Tutti gli articoli di admin

Una cena Mondiale!

Ed ecco, finalmente, siamo arrivati alla cena di cui all’articolo “una cena in terrazza”!!!!….solo che il tempo in questi giorni non è stato clemente, qui a Roma, per cui, ho trasferito la cena all’interno di casa!…e vi dirò di più….l’ho dedicata all’Italia, e a questi Mondiali! Non solo bandiere sui balconi o T-shirt ma anche una tavola con un menù tutto italiano e mediterraneo come colori e sapori! E’ questa l’idea che vi propongo, una serata a tema per accogliere gli amici davanti alla tv, con piatti e tovaglioli, rossi e verdi, e tovaglia bianca; tricolore gastronomico e centro tavola italiano. Buon appetito e in bocca al lupo per la partita!

Reginette con verdure

E’ un piatto che dedico ad una mia amica che ormai non frequento più; me l’ha cucinato una sera, a sorpresa, e l’ho apprezzato molto!…..una ricetta semplice, per chi ha poco tempo, ma ottima! Non mi piacciono molto i piatti con la panna…però questo è molto buono e di panna ne serve veramente poca!

Ingredienti per 4 persone: 1 melanzana grande – 1 carota – 1 zucchina – 1 peperone – 1 cipolla grande – 2 pomodori rossi – pasta reginette – panna 1 – olio – sale e pepe.

In una larga padella antiaderente, tagliate le verdure: la zucchina e la carota a fette lunghe (tipo la tempura giapponese), i peperoni a julienne grande, le melanzane a tocchetti, la cipolla e i pomodori. Salate e cuocete con poco olio per circa 20 – 25 minuti fino a quando le verdure sono cotte ma poco appassite (devono rimanere scrocchiarelle). Cuocete la pasta, scolate e mettete nella padella con mezzo cartoccio di panna (confezione piccola). Amalgamate e macinate poco pepe.

Wavy: sinuoso

Sempre con la volontà di sperimentare capacità e performance dei materiali oltre ogni limite, Ron Arad, per Moroso, propone Wavy, una seduta il cui nome, appunto, significa ondulato, sinuoso, ondoso.

Wavy è caratterizzata da un basamento in tubo di acciaio inox con monoscocca in ABS termoformata, è sovrapponibile e per le sue qualità è adatta anche per l’esterno.

La seduta è disponibile in differenti colori: bianco, blu, verde, corallo, e trasparente e con il suo andamento così sinuoso ricorda quello delle conchiglie che si trovano sulla spiaggia, anche se a me ricordano anche, le foglie accartocciate. In fondo, il design, per Ron Arad è “imporre la propria volontà su un materiale per realizzare una funzione e fare qualcosa che prima non esisteva”!

Tonno al sesamo con salsa di soia e chili

E’ un ottimo piatto da preparare in anticipo: la sera prima in modo che diventi compatto e sia più facile tagliarlo. Il tonno deve essere fresco e assolutamente poco cotto.

Ingredienti per 6 8 persone: 800 gr di tonno- 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva- 2 cucchiai di semi di sesamo bianchi e 2 cucchiai di semi di sesamo neri- germogli (io li trovo alla metro) o in alternativa 1 mela granny smith tagliata a fiammifero, due cipollotti e 1 cetriolo tagliato a fiammifero- salsa alla soia dolce- chili per pesce- sale e pepe.

Preparazione: 15 minuti più tempo per raffreddare il tonno 1-2 ore, meglio se una nottata intera.

Tagliare il tonno in senso longitudinale, ottenendo 2-3 lunghi filetti larghi 5 cm. Scaldate una grande padella antiaderente. Strofinate i filetti di tonno con olio d’oliva, salate e pepate e passateli nei semi di sesamo. Mettete i filetti nella padella, senza condimenti, e dorate su tutti i lati. Prestate attenzione alla cottura perchè il pesce deve restare rosa, all’interno. Una volta freddo, avvolgere il tonno nella pellicola e tenete in frigo per almeno 1 ora o meglio tutta la notte. Togliete il pesce dall’involucro e affettate a circa 5 mm. di spessore. Io l’ho servito disposto su un piatto con due ciotoline con soia e salsa chili agrodolce per pesce, e germogli. In alternativa ai germogli potete prepare un letto di cipollotti, mela e cetrioli tagliati a julienne, e appoggiarvi sopra il tonno.