione è tesa a far convivere arti maggiori e arti minori, in una ricomposizione logica delle parti che definisce il senso della sua arte senza mai smarrire un’idea di bellezza.
MALA AK di Agnieszka Kiersztan
MALA AK di Agnieszka Kiersztan
Nelle sue ultime collezioni unisce i suoi Cammei alle Mala e da vita a queste splendide collane!
MALA AK di Agnieszka Kiersztan
MALA AK di Agnieszka Kiersztan
Mala”, dal sanscrito “ghirlanda”, o “Japa Mala”, dall’indù japa: ripetizione, mala; circolo; e’ un filo di grani di legno, di osso o di altri materiali, che viene utilizzato dai buddhisti e dagli induisti durante la recitazione dei mantra.
Simbolo di un ciclo infinito, che unisce la Terra al Cielo, l’Akshamala o rosario tibetano, ha la funzione principale di manterene il calcolo delle preghiere senza distrazioni.
I grani che lo compongono sono 54, e corrispondono alle 54 sillabe mistiche principali… ma ve ne sono anche di 108, numero simbolico e sacro all’interno delle tradizioni Buddhista ed Hinduista. Le Mala possono essere fatte in materiali diversi, ognuno dei quali è particolarmente adatto per diversi aspetti di buddha. Si può scegliere il colore della Mala per farlo combaciare con l’aspetto di buddha sul quale si sta praticando: nero o blu/nero per Mantello nero, verde per Tara Verde, bianca per Occhi Amorevoli, blu per il buddha della Medicina.

 

“La mala è come la vita di ognuno di noi, fatta di cause ed effetti interdipendenti: ogni grano è strettamente legato agli altri, da solo non è nulla ma tutti insieme assumono un significato e uno scopo.” (www.liber-rebilt.it)

 


Schermata 2015-03-09 a 23.52.47
MALA AK di Agnieszka Kiersztan indossate da Gaetano e Aurora

 

“DOVE SI POSA IL BIANCO”

(La Poesia e il Gioiello)

 

Floriana Porta
Floriana Porta

 

Il Bianco

Il bianco

Muta direzione

Ad ogni sguardo.

Diventa luogo

Che cerca e indaga

L’inesplorato orizzonte

Di cellule e meduse.

Lasciando tracce

Cariche di poesia

(Floriana Porta – Dove si Posa il Bianco -Sillabe di Sale Editore)

 

“La mia Poesia è anamorfica vive in una dimensione immaginaria, immersa nell’astratto nell’informale. Scrivendo trasformo il visibile in invisibile, al di là delle immagini e del reale, allontanandomi da qualsiasi luogo e senso.” Dice, Floriana Porta, dall’introduzione di Dove si posa il Bianco, il suo ultimo splendido libro di poesie, che ha ispirato questo post sulla poesia e il gioiello, in questo caso di Luisa Bruni.

..tre gioielli di Luisa Bruni … tre citazioni poetiche per definirli…

The Sound of Silence ricorda Stefano Malito: Molti guardano con indifferenza 
la punta di un iceberg che si sposta 
senza vedere profondità e grandezza
 della sua anima nascosta.

Luisa Bruni The Sound Of Silence
Luisa Bruni The Sound Of Silence

La Foresta incantata, di Luisa (con orchidee su conchiglia sardonica di Agnieszka Kiersztan) il titolo ricorda “La Foresta incantata” di Pollock, dove tecnica e soggetto si amalgamano in un’unica ragnatela di segni. Il gioiello riflette in pieno le parole di Claude Monet: La ricchezza che io ottengo viene dalla natura, la fonte della mia ispirazione.

La Foresta incantata, di Luisa Bruni, (con orchidee su conchiglia sardonica di Agnieszka Kiersztan)
La Foresta incantata, di Luisa Bruni, (con orchidee su conchiglia sardonica di Agnieszka Kiersztan)

Con MilkSplash ferma ancora una volta l’attimo! …e come non pensare a “Fermare l’attimo” di Federico (in arte fedeperte): Cogliamo l’attimo del piacere
 come di una goccia che cade nel mare, 
e vorremmo fermarla per l’eternità,
 ma ci dimentichiamo che l’attimo non si può fermare 
e la vita è come il mare
 fatta di gocce
 che sono attimi
 di felicità.

Luisa Bruni MilkSplash
Luisa Bruni MilkSplash

Ma…cosa è l’Emozione? Difficile esprimerla a parole. Dobbiamo affidarci a un linguaggio più poetico… Raccontare storie, suscitare emozioni, creare meraviglia.

Ogni gioiello è oggetto e intuizione. È un pensiero materico. È fatto di metallo e pietre, di sintesi e poesia. Di frammenti che si impreziosiscono nell’atto stesso di ricomporre una forma, di tentare un nuovo ordine.

Ognuno di essi, vive nell’interazione con il corpo e con l’ambiente. In una dinamica che simula, i moti delle emozioni primitive, dello stupore per il segreto della vita.

È il movimento e l’alchimia che accelerano la materia di queste creature. Il soffio di vita che libera i gioielli dalla immobilità di splendidi “oggetti”, per trasmutarli in simboli, in parola e segno.

Ogni gioiello vive in un rapporto biunivoco di scambio di emozioni: le acquisice dal creatore e le dona a chi lo possiede in un fluido divenire costante.

Dietro la lavorazione di un gioiello vi è dunque sempre il riflesso di un’emozione. La ricerca dell’eleganza, della cura del dettaglio, sono il risultato di un vissuto interiore che l’artista porta dentro, e che fa emergere nelle sue creazioni.

 

http://www.luisabruni.com/

www.florianaporta.it/

ALI d’autore

Agnieszka Kiersztan orecchini Ali
Agnieszka Kiersztan orecchini Ali

Mi nascondo nel mio fiore

Perché portandolo sul petto -
Tu – senza saperlo

porterai anche me -
E gli angeli sanno il resto!

Emily Dickynson

Agnieszka Kiersztan Ciondolo Ali
Agnieszka Kiersztan Ciondolo Ali

Gli Angeli non hanno un involucro materiale come noi, ma sono occhi che vedono, 
mani che toccano, cuori che amano…   

Agnieszka Kiersztan per Natale propone ali di Angelo su conchiglia sardonica. Le sue sculture-gioiello, vere poesie, questa volta dedicate agli angeli, splendidi esseri di luce, nostri compagni di sempre, che vivono in un’altra dimensione, dotati di libero arbitrio. Comunicano con noi attraverso il linguaggio dei segni, dei sogni, delle emozioni …

Artecnica Icarus light Studio Tord Boontje
Artecnica Icarus light Studio Tord Boontje

Il Design spiega le Ali, simbolo di bellezza spirituale, da vita a particolari arredi che vanno dalla memoria imperiale dello specchio e del tavolino della Versailles Collection di Jonathan Charles, alla leggerezza del lampadario Icarus di Studio Tord Boontje per Artecnica;

Versailles Collection di Jonathan Charles, specchio
Versailles Collection di Jonathan Charles, specchio

 

Versailles Collection di Jonathan Charles tavolino
Versailles Collection di Jonathan Charles tavolino
Wing’s di Nora De Rudder
Wing’s di Nora De Rudder

dalla poltrona Arabella di Giorgetti, alle tazzine Médaillon Méandre d’Or di Versace per Rosenthal; dalla luce della lampada Wing’s di Nora De Rudder, alla luminosa carta da parati Plume firmata Swarovski.

Giorgetti poltrona Arabella
Giorgetti poltrona Arabella
tazzine Médaillon Méandre d’Or di Versace per Rosenthal
tazzine Médaillon Méandre d’Or di Versace per Rosenthal
Wing’s di Nora De Rudder
Wing’s di Nora De Rudder
Wallpaper Plume, Swarovski
Wallpaper Plume, Swarovski