Tutti gli articoli di admin

Il food design di “Carmel Creations”

Entriamo in un mondo da fiaba con queste creazioni di food design!

Carmel è il laboratorio creato da Tania Peria a Torino nel 2010 che usa le caramelle come elementi per creazioni a metà tra l’arte, l’architettura e la pasticceria.

Rigorosamente fatte a mano, le Carmel Creations partono da gelèe, marshmallows, liquirizie, bastoncini di cioccolato, wafer e toppings di altisima qualità per diventare golose casette, Candy Box, alberi di Natale, bomboniere e segnaposto super colorati. Andate a visitare il suo sito su facebook trovate tantissime foto delle sue creazioni fantasiose!

Le Carmel creations sono in vendita nel temporary-corner presso il Cafè Mash di Torino (via Torricelli 59) e on-line all’indirizzo www.carmelcreations.com; link: http://dolciricette.blogspot.com/2010/11/caramel-creations.html

Ziti alla matriciana di zucca

Ingredienti per 6 persone: Ziti 700 gr.; Zucca 800 gr.; Guanciale 2- etti; Pecorino.

Preparate il “sugo”: tagliate la zucca a tocchetti e mettetela in una capiente padella dove avete , precedentemente, fatto rosolare in olio, una cipolla tagliata a velo e il guanciale. Fate cuocere, salate e pepate abbondantemente. Lessate la pasta e una volta scolata ripassatela nel preparato e aggiungete il pecorino. Se volete è un ottimo piatto anche nella versione di pasta al forno, come ho fatto l’ultima volta che ho avuto molte persone a cena!

“Some of us”

“Nel 1994  ho creato a New York un’ attività per realizzare vasi ed oggetti con resine poliuretaniche, sviluppando nel corso di anni di duro lavoro e sperimentazione continua uno specifico know how e un originale approccio alla materia.

Oggi l’esperienza e la sperimentazione legata all’uso di questi materiali continua con Meritalia, con cui ormai ho una lunga storia di proficua collaborazione; inizio quest’anno a proporre sul mercato una collezione di lampade. Queste, principalmente realizzate in resina poliuretanica, si presentano secondo quattro tipologie: da tavolo, da muro, sospese e da terra.

Questa che vi propongo oggi si chiama “Some of us” . Un design ironico, colorato, gioioso che sa indagare la forza emotiva e tattile dei materiali. Lontanissimo dalla maschile, monocromatica, rigida razionalità. link: www.gaetanopesce.com www.meritalia.it

“fish-design”

Gaetano Pesce

“(…) ritengo che è la morte a renderci uguali, e che essere vivi significa anche essere differenti, e, come ognuno di noi ha questo diritto, ritengo che gli oggetti stessi che ci circondano nel piccolo arco della nostra vita devono poter godere di tale prerogativa”
(Gaetano Pesce)

L’opera di Gaetano Pesce è caratterizzata dalle “serie diversificate”, la doppia funzionalità degli oggetti e dell’architettura, un uso creativo del colore, la dimensione politica dei suoi progetti, la teoria e la pratica del “fatto poveramente”, la provocazione, il perfezionamento dell’uso dei materiali sintetici, la teoria della “femminilità” nei progetti architettonici e, in ultimo, la cultura degli oggetti.

Io adoro Gaetano Pesce perchè è libero e sperimentatore di tecniche e materiali tra architettura arte e design senza alcun conformismo.

vaso stracci Gaetano Pesce

Con le Edizioni del Pesce con Meritalia inizia una nuova impresa: una collezione di oggetti dalle varie funzioni: ogni pezzo prodotto è unico sia per forma, sia per la combinazioni dei colori. Qui vi allego due pezzi notevoli.

Credits: link sono: www.meritalia.it e www.fishdesign.it

Torta di polenta con ricotta

Ingredienti: 150 gr. fioretto (farina gialla); 400 gr. di ricotta; 200 gr. di zucchero; 70 gr. di uvetta; 70 gr. di pinoli; acqua quanto basta.

Ecco qualcosa da mangiare usando i Finger-Dip!

Mettete la ricotta in un recipiente e mescolate fino a quando sarà diventata cremosa; aggiungete lo zucchero, il fioretto, e l’acqua, quanto basta a renderla cremosa, ma non liquida.  Aggiungete  l’uvetta preammollata in acqua tiepida, i pinoli e un pizzico di sale. Imburrate uno stampo da circa 22 cm., versatevi il composto e spolverizzate con poco zucchero, la superficie. Infornate per circa 45 minuti a 180° C. Una volta sfornata, io l’ho tagliata a quadrotti….ottima!

Finger-Dip

I Finger-Dip sono dei ditali monouso in lattice naturale per mangiare con le mani. Mangiare e’ uno dei bisogni primari dell’uomo. Le nostre mani, che sensualmente evocano un ritorno alla natura e alle nostre origini, sono lo strumento per mangiare per eccellenza. Mangiare con le mani soddisfa i nostri impulsi animali. Niente più posate o bacchette e niente piu’ tovaglie! Niente più formalità o distinzioni culturali nell’approccio al cibo… Finger-Dip e’ una provocazione, un invito a fermarsi e riflettere, un modo per usare le tecnologie e l’intelligenza dell’uomo nell’intento di dare valore a un gesto che oggi piu’ che mai e’ diventato un segno di sofisticatezza e di stile, piu’ che una magnifica necessità. Mangiare e’ un piacere, e lo diventa ancor di piu’ se lo si fa con le mani! Finger-Dip non occupa spazio, e’ igienico, ecologico e divertente! Finger-Dip e’ a tutti gli effetti un “anti-prodotto”, perché sono le nostre mani il vero strumento. Finger-Dip e’ 100% made in Italy. Ogni confezione contiene n. 3 ditali monouso in lattice naturale per mangiare con le mani. Materiali utilizzati: Lattice Naturale (Food-Grade, lattice compatibile con alimenti). Finger-Dip ha vinto il rinomato premio RED DOT DESIGN AWARD 2010.

Lo studio AMeBE, composto da Eleonora Barbareschi e Alessandra Mantovani, si pone in continuazione come obiettivo quello di progettare qualcosa che possa allietare la vita dell’uomo facendolo pensare, apprezzare o rifiutare qualcosa, capire, gioire o interrogarsi, anche solo per un istante. Il design deve stimolare l’uomo, anche con reazioni negative, lo deve rendere partecipe, farlo oggetto e soggetto del suo stesso esistere.

link: http://www.finger-dip.it/ ;  http://www.studioamebe.com/