Tutti gli articoli di admin

Kristina Ti: dolci regali

Ecco le idee regalo che propone Kristina Ti, noto brand nel campo della moda italiana, di Cristina Tardito.

Trovo geniale l’idea del packaging! Un’idea originale da mettere sotto l’albero!

Kristina Ti ha una visione della moda connotata da una vena minimal-sensuale decisamente atipica e molto femminile che ha sedotto un folto stuolo di celebrità. Potete avere una panoramica delle sue creazioni facendo un giro su i suoi siti: http://www.kristinati.com/ e http://www.kristinati.it/;  è anche su facebook: Kristina Ti.

Una delle idee, per questo Natale sono gli slip,  sviluppati in 9 fantasie e vengono presentati nei negozi monomarca Kristina Ti
(Torino-Via Maria Vittoria, 18 / Milano – Via Solferino, 18 / Forte dei Marmi – Via IV Novembre, 7) dentro dei pirottini come si può vedere dalle foto, come se fossero dei pasticcini colorati.

E poi….ci sono le collane in quattro soggetti, ognuna bifacciale – forma a cuore – logo Kti + porzione della logomania
– forma tonda – logo Kti + madonna col bambino
– forma ovale – logo Kti + madonna col bambino (versione più piccola)
– forma tonda – immagine farfalla + la scritta “Lola” che è il nome della figlia di Cristina Tardito
Anche queste vengono esposte nei negozi all’interno di pirottini e adagiate su un tessuto di pizzo.

Ringrazio la sig.ra Veronica per le immagini concessemi.

 

 

 

 

 

 

 

The gingerbread houses

Con il Natale alle porte, ed è bello adornare anche le tavole, oltre le case! Semplicemente deliziose e tenere queste casette in pan di zenzero! Sono una creazione di Megan, che vive a Seattle.

Le trovate, con tutte le spiegazioni, sul suo sito: http://www.notmartha.org/ sulla colonna di destra c’è un link dedicato ai progetti di Natale.

La preparazione della pasta di zenzero:

La ricetta – la stessa dei gingerbread man – la trovi su Giallo Zafferano: http://ricette.giallozafferano.it/Biscotti-di-Pan-di-zenzero-gingerbread.html o puoi provare la versione originale made in USA. Rispetto alla ricetta di base, sono ammesse le seguenti variazioni: sciroppo d’acero al posto di miele o melassa, nelle stesse quantità; un po’ di cacao amaro, per rendere più scuro il colore; un cucchiaino di lievito al posto del bicarbonato, che a volte “si sente”. Fondamentale preparare la pasta svariate ore prima. L’ideale sarebbe lasciarla riposare tutta la notte in frigo o in un luogo freddo.

Vassoio per Natale Aarikka

Design scandinavo per la vostra casa? Aarikka propone tanti oggetti simpatici per il Natale!

Per esempio, il vassoio Keisarinna di Aarikka è perfetto per servire i dolci di natale ed è anche una bellissima e particolare decorazione per la tavola. Ogni vassoio è fatto a mano e numerato e questi bellissimi vassoi diventeranno oggetti da collezione in futuro. Ordina il tuo vassoio in tempo!
Troverai il vassoio Keisarinna in vendita qui:  http://www.articdesign.it

http://articdesign-designfinlandese.blogspot.com/

Chic Cake

Francesca Morrone:  le sue torte e i suoi dolci sono tutti in stile anglo-americano. Ama usare le mani per modellare, far prendere vita ogni volta ad una creazione diversa. Usa solo ingredienti di prima qualità perchè una torta deve essere un favoloso ricordo per occhi e palato. Al momento collabora con due pasticcerie. Per informazione sulle sue creazioni contattatela tramite mail: fra.morrone@alice.it il suo blog è: http://chiccake.blogspot.com/ andatelo a visitare troverete tante creazioni interessanti e simpatiche per Natale e per tantissime altre occasioni. Se avete voglia di vederli o capitate in quel di Bracciano sono in belle mostra in vetrina nella pasticceria Caffè Grand’Italia.
Se avete voglia di addobbare il vostro albero con i suoi biscotti o regalare un pensierino a colleghi e amici, o volete ordinare una delle sue torte e tortine scrivetele.

Per quanto riguarda invece le ricette, ha appena inaugurato un altro blog nel quale riporterà tutte le ricette  e le tecniche di decorazione: http://dolciamericani.blogspot.com

K-wine (fingerfood wine plate)

Ho trovato veramente eccezionali e funzionali questi piatti per un fingerfood!

Molte volte durante un aperitivo, un party o un ricevimento il cibo viene consumato in piedi, spesso accompagnato da un buon bicchiere di vino. Non sempre però si ha la possibilità  di appoggiare il proprio piatto o il proprio bicchiere, rimanendo così limitati nei movimenti e nei rapporti.
K-wine è un elegante piatto da fingerfood studiato per ridefinire il modo di servire il vino.

La forma di k-wine è stata pensata per poter alloggiare al centro un bicchiere a calice: una mano impugna piatto e bicchiere contemporaneamente, permettendo così di avere sempre l’altra mano libera per bere, mangiare o semplicemente per salutare un amico.

Rispetto ai piatti tradizionali che trattengono i bicchieri su un lato, K-wine sposta il bicchiere al centro del piatto dove si trova anche l’impugnatura. In questo modo il peso rimane bilanciato, rendendo così l’utilizzo più stabile e meno faticoso, anche con bicchiere e piatto pieno. Nella parta inferiore una semplice presa centrale suggerisce la posizione per impugnare stabilmente il piatto con poche dita.
K-wine è disponibile nei colori carbon black, opalescent white, papaya orange, e il nuovo lime green in elegante confezione da 6pz.
Design by                                                                  

MatteoBertanelli
Michele Di Monte
Sayonara Rush Design Group

link: http://www.k-wine.it/

 

 

E’ possibile realizzare un piattino K-wine esclusivo con il proprio logo o del colore che si preferisce.Per acquistare i piatti K-Wine contattatare via telefono o mail.

 

Tel 039.471721
info@k-wine.it

K-wine nasce da un’idea di Aznom Style.

info@k-wine.it

 

Le Collane Quilling

Sono rimasta assolutamente affascinata da questi gioielli: gioielli quilling.

Utilizzando una tecnica chiamata quilling che consiste nell’arrotolare striscioline di carta su se stesse per formare piccoli cilindretti o coni o fusi. La tecnica del quilling permette di realizzare perle di carta diversissime fra loro come aspetto, forma e colore e quindi offre innumerevoli spunti per la creazione delle collane stesse. Un apposito collante penetrerà nella carta facendola divenire un corpo unico, solido e impermeabile. Lavorando con sottili striscette di carta di riso si ottengono piccolissime perle resistenti come pietre, mentre arrotolando un cartoncino ondulato ecco grandi perle ruvide e materiche seppur leggerissime. Fili di seta, di cotone, di lana, codini e altro tengono insieme le perle formando collane sempre diverse. Spesso vengono inseriti fra le perle elementi che ben si abbinano al tipo di carta usata, perline di vetro, ceramica, legno, così some possono esserci piastre di chiusura in metallo o cartoncino ricoperto o decorato.

La paper designer è Angela Simone, di lei dice: l’amore per la carta mi accompagna da sempre, ma solo da qualche anno ho scoperto il piacere di utilizzarla, pregiata o riciclata, per farne dei gioielli. Amo la carta, il suo profumo, la sua consistenza. Amo la sua anima, fragile e forte insieme. I miei gioielli infatti non sono così impermanenti come si potrebbe pensare. Anzi, lavorando con la colla carte di pesi e grammature diversi, ho la possibilità di inventare perle resistenti, impermeabili all’acqua e sempre sorprendenti: larghe o strette, grandi o piccole, panciute o asciutte, barocche o minimaliste. Poi, scelgo fili e filati per legarle insieme, senza limiti di fantasia: dal cordone alla lana, dalla coda di topo al cordino di caucciù, dal tulle alla canapa. Mi piace sperimentare materiali nuovi perché io, per prima, sono curiosa di sapere come saranno le perle. Ogni carta mi trasmette sensazioni e ispirazioni diverse, basta mettersi in ascolto. il link: http://www.angelasimone.it/index.html Le creazioni sono acquistabili a Milano presso:a Milano da Surimono  Corso Monforte, 25   – www.surimono.it
a Torino da ‘CREATIVITY’ in via Mazzini 29
a Padova da ‘MISS MURPLE’ via Roma 109
a Roma da ‘MATERIE’ via del Gesù 73