Törggelen in Alto Adige

 

photo Montagna Bolzano di MGC

Ogni anno,  da Ottobre all’inizio dell’Avvento, la popolazione locale e i turisti si dedicano al Törggelen, una delle più amate usanze dell’Alto Adige. Un tempo in autunno i contadini dell’Alto Adige e i commercianti di vino si riunivano per degustare insieme il vino nuovo. Oggi il Törggelen abbina le passeggiate autunnali al piacere della gastronomia stagionale.  Dopo una camminata immersi nella natura ci si dà appuntamento nelle tradizionali osterie contadine chiamate Buschenschänke, per assaporare in compagnia Schlutzkrapfen (ravioli agli spinaci), canederli, carne di maiale salmistrata e salsicce con crauti. Il tutto accompagnato dal vino nuovo e per finire si gustano le castagne arrosto e i dolci Krapfen.


Krapfen by arredoeconvivio

La pasta dei Krapfen è farcita con ripieni diversi, quali mirtilli, albicocche, ricotta ecc.., proprio secondo la ricetta della nonna. Durante una visita in Alto Adige non può mancare una degustazione di questo dolce tradizionale.

Ingredienti per ca. 40 Krapfen al papavero

Per l’impasto:

500 g di farina- 60 ml di latte tiepido – 60 ml di olio – 60 ml di acqua tiepida – 1 cucchiaio di rum – 1cucchiaio di zucchero – 2 tuorli d’uovo – 1 uovo – 1 pizzico di sale

Per il ripieno:

200 ml di acqua – 250 g di zucchero – 250 g di semi di papavero, macinati finemente – 1 cucchiaio di miele – 1 pizzico di buccia di limone grattugiata – 1/2 cucchiaino di cannella – 1 bustina di zucchero vanigliato – 1 cucchiaio di rum

Io li preferisco con una semplice spennellata di marmellata di albicocca.

Inoltre servirà 1 uovo per spennellare, olio per friggere e zucchero a velo..

Preparazione dell’impasto:

Versare la farina in una grande ciotola e mescolarla con il latte, l’olio, l’acqua, il rum, lo zucchero, i tuorli, l’uovo intero e impastare fino ad ottenere una pasta liscia. Lasciare riposare l’impasto coperto per 20 min.

Preparazione del ripieno:

Bollire l’acqua con lo zucchero, aggiungere il papavero e continuare a cuocere. Aggiungere il miele, la buccia di limone, la cannella, lo zucchero vanigliato e il rum.

Completamento:

Dividere l’impasto in due parti, con una macchina per la pasta tirare una sfoglia sottile e tagliarla a strisce larghe 10 cm. Disporre il ripieno sulla metà delle strisce, ripiegare la pasta, premere i bordi e tagliare la pasta con l’apposita rondella.

Friggere a 190° fino a quando non sono dorati e croccanti da entrambi i lati. Poi far asciugare e spolverare con zucchero a velo.

Ricetta tratta da: So kocht Südtirol (Cucinare nelle Dolomiti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *