Ronan & Erwan Bouroullec _____oggetti poetici

Ovale collection 2010 Alessi

I fratelli Bouroullec sono considerati fra i nuovi astri del mondo del design, giovani e rigorosi, riflessivi e nello stesso tempo appassionati; i loro progetti sono vere “micro architetture”, utilizzabili per diverse funzioni e per caratterizzare e variare gli spazi in cui si collocano.

I Fratelli Bouroullec, lavorano in team dal 1999 e in meno di dieci anni hanno rinnovato l’immagine del design francese. Creando oggetti poetici con pochi elementi e un vocabolario ridotto all’osso. Alla ricerca della semplicità. Che non ha niente a che vedere col minimalismo. Definizione che non spiega la ricchezza della loro produzione né l’uso di un repertorio formale originale. Fondamentale, agli esordi, l’incontro con Giulio Cappellini al Salone del Mobile di Parigi del 1997. È l’inizio di una ascesa fulminea.

“The “Ovale” collection per Alessi 2010

 

Ovale collection 2010 Alessi

Ecco come Ronan ha descritto il loro progetto: “The “Ovale” collection si sforza di essere originale, ma vuole anche essere rustico e tradizionale. Siamo partiti alla ricerca di una espressione delicata. Questa composizione parla della vita di ogni giorno…. C’è un desiderio di semplicità “. Ha poi coniato una nuova espressione per descrivere Alessi, una somiglianza che piace a me: “Per me Alessi è molto simile all’operazione descritta in Tim Burton di” Willy Wonka nella fabbrica di cioccolato “Una fabbrica meravigliosa dove Alessi produce torte e dolci. . “

Ovale collection 2010 Alessi

Diciamo che, con questa collezione, abbiamo cercato di raggiungere un equilibrio: un progetto che non è troppo dolce, direi che è piuttosto delicato “.

Delicato, leggermente espressivo, semplice, quasi neo-primitivo, dicendo volutamente “Hold lo zucchero!”

Ovale collection 2010 Alessi

© 2012 Erwan Bouroullec and Ronan Bouroullec

Square vase Cappellini  1999

Vaso candeliere in ceramica bianca.

La piastra superiore presenta fori 9, la piastra inferiore riceve l’acqua.

Square vase Cappellini 1999

Capellini edizione 1999. Non più prodotta.

Questo vaso è incluso nella raccolta ° MoMa di New York.

Altezza 5 cm, 40 cm Lunghezza, Profondità 40 cm.

© 2012 Erwan Bouroullec and Ronan Bouroullec

© Morgane Le Gall

Soliflor  Cappellini 1997

Questo accessorio ospita fiori scultorei in perfetto equilibrio. Questo vaso appartiene alla collezione “Progetto Scope”, che include un insieme di oggetti funzionali per la casa. Si trova in questo vaso un’anima poetica e la passione dei suoi creatori, cui ogni opera diventano il centro dell’attenzione, non importa dove si trovi.

Soliflor Cappellini 1997

© 2012 Erwan Bouroullec and Ronan Bouroullec

© Morgane Le Gall

 

Paravent Kreo gallery  Paris exhibition 2008

Paravent Kreo gallery Paris exhibition 2008

Struttura metallica, gomma piuma e tessuto, 2000 x 2600 x 440 mm

“il colore è complicato come la vita”. Perchè anche nei loro lavori il colore acquista un significato particolare ed è il mezzo, non semplice da domare, per raggiungere quell’idea di “qualità dell’atmosfera” che guida la loro ricerca progettuale.

Paravent Kreo gallery Paris exhibition 2008

guardare questi enormi paraventi: le loro dimensioni: 4 x 2,2m di altezza, 2,60 x 2 nella forma ridotta, per rimanere incantati dai colori della lana decorata con impunture che i fratelli Bouroullec hanno appeso ad un telaio di alluminio in modo da creare una superficie piatta, dall’effetto simile a quello di un quadro astratto.

Paravent Kreo gallery Paris exhibition 2008

Più simili a pareti di stoffa che ai comuni paraventi, prendono ispirazione dai pezzi di pellame dalle forme irregolari che si trovano nelle sellerie, dove vengono appesi e sovrapposti fino a separare involontariamente lo spazio.

© 2012 Erwan Bouroullec and Ronan Bouroullec

 

Losanges 2011 Nanimarquinia

Losanges 2011 Nanimarquinia

Siamo sempre stati affascinati dal tradizionale tappeto persiano, soprattutto da parte kilim antico savoir-faire che noi vediamo come un delicato mix di rusticità e finezza. Abbiamo avuto la fortuna di vedere questo progetto portato a termine dagli artigiani del Nord del Pakistan che sono riusciti a combinare abilmente tredici colori attraverso la forma geometrica romboidale.

Losanges 2011 Nanimarquinia

Oltre ad essere realizzato a mano, la lana afghana è filata a mano, e consente una certa tonalità di colore uniche meritevole di essere evidenziata. Questa tecnica finemente casuale rende ogni losanga leggermente diversa e ogni tappeto, un pezzo unico.

© 2012 Erwan Bouroullec and Ronan Bouroullec

http://www.bouroullec.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *