Polpo alla gallega

Ingredienti per 8 persone: 1 bella piovra (polpo grande con tentacoli da 2-3 cm di diametro); olio; sale ; paprika o meglio pimenton; c’è chi mette anche spicchi d’aglio e pepe nero.
Spendo due parole per spiegarvi cosa è il pimenton: è un tipico peperoncino della regione estremadura della Spagna. Nella forma affumicata, conferisce un sapore unico dato anche dall’utilizzo del legno di quercia. Il rivenditore che ho trovato sul web: info@orlandosidee.de lo consiglia anche sul maiale e sulle lenticchie; veramente anche sulle penne all’amatriciana ma io non ci provo nemmeno, mi piacciono con la ricetta originale!

 

valencia - pimenton -

Ed ora passiamo alla ricetta che è semplicissima: Pulire il polpo, gli occhi e le parti interne, far bollire una pentola alta con acqua, quando alza il bollore immergere il polpo 3 volte per far arricciare i tentacoli. Coprite e far cuocere a fuoco moderato il polpo circa 40 minuti. Infilzare il polpo con una forchetta per vedere la cottura. Poi spegnere il fuoco e lasciare il polpo nella pentola con l’acqua di cottura per circa trenta minuti; passata la mezz’ora scolatelo e fatelo raffreddare. Tagliatelo a pezzi grossi, i tentacoli devono rimanere come una sorta di rondelle; condire con olio e sale e all’ultimo cospargere abbondantemente di pimenton!!!! Io per servirlo metto degli stecchini su ogni pezzo….di solito lo preparo come tapas per le cene a buffet.
Scusate per la foto del polpo che non è messa a fuoco ma avevamo fretta di mangiare!!!

polpo alla gallega

Inoltre vi inserisco anche una foto di un “posticino” delizioso a Valencia dove abbiamo mangiato il migliore polpo alla gallega!

 

valencia trattoria

 

“La materia è nulla senza il contorno”

 

Eneo

“La materia è nulla senza il contorno”…. Da questo assioma prende impulso la poetica dei progetti di Bysteel.
Questa azienda crea oggetti di design, quasi museali, ma al tempo stesso ecosostenibili, partendo da fogli di acciaio e di alluminio.

oide

E’ così che sedute, lampade, fioriere, tavoli totalmente bianchi si materializzano nella natura con estrema leggerezza. Vi porto all’attenzione questi prodotti perchè ne sono rimasta veramente affascinata, fin dal primo momento!

 

Tu fioriera

Queste lamiere, piegate, saldate, ricamate, “ossequiose della natura” somigliano veramente a degli origami, pur essendo degli oggetti funzionali.

 

boog

….E di origami vi parlerò in futuro con altre “pillole”. Le fioriere Cò e Tu sono adatte per giardini e bordi piscina; esse creano delle zone piene di fascino e donano all’ambiente un’atmosfera mutevole.

 

Canopo

Il tavolo con fioriera Sirkel e la seduta-fioriera Boog sono le più rappresentative della collezione.

Kapì

Boog in particolare, lo trovo molto poetico e romantico perchè in qualche modo richiama i divanetti vis a vis con cui “le coppiette” potevano parlare guardandosi negli occhi senza avere contatti indiscreti!

 

arar

Un ringraziamento particolare và alla Bysteel nella persona di Cristina Bezzi, Organization & Financial Manager, per le foto concesse; e un ringraziamento anche a http://www.architetturaedesign.it/ per tenerci sempre in contatto con articoli stupendi sul design.

 

Idaa

Link sito web: http://www.bysteel.it

 

Spiedini di carpaccio e scamorza con pesto

ingredienti per 4 persone: carpaccio di carne circa 300 gr., scamorza 300 gr., pesto 1 barattolino, succo di limone, basilico, uno stampo da plum cake in alluminio e pellicola, spiedini di metallo piccoli.

Tagliate la scamorza il più possibile a fette sottili. Foderate uno stampo da plum cake di alluminio con la pellicola, coprite il fondo con 3-4 fette di carpaccio di carne, affiancandole in modo da compattare il tutto. Spruzzate la carne con succo di limone, salatela, pepatela e spalmatela con un filo di pesto. Distribuitevi sopra un 7-8 foglie di basilico e coprite con qualche fettina di scamorza. Continuate a formare i vari strati fino alla fine degli ingredienti, terminando con uno strato di carpaccio, compattate e fate raffreddare in freezer per circa 1/2 ora. Sformate il panetto, tagliatelo a cubetti di circa 3 cm. di lato, meglio se con un coltello elettrico, e infilzate ognuno con uno spiedino di metallo con una bella foglia di basilico come nella foto.

LEGNO ACQUA FERRO PIETRA

Oggi vi voglio parlare di una azienda di cucine: MOD’…ART che ho potuto apprezzare passando per un negozio di arredamento, Guazzolini, su via dei Coronari a Roma. In vetrina “campeggiava” un bel tavolo con carattere fortemente materico (vedi foto), con piano in Castagno italiano di recupero, sabbiato e verniciato ad olio, con gambe Chippendale in varie finiture. Un pezzo unico, indelebile nel tempo, con numero progressivo di fabbricazione, nome del cliente e giorno di produzione scolpiti a mano nel legno. La cosa interessante è che si può avere anche per l’esterno con un particolare trattamento sul piano di legno. Per citare le parole dell’azienda: il pensiero di MOD’…ART è legato indissolubilmente agli elementi naturali della terra quali Legno, Ferro, Pietra, e Acqua. Attraverso il perseguimento di questa filosofia l’azienda ha raggiunto un risultato importantissimo: l’eliminazione di tutti gli elementi derivanti dal petrolio e dei materiali ad alto contenuto di formaldeide; un’attenzione particolare, quindi, all’aspetto ecologico e alla salute dell’individuo! Inoltre l’altra caratteristica di MOD’…ART è la personalizzazione delle cucine con un design contemporaneo lineare e con un ottimo rapporto qualità prezzo….mi sembra che tutto ciò possa bastare per prendere in considerazione il prodotto!

link: www.modartcucine.it

Maltagliati di grano saraceno con ricotta

Che Peccato…oggi sono andata al mercato per comprare la misticanza ma è già finita!…mi hanno detto che non è più periodo di misticanza…troppo caldo!….Volevo fare un primo che mi piace tanto…delle lasagnette  più simili a dei maltagliati di grano saraceno, con la ricotta e la misticanza. Vi scrivo la ricetta tante volte voi riusciste a trovare la misticanza! (la ricetta è per 6 persone)

Preparate il condimento: in una larga padella, soffriggete in un velo d’olio un cipollotto di 60 gr. tagliato a rondelle, uno spicchio d’aglio in camicia, timo e misticanza(circa 2 etti). Come misticanza prendo misto di erbe aromatiche compreso il basilico e insalatine di primavera, compresa la rucola. Fate appassire il tutto per un paio di minuti, bagnate con un mestolo di acqua di cottura della pasta unite la pasta precedentemente scolata e saltateli a fuoco vivace per insaporirli. Spegnete, unite la ricotta 150 gr con un dito di latte per renderla cremosa, mescolate la pasta e conditela con abbondante formaggio grattuggiato una generosa macinate di pepe e buon appetito!

…..Scusate ma non ho una foto!

Il fantastico mondo Worldwidefred!

 

cooljazz

Oggi vi introdurrò nel fantastico mondo di Worldwidefred Fred&Friens; Fred&Friends sono capaci di creare prodotti dal design unico, concorrenti dell’italiana Pandora design (di cui ho scritto in un articolo precedente), realizzano oggetti divertenti anche se non sempre utili.

 

brainfreeze

Trovo, questi oggetti, molto simpatici da utilizzare per una cena in terrazza, e non, o per una festa di bambini….Dai diamanti  alle chitarre di ghiaccio….dal “cervello” ai fossili….

 

cooljewels

trovate tutto sul link: www.worldwidefred.com e potete comprare online sui seguenti siti web:  http://www.doxbox.it/    o su    http://www.perpetualkid.com/kaboom-candles.aspx

 

fossiliced

Personalmente mi piacciono tantissimo gli anelli da party per il fingerfood e i chiodi per gli stuzzichini!

fingerfood

Fatevi un giro sul sito web: www.worldwidefred.com, potetete trovare tante altre idee e……. buon party!

pound

 

“L'accoglienza sorride sempre, e l'addio se ne va sospirando”. (W. Shakespeare)