Tutti gli articoli di admin

Il fantastico mondo Worldwidefred!

 

cooljazz

Oggi vi introdurrò nel fantastico mondo di Worldwidefred Fred&Friens; Fred&Friends sono capaci di creare prodotti dal design unico, concorrenti dell’italiana Pandora design (di cui ho scritto in un articolo precedente), realizzano oggetti divertenti anche se non sempre utili.

 

brainfreeze

Trovo, questi oggetti, molto simpatici da utilizzare per una cena in terrazza, e non, o per una festa di bambini….Dai diamanti  alle chitarre di ghiaccio….dal “cervello” ai fossili….

 

cooljewels

trovate tutto sul link: www.worldwidefred.com e potete comprare online sui seguenti siti web:  http://www.doxbox.it/    o su    http://www.perpetualkid.com/kaboom-candles.aspx

 

fossiliced

Personalmente mi piacciono tantissimo gli anelli da party per il fingerfood e i chiodi per gli stuzzichini!

fingerfood

Fatevi un giro sul sito web: www.worldwidefred.com, potetete trovare tante altre idee e……. buon party!

pound

 

Convivio: l’arte contemporanea

Questi miei appunti nascono di getto dalle mie personali considerazioni sull’evento romano di arte in fiera:”the road to contemporary art” che si conluderà oggi alle 20.00 al Macro di Testaccio. Sarà forse perchè Roma sta vivendo un  frizzante e  magico momento che vede dopo 12 anni l’apertura del MAXII di Zaha Hadid  e del Macro di Odile Decq, ma l’esposizione della fiera del Macro di Testaccio quest’anno mi è particolarmente piaciuta! Vivere quelle opere d’arte all’interno di quella testimonianza di archeologia industriale qual’era l’ex Mattatoio riconvertito in sale espositive, mi ha dato emozioni di effervescenza e freschezza che difficilmente ho percepito nei musei istituzionali!….E’ forse per questo che ci sono andata per ben due volte! A farla da padrone è stata certamente la fotografia con opere di David La Chapelle, Claudia Rogge, Hans Op de Beeck, Davide Bramante, Gabriele Basilico, Alessandro Bulgini ed altri. E’ forse questo l’indirizzo dell’arte contemporanea nei prossimi anni? Sarà la macchina fotografica il suo mezzo di espressione più potente? Sicuramente quello più apprezzato dal pubblico dei non addetti ai lavori perchè più diretto, immediato e facilmente leggibile: ovvero di facile e veloce godibilità! Non per questo però non meritano della mia personale cosiderazione tutte le altre opere esposte, anzi personalmente le preferisco! La mia è solo un’osservazione su dove sta andando il mercato dell’arte, ormai già da un pò di anni!

Macro di Testaccio (Roma)

 

Dolce far niente!

..starsene così…..
dolce fare niente dolce rimandare
stare con i piedi penzoloni guardando il mondo girare
andare andare aspettare dolcemente l’ora di mangiare
guardare l’erba crescere e l’acqua evaporare
tranquillamente all’ombra di una fresca brezza farsi accarezzare
dare forma tonda a bolle di pensieri
che scoppiano nell’aria non appena si fan troppo seri
o troppo pesi starsene leggeri
trasformare le ore in mesi
come foglia lungo il fiume dentro la corrente dolcemente arresi
….

(Jovanotti)

Perchè non iniziare questa “pillola” con la canzone di Jovanotti “Dolce far niente” visto che è anche il nome dell’azienda???

Citando parole dell’azienda Dolce far niente, essa si caratterizza dalla scelta di materiali ricercati e particolari uniti ad un design sobrio ed elegante esaltato da una cura nelle colorazioni e nei tessuti per offrire un prodotto Made in Italy impareggiabile!


A me piace molto per la sua freschezza e la sua eleganza e sopratutto è indistruttibile! Il materiale con cui vengono realizzati i pezzi consiste in una resina sintetica Viro che permette di ottenere un effetto estetico naturale alla vista e al tatto con performance esclusive poiché non teme, né gli sbalzi di temperatura, né l’umido ed è resistente alla salsedine e al cloro;  pur non avendo abbandonato la lavorazione manuale che, da oltre trent’anni, caratterizza il loro prodotto.

Vi allego delle immagini Di Dolce far niente!

Il sito dell’azienda è: http://dolcefarniente.com/

Gli scatti delle foto sono stati fatti nel negozio Guazzolini a Zagarolo (Roma)

 

Fregola sarda con verdure

TEMPO DI PREPARAZIONE 35 MINUTI

per 4 persone:

Lessate gr.150  di fregola sarda(una sorta di cous cous sardo) in acqua bollente salata e scolatela al dente. Frullate 5 pomodori secchi sott’olio con 3 cucchiai di olio, uno spicchio di aglio fresco e qualche ago di rosmarino. Versate il condimento sopra la fregola, mescolate e lasciate raffreddare. Affettate, una melanzana lunga, 2 zucchine, un porro, un peperone rosso e 2 cipollotti rossi; grigliate le verdure tagliate a pezzi irregolari e condite con sale, olio e aceto. Spezzettate gr.60 di provolone piccante(io lo taglio a julienne). Mescolate la fregola con le verdure, profumate con tanto basilico rosso e verde e insaporite con il provolone. Potete anche scegliere di servire tutti gli elementi separati. Personalmente il provolone lo faccio aggiungere secondo il gusto degli ospiti. E’ un ottimo piatto anche servito il giorno dopo.

La ricetta è dello chef bruno Soleri.

Una cena in terrazza

Si sta avvicinando il compleanno di mio marito….e devo pensare ad una bella cena a buffet! Avrei pensato di fare come antipasti dei cestini di pasta brisè con insalata caprese; una ricotta servita con miele; un bel polpo alla gallega; arancini di riso con vari ripieni, tortillas con salsa di avocado; spiedini di carpaccio e scamorza con pesto e un buon moijto come aperitivo. Come primi  una fregola sarda con verdure; e bourghoul con alici. Come secondi un bel filetto di tonno con sesamo servito con salsa di soia e tartare di salmone. Il tutto innaffiato con un ottimo vino etichetta Cancenai  della cantina Rottensteiner Alto Adige Traminer aromatico. Per dolce il mio preferito: tiramisù nelle due versioni, al cioccolato e alle fragole. Moscato fresco in abbinamento al dolce. Vi inserirò piano piano le varie ricette!